Alfonso Maruccia

Windows 8, la carica degli OEM

I prossimi mesi saranno piuttosto caldi, sul fronte Windows 8 e Windows Phone 8: i principali produttori di PC e dispositivi mobile presentano un gran numero di novitÓ, prioritaria l'ibridazione tra form factor e scenari di utilizzo

Roma - Il momento del lancio di Windows 8 si avvicina, e all'IFA di Berlino i principali produttori di PC e dispositivi mobile colgono l'occasione per presentare i nuovi prodotti basati su entrambe le versioni (ARM e x86-64) del prossimo OS di Microsoft.

La data di commercializzazione ufficiale di Windows 8 è nota da tempo (26 ottobre), e le ultime indiscrezioni sulle tempistiche scelte da Microsoft indicano proprio ottobre come il mese clou per il debutto non solo del nuovo OS per PC ma anche per Windows Phone 8 e altri prodotti del corposo portafoglio di asset di proprietà di Redmond.

Nokia, partner sin qui strategico per Windows Phone, si è al momento limitata a pubblicare un piccolo teaser su YouTube rimandando le novità ai primi di settembre. Chi invece ha presentato tutta la sua "artiglieria" alla manifestazione tedesca è stata Samsung, evidentemente molto interessata a esplorare la via di Windows (Phone) anche a seguito della batosta in tribunale contro Apple.
La casa sudcoreana ha prima di tutto presentato i nuovi PC della serie Slate, sistemi capaci di funzionare come tablet o ultrabook se collegati all'apposito dock con tastiera: dotati di schermo da circa 12 pollici, i PC mettono in mostra risoluzione HD (1366x768 per la Series 5) o Full HD (Series 7), processore Atom o Core i5, 2 o 4 GB di memoria RAM e hard disk da 64 o 128 GB. Il prezzo? 749 dollari per la Serie 5 (con tastiera) e 1200 dollari per la Serie 7.

ATIV SAltra importante novità da Samsung è la nuova linea ATIV (anagramma di "VITA"), prodotti pensati "per rendere più semplici le attività di tutti i giorni attraverso un utilizzo intuitivo e divertente della tecnologia" che comprendono i PC x86 (tablet+dock con tastiera) Smart PC e Smart PC Pro, il tablet ARM Ativ Tab e Ativ S, il primo smartphone basato su Windows Phone 8 con processore dual-core, schermo AMOLED da 4,8 pollici e una corposa dotazione di sensori tipica degli smartphone di ultima generazione.

Ativ Tab


Samsung si è fatta notare anche per la scelta della distribuzione di nuovi PC desktop all-in-one (linea AIO) dotati di un software OEM molto particolare, un'applicazione pensata per ripristinare parte delle funzionalità di Windows 7 perse con l'interfaccia Metro/Modern UI e lo Start che però somiglia più a Windows XP che all'OS più recente.

VAIO DuoSe Samsung ha puntato forte sull'accoppiata Windows 8/Windows Phone 8, gli altri produttori non sono apparentemente da meno: all'IFA Sony ha presentato il convertibile Vaio Duo 11 - parte ultrabook x86, parte tablet - con tanto di supporto a una stilo digitale sensibile alla pressione, e il PC all-in-one con schermo touch Vaio Tap 20.

Dell XPS DuoAll'IFA c'era anche Dell, supporter della prima ora di Windows RT, che ha presentato il tablet ARM XPS 10 capace - a dire della società statunitense - di funzionare ininterrottamente per 20 ore tra una carica e l'altra. Curioso il "caso" di XPS Duo 12, ultrabook x86 con schermo libero di ruotare sulla cornice che tiene ancorato l'LCD alla tastiera. Il sistema all-in-one di Dell è XPS One 27, con dotazione di tutto rispetto (GPU discreta, 16 Gigabyte di memoria, porte USB 3.0) e prezzo altrettanto corposo (prevedibilmente dai 1400 dollari a salire).

Per Hewlett-Packard Windows 8 fa rima con Envy X2 - tablet x86 da 11,6 pollici non particolarmente potente ma con dock per tastiera a seguito - Spectre XT (laptop touch con Core i5 o i7 e persino porta Thunderbolt di Intel) e il più economico Envy Touchsmart Ultrabook 4 (14 pollici, Core i3 o a scelta i5, i7).


ASUS ha presentato gli ultraportatili Zenbook U500VZ (senza touch) e Zenbook Prime UX21A (con touch) oltre ai due Vivo Tab con schermo touch e tastiera scollegabile (uno con CPU Atom x86, l'altro con processore ARM), e infine Toshiba ha svelato al pubblico l'ibrido (anche qui parte laptop, parte tablet) Satellite U925t: il processore è x86 (Core i5) ma la vocazione è alla portabilità con il supporto persino alle comunicazioni NFC - una caratteristica che ancora va standardizzandosi sui cellulari di nuova produzione.

Alfonso Maruccia

fonte immagini: 1, 2, 3, 4
Notizie collegate
103 Commenti alla Notizia Windows 8, la carica degli OEM
Ordina
  • Finalmente prodotti di avanguardia grazie a Samsung. Peccato l'opzione degli allinone del tasto start: una vera "porcata". Che senso ha fare un sistema operativo moderno e all'avangurdia e ripristinare alcune opzioni di un so precedente? Io ancora devo conoscere una persona che ha provato windows 8 a cui manca il tasto start.
    Io credo che Windows 8 rt sarà finalmente un'alternativa valida allo strapotere Apple che arriva anche fin sotto gli ombrelloni. Acuta mossa della Apple: dare un luccicante prodotto e fornirlo di accessori. Tutti quelli che tenevano in spiaggia un iPAd era soliti proteggerlo con una custodia con staffetta per tenerlo comodamente sulle gambe o su un piano; se invece microsoft propone questi accessori come già inclusi aggiungendo alcune funzionalità non banali come tastiera, porte usb/rete un coperchio per lo schermo succede lo scandalo.
    non+autenticato
  • Modern UI o ex-Metro può andare bene per i tablet e per i netbook ,ma su desktop e laptop meglio l'interfaccia desktop : non ha senso Metro sui pc !
  • Infatti, grazie a Dio il desktop c'è ancora.
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Infatti, grazie a Dio il desktop c'è ancora.

    sì ma è un desktop "castrato", non so se hai avuto occasione di provarlo.
    secondo me l'errore più grande con w8 è proprio questo, voler mantenere a tutti i costi la "vecchia" interfaccia che, per forza di cose, non si adatta per nulla agli schermi touch, con i bottoni piccoli, form piccole, tutto pensato per la precisione del mouse, mica per i diti (cit.).

    voler far tutto sarà proprio la loro rovina. (pronto a rimangiarmi tutto se non sarà così)
    l'ho già scritto e lo ripeto, questi aggeggi sono a metà strada tra tablet e laptop proprio perché non si capisce nemmeno da che parte stia l'OS che ci girerà sopra, ho provato ad usare 8 per meno di un mese, ma l'esperienza non è stata delle migliori, anche se era un laptop puro a dire il vero.

    vedremo.
    non+autenticato
  • Io sto usando attualmente la RTM. Boh, di castrato non so che intendi,
    spiegati meglio.
  • ClassiShell è passa la paura. Chi vuole portare l'interfaccia da tablet sui desktop per i suoi scopi non riuscirà.
  • alla fine se pulisci tutto Start dalle applicazioni Metro, diventa uno start come un altro, solo a schermo intero e con più applicazioni in vista. Non c'è bisogno nemmeno di Classic Shell.
  • La macchina da guerra Windows torna alla carica.

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • "evidentemente molto interessata a esplorare la via di Windows (Phone)
    anche a seguito della batosta in tribunale contro Apple."
    Scusa ma questa tua opinione è un epic fail..samsung ha perso a causa del design spudorato e della "personalizzazione" android che si è tirata su lei...e poi questi dispositivi sono stati studiati mesi e mesi fa...
    Stomachevoli le considerazioni personali di parte..
    non+autenticato
  • Oltre al fatto che Samsung ha sempre fatto anche dispositivi con WP. Non molto pubblicizzati, ma li ha fatti.
  • Dato che non sono un esperto chiedo a voi: siete davvero così sicuri che NESSUNA applicazione sviluppata per windows x86 sia compatibile con windows rt??
    No, perchè già il fatto che ci sia un desktop, con le stesse applicazioni preinstallate e tutto mi spinge al dubbio: o non vengono supportati solo alcuni dei linguaggi di programmazione o la ricompilazione delle app non sarà troppo difficile.
    In entrambi questi casi Windows 8 parte con un vantaggio estremo, in quanto in anni ed anni ha accumulato un bagaglio di applicazioni pazzesco (non paragonabile ai vari iOs-Android) ed estremamente utile.
    Inoltre immagino che Windows spingerà le grandi software house, come Adobe, Autodesk e simili a creare la controparte RT delle proprie app (cosa che credo stiano già facendo anche semplicemente per farle usare attraverso il touch).
    Aspetto delucidazioni!!
  • I tablet ARM non avranno il classico desktop ma solo intefaccia ex metro o immersive che dir si voglia. La compatibilità delle app è data dal fatto che winRT viene poi compilato in un linguaggio "nativo" che viene poi supportato sia da ARM che x86. E' stato "riscritto" solo una parte del framework .NET ma in maniera diversa per supportare come linguaggi di alto livello C#/VB/XAML, HTML5/JS e C++ che vengono poi compilati in una sorta di Intermediate Language e poi a seconda del target di compilazione in codice x86 o ARM o x64. Quindi le applicazioni x86 anche se tu trovassi un modo di farle partire su tablet ARM sarebbero arabo per quella versione di win8. Sono stato un po "superficiale" nella risposta per farti capire meglio giusto per evitare qualcuno che faccia puntualizzazioni.Sorride
    non+autenticato
  • Ma guarda seguendi l'IFA di Berlino hanno fatto delle prove di windows RT e ti assicuro che il desktop c'era eccome, identico alla controparte PRO (cartelle, applicazioni "classiche" come paint, blocco note e calcolatrice ecc.)!! E da lì che mi è sorto il dubbio!!
  • - Scritto da: enterthemax
    > Ma guarda seguendi l'IFA di Berlino hanno fatto
    > delle prove di windows RT e ti assicuro che il
    > desktop c'era eccome, identico alla controparte
    > PRO (cartelle, applicazioni "classiche" come
    > paint, blocco note e calcolatrice ecc.)!! E da lì
    > che mi è sorto il
    > dubbio!!


    Orpolà, hanno già fatto il jailbreak di Windows RT allora?Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: enterthemax
    > Dato che non sono un esperto chiedo a voi: siete
    > davvero così sicuri che NESSUNA applicazione
    > sviluppata per windows x86 sia compatibile con
    > windows
    > rt??
    > No, perchè già il fatto che ci sia un desktop,
    > con le stesse applicazioni preinstallate e tutto
    > mi spinge al dubbio: o non vengono supportati
    > solo alcuni dei linguaggi di programmazione o la
    > ricompilazione delle app non sarà troppo
    > difficile.
    > In entrambi questi casi Windows 8 parte con un
    > vantaggio estremo, in quanto in anni ed anni ha
    > accumulato un bagaglio di applicazioni pazzesco
    > (non paragonabile ai vari iOs-Android) ed
    > estremamente
    > utile.
    > Inoltre immagino che Windows spingerà le grandi
    > software house, come Adobe, Autodesk e simili a
    > creare la controparte RT delle proprie app (cosa
    > che credo stiano già facendo anche semplicemente
    > per farle usare attraverso il
    > touch).
    > Aspetto delucidazioni!!

    devi usare qualcosa tipo wine per farle andare...
    non+autenticato
  • > devi usare qualcosa tipo wine per farle andare...

    No, non basta: wine fa girare programmi per windows x86 su processore x86, quindi mantiene lo stesso codice binario e si limita a sostituire le chiamate alle API di sistema con le chiamate equivalenti sul sistema ospite.

    Se si vuole usare le applicazioni destinate ad un processore su un processore diverso, occorre usare un traduttore di codice assembly (o un emulatore).

    Su linux, una cosa del genere si può fare con QEMU. Su windows, si può anche... ma occorre portarsi dietro tutte le librerie e il kernel di windows per i programmi emulati: in altre parole, occorre creare una macchina virtuale con una nuova installazione di windows al suo interno.

    Si può fare, ma trattandosi di un sistema emulato sarà più lento: inoltre, girerà sull'hardware di un tablet, molto meno performante dell'hardware di un pc: e le applicazioni che gireranno al suo interno, invece, si aspettano di girare su un pc e quindi si aspettano un hardware molto più veloce.
    non+autenticato
  • La risposta è molto più idota, da ora in poi su Windows per ARM ci gireranno le applicazioni METRO che gireranno anche su Windows x86, come?
    Semplice come su Mac OS X, ovvero exe internamente avrà entrambe le versioni, quella in x86 e quella in ARM poi OS avvierà la versione desiderata...+Questo solo però con i programmi metro ovvero quelli per windows 8
    non+autenticato
  • Da quel che si sa Windows RT ha il desktop ma può essere usato solo da applicazioni Microsoft (ad esempio Office).
    In ogni caso la compatibilità binaria con le vecchie applicazioni non c'è (ad esempio Office è stato portato su ARM).
    non+autenticato
  • Innanzi tutto, se si richiede la ricompilazione vuol dire che, anche se tale ricompilazione fosse semplicissima, i files binari destinati a windows per x86 non gireranno su RT. E dal momento che, a meno che non si tratti di programmi open source, l'utente finale ha solo i files binari, non potrà usarli (a meno di non usare un emulatore... ma un tablet già è meno potente di un pc, se ancora lo rallenti caricandoci sopra un emulatore puoi immaginare i risultati)

    E per quanto riguarda la possibilità di ricompilare le applicazioni... puoi farlo, ma devi disporre dello stesso tool di sviluppo portato sulla piattaforma nuova: per linux, non è mai stato un problema, visto che la maggior parte dei programmi per linux sono scritti in GCC, e GCC è stato portato praticamente su tutte le piattaforme. Ma per windows, ci sono molti tool di sviluppo diversi, alcuni dei quali non sono nemmeno più supportati dai loro produttori (ma vengono ancora usati), quindi la vedo dura.
    non+autenticato
  • Non è questione di compilatore (non tanto, almeno). È questione di API.

    Cioè pezzi di OS che devono essere portati sulla nuova piattaforma/processore.
    Siccome le API Windoze classiche sono strettamene legate ai processori x86, non saranno mai portate su ARM quindi Windoze RT.

    Apple ebbe un problema simile quando sviluppò OS X. All'inizio voleva anche lei fare a meno di portare le API classiche sul nuovo sistema operativo, ma alla fine fu costretta a portarne un grosso subset (le API Carbon) per semplificare il porting delle vecchie applicazioni. Cosa che M$ pare non farà.
  • - Scritto da: MacGeek
    > Non è questione di compilatore (non tanto,
    > almeno). È questione di
    > API.
    >
    > Apple ebbe un problema simile quando sviluppò OS
    > X. All'inizio voleva anche lei fare a meno di
    > portare le API classiche sul nuovo sistema
    > operativo, ma alla fine fu costretta a portarne
    > un grosso subset (le API Carbon) per semplificare
    > il porting delle vecchie applicazioni. Cosa che
    > M$ pare non
    > farà.

    Eh no, invece pare proprio che lo abbia fatto: un corposo subset delle API a 32 bit di WIndows sono su RT, in modo da far girare una serie di cosucce tipo il desktop. Solo che Microsoft le ha tenute "riservate": solo i programmi Made in Redmond possono usarle. Chi prova a chiamarle, non supera la certificazione indispensabile per entrare nello Store. Di questo si sono già lamentati gli sviluppatori di browser (Mozilla in primis) che hanno dichiarato che senza l'accesso a quelle API, è impossibile scrivere un browser per RT che si avvicini alle funzionalità di Explorer 10.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)