Mauro Vecchio

Nokia, le scuse dopo il falso Lumia

Il colosso finlandese ammette l'errore: i video negli spot promozionali del nuovo 920 non sono stati girati grazie alla tecnologia PureView. Avviata una indagine interna

Roma - A pochi giorni dalla presentazione newyorchese dei nuovi Lumia 920 e 820, i vertici di Nokia hanno ammesso il clamoroso errore. Nei video promozionali dei due smartphone basati su Windows 8, le parti filmate non sono frutto della tecnologia PureView, bensì di una comunissima videocamera portatile. Il colosso finlandese ha dunque confermato quanto sostenuto da numerosi blogger: gli spot dei nuovi Lumia sono stati in qualche modo falsificati.

Le pubbliche scuse sono arrivate in un post apparso sul blog aziendale: gli spezzoni video negli spot di Lumia 920 sono stati prodotti con una videocamera e non grazie alla tecnologia integrata PureView, "nel tentativo di dimostrare i benefici della stabilizzazione ottica, che elimina le immagini offuscate e migliora lo scatto in condizioni di scarsa luminosità". Il produttore europeo non avrebbe mai architettato un inganno per milioni di utenti.

Secondo Nokia, il risultato ottenuto nei video promozionali sarebbe del tutto simile a quello garantito da Lumia 920 con tecnologia PureView. La stessa società finlandese ha inoltre ammesso che altri elementi negli spot - alcune fotografie - sono frutto di simulazione. Ci sarà ora un'indagine interna, che resterà privata ma assolutamente "equa". Lo spot sarebbe stato girato nelle fasi di pre-produzione del nuovo modello di smartphone. (M.V.)
Notizie collegate
41 Commenti alla Notizia Nokia, le scuse dopo il falso Lumia
Ordina
  • geniale il fatto che ci spieghino che "ovviamente" si tratta di immagini simulate, non per questo truffaldine, ma intanto avvieranno un'indagine interna, di cui non vedrei l'utilità se effettivamente si trattasse di una "simulazione" e non di un inganno.
  • - Scritto da: napodano
    > geniale il fatto che ci spieghino che
    > "ovviamente" si tratta di immagini simulate, non
    > per questo truffaldine, ma intanto avvieranno
    > un'indagine interna, di cui non vedrei l'utilità
    > se effettivamente si trattasse di una
    > "simulazione" e non di un
    > inganno

    Ma tu credi che l'indagine interna la faranno realmente? Povero illuso. Ovviamente l'ordine è partito dall'alto, forse addirittura da Elop stesso, figurati se faranno qualcosa. Al limite licenzieranno il primo sfigato che non c'entrava nulla perché non è riuscito a coprire l'inganno abbastanza bene.
    non+autenticato
  • no, non credo affatto che l'indagine la facciano; la mia infatti era solo una considerazione sull'ovvietà della contraddizione tra il dire "non c'è niente di male in quel che abbiamo fatto" e "troveremo immediatamente il colpevole di ciò che abbiamo fatto"
  • Clicca per vedere le dimensioni originali

    OIS IS ON / OIS IS OFF
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 11 settembre 2012 11.46
    -----------------------------------------------------------
  • assume diverse forme. Quello che sto vedendo ultimamente è un accentuarsi di pratiche commerciali fuori-riga rispetto alle linee passate. Grazie alla rete, alle discussioni che si intavolano dopo un incidente o una gaffe, come quella che è accaduta alla pubblicità della Nokia per il lancio del suo device Lumia 920 con fotocamera particolare, l'effetto che si raggiunge è superiore rispetto a qualsiasi cartellone, spot o standista carina. Da un paio di giorni assisto a discussioni sull'effettiva truffa operata da Nokia. Funziona così: 1) non hanno usato la fotocamera del nuovo smartphone ma una telecamera dedicata; 2) ma anche se avessero usato lo smartphone per filmare la pubblicità l'effetto sarebbe stato uguale, perché quella tecnologia è strepitosa.
    Se l'obiettivo di Nokia era quello di far parlare del suo smartphone per quello che lo distingue dai suoi acerrimi rivali (il Samsung Galaxy S III e l'imminente iPhone 5) ci è riuscita più grazie alla gaffe che alla pubblicità in sé. La discussione è giunta anche ai telegiornali e sul sito del Wall Street Journal. Oggi tutto il mondo sa che il Lumia 920 avrà il PureView; prima dello 'scandalo' la notizia era confinata nel solo mondo 'hi-tech'.
    non+autenticato
  • Teoria interessante, ma verrà confermata solo quando affiancheranno al video e alle foto "false" quelle realizzate con il Lumia!
    Se una volta confrontate saranno simili o superiori (per il Lumia) allora avranno sfruttato nel modo più geniale la pubblicità, altrimenti saranno guai grossi perchè tutti sapranno che la tecnologia pure view non è come descritta da Nokia...anche se penso proprio che il tuo ragionamento sia corretto e che abbiano architettato tutto quanto...altrimenti avrebbero sicuramente evitato di fare errori così grossolani in fase di montaggio di video e fotoSorride
    non+autenticato
  • Mha, per me hanno fatto una brutta figura. Non so se mi avrebbe fatto riunuciare a comprare un Nokia, ma di certo non mi avrebbe convito a prenderlo.

    Poi per carita il 90% del parco buoi di questa diatriba non ne sa niente. E forse non si accorge nenache della differenza tra la pubblicita e i video mediocri che fa col suo cellSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruttolo
    > Mha, per me hanno fatto una brutta figura. Non so
    > se mi avrebbe fatto riunuciare a comprare un
    > Nokia, ma di certo non mi avrebbe convito a
    > prenderlo.
    >
    > Poi per carita il 90% del parco buoi di questa
    > diatriba non ne sa niente. E forse non si accorge
    > nenache della differenza tra la pubblicita e i
    > video mediocri che fa col suo cell
    Hai ragione diciamo che come inizio non e stato il massimo, io che voglio prendere un tuo cellulare e vedo nel vetro il riflesso di una telecamera riprendendo l'immagine che tu mi dici viene dal cellulare in questione non e davvero una brillante idea per promuoverlo
  • in una azienda della mole di Nokia, le cose non è che sia proprio semplici. Non c'è Jobs padre-padrone che, convinto di una trovata, la impone agli altri. Quale direttore in Nokia si potrebbe permettere di convincere il direttivo e gli azionisti a scommettere i soldi dello sviluppo sostenuti e probabilmente tutto il futuro di Nokia sul fatto che alla fine il boomerang torni in mano loro? Chi li convince gli azionisti che sì, il titolo cadrà ma vedrete a che alla lunga il ritorno in immagine, le vendite, bla bla bla. Non esiste.
    Si sono sbagliati, probabilmente il prodotto non era davvero finito (cosa verosimile perché i tempi di realizzazione dello spot non possono essere accodati a quelli di sviluppo che sono serratissimi per rispettare le date di uscita) e hanno usato la camera, magari la qualità del video sarebbe stata un po' migliore ma passi così (magari è proprio uguale).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gibbo

    > Si sono sbagliati, probabilmente il prodotto non
    > era davvero finito (cosa verosimile perché i
    > tempi di realizzazione dello spot non possono
    > essere accodati a quelli di sviluppo che sono
    > serratissimi per rispettare le date di uscita) e
    > hanno usato la camera, magari la qualità del
    > video sarebbe stata un po' migliore ma passi così
    > (magari è proprio
    > uguale).

    allora, in primo luogo, oltre al filmato hanno anche falsificato le foto in due modi che non possono che definirsi fraudolenti:

    1) hanno scattato le foto in notturna su un set fotografico illuminato da faretti e pannelli riflettenti, questo è uno scatto diffuso in rete da chi passava di lì e se n'è accorto:
    https://sphotos-a.xx.fbcdn.net/hphotos-ash3/578446...

    2) hanno pubblicato un confronto con altri telefoni che non erano stati messi in modalità notturna e perciò mostravano tutto nero. Per scusarsi hanno pubblicato un secondo confronto dove il GS3 era stato messo in modalità notte, e la situazione (sebbene a favore del 920) non era così critica come nelle prime foto diffuse:
    http://www.gadgettweet.com/2012/09/the-real-nokia-...

    Se si aggiunge a questo la storia del video, appare chiaro che hanno costruito ad arte un confronto fatto in modo da esaltare le capacità del 920 oltre il reale, anche sminuendo gli altri telefoni non utilizzandoli al massimo delle loro possibilità o utilizzando condizioni di illuminazione impossibili per un utente medio (il set fotografico).

    Aggiungiamo al tutto che Nokia non è nuova a questo tipo di cose, guardate questo filmato:
    http://www.youtube.com/watch?v=vJpEuMidcSU

    Insomma, suvvia, credete davvero che si siano sbagliati? Diciamo la verità: ci hanno provato, sono stati sgamati e hanno fatto una figuraccia.
    Non avevano fatto i conti con la rete perché sono rimasti a 10 anni fa.
    Non avevano fatto i conti con chi si è accorto per primo, da un solo fotogramma, che c'era un carrello con una telecamera a riprendere la bicicletta, o con chi è passato vicino al set fotografico e ha pensato di pubblicare le foto in rete. Azienda vecchia, mentalità vecchia, queste sono le conseguenze.
    non+autenticato
  • non hai capito, rileggi. Per "hanno sbagliato" intendevo che hanno fatto la furbata e hanno sbagliato a non accorgersi che era sgamabile.
    Contesto l'idea che Nokia possa aver pianificato a tavolino la figuraccia per un ritorno in termini di attenzione sul prodotto, non che non avessero falsificato la pubblicità (cosa indiscutibilmente vera).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gibbo
    > non hai capito, rileggi. Per "hanno sbagliato"
    > intendevo che hanno fatto la furbata e hanno
    > sbagliato a non accorgersi che era
    > sgamabile.
    > Contesto l'idea che Nokia possa aver pianificato
    > a tavolino la figuraccia per un ritorno in
    > termini di attenzione sul prodotto, non che non
    > avessero falsificato la pubblicità (cosa
    > indiscutibilmente
    > vera).

    ah ok, in effetti concordo: fare una cosa del genere solo per attirare attenzione su di sé può essere un boomerang troppo rischioso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gibbo
    > in una azienda della mole di Nokia, le cose non è
    > che sia proprio semplici. Non c'è Jobs
    > padre-padrone che, convinto di una trovata, la
    > impone agli altri. Quale direttore in Nokia si
    > potrebbe permettere di convincere il direttivo e
    > gli azionisti a scommettere i soldi dello
    > sviluppo sostenuti e probabilmente tutto il
    > futuro di Nokia sul fatto che alla fine il
    > boomerang torni in mano loro? Chi li convince gli
    > azionisti che sì, il titolo cadrà ma vedrete a
    > che alla lunga il ritorno in immagine, le
    > vendite, bla bla bla. Non
    > esiste.
    Veramente Nokia ha ceduto terreno nelle quotazioni il giorno in cui ha presentato i suoi nuovi smartphone.
    non+autenticato
  • Ma che diamine,già una volta ci sono stati problemi per pubblicità non conformi alle prestazioni reali di un dispositivo Nokia.Ora fanno il bis ammettendo che c'è stata qualche leggerezza,al lancio di un nuovo prodotto ! Se succede una terza volta non è più un caso,cosa gli costa fare un pubblicità vera al 100% ...mah
    non+autenticato
  • boh vedo che p.i. dorme sulla faccenda udid leak, allora faccio un post OT qui.. sperando che non lo cancelli dopo due min.

    Parrebbe proprio che i dati vengano dalla bluetoad, inc. (fanno/cedono app a 6000 publisher) Che si e' fatta ciuffare il db. Ci sono aspetti ambigui sul timing & co. Ma diciamo sia cosi.

    Quindi la logica conseguenza e' pensare che Antisec li abbia ciucciati dal server e non da un notebook FBI, e han fatto i prankster (come pare suggerire anche il CEO di bluetoad, insolitamente loquace e rapido). Peccato, era piu divertente dai feds.Sorride

    CMQ lo stesso hacker che ha fatto le deduzioni dice :
    I’m still not completely clear on all the technical details. Was BlueToad really the source of the breach? How did the data get to the FBI (if it really did at all)? Or is it possible this is just a secondary breach, not even related to the UDID leak, and it was just a coincidence that I noticed? Finally, why haven’t I noticed any of their applications in the (very few) lists of apps I’ve received?

    quindi il film continuaOcchiolino
    non+autenticato
  • È confermato, i dati sono stati rubati alla BlueToad:

    http://redtape.nbcnews.com/_news/2012/09/10/137814...

    E naturalmente non contengono dati relativi all'account Apple degli utenti.

    Ora bisognerebbe ricacciare in gola tutte le parole dei troll Apple haters.
    ruppolo
    33147
  • sì, beato te, e questi chi sono?
    gli avranno cancellato tutte le multe non pagate e ripulito le fedine penali a tutti per farli uscire con una notiziona del genere.
    e tu che ci credi.
    ma che sei americano?
    A bocca aperta

    una correlazione del 98% vuol dire che quel milione pubblicato dovrebbe essere più o meno tutto il db di bluetoad.
    vediamo se ora anon ne pubblica un altro milione,
    come lo giustificano.

    l'alternativa è che quei dati ce l'hanno un po' tutti...
  • - Scritto da: ruppolo
    > È confermato, i dati sono stati rubati alla
    > BlueToad:
    >
    > http://redtape.nbcnews.com/_news/2012/09/10/137814
    no quello non "conferma" niente (di piu). quello e' l'articolo basato sulle informazioni dell'hacker di cui sopra (cioe la fonte primaria).
    I dubbi che riportavo rimangono aperti

    > E naturalmente non contengono dati relativi
    > all'account Apple degli
    > utenti.
    in italiano sarebbe?

    > Ora bisognerebbe ricacciare in gola tutte le
    > parole dei troll Apple
    > haters.
    che poi sarebbero quelli che dicevano che era Apple che aveva dato i dati ai Feds [cioe non io]? no xche per te sono tutti apple hatersSorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)