Alfonso Maruccia

Intercettare senza mandato, negli USA si può

Una corte di appello capovolge la sentenza precedente e stabilisce il principio secondo cui il governo statunitense non può essere giudicato sulle intercettazioni disposte illegalmente. Illegittimo usarle, perfettamente legittimo farle

Intercettare senza mandato, negli USA si puòRoma - La United States Court of Appeals for the Ninth Circuit ha ribaltato la sentenza sul caso Al-Haramain, società non profit di matrice islamica i cui avvocati erano stati illegalmente intercettati dal governo USA: quelle intercettazioni sono perfettamente legittime, ha stabilito ora la corte, mentre a essere illegittimo potrebbe essere l'eventuale utilizzo delle succitate intercettazioni.

Nel ribaltare la sentenza di primo grado, la corte ha applicato il principio della cosiddetta irresponsabilità regia (sovereign immunity in lingua originale): il governo in quanto istituzione non ha alcuna responsabilità, spiega Electronic Frontier Foudation (EFF), mentre i legali potrebbero rivalersi contro i singoli agenti che avessero fatto uso delle intercettazioni illegali.

Per i due avvocati della ora defunta Al-Haramain sfuma la possibilità di farsi risarcire dalle istituzioni, con danni precedentemente stimati in 40.800 dollari e spese legali per 2,5 milioni di dollari. La sentenza di appello potrebbe rappresentare la fine della speranza per chi volesse inchiodare il governo USA (presidenti George Bush jr. prima e Barack Obama poi) alle proprie responsabilità sulle intercettazioni illegali.
Ma EFF non si dà per vinta: l'organizzazione che si batte per i diritti digitali mette alla berlina le norme legali stabilite dal Congresso statunitense - tutte in favore delle intercettazioni illegali con un contentino per chi avesse eventualmente avuto notizia di operazioni di spionaggio a proprio danno - e dice di voler continuare a dare battaglia alla Casa Bianca nei casi ancora da giudicare.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
48 Commenti alla Notizia Intercettare senza mandato, negli USA si può
Ordina
  • Esistono tutta una serie di diritti civili che sono previsti per evitare che un governo e le sue istituzioni possano esercitare un potere totalitario su uno o piu' cittadini. Cerchiamo di non essere del tutto ingenui e pensare che siamo sotto l'ala protettiva dei governi buoni e giusti che si muovono sempre nel rispetto e a cui possiamo lasciare carta bianca.
    Le cose non stanno cosi' e la storia (anche quella recente) ce lo insegna. Garantirsi delle liberta' comporta ovviamente anche dei rischi in piu', ma bisogna stare bene attenti a cosa si rinuncia per avere un po' piu' di sicurezza. Certi diritti sono stati conquistati duramente e una volta persi sono difficili da ripristinare.

    Zero privacy significa che se chi dovrebbe agire per proteggere i cittadini decide invece di proteggere il proprio potere e i propri privilegi (cosa direi tutt'altro che rara) ha la strada spianata per ricatti e monitoraggio dell'opinione pubblica.
    Ricordiamoci che la privacy e' il primo diritto che viene cancellato quando un governo vuole impedire il dissenso e la critica, non a caso e' uno dei mezzi fondamentali adottati dai regimi (cina, iran per fare degli esempi).

    Terrorismo e pedofilia sono sicuramente una piaga, credo pero' che vengano strumentalizzati e usati come spauracchio in casi come questi.
    Non voglio essere troppo cinico e distaccato, ma non muoiono forse molte piu' persona in america per via delle armi da fuoco vendute con troppa facilita' rispetto a quante ne siano morte per il terrorismo? Eppure nulla e' cambiato da quel fronte. Se la vera e unica motivazione per sacrificare totalmente un diritto come la privacy fosse solo la sicurezza allora non si spiega perche' non dovrebbero essere aboliti altri diritti decisamente meno rilevanti per lo stesso motivo.

    Bisogna sicuramente trovare un equilibrio e ritengo anch'io che debba esserci un maggior controllo su internet rispetto a quello che c'e' adesso, ma sono argomenti delicati da affrontare con i piei di piombo e non con una sfilza di leggi grossolane stile patriot act.
    non+autenticato
  • Basta con questo garantismo peloso e ipocrita!

    I terroristi vanno intercettati e se colpevoli ingabbiati a vita!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • In Italia si!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Chi è già stato condannato per terrorismo? Ma che c'entra?

    Prima di condannare uno dovrai prima effettuare delle indagini, ivi comprese le intercettazioni. Non ci vuole un laurea in legge.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Io non ho affatto problemi. Ma vedo che tu rimescoli le carte in tavola a tuo piacimento. Quindi tanti saluti.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: Alberto E.
    > Basta con questo garantismo peloso e ipocrita!
    >
    > I terroristi vanno intercettati e se colpevoli
    > ingabbiati a
    > vita!

    E quando busseranno alla tua posta dicendo che il terrorista sei tu?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Australiano

    > E quando busseranno alla tua posta dicendo che il
    > terrorista sei
    > tu?

    Risponderà "Ma no, io sono pedofilo, non terrorista..."
    non+autenticato
  • E' proprio grazie all' eccesso di garantismo che abbiamo in giro terroristi e pedofili. Spero che non colpiscano voi o la vostra famiglia, perchè poi cambiereste sicuramente idea!
    non+autenticato
  • in questo caso si parla di intercettazioni, in altri di videosorveglianza, in altri ancora di log degli accessi ad Internet, il grado di pervasività dei controlli dipende molto da cosa vogliamo. Se voglio che lo stato mi protegga e mi tuteli in ogni momento, devo accettare una forte riduzione della mia privacy, se invece voglio tutelare la mia privacy devo accettare di non essere tutelato a sufficienza.

    Trovare questo confine fra privacy e tutela è estremamente difficile, sopratutto dove nessuno(lo stato) dice chiaramente come la riduzione della privacy sia funzionale a qualcosaltro:un maggiore controllo, una maggiore tutela del cittadino.

    Le cose non sono troppo diverse negli altri pasi, gli stati decidono ma non spiegano le ragioni delle proprie scelte, spesso legate ad intererssi politici o economici: i cittadini non comprendono e si arrabbiano cotnro uno stato che ritengono impiccione.

    Poi c'è l'abuso delle intercettazioni, usate per fini di versi dalle indagini per cui sono partite, o usate scandagliare nella vita privata delle persone, il nuovo modo di fare gossip. Naturalmente spendendo denaro pubblico, come il caso della procura di Milano che ha speso ben 19 Milioni di euro in intercettazioni su 38 milioni di spese totali. (http://www.tempi.it/intercettazioni-il-grande-frat...).

    Alessandro Fiorenzi
    www.alessandrofiorenzi.it
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 agosto 2012 14.07
    -----------------------------------------------------------
  • Cosa ti fa pensare che 19Mln di euro siano tanti?
  • Considerando un posto letto in un ospedale il cui costo medio è di circa €600/giorno, con 19Milioni di euro si pagano 86 posti letto per un anno, il dato mi sembra parli da se.

    Consideriamo poi che i 19Milioni corrispondano al 50% delle spese della procura di Milano.
  • non penserai mica che i 19Mln di euro siano equivalenti a tante persone diverse vero?. Il numero delle intercettazioni e' alto solo e unicamente perche' i disonesti, che sembra quasi tu difenda, non solo usano le utenze normalmente addebitabili a una singola persona (cellulare, telefono di casa, utenze telefoniche fisse e mobili di lavoro ecc...), ma anche trucchi e trucchetti per non essere intercettati (telefoni a nome di amici o parenti, carte telefoniche straniere ecc...).

    L'amara verita' e' che l'Italia e' un paese di furbi, evasori, ladri e truffatori.
  • Le intercettazioni non sono l'unico strumento di indagine, sono sicuramente quello più usato ma non il più efficace.

    E' vero l'italia non è certo un paese esemplare come condotta delle persone.

    Peccato che i soliti piagnoni si lamentino che ci sono i disonesti ma non facciano valere i propri diritti denunciando gli estorsori, i falsi invalidi, chiedendo le fatture e gli scontrini e tutto il resto.

    Viva l'Italia!
  • La giustizia non esiste, esiste solo in denaro e ciò che ci puoi comprare.
    non+autenticato
  • Almeno va riconosciuto, gli americani da questo punto di vista sono meno ipocriti degli italiani. Da noi c'è un parlamento che vorrebbe permettere le intercettazioni solo in casi straordinariamente bizzarri, e solo previo una sequenza comica di autorizzazioni e impedimenti burocratici, rendendole di fatto inutili in nome della privacy. Lo stesso identico parlamento invece presenta disegni di legge una settimana sì e l'altra pure che tentano di far chiudere un blog o un sito non solo senza autorizzazione del magistrato ma addirittura con semplici segnalazioni di privati, i quali la mattina potrebbero così alzarsi dal letto e dedicarsi allo sport del "tiro al blog".
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)