Marco Calamari

Cassandra Crossing/ Il silenzio attorno a Julian

di M. Calamari - Che succede all'ambasciata londinese dell'Ecuador? Che trame si tessono alle spalle di Assange? Ecco perché di libertà di dovrebbe parlare anche ad agosto

Roma - A Londra ci sono le Olimpiadi, ed a Quito, anche se a 3000 metri non farà il caldo che si sente in Italia, forse l'agosto ed i problemi locali saranno gli argomenti principali. In Italia poi lo spread, le coalizioni ed altre sottigliezze politiche la fanno da padroni. Si, è vero che qualcuno su PI (e dove, se no?) si è accorto che forse abbiamo problemi di privacy anche nelle storie a lieto fine, che il Garante della Privacy, nel frattempo non rilascia proprio dei messaggi politically correct (almeno nel formato), e che un gruppo di ingegneri d'oltreoceano è riuscito a costruire un veicolo automatico che si è gestito aereofrenata, localizzazione del luogo di atterraggio ed ha calato su Marte un giocattolo che intratterrà nugoli di scienziati per i prossimi quattro anni. Certo, è alimentata da batterie al plutonio, e forse questo la renderà meno simpatica ai nostri puristi, ma resta una buona notizia per tutti. A parte queste, le cronache agostane sono infarcite delle solite idiozie, e da nessuna parte nella stampa italiana trapela niente su una vicenda, pur stata in prima pagina per settimane, che ora volge verso un epilogo lontano dalla luce dei riflettori.

Il silenzio si stringe attorno a Julian Assange, ed è un cappio che tutti quelli che non parlano o che non pretendono notizie contribuscono a stringere.

Lasciate che Cassandra vi riassuma solo alcune delle puntate precedenti.
Un distinto signore che ha fatto del rendere pubblici segreti scottanti la sua missione (missione che torna anche a vostro vantaggio), è rinchiuso nell'ambasciata londinese dell'Ecuador. Si trova laggiù perche inseguito da un mandato di cattura internazionale basato sulla rottura di un preservativo, emesso da un paese europeo legato da trattati di estradizione con una superpotenza globale.
Dall'altra parte dell'Oceano la suddetta superpotenza globale continua a fare una altrimenti inspiegabile melina su un caso definito di "spionaggio", amministrato da una giustizia militare di solito non abituata a farsi crescere l'erba sotto i piedi (quello di Bradley Manning), in modo tale che una volta estradato Julian nel suddetto paese europeo, possa tirare fuori dal congelatore fresche accuse per farlo estradare ulteriormente aldilà dell'Atlantico.

L'utilizzo di una base militare nell'America Latina, di un braccio della morte o magari di tutti e due permettetrebbe poi una gestione più agevole di un caso che, avendo colto molte diplomazie con le brache calate, si vorrebbe stroncare e rendere "esemplare" nel finale.

E mentre il Presidente dell'Ecuador sta attentamente considerando una presa di posizione storica che tuttavia lo potrebbe anche inguaiare, in uno slancio che potrebbe essere italiano al cento per cento, la mamma di Julian è volata da lui per raccomandargli la pelle del figliuolo.

"Ma - direte - Cassandra, ti scaldi tanto, ma in tutto questo noi cosa c'entriamo?"
"Peccato d'omissione - è la risposta implacabile nella sua semplicità - una memoria corta di cui dovrete rispondere prima di tutto a voi stessi".

Anche quelli di noi che hanno la fortuna (spesso immeritata) di vivere in paesi in tutto o in parte democratici, hanno dimenticato i benefici della prove di trasparenza nate dalle iniziative di Julian. Anche se tutt'altro che originali o perfette, hanno rappresentato il segno di una svolta che può essere storica e costringere tutti i Re presenti e futuri a considerare nel loro agire la possibilità di udire senza prevviso un "Il re è nudo!" che li riguardi personalmente.

Davvero pensate che tutto questo non valga niente?
Davvero pensate che conoscere la verità, o anche solo fatti di cui qualcuno voleva tenervi all'oscuro, non vi renda più liberi?
Davvero pensate che pretendere di conoscere anche in agosto cosa succede a Julian, e continuare a chiederne la libertà sia poco importante, per lui ma prima di tutto per voi?

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo
Notizie collegate
65 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing/ Il silenzio attorno a Julian
Ordina
  • Quello che ho da dire in più è che gli avvenimenti dimostrano come Calamari sia presente con tempismo e lucidità su temi vivi e centrali, per chi si interessa di politica, di Rete, e di politica della Rete.
    Sono invece generalmente un po' deluso dalla discussione e stanco di chi la monopolizza. Ma questo è un fatto che riguarda me, no?
  • L'Ecuador se la prende con la Gran Bretagna, accusata di violare l'ambasciata dell'Ecuador per poter arrestare Julian Assange:

    http://www.guardian.co.uk/media/2012/aug/16/julian...

    La decisione di Rafael Correa sullo status di Assange è attesa per giovedì all'una.
    non+autenticato
  • Upps, intendevo dire: "accusata di voler violare".
    non+autenticato
  • Vale la pena, per chi già non conoscesse certi aspetti della vicenda, meditare su questo articolo.
    Spiega molto bene perchè quello che è successo ad Assange probabilmente in Occidente poteva capitargli solo in Svezia, il paese del femminismo radicale e stupidamente illberale al potere.

    http://www.crikey.com.au/2012/04/20/rundle-pursuit.../
    non+autenticato
  • - Scritto da: look at the moon please
    > Vale la pena, per chi già non conoscesse certi
    > aspetti della vicenda, meditare su questo
    > articolo.
    > Spiega molto bene perchè quello che è successo ad
    > Assange probabilmente in Occidente poteva
    > capitargli solo in Svezia, il paese del
    > femminismo radicale e stupidamente illberale al
    > potere.
    >
    > http://www.crikey.com.au/2012/04/20/rundle-pursuit

    Inquietante, mi ha colpito questa frase di Marianne Ny: “It is only after the man is behind bars, and when the woman has the time and peace to get a little perspective, that she has a chance to realise how she has been treated.”
    Roba da manicomio, spero che gente così non vada mai al potere in Italia.
    Izio01
    4466
  • - Scritto da: Izio01

    > Roba da manicomio, spero che gente così non vada
    > mai al potere in
    > Italia.

    C'è già stato, anche se per un breve periodo: Antonio Di Pietro, ministro delle infrastrutture dal 17 maggio 2006 al 7 maggio 2008, in quanto ex magistrato ragiona esattamente così.

    In generale, se una persona pensa che il carcere sia uno shock per un imputato, una cosa da evitare, non fa il pubblico ministero: sceglie altre carriere all'interno del mondo forense.
    non+autenticato
  • L'America è uno stato a prima vista il più democratico della terra ma andando a fondo si ottiene una desolante mancanza di libertà. Assange ha pungolato l' io degli Stati Uniti e adesso cercano di farlo tacere per sempre. Come dici tu Assange, con tutti i suoi limiti è riuscito a farci capire che volendo si può agire per far scoprire gli intrighi dei palazzi di potere.
  • - Scritto da: radioheadlive
    > L'America è uno stato a prima vista il più
    > democratico della terra ma andando a fondo si
    > ottiene una desolante mancanza di libertà.

    Non proprio. Gli Stati Uniti d'America hanno alimentato questo mito, soprattutto in alcune fasi della storia, e secondo me sono stati più boccaloni quelli che ci hanno creduto (negli Usa e fuori) che sbruffoni coloro che lo hanno creato. In ogni caso da quando esiste l'indice di democrazia ( democracy index ), cioè dal 2006, gli Stati Uniti non sono mai Stati al primo posto. Attualmente sono 19esimi.

    Lo Stato che si vanta di essere "la più grande democrazia del mondo" è attualmente l'India: hanno 1 miliardo e 100 milioni di abitanti! A bocca aperta

    http://www.faithkidszone.com/sitebuildercontent/si...

    > Assange ha pungolato l' io degli Stati Uniti e
    > adesso cercano di farlo tacere per sempre.

    No, ripeto, non esistono prove. Solo congetture da quattro soldi.
    Nessuna accusa è stata finora formalizzata contro Julian Assange da nessun organo degli Usa (FBI, INR, Congresso, escludo la CIA perché non sempre rende note le liste di ricercati...).

    Quando sono stati pubblicati i cosiddetti Pentagon papers (in realtà, documenti che riguardavano solo il Vietnam), nessun direttore di giornale né addetto stampa fu arrestato. Ci fu un caso giudiziario, Times v. United States, ma si concluse con una vittoria del quotidiano New York times .


    > Come
    > dici tu Assange, con tutti i suoi limiti è
    > riuscito a farci capire che volendo si può agire
    > per far scoprire gli intrighi dei palazzi di
    > potere.

    A me ha fatto scoprire soprattutto la colossale banalità delle comunicazioni delle ambasciate Usa: che la cancelliera Angela Merkel fosse una donna priva di creatività, francamente, era una cosa che sapevano anche i sassi.
    non+autenticato
  • Da una discussione così pacata, non si può che guadagnarci in informazione.
    Vorrei solo aggiungere che non conosco Paesi "in tutto democratici".
    Anzi, sto assistendo negli anni ad un processo di totalitarizzazione tramite la tecnologia, a livello globale, effettuata con astuzia ed assoluta mancanza di scrupoli da chi ne ha interesse.
    Non so chi sia, anche se posso immaginarlo, ma per accorgermene mi basta vedere l'oggi e confrontarlo con lo ieri di 50anni fa, quando la democrazia era comunque debole, anche se per altri motivi, ma assolutamente non totalitaria.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Levantino
    > Da una discussione così pacata, non si può che
    > guadagnarci in
    > informazione.
    > Vorrei solo aggiungere che non conosco Paesi "in
    > tutto
    > democratici".

    Non esistono, infatti.
    Conosci diamanti "del tutto puri"?
    Conosci una zona dell'universo "del tutto vuota" (cioè il vuoto perfetto: assenza totale di gas e particelle)?
    Conosci persone "del tutto oneste"?


    > Anzi, sto assistendo negli anni ad un processo di
    > totalitarizzazione tramite la tecnologia, a
    > livello globale, effettuata con astuzia ed
    > assoluta mancanza di scrupoli da chi ne ha
    > interesse.


    Cos'è la totalitarizzazione? Questa parola sul dizionario non c'è.

    > Non so chi sia, anche se posso immaginarlo, ma
    > per accorgermene mi basta vedere l'oggi e
    > confrontarlo con lo ieri di 50anni fa, quando la
    > democrazia era comunque debole, anche se per
    > altri motivi, ma assolutamente non
    > totalitaria.

    A livello globale, gli Stati democratici oggi sono almeno il doppio di quelli che lo erano 50 anni fa.
    non+autenticato
  • Negli ultimi 130 anni è stato abilmente cammuffato il concetto di totalitarismo è stato sublimato in democrazia totalitaria coprendo tutti i campi delle attività umane scienza inclusa.
    Quanti e quali erano negli anni 50 ? Quali sono oggi ? Sorride
    non+autenticato
  • Almeno uno ... è sufficiente il più democratico di questi ... non è che dopo tante belle parole a riguardo degli stati democratici raddoppiati negli ultimi 50 anni non riusciamo a tirare fuori il nome almeno uno? ... allora non ne esiste almeno uno anche parzialmente democratico...
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Negli ultimi 130 anni è stato abilmente
    > cammuffato il concetto di totalitarismo è stato
    > sublimato in democrazia totalitaria coprendo
    > tutti i campi delle attività umane scienza
    > inclusa.
    > Quanti e quali erano negli anni 50 ? Quali sono
    > oggi ?
    >Sorride

    Si dice camuffato, con una M sola.
    Forse la questione va osservata da un altro punto di vista. Negli ultimi 130 anni sono aumentati a dismisura i cittadini che dalla democrazia si attendono effetti soteriologici, egualitari o anomici che questa non ha mai preteso di avere, né mai avrà. La democrazia è nata per altri scopi.

    [cercare sul dizionario la definizione di soteriologico, egualitario e anomico, se non lo si conosce]

    Ricordo una scena del film "Ragazzi fuori" (il prosieguo di "Mery per sempre"), del 1990, che vede uno dei protagonisti venditore ambulante mentre viene pizzicato senza la licenza. Cito a memoria. Il vigile eleva la contravvenzione e sequestra il carrello. L'ambulante protesta "E io adesso come faccio a mangiare? È questa la democrazia?!?". E il vigile: "Che c'entra la democrazia?".

    Ecco, questo intendo: molti, troppi confondono la democrazia con altre cose, che non sto qui a elencare per pudore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: prova123
    > > Negli ultimi 130 anni è stato abilmente
    > > cammuffato il concetto di totalitarismo è
    > stato
    > > sublimato in democrazia totalitaria coprendo
    > > tutti i campi delle attività umane scienza
    > > inclusa.
    > > Quanti e quali erano negli anni 50 ? Quali
    > sono
    > > oggi ?
    > >Sorride
    >
    > Si dice camuffato, con una M sola.


    Ringrazio per la notifica. Comunque la netiquette prevede che gli errori di digitazione/grammatica non siano evidenziati in un thread in un forum a meno che l'errore non cambi completamente il senso della frase, ma questo di solito è soprattutto legato alle capacità cognitive di chi legge.

    1. effetti soteriologici:
    dire "salvezza" era così difficile ?

    2.L'egualitarismo è una teoria morale che pone in risalto l'uguaglianza di tutti gli esseri umani.

    3.Il concetto di anomia significa letteralmente "assenza o mancanza di norme". Il termine deriva dal greco ' 'a-' (senza) e 'nomos' (norma):
    Da quanto scritto:
    dalla democrazia i cittadini si aspettano effetti di assenza o mancanza di norme? Questa è semplicemente detta anarchia, non democrazia.

    Le menti geniali sono molto chiare nell'esprimere i concetti con parole che sono facilmente comprese da tutti. Di solito l'uso di un italiano forbito è usato anche da persone che hanno scarse argomentazioni e si nascondono dietro l'uso di parole poco comuni in modo da irretire e provocare stupore in chi le ascolta. In questo caso è evidente l'avere buttato lì "effetti onomici" senza rendersi conto che è grammaticamente corretto, ma semanticamente errato. Non serve a nulla conoscere tutto il vocabolario se poi si costruiscono frasi contenenti errori semantici di questo tipo, un uso di termini più semplici aiuta molto ad evitare questo tipo di errore.

    Questo è per quanto è stato scritto, adesso parliamo di quanto è stato omesso. Nel post precedente ha scritto:

    A livello globale, gli Stati democratici oggi sono almeno il doppio di quelli che lo erano 50 anni fa.

    A fronte di una precisione estrema nel sottolineare errori di digitazione/grammatica e di un linguaggio ricercato ma con qualche preblema semantico qui purtroppo come si dice "abbiamo perso i pezzi per strada", addirittura ci siamo dimenticati di rispondere ad una richiesta (per ben due volte) di dettaglio che sarebbe stato bello approfondire a vantaggio del thread.

    Ripeto la domanda:
    Degli stati democratici raddoppiati dagli anni 50, qual'è quello più rappresentativo?
    Se non si dà risposta allora vuol dire che non ce ne sono e quella frase è un'altra frase ad effetto, buttata lì di getto ma è incapace di circostanziarla. Mi ricordo la mia maestra di italiano in terza elementare che sui temi segnava con la matita rossa le frasi scritte solo per allungare il brodo.
    Penso però questo sia avvenuto solo perchè ha letto il post superficialmente, ma anche la lettura incompleta/superficiale dei post non è meno grave.

    > Ricordo una scena del film "Ragazzi fuori" (il
    > prosieguo di "Mery per sempre"), del 1990, che
    > vede uno dei protagonisti venditore ambulante
    > mentre viene pizzicato senza la licenza. Cito a
    > memoria. Il vigile eleva la contravvenzione e
    > sequestra il carrello. L'ambulante protesta "E io
    > adesso come faccio a mangiare? È questa la
    > democrazia?!?". E il vigile: "Che c'entra la
    > democrazia?".
    > Ecco, questo intendo: molti, troppi confondono la
    > democrazia con altre cose, che non sto qui a
    > elencare per
    > pudore.



    Molti confondono la democrazione con altre cose che non vengono citate per pudore. E' il festival delle omissioni, scrive tanto ma ad entrare nel dettaglio non viene detto nulla o meglio il contributo all'argomento è molto scarso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    ...scrive tanto ma ad entrare nel
    > dettaglio non viene detto nulla o meglio il
    > contributo all'argomento è molto
    > scarso.

    Non prenderla come un affronto personale, prova123, ma da uno che mi accusa di parlare forbito e poi scrive, oltre al già citato "cammuffato", "qual'è" con l'apostrofo, non credo di dover prendere lezioni, né di dare ulteriori spiegazioni.

    Le polemiche personali proprio non mi interessano. Avevi la possibilità di porre domande in maniera educata, e senza accusare, e l'hai bruciata. Passo e chiudo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: prova123
    > ...scrive tanto ma ad entrare nel
    > > dettaglio non viene detto nulla o meglio il
    > > contributo all'argomento è molto
    > > scarso.
    >
    > Non prenderla come un affronto personale,
    > prova123, ma da uno che mi accusa di parlare
    > forbito e poi scrive, oltre al già citato
    > "cammuffato", "qual'è" con l'apostrofo, non credo
    > di dover prendere lezioni, né di dare ulteriori
    > spiegazioni.
    >

    C'è sempre qualcuno da cui imparare, e non si finisce mai di imparare dalla vita. Questo è quanto detto dall'Accademia della Crusca:

    http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.ph...

    Consiglia di scrivere "qual è" non scrive che è un errore scrivere con l'apostrofo. Errato è diverso da congliabile. Anche la lingua italiana evolve.

    Comunque il "qual'è" è stato come rubare caramelle ai bambini, avevo il link pronto, io mi diverto con poco. Ha ragione "passa e chiude" semplicemente perchè non ha argomentazioni sul topic. Io a volte mi diverto a trollare, ma ne sono consapevole quando lo faccio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123

    > Comunque il "qual'è" è stato come rubare
    > caramelle ai bambini, avevo il link pronto, io mi
    > diverto con poco.

    E' un errore. Di quelli rossi (per via del link ti abbuono il blu).
    Vera bastardata [coll.], visto che l'errore é stato inserito apposta.
    Comunque, ha funzionato.

    > Ha ragione "passa e chiude"
    > semplicemente perchè non ha argomentazioni sul
    > topic. Io a volte mi diverto a trollare, ma ne
    > sono consapevole quando lo
    > faccio.

    Concordo con prova 123. Nessun argomento da parte di leguleio.

    Il tema era peró... e' giusto dare ampissima diffusione a notizie qualunque esse siano nel momento in cui diventano notabili? Ovvero, vanno esse prima filtrate per verificarne l'attendibilitá (cosa che wikileaks fá) e quindi pubblicate una volta che la verifica da' esito positivo anche se tale operazione dovesse richiedere un periodo di tempo lungo? E quanto sarebbe il periodo di tempo massimo per la verifica, in modo che la notizia non perda il suo "valore" di interesse per i soggetti a cui é diretta?

    In questa vicenda siamo tutti ipocriti. La realtá? Non ne conoscono i dettagli nemmeno i soggetti coinvolti, figuriamoci i giornalisti.
    Si sposa semplicemente l'ipotesi piú convincente e la si fa propria.
    E' nella natura umana.

    Siamo "animali politici", ogni tanto prevale l'animale e ogni tanto il politico. In entrambi i casi... gli estremi rimangono negativi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Obbliga Torio


    > Concordo con prova 123. Nessun argomento da parte
    > di
    > leguleio.

    E concordo pure io, una volta tanto. Era voluto.
    Già l'argomento mi interessava poco in partenza. Se poi mi si pone una domanda con la gentilissima formulazione "o mi rispondi, oppure sei un [insulto a scelta]", come ha fatto prova123, la voglia di rispondere mi passa immediatamente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)