Claudio Tamburrino

Anonymous, operazione PedoChat

Gli hacktivisti pensano ai bambini. Come incastrare coloro che commettono abusi? Pubblicando con disinvoltura una lista di email e indirizzi IP associati ai siti a sfondo pedopornografico, senza troppo curarsi di chi si celi dietro a questi dati

Roma - Il gruppo di hacktivisti riuniti sotto il nome collettivo di Anonymous torna a dichiarare guerra alla pedofilia. E per farlo intende scandagliare forum e siti alla ricerca di immagini illegali di abusi sui bambini, per poi risalire a chi le abbia postate e condivise.



In passato il gruppo di hacktivisti aveva già rivendicato un attacco a un gruppo di siti associati allo scambio di materiale pedopornografico nell'operazione #OpDarkNet.
"L'intenzione è quella di diminuire se non sradicare questa piaga da Internet": anche perché, rilevano gli Anonymous, "recentemente la nostra attenzione è stata attirata dal crescente numero di siti dedicati alla pedofilia e che ospitano chat e condivisioni di foto". Per questo hanno lanciato l'operazione chiamata "#OpPedoChat, nel corso della quale diversi forum e siti sono già stati mandati offline, hanno subito defacement e rallentamenti.

L'operazione, inoltre, punta a mobilitare gli hacktivisti per raccogliere e diffondere informazioni sui pedofili: a tal proposito hanno già pubblicato su Pastebin (qui, qui, qui e qui) già diversi indirizzi IP e email di utenti di forum ritenuti da punire. Evidentemente ignorando la possibilità di creare guai per la variabilità dei dati e per intestatari di abbonamenti a Internet associati a un determinato indirizzo IP ma perfettamente innocenti, soprattutto di fronte alla legge.

Alcuni osservatori hanno fatto notare come si tratti di un gruppo di Anonymous presumibilmente diverso da quello che recentemente ha accusato PasteBin di censura e annunciato l'alternativa anonima chiamata AnonPaste.

Accanto a questa ambiziosa operazione, d'altronde, gli hacktivisti non abbandonano le loro altre attività: in questi giorni Anonymous ha anche rivelato di star aiutando Wikileaks con oltre 2 milioni di email legate alle proteste siriane che riferiscono di aver assistito per più di un anno con l'operazione "Op Syria". In queste missive vi sono informazioni sulle figure di potere e le aziende con esse colluse nel paese arabo.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
20 Commenti alla Notizia Anonymous, operazione PedoChat
Ordina
  • sono sempre stato d'accordo con loro ma hanno sbagliato questa volta...

    attaccando quei siti (che purtroppo ho visto quando giravo per il
    deep web) non hanno fatto altro che avvisare chi hosta che i loro siti
    loggano gli ip degli accessi... ora toglieranno i log IP e così i
    pedofili saranno ancora più al sicuro... inoltre in darknet si usano solo
    email di TOR quindi sicure al 100% (dovrei star quì a spiegarvi come
    funziona tor per farvelo capire)...
    oltetutto che ip hanno preso? quello del circuito torifizzato quindi
    inutile... a un ip possono essere associati centinaia di client e quindi
    vai a capire quale dei tanti era connesso a quel determinato sito...
    uno schemino semplificativo?

    Pedofilo ---> ISP ----> Rete TOR (da quì traffico criptato) ---->
    Exit Node (nodo di uscita, voi vedete questo ip).


    Struttura dell'exit node:

    Client -----
                |
                \/
    Client----------->Exit node-----------> sito

                /\
                 |
    Client--------

    ora ho messo solo 3 client per semplificare ma in realtà possono essere centinaia...

    questo schema vale per una visita a un sito ESTERNO al circuito TOR..
    se si visitano i siti .onion (tra cui quelli dei pedofili) l'exit node in realtà NON esce mai dal circuito torificato quindi è ancora più sicuro!

    L'unico modo che ha la polizia per prenderli è con trappole a incontro..

    Ora dopo questi attacchi saranno ancora + attenti....

    oltretutto la maggior parte dei pedofili dubito che s'iscriva... quindi niente log IP e niente TOR mail di registrazione... che hanno ottenuto? NULLA...

    tornando agli ip loggati ricordate che gli exitnode non salvano MAI gli ip torificati che si connettono a loro quindi non è possibile risalire all'origine....

    per una spiegazione decente su tor ecco:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Tor_%28software%29
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leprechaun
    > sono sempre stato d'accordo con loro ma hanno
    > sbagliato questa volta...

    > attaccando quei siti (che purtroppo ho visto
    > quando giravo per il


    > tornando agli ip loggati ricordate che gli
    > exitnode non salvano MAI gli ip torificati che si
    > connettono a loro quindi non è possibile risalire
    > all'origine....

    > per una spiegazione decente su tor ecco:
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Tor_%28software%29

    Potrebbero semplicemente essersi bucati i siti e averci messo un coochie malizioso, tor va usato bene, non solo usato.

    Bisognerebbe guardare gli ip, io non l'ho fatto e ora sulla pagina linkata non ci sono piu'.
    krane
    22544
  • Anonymous e pedofili in galera!


    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • Scusate ma non è compito delle forze dell'ordine e della magistratura combattere la pedopornografia online?
    Che c'entra Anonymous? E con questi attacchi pensano di aver risolto qualcosa?
    I pedofili si faranno ancora più furbi, ecco il risultato!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > Scusate ma non è compito delle forze dell'ordine
    > e della magistratura combattere la
    > pedopornografia online ?
    > Che c'entra Anonymous? E con questi attacchi
    > pensano di aver risolto qualcosa ?
    > I pedofili si faranno ancora più furbi, ecco il
    > risultato!

    Allora per la stessa logica: vallo a dire a loro perche' lo dici a noi ? Pensi di aver risolto qualcosa ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > Scusate ma non è compito delle forze dell'ordine
    > e della magistratura combattere la
    > pedopornografia
    > online?
    > Che c'entra Anonymous? E con questi attacchi
    > pensano di aver risolto
    > qualcosa?
    > I pedofili si faranno ancora più furbi, ecco il
    > risultato!

    le forze dell'ordine al massimo bloccano i siti dove mi guardavo una serie tv giapponese sottotitolata, mica vanno a cercare i pedofili
    non+autenticato
  • - Scritto da: caronte
    > - Scritto da: Mario Rossi
    > > Scusate ma non è compito delle forze dell'ordine
    > > e della magistratura combattere la
    > > pedopornografia
    > > online?
    > > Che c'entra Anonymous? E con questi attacchi
    > > pensano di aver risolto
    > > qualcosa?
    > > I pedofili si faranno ancora più furbi, ecco il
    > > risultato!
    >
    > le forze dell'ordine al massimo bloccano i siti
    > dove mi guardavo una serie tv giapponese
    > sottotitolata, mica vanno a cercare i
    > pedofili

    beh se c'e' qualche ragazzino minorenne che posta la foto della coetanea lo arrestano pure... dai che hanno preso un sacco di autopedofili adolescenti che si scambiavano le foto tra loro... un lavoro molto utile no...? Menumale che ci sono i nostri politici...che salvano i manifestanti dalle manifestazioni (facendoli manganellare quando necessario), le prostitute da loro stesse (mettendole dietro le sbarre e perseguitandole), gli adolescenti tutelandoli (mettendoli in galera quando si scambiano foto fra loro)...come faremmo se non ci fossero loro con le loro meravigliose leggi ed iniziative a tutelarci?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > Scusate ma non è compito delle forze dell'ordine
    > e della magistratura combattere la
    > pedopornografia
    > online?
    > Che c'entra Anonymous? E con questi attacchi
    > pensano di aver risolto
    > qualcosa?
    > I pedofili si faranno ancora più furbi, ecco il
    > risultato!

    infatti...potrebbero per esempio ritornare nel loro luogo preferito....
    i luoghi di culto...dove notoriamente storicamente si annidano...
    non+autenticato
  • Ecco un altro radicale mangiapreti. Occhiolino

    Sei anche per la droga libera e le carceri vuote?
    non+autenticato
  • Come giustamente scritto nell'articolo, la diffusione dei dati è una soluzione a mio parere "improvvida". Dovrebbero limitarsi a "diversi forum e siti sono già stati mandati offline, hanno subito defacement e rallentamenti", ammesso che siano sicuri di quello che stanno facendo.

    Non escluderei inoltre che possa trattarsi di operazioni "di marketing" volti a rifarsi una certa buona reputazione nella opinione pubblica, dopo qualche operazione un po' maldestra (tipo l'attacco al blog di Grillo, per dire).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > Come giustamente scritto nell'articolo, la
    > diffusione dei dati è una soluzione a mio parere
    > "improvvida". Dovrebbero limitarsi a "diversi
    > forum e siti sono già stati mandati offline,
    > hanno subito defacement e rallentamenti", ammesso
    > che siano sicuri di quello che stanno
    > facendo.
    >
    > Non escluderei inoltre che possa trattarsi di
    > operazioni "di marketing" volti a rifarsi una
    > certa buona reputazione nella opinione pubblica,
    > dopo qualche operazione un po' maldestra (tipo
    > l'attacco al blog di Grillo, per
    > dire).


    Qualche mese fa hanno fatto peggio: attaccando siti pedopornografici hidden su Tor, usandoli per diffondere trojan, e mandando in crisi server Tor importanti (quelli degli sviluppatori) con attacchi DDOS (con l'accusa, per nulla provata, che fossero quelli che ospitavano i siti pedopornografici) hanno nei fatti MINATO LA FIDUCIA IN TOR (almeno per gli utenti Tor non molto informati).
    Ma minare la fiducia in Tor può significare far rinunciare gli utenti ad usarlo, con la conseguenza di esporli a pericoli.
    Pensiamo ad un dissidente siriano o cinese che evita di usare Tor perchè ha capito (erroneamente) che "ormai Tor è stato violato" e non è più sicuro usare un sistema ormai sorvegliato. Questi (presunti) esponenti di Anonymous potrebbero avere sulla coscienza gente ammazzata o finita in galera!
    Infatti pare che altri di Anonymous si siano dissociati e si siano scusati con la comunità Tor e i suoi sviluppatori/curatori (almeno così è stato detto sul blog di Tor).

    Adesso fanno questa cosa e, per lo meno, questa volta non se la prendono con Tor.
    Ma, lo dico e non lo nego, io ho sempre più il sospetto che siano "cani sciolti" forse neppure di Anonymous ma di qualche settore governativo di qualche paese, della serie "ci facciamo giustizia da soli" o, peggio, della serie "sabotiamo Tor e l'idea che si possa andare in rete anonimamente". Quest'ultima cosa è certamente il sogno di governi come quello cinese o quello iraniano!
    Ad una rapida occhiata, mi pare che stavolta abbiano pubblicato dati esclusivamente o quasi su utenti olandesi, con anche email di parecchi anni fa. Sarà anche doxing, ma a me sembrano tanto materiali "sfuggiti" da qualche cassetto di qualche indagine passata di qualche polizia.
    Strano anche che abbiano usato Pastebin e non la versione anonima fatta da Anonymous (troppo rischioso farlo, se, guarda caso, NON si è di Anonymous ma ci si spaccia per tali?).
    Strano anche che nel filmato su YouTube siano stati inseriti immagini da campagne "istituzionali" (ovvero statali) per la lotta alla pedofilia: un pò strano per un'associazione che ha fatto della lotta al controllo statale in rete una bandiera!
    Mi sbaglierò, ma in ogni caso è inaccettabile questa forma di "denuncia", che rischia anche di esporre al pubblico biasimo degli innocenti.
    Quindi, o sono bimbiminkia in preda a delirio di onnipotenza o la denuncia non è il vero obiettivo, ma forse lo è lo spargere FUD verso Tor e la possibilità di anonimato in rete.
    non+autenticato
  • - Scritto da: b674c00t
    > - Scritto da: Osvy
    > > Come giustamente scritto nell'articolo, la
    > > diffusione dei dati è una soluzione a mio parere
    > > "improvvida". Dovrebbero limitarsi a "diversi
    > > forum e siti sono già stati mandati offline,
    > > hanno subito defacement e rallentamenti",
    > ammesso
    > > che siano sicuri di quello che stanno
    > > facendo.
    > >
    > > Non escluderei inoltre che possa trattarsi di
    > > operazioni "di marketing" volti a rifarsi una
    > > certa buona reputazione nella opinione pubblica,
    > > dopo qualche operazione un po' maldestra (tipo
    > > l'attacco al blog di Grillo, per
    > > dire).
    >
    >
    > Qualche mese fa hanno fatto peggio: attaccando
    > siti pedopornografici hidden su Tor, usandoli per
    > diffondere trojan, e mandando in crisi server Tor
    > importanti (quelli degli sviluppatori) con
    > attacchi DDOS (con l'accusa, per nulla provata,
    > che fossero quelli che ospitavano i siti
    > pedopornografici) hanno nei fatti MINATO LA
    > FIDUCIA IN TOR (almeno per gli utenti Tor non
    > molto
    > informati).
    > Ma minare la fiducia in Tor può significare far
    > rinunciare gli utenti ad usarlo, con la
    > conseguenza di esporli a
    > pericoli.
    > Pensiamo ad un dissidente siriano o cinese che
    > evita di usare Tor perchè ha capito
    > (erroneamente) che "ormai Tor è stato violato" e
    > non è più sicuro usare un sistema ormai
    > sorvegliato. Questi (presunti) esponenti di
    > Anonymous potrebbero avere sulla coscienza gente
    > ammazzata o finita in
    > galera!
    > Infatti pare che altri di Anonymous si siano
    > dissociati e si siano scusati con la comunità Tor
    > e i suoi sviluppatori/curatori (almeno così è
    > stato detto sul blog di
    > Tor).
    >
    > Adesso fanno questa cosa e, per lo meno, questa
    > volta non se la prendono con
    > Tor.
    > Ma, lo dico e non lo nego, io ho sempre più il
    > sospetto che siano "cani sciolti" forse neppure
    > di Anonymous ma di qualche settore governativo di
    > qualche paese, della serie "ci facciamo giustizia
    > da soli" o, peggio, della serie "sabotiamo Tor e
    > l'idea che si possa andare in rete anonimamente".
    > Quest'ultima cosa è certamente il sogno di
    > governi come quello cinese o quello
    > iraniano!
    > Ad una rapida occhiata, mi pare che stavolta
    > abbiano pubblicato dati esclusivamente o quasi su
    > utenti olandesi, con anche email di parecchi anni
    > fa. Sarà anche doxing, ma a me sembrano tanto
    > materiali "sfuggiti" da qualche cassetto di
    > qualche indagine passata di qualche
    > polizia.
    > Strano anche che abbiano usato Pastebin e non la
    > versione anonima fatta da Anonymous (troppo
    > rischioso farlo, se, guarda caso, NON si è di
    > Anonymous ma ci si spaccia per
    > tali?).
    > Strano anche che nel filmato su YouTube siano
    > stati inseriti immagini da campagne
    > "istituzionali" (ovvero statali) per la lotta
    > alla pedofilia: un pò strano per un'associazione
    > che ha fatto della lotta al controllo statale in
    > rete una
    > bandiera!
    > Mi sbaglierò, ma in ogni caso è inaccettabile
    > questa forma di "denuncia", che rischia anche di
    > esporre al pubblico biasimo degli
    > innocenti.
    > Quindi, o sono bimbiminkia in preda a delirio di
    > onnipotenza o la denuncia non è il vero
    > obiettivo, ma forse lo è lo spargere FUD verso
    > Tor e la possibilità di anonimato in
    > rete.

    Ma infatti... bisogna capire cos'e' Anonymous...innanzitutto...
    non e' un persona...bensi' un'idea...cosa vuol dire questo?
    Che chiunque puo' prendere quelle sembianze... pornografia pedopornografia
    prostituzione e tutela dell'ordine pubblico sono da sempre state utilizzate dagli stati come scusa suprema per giustificare la censura....
    Ti pare che un vero gruppo di hackerattivisti...si mette a riprendere acriticamente la caccia alle streghe statale? Io ho seri dubbi...
    Wikileaks stessa in passato nel 2009 aveva gia' rilasciato dei rapporti in cui si diceva che la pedopornografia era una scusa di fatto per celare una volonta' censoria... se gli anonymous avessero voluto per davvero fare una operazione antipedofilia...avrebbero posto la loro attenzione sui luoghi di culto...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky


    > avessero voluto per davvero fare una operazione
    > antipedofilia...avrebbero posto la loro
    > attenzione sui luoghi di
    > culto...

    Come sopra.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: b674c00t
    > > - Scritto da: Osvy

    > Wikileaks stessa in passato nel 2009 aveva gia'
    > rilasciato dei rapporti in cui si diceva che la
    > pedopornografia era una scusa di fatto per celare
    > una volonta' censoria...

    Assolutamente verosimile.
    Comunque, usa il quoting, per piacere Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: b674c00t
    > Ma, lo dico e non lo nego, io ho sempre più il
    > sospetto che siano "cani sciolti" forse neppure
    > di Anonymous ma di qualche settore governativo di
    > qualche paese, della serie "ci facciamo giustizia
    > da soli"

    > o, peggio, della serie "sabotiamo Tor e
    > l'idea che si possa andare in rete anonimamente".
    > Quest'ultima cosa è certamente il sogno di
    > governi come quello cinese o quello iraniano!

    Ipotesi assolutamente possibili, in particolare nel caso di Tor andrei per la seconda
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)