Claudio Tamburrino

Facebook, utenti insoddisfatti ma fedeli

In un sondaggio sul gradimento di siti e piattaforme online, Google+ straccia il social di Zuckerberg. Colpa della timeline e della pubblicità. Ma il sito in blu resta un peso massimo

Roma - Secondo una statistica condotta da American Customer Satisfaction Index (ACSI) al successo di pubblico di Facebook non corrisponderebbe una altrettanto soddisfacente esperienza da parte degli utenti.

Lo studio ha preso in considerazione la soddisfazione dei clienti dei servizi e delle aziende online, concentrandosi in particolare sugli utenti di piattaforma social media, motori di ricerca e portali di notizie e informazioni.

Mentre i motori di ricerca (Google, ma anche Bing) e i principali siti di informazione superano il punteggio di 80 su 100, a sorprendere (negativamente) è Facebook: i suoi utenti già l'anno scorso gli avevano dato appena 66 su 100, mentre quest'anno sono addirittura arrivati a considerare la soddisfazione per il suo utilizzo degna di appena un 61. Punteggio che fa arrivare il social network tra le cinque più deludenti aziende tra le 230 prese in considerazione dal rapporto: una conseguenza del recente cambiamento della timeline, ma anche dell'advertising e dei problemi legati alla privacy.
A sorpresa, tra l'altro, nonostante le proporzioni di utilizzo tra le due piattaforme siano improponibili, Google+ si distingue con una soddisfazione da parte degli utenti pari a 78 su 100: a piacere sembra essere la maggiore attenzione per le questioni di privacy, la mancanza di advertising classico e la migliore esperienza mobile.

Lungi dall'arrivare a dire che Google+ abbia effettivo spazio di manovra ed appeal per recuperare terreno sul sito in blu, ACSI sembra tuttavia piuttosto mettere il luce l'insoddisfazione degli utenti di Facebook, che però nonostante questo restano legati all'utilizzatissimo social network.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
12 Commenti alla Notizia Facebook, utenti insoddisfatti ma fedeli
Ordina
  • Se non lo fa tutto il gregge, le pecore restano dove sono. Difficile che uno cambi social network, quando ormai ha tutta la sua rete di amici e contatti. Magari lui o lei cambierebbe, ma se gli altri non si spostano, diventa più difficile. E la gente non ha voglia di gestire due social network. Pian piano il gregge potrebbe spostarsi un poco, ma non è così semplice per la pecora da sola... e le altre pecore fanno altrettanto.
    non+autenticato
  • Neanche a me piace fb, ma fammi capire: che motivo ci dovrebbe essere per usare un servizio o l'altro se non il bacino d'utenza?
    Illuminami!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sborone di Rubikiana memoria
    > Neanche a me piace fb, ma fammi capire: che
    > motivo ci dovrebbe essere per usare un servizio o
    > l'altro se non il bacino d'utenza?
    >
    > Illuminami!

    Più di un motivo: serierà della piattaforma, scopo della nascita
    (chi non capisce vada a consultare la storia di fb), qualità
    dell'interfaccia utente, gestione delle cerchie veramente
    innovativa e funzionale, integrazione di un mondo di servizi
    veramente utili sia per il lavoro che per la quotidianità,
    ecc...

    Adesso tocca a te capire in quale dei due trovi tutte queste
    cose...
  • - Scritto da: Cambia Mentos
    > Se non lo fa tutto il gregge, le pecore restano
    > dove sono. Difficile che uno cambi social
    > network, quando ormai ha tutta la sua rete di
    > amici e contatti. Magari lui o lei cambierebbe,
    > ma se gli altri non si spostano, diventa più
    > difficile. E la gente non ha voglia di gestire
    > due social network. Pian piano il gregge potrebbe
    > spostarsi un poco, ma non è così semplice per la
    > pecora da sola... e le altre pecore fanno
    > altrettanto.

    Ottima analisi, stavo per scriverlo pure io.
    Ubunto
    1350
  • Gli utenti di Google e Google+ non sono soltanto mediamente più soddisfatti di quelli di Fb e Twitter ma dispongono anche di una piattaforma più green, leggi qui: http://www.creuzanews.com/?p=1493
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francede23
    > Gli utenti di Google e Google+ non sono soltanto
    > mediamente più soddisfatti di quelli di Fb e
    > Twitter ma dispongono anche di una piattaforma
    > più green
    Non direi, sul mio smartphone, Google+ è red, non green.
    Inoltre chi ti dice che io non preferisca il blue del libro o l'azzurrino dei cinguettii?
    non+autenticato
  • i pecoroni non cambiano pastore, troppa fatica: e poi nel gregge ci stanno bene. D'accordo: c'e' puzza di sterco, l'erba e' stantia e i padrone li tosa: ogni tanto, il padrone ne fa fuori uno per un bell'arrosto, ma statisticamente non capitera' mai proprio a te. E poi sono tutti tra loro, tutti amici a belare insieme.
    non+autenticato
  • Che sia l'inizio di una nuova spettacolare catastrofe in stile MySpace ed MSN Messenger?

    D'altronde con le immagini di cagnolini, le indignazioni in ciabatte, gli aforismi sgrammaticati e le foto di chi si scaccola in riva al mare, non è che si vada molto lontano suscitando chissà quali interessi.

    L'unica nota positiva è che Marco Monzucchero (Mark Zuckerberg per chi chiama da fuori Los Angeles) ha dimostrato come sia facile arricchirsi con l'aiuto degli stolti.
    non+autenticato
  • Mah !

    Tanto morto un papa se ne fa subito un'altro e mi sembra che Google+ sia il prossimo della stirpe da quanto si evince dall'articolo e dal sondaggio.

    Alla fine l'obiettivo è sempre quello.
    Il controllo di Internet e quindi della società e quindi delle persone che ne fanno parte.

    Chi sta dietro alle quinte non farà altro che passare da un tool (fb) ad un'altro (Google+), per loro cambia poco.
    Anzi forse no.
    Magari quello che viene dopo fornirà ancora più informazioni che non il primo visto che è anche un motore di ricerca oltre che un'enorme mail service di proporzioni ormai enormi e supporta una serie di servizi claud molto potenti cosa che fb ad esempio non ha.

    Quindi... "ben" venga il ricambio dello strumento di controllo al vertice e già qualcuno si starà fregando le mani.

    Poi ci aggiungiamo gli occhialini et voilat, il controllo totale è servito !
    non+autenticato
  • - Scritto da: Brian di Nazareth
    > Che sia l'inizio di una nuova spettacolare
    > catastrofe in stile MySpace ed MSN
    > Messenger?
    >
    > D'altronde con le immagini di cagnolini, le
    > indignazioni in ciabatte, gli aforismi
    > sgrammaticati e le foto di chi si scaccola in
    > riva al mare, non è che si vada molto lontano
    > suscitando chissà quali
    > interessi

    Questa descrizione è stupenda. Posso usarla? A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: volgare
    > - Scritto da: Brian di Nazareth
    > > Che sia l'inizio di una nuova spettacolare
    > > catastrofe in stile MySpace ed MSN
    > > Messenger?
    > >
    > > D'altronde con le immagini di cagnolini, le
    > > indignazioni in ciabatte, gli aforismi
    > > sgrammaticati e le foto di chi si scaccola in
    > > riva al mare, non è che si vada molto lontano
    > > suscitando chissà quali
    > > interessi
    >
    > Questa descrizione è stupenda. Posso usarla? A bocca aperta

    +1 (Google docet)

    Posso usarla anche io?