Alfonso Maruccia

Google e la nuova ricerca universale

Controllo vocale. Relazioni pseudo-semantiche. Email personali tra i risultati del search. La collezione estiva delle novità di Mountain View è ora disponibile. Anche su iOS e Android

Roma - Ennesima infornata di novità per Google: il motore di ricerca più usato del Web si aggiorna e diventa più intelligente, oltre a presentare nuovi strumenti di correlazione e app vocali che nelle intenzioni dovrebbero dare il ben servito a Siri di Apple.

Le nuove funzionalità annunciate da Google per la realizzazione del "motore di ricerca del futuro" comprendono dunque un'app per Android che in sostanza replica la ricerca vocale già offerta da Siri su iOS (iPhone): e la supera, visto che secondo il montaggio video presentato da Mountain View l'app è in grado di rispondere a domande complesse e circostanziate.


Già disponibile su marketplace Android, la nuova app per la ricerca vocale farà presto il suo debutto anche su iOS non appena Apple ne autorizzerà la pubblicazione. Il search Google sarà poi maggiormente integrato con Knowledge Graph, strumento introdotto di recente che cerca tra le "cose" del mondo reale e relative relazioni per approfondire i risultati delle query.
Ma la funzionalità che farà certamente più parlare di se è la ricerca allargata alle email personali presenti su account Gmail: nel caso in cui l'utente avesse fatto il login sulla webmail, cercare online informazioni su viaggi, prodotti e altro porterebbe alla visualizzazione sia dei "tradizionali" risultati web che quelli carpiti dal Gmail Man nella posta elettronica personale.

La ricerca allargata alle email è un argomento di quelli delicati, ammette la stessa Google, ed è una funzionalità che va realizzata con molta attenzione per evitare di compiere errori molto pericolosi. Resta (per il momento) la possibilità di disabilitare l'opzione, assicura Google.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle ha un graph che la sa lungaKnowlegde Graph è la nuova proposta di Mountain View per il suo search. Non è semantica, ma allarga il numero di informazioni fornite cercando di indovinare il vero significato di una ricerca
61 Commenti alla Notizia Google e la nuova ricerca universale
Ordina
  • A me ed un amico è successa una cosa spiacevole con questi sistemi di ricerca ubiqua e totale...

    Ero da lui, guardavamo delle cose al PC e apre un attimo la schermata della posta GMail, gli arriva una mail di una ragazza, la apre per guardarla, non c'era niente di particolare, un saluto, ma in alto a destra dove c'è la sezione "Immagini recenti" ci stavano una nuda con un paio di tette ed un dettaglio della patata.
    In pratica foto che lui si era scambiato con la tipa in altre occasioni, e che erano sicuramente in un messaggio lasciato Archiviato nella GMail, sono venute fuori così lì in alto a destra in bella mostra.

    Se queste ricerche ravanano anche nei messaggi privati e vanno a tirare fuori quello che la gente si scambia privatamente, sai che guai..
    iRoby
    7757
  • - Scritto da: iRoby
    > A me ed un amico è successa una cosa spiacevole
    > con questi sistemi di ricerca ubiqua e
    > totale...
    >
    > Ero da lui, guardavamo delle cose al PC e apre un
    > attimo la schermata della posta GMail, gli arriva
    > una mail di una ragazza, la apre per guardarla,
    > non c'era niente di particolare, un saluto, ma in
    > alto a destra dove c'è la sezione "Immagini
    > recenti" ci stavano una nuda con un paio di tette
    > ed un dettaglio della
    > patata.
    > In pratica foto che lui si era scambiato con la
    > tipa in altre occasioni, e che erano sicuramente
    > in un messaggio lasciato Archiviato nella GMail,
    > sono venute fuori così lì in alto a destra in
    > bella
    > mostra.
    >
    > Se queste ricerche ravanano anche nei messaggi
    > privati e vanno a tirare fuori quello che la
    > gente si scambia privatamente, sai che
    > guai..

    E non hai fatto i complimenti al tuo amico?? Con la lingua fuoriCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • > Se queste ricerche ravanano anche nei messaggi
    > privati e vanno a tirare fuori quello che la
    > gente si scambia privatamente, sai che
    > guai..

    Capolavoro!
    Sono esperienze molto educative.
    A chi non é capitato digitare su una tendina di completamento automatico e trovare dei riferimenti compromettenti.

    Delegare l'uso del cervello porta inevitabilmente a perdere il controllo.
  • Scommettiamo che nel browser di tutti i maschietti quando digiti la Y il primo suggerimento non è mai youtube.com?

    io sto cominciando a prendere seriamente in considerazione tutti i vari youtube, gmail, facebook.

    Conosci una tipa e la prima cosa che ti chiede non è più il cellulare ma l'account facebook. Ti aggancia ed inizia le moine lì dove le vedono le tue ex, i familiari, i cugini e i colleghi.

    Ti devi fare un account Facebook alternativo dove ci rigiri tutti coloro a cui non vuoi far conoscere dettagli della tua vita.

    Prestare il tuo portatile alla fidanzata è pericoloso. Ma anche ad amici e amiche.

    Su Ubuntu ho l'account Guest che è molto utile.

    Però anche a voler far navigare un attimo con una finestra Chrome anonima aperta al volo non risolvi il problema dell'history che ti lascia dentro tutti i vari youporn, cupido, badoo, ecc. Dando precise indicazioni sulla tua vita privata.
    iRoby
    7757
  • tutti i sistemi operativi multi utenza hanno l'utente ospite. Comunque esistono software che cancellano varie tracce d'utilizzoA bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • Parlando di cose serie....era giocca almeno?A bocca aperta
    non+autenticato
  • Grassoccia, ma non male.
    iRoby
    7757
  • ti prego racconta la faccia del tuo amico!
    non+autenticato
  • Imbarazzato... Più che altro perché criticava chi fa sesso in cam o si scambia di queste cose...

    A me non importa se si scambia foto sexy, però di solito sono cose fai fino a 30 anni, e lui ha passato i 40.
    iRoby
    7757
  • vogliamo anche noi il dettaglio della patataSorrideSorride
    non+autenticato
  • Cosa bisogna cercare???
    non+autenticato
  • Io credo che questi servizi, ivi compreso SIRI, poi non gli usa nessuno, è più pratico digitare che parlare con il telefono, sono servizi che attirano la clientela e i commenti sui giornali ma poi all'uso pratico non li usa nessuno.
    non+autenticato
  • Guarda, fino a poche settimane fa la pensavo come te, poi mi sono preso un Galaxy Nexus e ho capito la vera potenza dei comandi vocali. Un tap e dico quello che voglio cercare, lui lo fa senza errori. Se devo Inviare un messaggio ma ho le mani occupate, gli chiedo di inviare un messaggio a <utente>, subito seguito dal testo. È comodo e preciso, e soprattutto per le opzioni di ricerca e navigazione, l'assistente vocale di android (facilmente accessibile perche presente ovunque nel sistema, grazie a Google Now) per me ha ormai sostituito la digitazione classica.
    non+autenticato
  • Li trovo utili alla guida.

    È pericoloso guidare digitanto sms, ma gli smartphone sono molto più pericolosi dei vecchi telefoni dove bene o male andavi al tatto e non ti serviva guardare.

    Lo smartphone lo devi seguire costantemente. E parlare può essere molto più utile... Sempre che ti capisca bene...
    iRoby
    7757
  • - Scritto da: Uno
    > Io credo che questi servizi, ivi compreso SIRI,
    > poi non gli usa nessuno, è più pratico digitare
    > che parlare con il telefono,

    Eh sì, guarda... di un comodo usare la tastiera, neh!


    > sono servizi che
    > attirano la clientela e i commenti sui giornali
    > ma poi all'uso pratico non li usa
    > nessuno.

    Dipende da come funzionano e finora non avevano sfondato perchè non funzionavano bene, ma la comodità è indubbia.
    Tra i servizi più ovvi è quello per i ciechi, ma non solo per gli invalidi.
    Senza contare che un ottimo riconoscimento vocale è il primo passo per un traduttore universale
    non+autenticato
  • - Scritto da: Surak 2.0

    > Senza contare che un ottimo riconoscimento vocale
    > è il primo passo per un traduttore
    > universale

    Siamo ancora ben lontani da una traduzione appena appena decente di un testo scritto, figuriamoci di un riconoscimento vocale.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Surak 2.0
    >
    > > Senza contare che un ottimo riconoscimento
    > vocale
    > > è il primo passo per un traduttore
    > > universale
    >
    > Siamo ancora ben lontani da una traduzione appena
    > appena decente di un testo scritto, figuriamoci
    > di un riconoscimento
    > vocale.

    In realtà un testo è molto più difficile da tradurre rispetto ad una parola detta (ovviamente una volta che si abbia un perfetta intepretazione della stessa). Per il resto credo che manchi solo il giusto approccio alla traduzione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Surak 2.0
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Surak 2.0
    > >
    > > > Senza contare che un ottimo
    > riconoscimento
    > > vocale
    > > > è il primo passo per un traduttore
    > > > universale
    > >
    > > Siamo ancora ben lontani da una traduzione
    > appena
    > > appena decente di un testo scritto,
    > figuriamoci
    > > di un riconoscimento
    > > vocale.
    >
    > In realtà un testo è molto più difficile da
    > tradurre rispetto ad una parola detta (ovviamente
    > una volta che si abbia un perfetta intepretazione
    > della stessa).

    Ma neanche un po'.
    La parola scritta e' scritta. Non c'e' il rischio di averla compresa male.
    La parola pronunciata, prima devi comprenderla (e in questa fase c'e' una certa approssimazione dovuta a cattiva pronuncia, inflessioni dialettali, o altro) e poi devi tradurla.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Surak 2.0
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: Surak 2.0
    > > >
    > > > > Senza contare che un ottimo
    > > riconoscimento
    > > > vocale
    > > > > è il primo passo per un traduttore
    > > > > universale
    > > >
    > > > Siamo ancora ben lontani da una
    > traduzione
    > > appena
    > > > appena decente di un testo scritto,
    > > figuriamoci
    > > > di un riconoscimento
    > > > vocale.
    > >
    > > In realtà un testo è molto più difficile da
    > > tradurre rispetto ad una parola detta
    > (ovviamente
    > > una volta che si abbia un perfetta
    > intepretazione
    > > della stessa).
    >
    > Ma neanche un po'.

    Un po' più di un po'

    > La parola scritta e' scritta. Non c'e' il rischio
    > di averla compresa
    > male.

    Gli smile dicono il contrario

    > La parola pronunciata, prima devi comprenderla (e
    > in questa fase c'e' una certa approssimazione
    > dovuta a cattiva pronuncia, inflessioni
    > dialettali, o altro) e poi devi
    > tradurla.


    Questo è ovvio e già detto.
    Ma la parola parlata (una volta compresa) da molti più spunti per dare la traduzione precisa
    non+autenticato
  • Sbagli. Prova la ricerca vocale e cambierai idea all'istante.
    Cominciai a usarla con i primi cell in cui pronunciavi il nome in rubrica da chiamare. Oggi è una cosa molto più completa e ti garantisco che è molto pratica e non sbaglia.
    non+autenticato
  • Mi sembra che già da un bel po` Google esegua ricerche tra i dati personali.

    Sappiamo che dicendo "telefona a" con un nome che appare nella rubrica dei contatti della mail immediatamente è chiamata la persona.

    Non so a quale livello, so però che è integrato con la ricerca in modo molto diverso dai telefoni tradizionali, infatti se il numero non è in rubrica esegue un ricerca basata per altro sulla posizione (roba tipo telefona in pizzeria oppure guidami alla pizzeria).

    Se poi qualcuno ha dato una occhiata al google IO avrà visto sicuramente durante la presentazione di Google Drive, che il tecnico ha chiesto al sistema di cercare una certa ricevuta postale "per data", di cui conservava una foto in Google Drive e lui l'ha trovata, ciò significa quindi che tutto è passato per lo meno in OCR e immagino anche con altri algoritmi ben noti tipo il riconoscimento dei volti nelle foto eccetera,

    Se qualche pazzo ha provato ad usare Google Desktop ai tempi, ha visto che l'intero contenuto del proprio hard disk era cercabile direttamente come qualsiasi altra cosa in rete.

    Tutto quello che passa da lì è catalogato e dossierato alla perfezione sono le "meraviglie" del cloud, il fatto che permetta di cercare nelle Mail e di visualizzarne il contenuto non dovrebbe quindi stupire più di tanto.
    non+autenticato
  • ... e con questi servizi hanno anche la tua impronta vocale CERTA!!! Si può solo immaginare che razza di utilizzo ne possano fare.
    Basti solo pensare a ECHELON con l'intercettazione massiva di tutte le telefonate si capisce subito a che cosa servano questi sistemi...
    non+autenticato
  • Eh, ma è gratis, vuoi mettere? Rotola dal ridere
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Eh, ma è gratis, vuoi mettere? Rotola dal ridere
    Preferisco essere spiato a gratis, che dover pagare per un servizio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uno
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Eh, ma è gratis, vuoi mettere? Rotola dal ridere
    > Preferisco essere spiato a gratis, che dover
    > pagare per un
    > servizio.
    essere spiato

    FIXEDFicoso
  • - Scritto da: sbrotfl
    > - Scritto da: Uno
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > Eh, ma è gratis, vuoi mettere? Rotola dal ridere
    > > Preferisco essere spiato a gratis, che dover
    > > pagare per un
    > > servizio.
    essere spiato
    >
    > FIXEDFicoso

    Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    Izio01
    4064
  • ora vuole google oltre tutti i ns. dati che gia possiede.
    prossima, le impronte digitali?
    non+autenticato
  • Google e la nuova ricerca universale debutto anche su iOS non appena Apple ne autorizzerà la pubblicazione
    NON CREDO AUTORIZZERÀ
    A TOLTO MAPPE GOOGLE YOUTUBE
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)