Mauro Vecchio

Paesi Bassi, traffico in aumento per la Baia

All'unisono i vari provider olandesi costretti a bloccare tutti gli accessi a The Pirate Bay: non c'è filtro che tenga, il livello di traffico verso l'ex-tracker BitTorrent è aumentato

Roma - Sono ormai passati mesi da quando varie corti europee ordinavano il blocco di tutti gli accessi all'ex-tracker BitTorrent The Pirate Bay. Dai Paesi Bassi al Regno Unito, i principali provider nazionali sono stati costretti a sigillare i canali d'accesso alla Baia, nel mirino dell'industria globale per la presenza di materiale in violazione del copyright. Ma si tratta di una strategia davvero vincente?

I responsabili dell'ISP olandese XS4All hanno ora sottolineato come il livello di traffico verso la piattaforma svedese sia in realtà aumentato. Stroncato soltanto nei primi giorni dall'ordinanza del giudice de L'Aia. In seguito, lo sfruttamento di VPN e servizi proxy ha permesso agli utenti olandesi di raggiungere tranquillamente la Baia.

Stesso discorso da parte dei provider locali KPN e UPC: il blocco voluto dalle grandi etichette discografiche non ha portato a grandi risultati, non per fermare il traffico verso The Pirate Bay. Secondo KPN, persino nei giorni successivi ai blocchi non è stata registrata alcuna diminuzione nel flusso di accessi alla Baia. Una tesi già sostenuta in passato dai ricercatori dell'Università di Amsterdam. (M.V.)
Notizie collegate
14 Commenti alla Notizia Paesi Bassi, traffico in aumento per la Baia
Ordina
  • ... che l' unico modo per impedire l' accesso a un sito è eliminare i server fisicamente o chiudere INTERNET stessa.

    Con tutti i milioni che buttano non potevano pagare una consulenza tecnica che spiegasse loro l' impossibilità di tale operazione.
    E' ora che anche "la legge" si aggiorni e "informatizzi" un po' alla luce di certe ultime azioni e sentenze.....
    non+autenticato
  • scrive lo storico Benji Edwards su Technologizer:
    inquadrati in un contesto storico, i benefici della pirateria software superano di gran lunga i costi a breve termine. Chiunque abbia a cuore la storia della tecnologia, in questo senso, dovrebbe essere grato alle persone che copiano software senza autorizzazione. Potrebbe sembrare una contraddizione, ma la pirateria ha effettivamente salvato più software di quanto ne abbia distrutto. Già allo stato attuale, i pirati hanno salvato dall'estinzione decine di migliaia di programmi, dimostrando il loro ruolo come involontari alfieri della cultura digitale ... l'azione egoistica di ogni pirata digitale ha creato una vasta rete di dati ridondanti che garantisce molte opere digitali di perpetuarsi ... accettando restrittivi DRM nella nostra vita, stiamo dando non solo agli editori di software, ma a tutti gli editori dei media il potere di cancellare, controllare, o manipolare la storia della culturale digitale
    Per approfondire:
    http://technologizer.com/2012/01/23/why-history-ne.../
    non+autenticato
  • atto egoistico...? Non direi, anzi, molto spesso la pirateria e l'unico modo per conoscere cose, che molto spesso rimangono precluse ai più.

    I fansub ne sono un esempio pratico, agiscono nella pirateria, ma fanno un lavoro di diffusione non da poco.

    (la Dynit si è sbagliata in tal senso).

    Del resto, vogliamo parlare di come la pirateria a fatto prosperare certe aziende, che falsamente piangono miseria ? Come gli sviluppatori di noti software professionali che hanno un target preciso e non sicuramente il pinco palla che non fa il montaggio video o il foto ritocco per professione.

    Parliamno poi di microsoft che ha usato la pirateria per diffondersi ? (tra l'altro windows e sempre stato il software più facilmente piratato della storia).

    La playstation ? Ecc ecc...
    Sgabbio
    26178
  • mi piace pensare che ogni accesso alla baia equivalga a un calcio in culo a un videotechino.
    non+autenticato
  • "Una tesi già sostenuta in passato dai ricercatori dell'Università di Amsterdam." C'era bisogno dei ricercatori per capire una cosa così scontata? Non hanno ancora capito che non serve a niente mettere questi blocchi perchè è più facile aggirarli che risolvere l'equazione 2x=2?
    non+autenticato
  • - Scritto da: LOL
    > Non hanno ancora capito che non serve a
    > niente mettere questi blocchi perchè è più facile
    > aggirarli che risolvere l'equazione
    > 2x=2?
    l'equazione esposta e troppo complessa per il sostenitore del copyright medio
    non+autenticato
  • - Scritto da: LOL
    > "Una tesi già sostenuta in passato dai
    > ricercatori dell'Università di Amsterdam." C'era
    > bisogno dei ricercatori per capire una cosa così
    > scontata? Non hanno ancora capito che non serve a
    > niente mettere questi blocchi perchè è più facile
    > aggirarli che risolvere l'equazione 2x=2?

    Figurati, qua c'e' ancora gente che sostiene che i ricercatori che dicono queste cose non abbiano capito nulla Rotola dal ridereRotola dal ridere
    krane
    22544
  • Come sempre per ogni passo in avanti ne fanno altri 10 indietro, ci sarebbe da ridere se non fosse che queste crociate vengono fatte dalla forza pubblica, pagata da denaro pubblico, PER TUTELARE UN INTERESSE PRIVATO.
    Ancora non hanno capito che è inutile bloccare questi siti che di illegale non hanno niente? La condivisione in qualsiasi ambito, non si può bloccare, censurare o regolamentare, in quanto fa parte del progresso e dell'evoluzione dell'essere umano. I proibizionismi hanno sempre fallito, la storia lo insegna chiaramente.
    non+autenticato
  • Quoto...è incredibile come ancora non sia chiara questa cosa...anche io che ho un negozio sto paganto questo radicale cambiamento e non lo posso fermare con nulla...è cosi'!
    non+autenticato
  • perché "maniaci del copyright 3"?
    non+autenticato
  • - Scritto da: medio
    > perché "maniaci del copyright 3"?

    beh, la chiusora di megaupload e altri portali sono vittorie videocotechiniche, no,?
    non+autenticato
  • Hey, hai il nick troppo lungo! Qui su PI c'è ORMAI DA ANNI un baco per cui il nick lungo nasconde il stasto di espansione dell'albero dei messaggi.
    Per cui non ho voglia di leggerli uno per uno e rinuncio...

    Però, che indolenza! ANNI con questo bug!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABOLIRE LE VIDEOTECHE
    > Come sempre per ogni passo in avanti ne fanno
    > altri 10 indietro, ci sarebbe da ridere se non
    > fosse che queste crociate vengono fatte dalla
    > forza pubblica, pagata da denaro pubblico, PER
    > TUTELARE UN INTERESSE
    > PRIVATO.
    > Ancora non hanno capito che è inutile bloccare
    > questi siti che di illegale non hanno niente? La
    > condivisione in qualsiasi ambito, non si può
    > bloccare, censurare o regolamentare, in quanto fa
    > parte del progresso e dell'evoluzione dell'essere
    > umano. I proibizionismi hanno sempre fallito, la
    > storia lo insegna
    > chiaramente.

    Non devi studiare diritto su Topolino, devi andare all'università e seguire le lezioni. Se poi pensi che sia inutile bloccare un sito ILLEGALE, allora di che ti preoccupi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: ABOLIRE LE VIDEOTECHE
    > > Come sempre per ogni passo in avanti ne fanno
    > > altri 10 indietro, ci sarebbe da ridere se non
    > > fosse che queste crociate vengono fatte dalla
    > > forza pubblica, pagata da denaro pubblico, PER
    > > TUTELARE UN INTERESSE
    > > PRIVATO.
    > > Ancora non hanno capito che è inutile bloccare
    > > questi siti che di illegale non hanno niente? La
    > > condivisione in qualsiasi ambito, non si può
    > > bloccare, censurare o regolamentare, in quanto
    > fa
    > > parte del progresso e dell'evoluzione
    > dell'essere
    > > umano. I proibizionismi hanno sempre fallito, la
    > > storia lo insegna
    > > chiaramente.
    >
    > Non devi studiare diritto su Topolino, devi
    > andare all'università e seguire le lezioni.

    Tu cosa sai di diritto? Evidentemente molto poco, altrimenti non avresti mai e poi mai tenuto ancora aperta una videoteca nel 2012. A meno che tu non sia un furbo che evade l'IVA portandosi i film a casa la sera senza scontrinarsi l'autonoleggio.

    > Se
    > poi pensi che sia inutile bloccare un sito
    > ILLEGALE,

    Non è un sito illegale. Cosa c'è di illegale? I NUMERI? I NUMERI SONO ILLEGALI???? Ma vai a studiare tu!!!

    > allora di che ti preoccupi.

    Si preoccupa dell'ignoranza di chi a differenza tua il diritto dovrebbe averlo studiato. Ma evidentemente l'ha studiato col CEPU, o il suo equivalente estero. Un po' come certi procuratori bergamaschi o cagliaritani.
    Si dovrebbe smettere di riconoscere questi titoli equivalenti e di fronte alle rimostranze di un gruppo cospicuo di cittadini, un dipendente pubblico pagato con le nostre tasse dovrebbe essere in grado di dimostrare nuovamente la sua competenza (se davvero ne ha).
    Altrimenti il titolo di studio gli va revocato, e quindi anche il lavoro. Se ha la terza media che vada pure ad aprire una videoteca, tanto solo quello può fare.