Alfonso Maruccia

DARPA spegne il fuoco con il suono

L'agenzia statunitense toglie i veli a un cannone sonico in grado di estinguere il fuoco con l'uso intelligente di onde sonore appositamente amplificate

Roma - DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) ha deciso di dire qualcosa di nuovo in ambito di lotta alla propagazione del fuoco e spegnimento degli incendi con un cannone in grado di "sparare" onde sonore contro le fiamme. E di spegnerle.



La tecnologia ideata dall'agenzia statunitense per le ricerche militari avanzate si chiama ufficialmente "soppressione acustica delle fiamme", e si basa su un principio relativamente facile ancorché efficace nello svolgere il lavoro sin qui deputato alle manichette d'acqua.
Il cannone di DARPA "spara" onde sonore tarate su una specifica bassa frequenza indirizzate verso il fuoco: le onde aumentano la velocità dell'aria espandendo la superficie coperta dalle fiamme, alterando nel contempo il punto di origine della combustione di gas che alimenta il fuoco.

L'area "in fiamme" si estende, spiegano dal DARPA, il gas che alimenta il fuoco evapora con maggiore velocità e la temperatura complessiva delle fiamme si abbassa. Così facendo la combustione viene interrotta per via della dispersione di calore.

Alfonso Maruccia
11 Commenti alla Notizia DARPA spegne il fuoco con il suono
Ordina
  • - Scritto da: lunatico
    > Non so quanto sia utilizzabile in luoghi chiusi,
    > espandendo la fiamma potrebbe addirittura causare
    > più danni. Discorso diverso all'aperto dove hai
    > possibili zone di
    > espansione.

    Si parla di estensioni della fiamma di dimensioni atomiche e quasi invisibili ad occhio nudo... nel video si vede chiaramente che la fiamma di piccole dimensioni sparisce, se fosse sul pavimento sparirebbe lo stesso.

    A chi dice che soffiando si spegne il fuoco perché l'aria ha meno ossigeno, provi a farlo. Io accendo il fuoco così.
    non+autenticato
  • >
    > Si parla di estensioni della fiamma di dimensioni
    > atomiche e quasi invisibili ad occhio nudo... nel
    > video si vede chiaramente che la fiamma di
    > piccole dimensioni sparisce, se fosse sul
    > pavimento sparirebbe lo
    > stesso.
    >

    Io nel video vedo chiaramente che la fiamma esce di un po' dal piattino. Se l'espansione fosse a livello atomico il volume non aumenterebbe praticamente e non diminuirebbe la temperatura della fiamma. In un ambiente chiuso ci penserei due volte prima di accendere un affare del genere.
    non+autenticato
  • Il cannone di DARPA "spara" onde sonore tarate su una specifica bassa frequenza indirizzate verso il fuoco: le onde aumentano la velocità dell'aria espandendo la superficie coperta dalle fiamme, alterando nel contempo il punto di origine della combustione di gas che alimenta il fuoco

    non equivale a soffiare fortissimo sulla fiamma?
  • - Scritto da: il solito bene informato
    > Il cannone di DARPA "spara" onde sonore tarate
    > su una specifica bassa frequenza indirizzate
    > verso il fuoco: le onde aumentano la velocità
    > dell'aria espandendo la superficie coperta dalle
    > fiamme, alterando nel contempo il punto di
    > origine della combustione di gas che alimenta il
    > fuoco

    >
    > non equivale a soffiare fortissimo sulla fiamma?
    Temo di si... a spanne....
    non+autenticato
  • Quando soffi l'aria si sposta in un determinato senso, il suono corrisponde invece ad una compressione/decompressione dell'aria con gli atomi che la compongono che vanno avanti e indietro, c'è una certa differenza.

    Infatti su un soffio non avrebbe nemmeno senso parlare di frequenza.
    G%2cG
    339
  • senza contare che soffiando si alimenta la fiamma grazie all'apporto di ossigeno, facendo vibrare la stessa aria che ne è povera potrebbe essere meglio
    non+autenticato
  • - Scritto da: mirko
    > senza contare che soffiando si alimenta la fiamma
    > grazie all'apporto di ossigeno, facendo vibrare
    > la stessa aria che ne è povera potrebbe essere
    > meglio
    1) l'aria che soffi è povera di ossigeno!
    2) se tu fossi in grado di inspirare e espirare a quella frequenza otterresti esattamente lo stesso effetto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: G,G
    > Quando soffi l'aria si sposta in un determinato
    > senso, il suono corrisponde invece ad una
    > compressione/decompressione dell'aria con gli
    > atomi che la compongono che vanno avanti e
    > indietro, c'è una certa
    > differenza.
    >
    > Infatti su un soffio non avrebbe nemmeno senso
    > parlare di
    > frequenza.
    1) un "soffio" ha una frequenza (hai presente i fischi?)
    2) soffio in questo caso va preso in senso lato se tu inspiri/espiri a quella frequenza ottieni (comunque) lo stesso risultato per definizione!
    3) last.... l'aria di un "soffio" è comunque più povera di ossigeno (quello che consumi tu) e più ricca di azoto e andidride carbonica di quella "ambiente".

    Cuntent sapientino?
    non+autenticato
  • Un possibile sviluppo di questa tecnologia potrebbe interessare l'interno di navi, motori o comunque zone chiuse che necessitano di un sistema antincendio rapido e sicuro. Un bel passo in avanti rispetto alla tecnica FILL EVERYTHING WITH FOAM che abbiamo oggi.
    non+autenticato
  • Non so quanto sia utilizzabile in luoghi chiusi, espandendo la fiamma potrebbe addirittura causare più danni. Discorso diverso all'aperto dove hai possibili zone di espansione.

    Che poi.. la schiuma è divertente ;P
    non+autenticato
  • - Scritto da: lunatico
    > Non so quanto sia utilizzabile in luoghi chiusi,
    > espandendo la fiamma potrebbe addirittura causare
    > più danni. Discorso diverso all'aperto dove hai
    > possibili zone di
    > espansione.
    >
    > Che poi.. la schiuma è divertente ;P
    Basta guardare il video per capire che in luoghi chiusi rischia di non essere il massimo!
    non+autenticato