Claudio Tamburrino

Amazon, uno studio per creare videogame

Nuovo gioco e nuova divisione di sviluppo: Amazon vuole tentare di battere anche la strada dei social game

Roma - Amazon ha deciso di provare a ritagliarsi uno spazio nel mercato dei social game: per farlo ha lanciato un nuovo dipartimento, chiamato Amazon Game Studios. L'obiettivo di Amazon è quello di sviluppare "giochi innovativi, divertenti e ben strutturati".

"Sappiamo che tanti nostri clienti amano giocare con videogame, compresi quelli gratuiti e social - spiega l'azienda - e crediamo che grazie al know-how di Amazon possiamo fornire una grande esperienza fruibile in qualsiasi momento". Oltre alle conoscenze di base da cui può partire, d'altronde, il negozio digitale annuncia di voler assumere del personale.

Il primo titolo offerto da Amazon è Living Classics: si tratta di un gioco per Facebook che vede una famiglia di volpi viaggiare attraverso classici della letteratura, come Alice nel Paese delle Meraviglie, Il Mago di Oz, incappando in una serie di sfide da far affrontare ai videogiocatori.

Amazon potrebbe aver individuato un momento di debolezza da parte degli operatori principali del settore: Zynga, per esempio, è al centro di diverse cause legate alla proprietà intellettuale che - fondate o meno - mettono in luce una sorta di crisi innovativa del settore, piegato su idee di giochi spesso fin troppo simili tra di loro.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, videogiochi come sigaretteDue congressman a stelle e strisce vorrebbero introdurre un avviso da applicare su tutti i videogiochi, come accade sui pacchetti di sigarette. Avviso: giocare nuoce gravemente alla salute mentale
  • BusinessEA, Zynga e i cloni ludiciIl gioco di Zynga avrebbe troppi tratti in comune con The Sims Social. EA denuncia: quella "Ville" è troppo piccola per tutte e due
1 Commenti alla Notizia Amazon, uno studio per creare videogame
Ordina
  • Sono giochi casual con profondità nulla in quanto ci devono giocare anche coloro che non sanno da quale parte si accende il computer. Chi gioca con i Videogiochi dopo qualche partita lascia perdere. Se poi per andare avanti nel gioco bisogna utilizzare la carta di credito allora è meglio lasciare perdere al primo avviso. Li ho provati su feisbuc ed alla prima richiesta di inserire i dati della carta di credito li ho mollati istantaneamente. Ha senso pagare per un videogioco fatto bene non per un casual game.
    non+autenticato