Mauro Vecchio

Iran: il mio malware suona il rock

I computer del centro iraniano per l'energia nucleare hanno iniziato a sparare a tutto volume Thunderstruck degli AC/DC. E' un cyberattacco contro i sistemi SCADA. Siemens, nel frattempo, risolve le falle di Stuxnet

Roma - L'allarme è scattato nei laboratori dell'organizzazione iraniana per lo sviluppo di energia atomica che ha inviato un messaggio di posta elettronica al Chief Research Officer di F-Secure Mikko Hypponen. Misteriosi cracker avrebbero lanciato un violento cyberattacco, molto simile a quello che infuriò tra i paesi del Medio Oriente a partire dal malware Stuxnet.

Lo stesso Hypponen non è riuscito a confermare l'attacco cibernetico denunciato dai vertici dell'ente iraniano, che hanno sottolineato come il malware abbia compromesso le infrastrutture del centro atomico. Stando alla ricostruzione offerta, il software maligno avrebbe portato all'improvvisa chiusura del network abilitato al controllo dei sistemi e dei servizi dell'organizzazione iraniana.

Dettaglio curioso, tutti i computer del centro avrebbero iniziato a sparare a tutto volume - nel cuore della notte, così come raccontato dai ricercatori iraniani - gli accordi hard-rock di Thunderstruck, leggendaria hit degli australiani AC/DC. Il malware avrebbe inoltre attaccato l'hardware SCADA Siemens.
Proprio i tecnici del conglomerato tedesco hanno assicurato la risoluzione delle specifiche vulnerabilità che avevano permesso al worm Stuxnet di flagellare il programma nucleare iraniano. Le applicazioni software Simatic Step7 e WinCC sono state così aggiornate per "risolvere le vulnerabilità originariamente scoperte nel 2010".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • SicurezzaIran, rete petrolifera sotto attaccoLe autorità iraniane dicono di aver subito un attacco telematico indirizzato agli impianti petroliferi. Nessun problema all'operatività dei siti, a ogni modo, dove la rete interna non è connessa a quella globale
  • SicurezzaFlame e Stuxnet sono parentiI ricercatori identificano quello che appare essere il denominatore comune tra i malware più chiacchierati della storia recente. Che hanno probabilmente avuto un'origine comune ma sviluppo ed evoluzioni differenti
12 Commenti alla Notizia Iran: il mio malware suona il rock
Ordina
  • ma allora sono scemi!
    non gli e' bastato perdere due anni a causa della rottura delle centrifughe?!? i sistemi critici DEVONO essere sconnessi da qualunque rete, non devono usare windows, devono usare un mix di sistemi operativi diversi, e devono avere una rigida politica di accesso. Fine della storia. Certo non saranno mai sicuri al 100%, ma usare windows significa "venite qui ed apriteci il culo".

    PS
    ovviamente dando per certa la notizia, anche se tambirrino usa sempre il trucco (come tutti su PI) del condizionale "avrebbe", "parrebbe" e "sembrerebbe". Pero' nel sottotiloto luca ha fatto l'errore di non mettere i condizionali: hai hai hai. la soluzione e' sempre la stessa: cancellare il post.

    Sottotitolo
    I computer del centro iraniano per l'energia nucleare hanno iniziato a sparare a tutto volume Thunderstruck degli AC/DC. E' un cyberattacco contro i sistemi SCADA. Siemens, nel frattempo, risolve le falle di Stuxnet

    Roma - L'allarme è scattato nei laboratori dell'organizzazione iraniana per lo sviluppo di energia atomica che ha inviato un messaggio di posta elettronica al Chief Research Officer di F-Secure Mikko Hypponen. Misteriosi cracker avrebbero lanciato un violento cyberattacco, molto simile a quello che infuriò tra i paesi del Medio Oriente a partire dal malware Stuxnet.

    Lo stesso Hypponen non è riuscito a confermare l'attacco cibernetico denunciato dai vertici dell'ente iraniano, che hanno sottolineato come il malware abbia compromesso le infrastrutture del centro atomico. Stando alla ricostruzione offerta, il software maligno avrebbe portato all'improvvisa chiusura del network abilitato al controllo dei sistemi e dei servizi dell'organizzazione iraniana.

    Dettaglio curioso, tutti i computer del centro avrebbero iniziato a sparare a tutto volume - nel cuore della notte, così come raccontato dai ricercatori iraniani - gli accordi hard-rock di Thunderstruck, leggendaria hit degli australiani AC/DC. Il malware avrebbe inoltre attaccato l'hardware SCADA Siemens.
    non+autenticato
  • da quando in qua un sistama SCADA ha case amplificate da 300W, sempre che abbia l'audio e le casse.. che prima di andare dietro alla propaganda andrebbe azionato il cervello?
    Usare attacchi informatici contro i sistemi industriali e' un enorme boomerang: una portaerei la fa solo un paese di un certo livello economico-tecnologico; un virus lo fa benissimo o quasi (specie dopo che gli mostri come farlo con l'esempio) chiunque.

    Certo, meglio le lotte a colpi di virus che con le bombe. Ma le infrastrutture industriali di tutti i paesi sono ben poco protette (vedi USA), non vorrei che fabbricato l'arsenale d'attacco, questo tipo di attacchi diventino generalizzati e pericolosissimi..
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudy
    > da quando in qua un sistama SCADA ha case
    > amplificate da 300W, sempre che abbia l'audio e
    > le casse.. che prima di andare dietro alla
    > propaganda andrebbe azionato il
    > cervello?

    in realtà modulano la velocità di rotazione delle centrifughe per farle vibrare alla frequenza giusta, e riprodurre il leggendario riff degli AC/DC prima di disintegrarsiCon la lingua fuori

    > Usare attacchi informatici contro i sistemi
    > industriali e' un enorme boomerang: una portaerei
    > la fa solo un paese di un certo livello
    > economico-tecnologico; un virus lo fa benissimo o
    > quasi (specie dopo che gli mostri come farlo con
    > l'esempio)
    > chiunque.

    in realtà un malware complesso come Stuxnet non lo fa chiunque, proprio no.

    > Certo, meglio le lotte a colpi di virus che con
    > le bombe. Ma le infrastrutture industriali di
    > tutti i paesi sono ben poco protette (vedi USA),
    > non vorrei che fabbricato l'arsenale d'attacco,
    > questo tipo di attacchi diventino generalizzati e
    > pericolosissimi..

    è già così la situazione attuale...
    Funz
    12995
  • Dal 1979, anno della rivoluzione islamica, in Iran la musica occidentale è stata messa fuorilegge. Chi ha avuto la pensata di un virus che sparasse un gruppo australiano? Oltre a infastidire i vicini, se davvero era così alta, è contro le leggi nazionali. Arrabbiato
    non+autenticato
  • E' stato fatto per indispettire grillo del m5s e la sua consorte iraniana, appunto....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > E' stato fatto per indispettire grillo del m5s e
    > la sua consorte iraniana,
    > appunto....

    Ah, sarà quello...
    Ma anche grillo ha inciso un disco.
    http://www.youtube.com/watch?v=p-HbeeW-yaQ
    Dici che il prossimo virus conterrà quello?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Dal 1979, anno della rivoluzione islamica, in
    > Iran la musica occidentale è stata messa
    > fuorilegge. Chi ha avuto la pensata di un virus
    > che sparasse un gruppo australiano? Oltre a
    > infastidire i vicini, se davvero era così alta, è
    > contro le leggi nazionali.
    >Arrabbiato

    ok, abbiamo capito che non dici sul serio, sei un troll che prende in giro i fanatici legalitari... peccato che ti sei fatto sgamare, prima eri da 10/10Con la lingua fuori
    Funz
    12995
  • > ok, abbiamo capito che non dici sul serio, sei un
    > troll che prende in giro i fanatici legalitari...
    > peccato che ti sei fatto sgamare, prima eri da
    > 10/10
    >Con la lingua fuori

    Ci sono i Giochi Olimpici, e qualcuno ha pensato bene di lanciare la caccia ai folletti. E vabbè, è uno sport pure quello, lasciamoli divertire a giocare al giudice di gara...
    non+autenticato
  • "Dettaglio curioso, tutti i computer del centro avrebbero iniziato a sparare a tutto volume - nel cuore della notte, così come raccontato dai ricercatori iraniani - gli accordi hard-rock di Thunderstruck, leggendaria hit degli australiani AC/DC"

    Ma tutti insieme? Che figata, quasi Donington 1991 A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ecco
    > "Dettaglio curioso, tutti i computer del centro
    > avrebbero iniziato a sparare a tutto volume - nel
    > cuore della notte, così come raccontato dai
    > ricercatori iraniani - gli accordi hard-rock di
    > Thunderstruck, leggendaria hit degli australiani
    > AC/DC"
    >
    > Ma tutti insieme? Che figata, quasi Donington
    > 1991
    >A bocca aperta

    yeah!

    Sto virus e' l'unico che tutto sommato prenderei volentieri!

    THUNDER!
  • bellissimo ma é in crescendo
    immagina che nel silenzio notturno dei corridoi inizi a palla London burning
    [http://www.youtube.com/watch?v=TCw9_avTlYs/yt]
    non+autenticato