Claudio Tamburrino

App Store, i danni dal DRM

I crash delle scorse ore sarebbero stati causati da Fairplay. Il meccanismo di verifica di autenticitÓ di Cupertino con il singhiozzo. Problema ora risolto

Roma - Apple sembra aver sistemato il problema che aveva causato una serie di crash inaspettati all'avvio di diverse app, e ha spiegato a grandi linee l'origine della faccenda.

Alcuni sviluppatori di App Store e Mac App Store avevano lamentato problemi con gli ultimi aggiornamenti delle loro applicazioni: una quarantina di applicazioni tra cui quella di Instapaper, GoodReader, Angry Birds Space HD Free, Gaia GPS, Meetup, Cocktailpedia e Huffington Post avevano così iniziato a crashare all'avvio.

Gli autori aveva individuato il problema nella divulgazione da parte degli store digitali con la Mela di una versione corrotta dell'ultimo eseguibile delle rispettive app.
Ora Cupertino ha affermato di aver risolto il problema, individuato nel software che utilizza per sbloccare le app acquistate dagli utenti: in pratica, invece di renderle utilizzabili, finiva per contaminarle con codice difettoso che provocava il crash.

"Abbiamo avuto - spiegano da Cupertino - un problema temporaneo con uno dei server che genera codici DRM per le app scaricate". Problema che ora sarebbe stato risolto.

Claudio Tamburrino
82 Commenti alla Notizia App Store, i danni dal DRM
Ordina
  • ...non serve a limitare la pirateria (qualcuno ha mai avuto difficoltà a trovare roba piratata?), e rompe solo le scatole ai clienti paganti.
    Bel colpo, Apple
    Funz
    12980
  • eee ssiiii caro amico, quoto in pieno!

    quelli che pagano generalmente hanno un disservizio, quelli che taroccano, niente, tutto a posto...

    il mondo gira così...

    Occhiolino
  • E ora una pagina di cultura: il primo DRM della storia, e come fu aggirato da un ragazzino di 14 anni.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Miserere_%28Allegri%2...
  • Di quello che è l'ecosistema eppol....
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • LOL

    un problema in cinque anni

    capiraiA bocca aperta

    App Store è una meraviglia e non sono certo un fanboy ma solamente uno che non ha il cervello rovinato dall'astio pregiudiziale contro una società che invece a quanto pare fa buonissimi prodotti, tanto è vero che primeggiano nelle valutazioni degli utenti di tutto il mondo

    fatevene una ragione
    non+autenticato
  • tutta sta "meraviglia" non direi...

    Occhiolino
  • Dove sono i sostenitori del DRM?

    Dove sono quelli che dicevano che il drm non dava fastidio? Dove sono quelli che dicevano che apple aveva tolto il drm?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Dove sono i sostenitori del DRM?

    Nessuno sostiene i DRM

    > Dove sono quelli che dicevano che il drm non dava
    > fastidio?

    Un errore che ha colpito una minoranza per poche ore.
    Non mi sembra tutto questo dramma. Shit happens...

    >Dove sono quelli che dicevano che apple
    > aveva tolto il drm?

    L'ha tolto solo sulla musica. E poi l'hanno tolto quasi tutti. Grazie a Jobs.
    http://www.engadget.com/2007/02/06/a-letter-from-s.../
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: MacGeek
    >
    > > L'ha tolto solo sulla musica. E poi l'hanno
    > tolto
    > > quasi tutti. Grazie a
    > > Jobs.
    > >
    > http://www.engadget.com/2007/02/06/a-letter-from-s
    >
    > Gli mp3 singolo a 'poco' prezzo e senza DRM sono
    > merito di Napster e della pirateria
    >

    > .
    > Diciamole bene le cose.
    > Jobs ha fatto un gran lavoro di convincimento
    > dalla parte dei vednitori, ma dalla parted dei
    > fruitori non c'era già nessun dubbio da parecchi
    > anni.

    Se non fosse per quella lettera (e il carisma) di Jobs, probabilmente ancora la musica VENDUTA (non PIRATATA) sarebbe coperta da DRM. M$, per esempio, era più che contenta di vendere i suoi cervellotici e opprimenti (per gli utenti) sistemi DRM alle major.
  • contenuto non disponibile
  • L'unico merito di Jobs, lì, è stato aprire gli occhi di fronte all'evidenza. Altri continuano ad avere il prosciutto sugli occhi.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • così la musica venduta avrebbe cessato di esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto quella piratata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > così la musica venduta avrebbe cessato di
    > esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto quella
    > piratata.

    E sarebbe terminata la produzione di altra musica.
    Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne serve altra. Ah si? Allora io dico che di gente studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le scuole.
    Del resto la stessa fine della musica lo posso fare i libri, quindi diamo lo stop anche alla cultura.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > così la musica venduta avrebbe cessato di
    > > esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto
    > quella
    > > piratata.
    >
    > E sarebbe terminata la produzione di altra musica.
    > Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne serve
    > altra. Ah si? Allora io dico che di gente
    > studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le
    > scuole.
    > Del resto la stessa fine della musica lo posso
    > fare i libri, quindi diamo lo stop anche alla
    > cultura.

    Ma va là. La musica si faceva anche nei secoli scorsi (e non parlo del 1900), quando tutte queste fregnacce di DRM ed etichette discografiche non c'erano. Ed era pure una signora musica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Burp
    > - Scritto da: ruppolo
    > > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > > così la musica venduta avrebbe cessato
    > di
    > > > esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto
    > > quella
    > > > piratata.
    > >
    > > E sarebbe terminata la produzione di altra
    > musica.
    > > Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne
    > serve
    > > altra. Ah si? Allora io dico che di gente
    > > studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le
    > > scuole.
    > > Del resto la stessa fine della musica lo
    > posso
    > > fare i libri, quindi diamo lo stop anche alla
    > > cultura.
    >
    > Ma va là. La musica si faceva anche nei secoli
    > scorsi (e non parlo del 1900), quando tutte
    > queste fregnacce di DRM ed etichette
    > discografiche non c'erano. Ed era pure una
    > signora
    > musica.

    beh se studi un po meglio la storia della musica scoprirai che la signora musica era solo una piccola fetta della "produzione" di allora..... anche a quei tempi pullulava la musica di "basso rango"....
    non+autenticato
  • Ora Cupertino ha affermato di aver risolto il problema, individuato nel software che utilizza per sbloccare le app acquistate dagli utenti: in pratica, invece di renderle utilizzabili, finiva per contaminarle con codice difettoso che provocava il crash.

    "Abbiamo avuto - spiegano da Cupertino - un problema temporaneo con uno dei server che genera codici DRM per le app scaricate". Problema che ora sarebbe stato risolto.


    Prima un problema software poi è un problema di un singolo server.
    Prima o poi a tentativi il problema lo trovano. Chissà magari il server aveva preso il raffreddore...
    non+autenticato
  • no no, era stato impugnato male!Sorride
    non+autenticato
  • hanno tolto freebsd e installato mac os x serverA bocca aperta

    gliel'ho sempre detto che mac os NON E' UN SISTEMA SERVER!!! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > http://www.macobserver.com/tmo/article/fortune_500
    Cacchio!!! non sapevo che esisteva la versione server di iPad
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • http://www.apple.com/ipad/business/

    Per integrarlo con Active Directory ed Exchange puoi usare MDM di terze party o Profile Manager che é incluso in OSX a prezzi ridicoli.

    Sempre che tu sappia cos'é un MDM

    Tutto questo vale per l'iPhone e se ci pensi bene c'era un'azienda Canadese che viveva di queste cose...
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > http://www.apple.com/ipad/business/
    >
    > Per integrarlo con Active Directory ed Exchange
    > puoi usare MDM di terze party o Profile Manager
    > che é incluso in OSX a prezzi
    > ridicoli.
    >
    > Sempre che tu sappia cos'é un MDM
    >
    > Tutto questo vale per l'iPhone e se ci pensi bene
    > c'era un'azienda Canadese che viveva di queste
    > cose...
    e per quegli altri 2 ammenicoli software che sono usati da parecchi milioni di persone, che vanno sotto il nome di Flash e JAVA... come la mettiamo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > e per quegli altri 2 ammenicoli software che sono
    > usati da parecchi milioni di persone, che vanno
    > sotto il nome di Flash e JAVA... come la
    > mettiamo?

    Francamente: fanno schifo e non uso roba Apple. Flash è un exploit ambulante e inefficiente, se la cava un po' giusto su Windows, ma appena Youtube ha finito con la conversione ad HTML5, potrò sbarazzarmene definitivamente. Non serve ad altro, a parte fare giocare i facebookari con Farmville, ma anche Zynga sta passando ad HTML5. Il resto sono banner in Flash e roba inutile, che sugli smartphone fa solo consumare di più la batteria. Stendo un velo pietoso sui pochi webmaster rubati all'agricoltura che credono di fare un sito figo facendolo in Flash, specialmente le intro inutili, che sono pure una perdita di tempo per chi apre il sito.

    Java: altra fonte di exploit. Grazie al cielo le applet java si sono estinte sul web. E la VM non sarà mai efficiente come il codice nativo. Va bene se devi sviluppare su 4000 hardware diversi e non vuoi compilare un eseguibile diverso per ognuno di quelli, ma se hanno solo un hardware, fanno bene a starci alla larga.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Burp

    > Java: altra fonte di exploit. Grazie al cielo le
    > applet java si sono estinte sul web.

    Quoto per il client. Non per il server.
    FDG
    10910