Claudio Tamburrino

Italia, satira contro censura

Parlamentari PD chiedono il blocco di un sito di satira. Si diffonde la moda dell'oscuramento?

UPDATE 05/07 - L'articolo è stato modificato per includere le informazioni rilasciate sul sito Umore Maligno.

UPDATE 04/07 - L'articolo è stato modificato per meglio chiarire il ruolo di Massimiliano Zulli nella vicenda.

Roma - La deputata del PD Ileana Argentin, affetta da amiotrofia spinale, ha raccolto un nutrito gruppo di parlamentari attorno la proposta di denunciare un sito satirico reo di insultare i disabili. Al centro della polemica un lungo caustico intervento che tocca il tema.
Il sito in questione si chiama umoremaligno.it. Il proprietario del dominio, secondo il registro del NIC, è Massimiliano Zulli, che scrive anche su L'Unità e sul blog uomomordecane.it, ma che ora dice di essere suo malgrado al centro della tempesta per non provveduto a cedere all'associazione culturale Umore Maligno il nome a dominio per il sito che aveva registrato, e di cui descrive comunque lo stile dicendo che "ci si veste da diavolo per mostrare com'è fatto".

Dell'associazione mancano i riferimenti puntuali sul sito, se ne trova traccia solo in un verbale di assemblea del 30 maggio scorso: sul blog non è comunque specificato chi sia l'autore dei singoli interventi, o se si tratti di interventi a quattro o più mani, né quale sia il ruolo svolto nella vicenda dai diversi nickname che compaiono nella pagina Il Manifesto di UM. Le uniche indicazioni arrivano in un post che ribadisce quanto scritto anche da Zulli sul suo blog, e in un comunicato stampa del 5 luglio che chiarisce come "L'associazione culturale Umore Maligno compone e concerta ogni lavoro collegialmente. Tutti i singoli componenti, anche se non autori immediati dei testi, partecipano alla realizzazione dei singoli scritti, tramite modifiche o proposte di modifiche, editing, pubblicazione e pubblicizzazione, ovvero attraverso il semplice benestare espresso sotto forma di silenzio. Allo stesso modo si è proceduto per la realizzazione del post sui disabili che tanto clamore ha suscitato in questi giorni. Caratteristica basilare di Umore Maligno sono la collegialità delle opere e l'eguale importanza di ogni singolo componente". Seguono i nomi dei firmatari del comunicato.

La questione è complessa. La deputata PD vorrebbe l'oscuramento del sito, ma si tratta di una misura che nei commenti all'annuncio qualcuno già indica come sproporzionata. Tanto più che, per il momento, l'azione ha avuto l'unico effetto pratico di amplificare la conoscenza e la diffusione del post incriminato.

Non è invece così per la deputata Argenti che è intervenuta a Montecitorio per sottolineare contenuti che ritiene "gravemente offensivi": "In questo sito si parla addirittura del fatto che le persone disabili debbano essere uccise nel momento in cui nascono e vengono descritte violenze ai danni di ragazzine disabili". In seguito al suo intervento, un gruppo di parlamentari ha depositato un'interrogazione al Presidente del Consiglio, sottoponendo al governo i contenuti "offensivi" (semplicemente umoristici per gli autori e presumibilmente anche per i visitatori del sito) di umorimaligni.

Nel frattempo un'istruttoria su tali contenuti è stata aperta dall'Unar, l'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della presidenza del Consiglio dei Ministri presso il Dipartimento delle Pari Opportunità, che ha già provveduto a segnalare quello che ritiene "un grave fatto" alla Polizia Postale.

Zulli, di cui al momento non è chiaro il ruolo specifico nella stesura del post "incriminato", ha cercato di spiegare ugualmente lo stile adottato sul proprio blog: "Quando Umore Maligno dà dell'handicappato a qualcuno, invita all'intolleranza verso l'immigrato, sbeffeggia le vittime di una strage, in realtà - ma pareva evidente - sta sbattendovi in faccia la pochezza di questo mondo, la voracità mediatica con la quale ci si permette di intervistare la madre subito dopo aver perso il figlio nel terremoto, il benpensante che viene qua ad insultare senza aver capito che quei post avevano lui, come obiettivo". Sul sito invece si legge: "Umore Maligno da sempre denuncia qualunque problema sociale tramite la corrosività, il cazzotto nello stomaco e il rovesciamento logico, così da impersonare volutamente un personaggio assolutamente eccessivo, ben oltre il grottesco, così da dare voce a quanto di più becero, volgare, viscido possa esserci: l'essere umano".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
33 Commenti alla Notizia Italia, satira contro censura
Ordina
  • L'articolo è stato modificato per includere le informazioni rilasciate sul sito Umore Maligno.

    da quanto in quando modificate gli articoli??!?!?! mi sa che il tipo vi ha minacciato di querela e voi vi siete cagati sotto...
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > L'articolo è stato modificato per includere le
    > informazioni rilasciate sul sito Umore
    > Maligno.
    >
    > da quanto in quando modificate gli
    > articoli??!?!?! mi sa che il tipo vi ha
    > minacciato di querela e voi vi siete cagati
    > sotto...

    Si, ma c'e' scritto che l'articolo e' stato aggiornato.
    Non e' mica una modifica aumm aumm.

    Magari il tipo ha semplicemente contatato la redazione e fornito una sua versione dei fatti e la redazione ha dato la notizia.

    Ad ogni modo non si puo' non notare la vile codardia di questa gente che preferisce delegare ad avvocati invece di venire in prima persona sul forum ad esprimere il loro punto di vista.

    E poi hanno il coraggio di dire che internet non permette repliche.
  • - Scritto da: attonito
    > L'articolo è stato modificato per includere le
    > informazioni rilasciate sul sito Umore
    > Maligno.
    >
    > da quanto in quando modificate gli
    > articoli??!?!?! mi sa che il tipo vi ha
    > minacciato di querela e voi vi siete cagati
    > sotto...

    No, non è una novità la modifica successiva. Peraltro hanno pure scritto che è stato modificato, se volevano fare le cose di nascosto lo modificavano e non scrivevano che era stato modificato così nessuno se ne accorgeva (difficile che chi l'avesse già letto lo andasse a rileggere senza motivo, e chi non l'aveva ancora letto non poteva sapere della modifica).
  • A: "Buongiorno caro collega"
    B: "Buongiorno a Lei"
    A: "Come vanno le cose?"
    B: "Bene, oggi ho fatto oscurare un sito perche' volgare, ieri sono stati oscurati 2 perchè calunniavano un nostro collega Onorevole e ne ho un altro paio in lista che sto tenendo sotto controllo."
    A: "La stimo moltissimo per questo suo impegno nel far rispettare i valori umani e far andare meglio il Paese"
    B: "La ringrazio, la stima e' reciproca."
    A: "Per quanto riguarda domani sera e' tutto a posto?"
    B: "Si, per la sua festa ho contattato un amico che conosce molte persone, per domani sera potra' mandarci una decina di sue amiche"
    A: "Grazie, sara' una festa bellissima, sicuramente grazie a lei. A proposito, per quel favore che mi ha chiesto per suo nipote, non ci sono problemi."
    B: "Bene, ci contavo. La ringrazio, il Paese ha bisogno di persone come lei per andare avanti.
    A: "E come lei, Sig. Onorevole."
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > A: "Buongiorno caro collega"
    > B: "Buongiorno a Lei"
    > A: "Come vanno le cose?"
    > B: "Bene, oggi ho fatto oscurare un sito perche'
    > volgare, ieri sono stati oscurati 2 perchè
    > calunniavano un nostro collega Onorevole e ne ho
    > un altro paio in lista che sto tenendo sotto
    > controllo."
    > A: "La stimo moltissimo per questo suo impegno
    > nel far rispettare i valori umani e far andare
    > meglio il
    > Paese"
    > B: "La ringrazio, la stima e' reciproca."
    > A: "Per quanto riguarda domani sera e' tutto a
    > posto?"
    > B: "Si, per la sua festa ho contattato un amico
    > che conosce molte persone, per domani sera potra'
    > mandarci una decina di sue
    > amiche"
    > A: "Grazie, sara' una festa bellissima,
    > sicuramente grazie a lei. A proposito, per quel
    > favore che mi ha chiesto per suo nipote, non ci
    > sono
    > problemi."
    > B: "Bene, ci contavo. La ringrazio, il Paese ha
    > bisogno di persone come lei per andare
    > avanti.
    > A: "E come lei, Sig. Onorevole."
    Perchè non ti limiti a discutere sulla notizia? Secondo te quando un sito andrebbe oscurato? Quali reati deve fare? E' giusto scrivere quello che si vuole senza controllo? Nella vita reale, chi calunnia in pubblico o peggio in tv o mezzo stampa, si assume le proprie responsabilità spesso pagandone le conseguenze. Perchè in rete non dovrebbe essere così?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito

    > Perchè non ti limiti a discutere sulla notizia?

    Ha discusso sulla notizia, ma non tutti sono evidentemente intelligenti da cogliere il nesso.

    > Secondo te quando un sito andrebbe oscurato?
    Mai!

    > Quali reati deve fare?
    Un sito non puo' fare reati: non ruba, non ammazza.
    Un sito informa, e l'informazione non e' reato.

    > E' giusto scrivere quello
    > che si vuole senza controllo?
    Lo puoi attivare il controllo ortografico se proprio ne senti il bisogno.

    > Nella vita reale,
    > chi calunnia in pubblico o peggio in tv o mezzo
    > stampa, si assume le proprie responsabilità
    > spesso pagandone le conseguenze. Perchè in rete
    > non dovrebbe essere così?
    Perche' la rete non e' tv e non e' stampa.
    In rete si puo' replicare.
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: ...
    > > A: "Buongiorno caro collega"
    > > B: "Buongiorno a Lei"
    > > A: "Come vanno le cose?"
    > > B: "Bene, oggi ho fatto oscurare un sito perche'
    > > volgare, ieri sono stati oscurati 2 perchè
    > > calunniavano un nostro collega Onorevole e ne ho
    > > un altro paio in lista che sto tenendo sotto
    > > controllo."
    > > A: "La stimo moltissimo per questo suo impegno
    > > nel far rispettare i valori umani e far andare
    > > meglio il
    > > Paese"
    > > B: "La ringrazio, la stima e' reciproca."
    > > A: "Per quanto riguarda domani sera e' tutto a
    > > posto?"
    > > B: "Si, per la sua festa ho contattato un amico
    > > che conosce molte persone, per domani sera
    > potra'
    > > mandarci una decina di sue
    > > amiche"
    > > A: "Grazie, sara' una festa bellissima,
    > > sicuramente grazie a lei. A proposito, per quel
    > > favore che mi ha chiesto per suo nipote, non ci
    > > sono
    > > problemi."
    > > B: "Bene, ci contavo. La ringrazio, il Paese ha
    > > bisogno di persone come lei per andare
    > > avanti.
    > > A: "E come lei, Sig. Onorevole."
    > Perchè non ti limiti a discutere sulla notizia?
    > Secondo te quando un sito andrebbe oscurato?
    > Quali reati deve fare? E' giusto scrivere quello
    > che si vuole senza controllo? Nella vita reale,
    > chi calunnia in pubblico o peggio in tv o mezzo
    > stampa, si assume le proprie responsabilità
    > spesso pagandone le conseguenze. Perchè in rete
    > non dovrebbe essere
    > così?

    ancora con 'sta calunnia?
    nessuno ha parlato di calunnia, solo qualcuno si sente offeso
  • Eccomi...
    Allora, il mio era un commento alla notizia.
    Tralasciando il fatto che qui si parla di malattie e handicap... E tralasciando che ai gay, ai disabili ed agli stranieri non si puo' dire niente altrimenti si e' accusati di omofobia, incivilta' o razzismo... Quando l'essere considerati integrati o normali vuol dire beccarsi al pari di tutti meriti, critiche e anche prese per il culo quando ci scappano... (che poi chi grida al razzismo o all'omofobia vuol dire che gia' di suo si sente diverso... Se a me in francia o in Africa o Argentina uno mi insulta io mica gli dico razzista... Lo mando affan...

    Comunque... Tornando in tema... Questi molto povo onorevoli ormai non sanno come riempire il tempo e fanno a gara a chi si fa portavoce di crociate contro questo e quello.

    Perche' oscurare? Al limite, se ci sono le prove di un reato o calunnia, ci sono le multe o le condanne. Se uno ha una ditta e commette un reato va in carcere (in teoria) e/o paga una multa (sempre in teoria), ma la sua ditta mica viene chiusa.
    Perche' per un sito deve essere diverso? Se si tratta di un sito amatoriale o professionale che differenza fa? Sbaglia? Paga, ma commisuratamente allo sbaglio. Basta rimuovere l'articolo e far inserire una rettifica. E' stato da sempre cosi' con i quotidiani cartacei (rimozione a parte)... Perche sul web c'e' questa moda di oscurare?

    Il web e' il far west perche' chi governa non ci capisce una mazza di web... E proprio come nel far west c'era l'impiccaggione da parte degli sceriffi, qui c'e' l'oscuramento.

    La civilta' parte dalla punta della piramide. Se uno sotto svaglia, ma la punta e' civile, lo corregge con delle pene rapportate al danno, infondendo anche rispetto nelle istituzioni. In questo caso, invece, questi pscuramenti portano solo indignazione e malcontento.

    L'ultima parte poi... E' la conclusione di una situazione paradossale in cui si cerca di fermare la polvere ma non si fa nulla per fermare la frana che sta investendo il nostro Paese.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > A: "Buongiorno caro collega"
    > B: "Buongiorno a Lei"
    > A: "Come vanno le cose?"
    > B: "Bene, oggi ho fatto oscurare un sito perche'
    > volgare, ieri sono stati oscurati 2 perchè
    > calunniavano un nostro collega Onorevole e ne ho
    > un altro paio in lista che sto tenendo sotto
    > controllo."
    > A: "La stimo moltissimo per questo suo impegno
    > nel far rispettare i valori umani e far andare
    > meglio il
    > Paese"
    > B: "La ringrazio, la stima e' reciproca."
    > A: "Per quanto riguarda domani sera e' tutto a
    > posto?"
    > B: "Si, per la sua festa ho contattato un amico
    > che conosce molte persone, per domani sera potra'
    > mandarci una decina di sue
    > amiche"
    > A: "Grazie, sara' una festa bellissima,
    > sicuramente grazie a lei. A proposito, per quel
    > favore che mi ha chiesto per suo nipote, non ci
    > sono
    > problemi."
    > B: "Bene, ci contavo. La ringrazio, il Paese ha
    > bisogno di persone come lei per andare
    > avanti.
    > A: "E come lei, Sig. Onorevole."

  • VIVA NONCICLOPEDIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!
    non+autenticato
  • Andare contro un sito razzista va bene (anche se forse non e questo il caso), ma se per farlo si usa e, quindi, si legittima uno strumento antidemocratico come la chiusura di un blog forse i danni sono maggiorni dei benefici.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruttolo
    > Andare contro un sito razzista va bene (anche se
    > forse non e questo il caso), ma se per farlo si
    > usa e, quindi, si legittima uno strumento
    > antidemocratico come la chiusura di un blog forse
    > i danni sono maggiorni dei
    > benefici.

    La libertà non è anarchia. Voglio essere libero anche da chi calunnia. Esistono leggi precise, se non le rispetti, paghi, nella vita reale o nel web. Certo che paragonare la perdita di un sito come quello al resto... i danni sarebbero maggiori dei benefici? Non è così, ci sarebbe solo un web più pulito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: ruttolo
    > > Andare contro un sito razzista va bene (anche se
    > > forse non e questo il caso), ma se per farlo si
    > > usa e, quindi, si legittima uno strumento
    > > antidemocratico come la chiusura di un blog
    > forse
    > > i danni sono maggiorni dei
    > > benefici.
    >
    > La libertà non è anarchia. Voglio essere libero
    > anche da chi calunnia.

    Chi e' che ti calunnia?
    Quando anche dico che Allibito e' un evasore fiscale, chi e' che avrei calunniato?

    > Esistono leggi precise, se
    > non le rispetti, paghi, nella vita reale o nel
    > web.
    Esiste anche una magistratura preposta ad amministrare leggi e giustizia.
    Non ci sono giustizieri. E siamo tutti innocenti fino a condanna.

    > Certo che paragonare la perdita di un sito
    > come quello al resto... i danni sarebbero
    > maggiori dei benefici? Non è così, ci sarebbe
    > solo un web più pulito.

    Ci sarebbe solo un web piu' oscurato.
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: ruttolo
    > > Andare contro un sito razzista va bene (anche se
    > > forse non e questo il caso), ma se per farlo si
    > > usa e, quindi, si legittima uno strumento
    > > antidemocratico come la chiusura di un blog
    > forse
    > > i danni sono maggiorni dei
    > > benefici.
    >
    > La libertà non è anarchia. Voglio essere libero
    > anche da chi calunnia.

    CALUNNIA???

    > Esistono leggi precise, se
    > non le rispetti, paghi, nella vita reale o nel
    > web. Certo che paragonare la perdita di un sito
    > come quello al resto... i danni sarebbero
    > maggiori dei benefici? Non è così, ci sarebbe
    > solo un web più
    > pulito.
  • Ecco un intervento di Gianluca Nicoletti, padre di un ragazzo autistico di 14 anni:

    http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplRubriche/obl...

    Brevemente: non si perda tempo a invocare chiusure per un sito gestito da "sfigati" (parole sue). Se al parlamento stanno davvero a cuore i disabili, varino le leggi che solleverebbero i genitori da molte incombenze e semplificherebbero la vita ai loro figli, anziché indignarsi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)