Mauro Vecchio

Giappone, carcere per gli scariconi

Passa l'emendamento all'attuale legge nipponica sul diritto d'autore. Il download pirata sarÓ punito con un massimo di 2 anni di prigione. Sanzioni valide anche per chi copia CD o DVD. E spunta un'idea per lo spionaggio delle connessioni

Roma - Il segnale di via libera è stato mostrato dal Parlamento nipponico, per modificare in maniera cruciale l'attuale legge sul copyright nella terra del Sol Levante. In Giappone, tutti gli utenti che verranno colti a scaricare contenuti pirata rischieranno fino a 2 anni di prigione, conditi con una multa pari a 2 milioni di yen (20mila euro circa).

Sono le nuove previsioni legislative introdotte dall'emendamento voluto dall'industria locale dell'intrattenimento, in particolare dai vertici dell'associazione che tutela gli interessi dei discografici. Le attività online di download di film e musica non saranno più trattate in sede civile, piuttosto come autentici reati.

L'emendamento approvato dal Parlamento giapponese non coinvolge soltanto lo scaricamento - magari a mezzo BitTorrent - di un contenuto protetto da copyright. Le medesime sanzioni saranno valide per tutti i cittadini beccati con copie non autorizzate di CD, DVD e supporti Blu-ray originali.
In vigore dal prossimo ottobre, le nuove regole vanno dunque a sommarsi a quelle già presenti per quanto concerne il caricamento di contenuti tra i vasti meandri del web. Anche qui, attività punite a livello penale, con una pena massima di 10 anni di prigione e una sanzione pecuniaria di 10 milioni di yen (100mila euro).

Visibilmente soddisfatto il chairman di Sony Music Entertainment Japan Naoki Kitagawa, che ha sottolineato come la revisione legislativa porterà ad una significativa riduzione nel livello generale della pirateria digitale. L'industria discografica locale ha infatti ricordato i quasi 5 miliardi di file illeciti scaricati nel solo anno 2010.

Pare comunque che la criminalizzazione dei download non rappresenti l'unica strategia adottata in terra nipponica. Un articolo pubblicato dalla testata TorrentFreak parla di un sistema per il monitoraggio delle connessioni che dovrebbe essere adottato da tutti i provider per evitare forme di responsabilità e ovviamente prevenire il caricamento dei contenuti pirata.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
174 Commenti alla Notizia Giappone, carcere per gli scariconi
Ordina
  • Pirateria informatica, due anni di galera per il download illegale in Giappone
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/07/01/pirater...
    non+autenticato
  • Devo dire che trovo divertente la diatriba ta "scaricatori" e Videonoleggiatori", e devo dire che capisco sia gli uni che gli altri.
    Il problema è dato dalla tecnologia , non dagli scaricatori.
    mi spiego megli ocon un esempio, se si inventasse un sistema per stamparsi le banconote con la stampante laser di casa, servirebbe a molto minacciare di pene severissime per chi si stampa i soldi da solo?
    Servirebbe rendere illegali tutte le stampanti e tornare a carta e penna? (servirebbe si , a creare un gigantesco mercato illegale di stampanti)
    ecco , ormai la frittata è fatta e modelli di business obsoleti sono destinati a cambiare, non dico scomparire , ma cambiare.
    certo, i riparatori delle ruote delle carrozze e i maniscalchi sono quasi spariti, mentre i ciabattini si sono evoluti e prosperano nei supermercati.
    Io, invece di urlare contro i "pirati cattivi" proverei a cambiare modello di business, che so , mi metterei a vendere dischi di vinile e edizioni rare dei cd, mercato che tira ancora molto, specie su internet, so di gente che si scanna per una edizione vecchia dei Pink Floyd e o dei Beatles.
    lo dico senza cattiveria , il mio settore (Nautica) si è ridotto in Italia dell'ottanta per cento , e siamo quasi tutti a fare un altro lavoro , ormai.
    Il mondo cambia , e in fretta.

    P.S. se si fanno leggi severe per chi scarica i più smaliziati proteggeranno le proprie connessioni e renderanno inaccessibili i propri hard disk in caso di perquisizione, rendendo molto , ma molto difficile trovare i delinquenti veri in mezzo a milioni si "scariconi", bel risultato , complimenti!
  • - Scritto da: Tassokan
    > Devo dire che trovo divertente la diatriba ta
    > "scaricatori" e Videonoleggiatori",

    E i semplici onesti sono estinti?

    > e devo dire
    > che capisco sia gli uni che gli
    > altri.
    > Il problema è dato dalla tecnologia , non dagli
    > scaricatori.

    Il problema è nato dalla natura umana, "fottere il prossimo".

    > mi spiego megli ocon un esempio, se si inventasse
    > un sistema per stamparsi le banconote con la
    > stampante laser di casa, servirebbe a molto
    > minacciare di pene severissime per chi si stampa
    > i soldi da
    > solo?
    > Servirebbe rendere illegali tutte le stampanti e
    > tornare a carta e penna? (servirebbe si , a
    > creare un gigantesco mercato illegale di
    > stampanti)
    > ecco , ormai la frittata è fatta e modelli di
    > business obsoleti sono destinati a cambiare, non
    > dico scomparire , ma cambiare.

    Secondo te è difficile coltivare piantine di marijuana?

    > certo, i riparatori delle ruote delle carrozze e
    > i maniscalchi sono quasi spariti, mentre i
    > ciabattini si sono evoluti e prosperano nei
    > supermercati.
    > Io, invece di urlare contro i "pirati cattivi"
    > proverei a cambiare modello di business, che so ,
    > mi metterei a vendere dischi di vinile e edizioni
    > rare dei cd, mercato che tira ancora molto,
    > specie su internet, so di gente che si scanna per
    > una edizione vecchia dei Pink Floyd e o dei
    > Beatles.
    > lo dico senza cattiveria , il mio settore
    > (Nautica) si è ridotto in Italia dell'ottanta per
    > cento , e siamo quasi tutti a fare un altro
    > lavoro ,
    > ormai.
    > Il mondo cambia , e in fretta.
    >
    > P.S. se si fanno leggi severe per chi scarica i
    > più smaliziati proteggeranno le proprie
    > connessioni e renderanno inaccessibili i propri
    > hard disk in caso di perquisizione, rendendo
    > molto , ma molto difficile trovare i delinquenti
    > veri in mezzo a milioni si "scariconi", bel
    > risultato ,
    > complimenti!

    È irrilevante se qualcuno sfugge, l'importante è mantenere un certo tasso di legalità.
    I pirati hanno semplicemente superato il limite, quindi ora verranno ridimensionati. E non c'è un limite ai mezzi impiegati: si parte da avvisi e leggere sanzioni, ma si può arrivare all'ergastolo, se il risultato non si consegue. Una cosa è certa: non si arriverà mai al punto di stabilire che l'opera di ingegno non è meritevole di tutela.
    Questione di tempo, azione-reazione.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo

    > I pirati hanno semplicemente superato il limite,
    > quindi ora verranno ridimensionati. E non c'è un
    > limite ai mezzi impiegati: si parte da avvisi e
    > leggere sanzioni, ma si può arrivare
    > all'ergastolo

    E' proprio vero, fa molto caldo.
  • > E i semplici onesti sono estinti?

    Un semplice onesto non va a finanziare i sostenitori del copyright.


    > I pirati hanno semplicemente superato il limite,
    > quindi ora verranno ridimensionati. E non c'è un
    > limite ai mezzi impiegati: si parte da avvisi e
    > leggere sanzioni, ma si può arrivare
    > all'ergastolo, se il risultato non si consegue.

    Questa è una idiozia: se un pirata rischia l'ergastolo, nel momento stesso in cui tu segnali un caso di pirateria a lui converrebbe spararti: se riesce a far sparire il corpo, se la cava... e se non riesce, un ergastolo in più o in meno non cambia molto.

    La pena deve essere graduata, altrimenti poi non puoi aggravarla se qualcuno commette reati più gravi (e se tali reati gli permettessero di sottrarsi alla cattura, gli converrebbe).

    Quando in italia c'era la pena di morte, ad esempio, uno dei casi in cui era prevista era l'omicidio commesso dal latitante per sottrarsi alla cattura: lo scopo era proprio incoraggiare il latitante a non opporre resistenza armata, per non peggiorare la sua situazione.

    Dimostri proprio di non conoscere nemmeno i principi di base del diritto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    >
    > > e devo dire
    > > che capisco sia gli uni che gli
    > > altri.
    > > Il problema è dato dalla tecnologia , non
    > dagli
    > > scaricatori.
    >
    > Il problema è nato dalla natura umana, "fottere
    > il prossimo".

    Devi avere avuto brutte esperienze da piccolo, ruppolo, per considerare cosi' negativamente la natura umana, in questo e in altri tuoi post.
    Ti consiglio una rilettura di Rousseau (o nel tuo caso una prima lettura).
    E' gratis. E' morto da piu' di 70 anni.

    > Secondo te è difficile coltivare piantine di
    > marijuana?

    Non e' difficile. C'e' gente che lo fa.
    Ci sono intere economie di paesi basate su tale coltivazione.
    Che domanda e'?

    >
    > È irrilevante se qualcuno sfugge,
    > l'importante è mantenere un certo tasso di
    > legalità.

    Hai dei dati concreti o sono i soliti numeri a caso?

    > I pirati hanno semplicemente superato il limite,

    Quale limite? C'e' un autovelox?

    > quindi ora verranno ridimensionati     ridimensionate le comunicazioni in chiaro .

    Fixed.



    > E non c'è un
    > limite ai mezzi impiegati: si parte da avvisi e
    > leggere sanzioni, ma si può arrivare
    > all'ergastolo,

    E anche agli abusi procedurali, alle invasioni in paesi stranieri, fin anco alla guerra globale termonucleare preventiva.

    > se il risultato non si consegue.
    > Una cosa è certa: non si arriverà mai al punto di
    > stabilire che l'opera di ingegno non è meritevole
    > di tutela.

    Chi ha mai detto una cosa del genere.
    Noi vogliamo la tutela delle opere di ingegno, e la loro libera diffusione.
    E' chi ostacola la propagazione della conoscenza a non tutelare le opere d'ingegno.

    > Questione di tempo, azione-reazione.

    Io non ho fretta.
  • > I pirati hanno semplicemente superato il limite,
    > quindi ora verranno ridimensionati. E non c'è un
    > limite ai mezzi impiegati: si parte da avvisi e
    > leggere sanzioni, ma si può arrivare
    > all'ergastolo, se il risultato non si consegue.

    E chi decide quel'è il risultato che si vuole conseguire?
    Tu? Le lobbies? O piuttosto la gente?
    E siccome la gente vuole la Libera circolazione della Cultura la Pirateria non morirà mai.
    MAI
    Ficcatelo bene intesta e rassegnati.

    Se due persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" gli fai la multa.
    Se venti persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" chiedi loro di spostarsi.
    Se duecento persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" togli il cartello.
    Winston Churchill


    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > È irrilevante se qualcuno sfugge,

    Auguri Rotola dal ridere
    http://en.wikipedia.org/wiki/Winny
  • e adesso denuncitemi per la citazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iome
    > e adesso denuncitemi per la citazione.

    Ce ne vorrebbe uno bello grosso.
    Come lo definiresti tu uno scoglio bello grosso?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: iome
    > > e adesso denuncitemi per la citazione.
    >
    > Ce ne vorrebbe uno bello grosso.
    > Come lo definiresti tu uno scoglio bello grosso?

    Uno scoglione? Rotola dal ridere
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: iome
    > > > e adesso denuncitemi per la citazione.
    > >
    > > Ce ne vorrebbe uno bello grosso.
    > > Come lo definiresti tu uno scoglio bello
    > grosso?
    >
    > Uno scoglione? Rotola dal ridere

    Esatto!
    Solo uno scoglione puo' pensare di arginare il mare.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: iome
    > > > > e adesso denuncitemi per la
    > citazione.
    > > >
    > > > Ce ne vorrebbe uno bello grosso.
    > > > Come lo definiresti tu uno scoglio bello
    > > grosso?
    > >
    > > Uno scoglione? Rotola dal ridere
    >
    > Esatto!
    > Solo uno scoglione puo' pensare di arginare il
    > mare.

    Una diga non pensa, ma il mare lo argina egregiamente. Indiavolato
    non+autenticato
  • dopo la bomba di Hiroshima ha straguirato "mai più il nucleare a fini bellici" con tanto di cerimonia e campane, salvo il fatto di accumulare in silenzio plutonio ...

    non fa nulla per chi compra le mutande usate magari da minorenni, però se uno si permette di fare lo scaricone allora sì che sono guai!

    mah ...
    non+autenticato
  • > dopo la bomba di Hiroshima ha straguirato "mai
    > più il nucleare a fini bellici" con tanto di
    > cerimonia e campane, salvo il fatto di accumulare
    > in silenzio plutonio

    Il plutonio ha anche applicazioni civili e di ricerca.
    E se lo ha accumulato "in silenzio", cioè senza farlo sapere al di fuori di una cerchia ristretta, tu come lo sai? Sorride


    > non fa nulla per chi compra le mutande usate
    > magari da minorenni, però se uno si permette di
    > fare lo scaricone allora sì che sono
    > guai!

    Hai una strana scala di valori. La compravendita di mutandine usate, se a qualcuno interessasse, sarebbe perfettamente legale in Italia. Non so proprio quale sia il bene giuridico da tutelare.

    Nella maggior parte dei Paesi occidentali, oggi, il download di materiale protetto da copyright è un illecito civile. Non si rischia il carcere, e talvolta nemmeno un processo, ma multe salate sì, qualora per disgrazia si venga beccati.
    Uomo avvisato...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Il plutonio ha anche applicazioni civili e di
    > ricerca.
    > E se lo ha accumulato "in silenzio", cioè senza
    > farlo sapere al di fuori di una cerchia
    > ristretta, tu come lo sai?
    > Sorride

    http://prigioniero.6serve.com/Giappone-Potenza-Nuc...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Hai una strana scala di valori.

    Come tutti i pirati.

    > La compravendita
    > di mutandine usate, se a qualcuno interessasse,
    > sarebbe perfettamente legale in Italia. Non so
    > proprio quale sia il bene giuridico da tutelare.

    E nemmeno quale sia il torto o a chi è mancato il rispetto.

    > Nella maggior parte dei Paesi occidentali, oggi,
    > il download di materiale protetto da copyright è
    > un illecito civile. Non si rischia il carcere, e
    > talvolta nemmeno un processo, ma multe salate sì,
    > qualora per disgrazia si venga beccati.
    >
    > Uomo avvisato...

    Qui gli avvisi non funzionano, qui va colpito il portafogli e duramente.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: prova123
    > dopo la bomba di Hiroshima ha straguirato "mai
    > più il nucleare a fini bellici" con tanto di
    > cerimonia e campane, salvo il fatto di accumulare
    > in silenzio plutonio
    > ...
    >
    > non fa nulla per chi compra le mutande usate
    > magari da minorenni, però se uno si permette di
    > fare lo scaricone allora sì che sono
    > guai!
    >
    > mah ...


    Invece che scrivere luoghi comuni su un paese che nemmeno conosci, perché non ti lamenti dei numerosi italiani che praticano turismo sessuale? o che vanno a puttane? o entrambe le cose?
    Ti garantisco che per quanto riguarda la CIVILTA' e il SENSO ETICO gli italiani hanno solo da imparare dai giapponesi.
    Sei il classico italiano che parla per sentito dire, in base a quello che legge dai mass media, e sputa sentenze.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Perché non c'entra un cazzo su un articolo che
    > parla del Giappone,
    > sveglione.

    Perché invece le mutandine usate con il download illegale c'entrano molto, vero?


    > E quelli sulle perversioni dei giapponesi non
    > sono luoghi comuni: puoi trovare tutta la
    > documentazione che vuoi, senza parlare che basta
    > guardare i loro film hard per arrivarci da
    > soli.

    Scusa, ma io vivo in Giappone, e se permetti penso di saperne un po' più di te, che di questo paese conosci solo i film porno.
    E scusa se insisto, ma il turismo sessuale italiano non è una perversione? e i padri di famiglia che vanno con prostitute e/o trans? e i preti pedofili?

    Lascia perdere, dai... è una battaglia persa.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > mi bastano.

    Ok, se pensi di poter giudicare un'intera nazione in base ai film porno, allora è inutile andare avanti con il discorso.
    Però ti invito a riflettere sulla situazione italiana: accendi la TV, e ad ogni ora del giorno ci sono tette e culi sventolati in bella mostra, e programmi uno più volgare dell'altro.
    Perlomeno, questo sulla TV nazionale giapponese non succede.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Ma perché gli italiani devono sempre dire idiozie e offese su paesi che nemmeno conoscono? Da cosa vi nasce tutta questa arroganza e supponenza?
    Preoccupatevi delle porcherie che ci sono in Italia, che è meglio... l'Italia rispetto al Giappone è un paese del terzo mondo, ve lo posso assicurare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ade
    > Ma perché gli italiani devono sempre dire idiozie
    > e offese su paesi che nemmeno conoscono? Da cosa
    > vi nasce tutta questa arroganza e
    > supponenza?
    > Preoccupatevi delle porcherie che ci sono in
    > Italia, che è meglio... l'Italia rispetto al
    > Giappone è un paese del terzo mondo, ve lo posso
    > assicurare.

    Giusto, chi senefotte di quel che succede nel mondo! Stiamo nel nostro orticello...

    Vergogna!
    Sgabbio
    26177
  • > Giusto, chi senefotte di quel che succede nel
    > mondo! Stiamo nel nostro
    > orticello...
    >
    > Vergogna!


    Non intendevo dire questo. Intendevo dire che i mass media italiani sono specializzati nello stanare solo le notizie negative che succedono all'estero, e soprattutto quello che succede in Giappone (chissà perché) fa sempre notizia.
    Quando l'anno scorso c'è stato l'incidente dell'11 Marzo, ho letto articoli con titoli apocalittici: "Tokyo è diventata una città fantasma", "Il Giappone è un paese in ginocchio", quando in realtà non era vero niente.
    Ti assicuro che il Giappone si è ripreso alla grande e rapidamente, ma questo i giornali italiani non lo scrivono. Invece i terremotati dell'Aquila e dell'Emilia Romagna quanto tempo hanno passato - e dovranno ancora passare - nelle tendopoli?

    Perché nessuno parla delle numerose cose che in Giappone funzionano decisamente meglio che in Italia? Se vuoi ti posso fare un lungo elenco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ade
    >
    > Perché nessuno parla delle numerose cose che in
    > Giappone funzionano decisamente meglio che in
    > Italia? Se vuoi ti posso fare un lungo
    > elenco.

    Vic, ancora non capisco perchè non vai a vivere in Giappone...
    non+autenticato
  • > Non intendevo dire questo. Intendevo dire che i
    > mass media italiani sono specializzati nello
    > stanare solo le notizie negative che succedono
    > all'estero, e soprattutto quello che succede in
    > Giappone (chissà perché) fa sempre
    > notizia.

    Anche negli Usa. Ogni starnuto newyorkese va di diritto in prima pagina.
    Il perché è presto detto: provincialismo, e desiderio di trovare la pappa pronta. Alla fine tutte queste notizie sono scopiazzate in fretta da siti in lingua inglese molto ricchi e sempre aggiornati, e si ha solo l'imbarazzo della scelta. Fare articoli scandalistici su Nauru è più difficile...



    > Quando l'anno scorso c'è stato l'incidente
    > dell'11 Marzo, ho letto articoli con titoli
    > apocalittici: "Tokyo è diventata una città
    > fantasma", "Il Giappone è un paese in ginocchio",
    > quando in realtà non era vero
    > niente.

    Sì, be', questo lo hanno fatto alcune testate online. Quelle su carta, pur in un mare di inesattezze, non mi pare siano scese così in basso.


    > Perché nessuno parla delle numerose cose che in
    > Giappone funzionano decisamente meglio che in
    > Italia?

    Anche il debito pubblico "funziona meglio", è il 240 % del Pil, contro il 120% di quello italiano.

    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2...

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Anche il debito pubblico "funziona meglio", è il
    > 240 % del Pil, contro il 120% di quello
    > italiano.

    Ok, chissà allora perché il Giappone è la terza potenza economica mondiale (fino a qualche anno fa era la seconda), mentre l'Italia è molto più in basso in classifica.
    Chissà perché gli stipendi sono decisamente più alti (anche in rapporto al costo della vita).
    Chissà perché il tasso di disoccupazione è molto più basso che in Italia.
    Chissà perché l'IVA è al 5%, mentre in Italia è al 21% e rischia di aumentare ulteriormente.
    Chissà perché il sistema sanitario e scolastico funzionano in modo decisamente più efficiente (a proposito, il tasso di analfabetismo è dello 0%).
    Chissà perché tutte le grandi opere vengono sempre portate a termine e in tempi rapidi, mentre in Italia i soldi dei contribuenti spariscono in misteriosi "buchi neri".
    Chissà perché la benzina costa molto di più in Italia (sembra assurdo ma è così).

    E questo solo per quanto riguarda l'Economia... se vogliamo considerare altri aspetti, sono pronto a risponderti.
    non+autenticato
  • Non capisco tutte ste recriminazioni.

    Si lo sappiamo quasi ogni Paese del mondo è + civile dell'Italia, capirai che forza.

    E con questo? Diventa magicamente giusta la legge giapponese che prevede + carcere per un film pirata che per la rapina a mano armata?

    Non lo capisco proprio,'sta esterofilia e 'sto campanilismo.
    L'unica contrapposizione che per me ha senso è tra oppressori ed oppressi.
  • - Scritto da: ade
    > - Scritto da: Leguleio
    > > Anche il debito pubblico "funziona meglio", è il
    > > 240 % del Pil, contro il 120% di quello
    > > italiano.
    >
    > Ok, chissà allora perché il Giappone è la terza
    > potenza economica mondiale (fino a qualche anno
    > fa era la seconda), mentre l'Italia è molto più
    > in basso in
    > classifica.

    Ma infatti era una battuta, ho messo la faccina.

    Tra l'altro il Giappone è stata la seconda potenza economica mondiale dal 1969 fino a tre anni fa, ininterrottamente, e nel 1969 credo che il loro debito pubblico fosse molto basso (come quello italiano del resto). È cresciuto a dismisura solo negli ultimi anni.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • > - Scritto da: Leguleio
    >
    > > Tra l'altro il Giappone è stata la seconda
    > > potenza economica mondiale dal 1969 fino a
    > tre
    > > anni fa, ininterrottamente, e nel 1969 credo
    > che
    > > il loro debito pubblico fosse molto basso
    > (come
    > > quello italiano del resto). È cresciuto
    > a
    > > dismisura solo negli ultimi
    > > anni.
    >
    > ci sono dei motivi per cui è cresciuto e ci sono
    > dei motivi per cui non è un segno di debolezza
    > (per il
    > Giappone).

    Non è un segno di debolezza finora . Temo lo diventerà molto presto. Tanto per dire, il Giappone ha l'enorme vantaggio che tutto il debito è in mano giapponese, e quindi non farebbero mai manovre speculative contro sé stessi. Ma non è detto che la cosa non cambierà, e che inizino a vendere parte del debito agli stranieri (i cinesi, ad esempio), e una volta iniziata la speculazione contro lo yen, non so chi la fermerà più...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)