Alfonso Maruccia

Visual Studio 2012 in consegna

Microsoft avvia la distribuzione del nuovo IDE. Complemento ideale di Windows 8 e delle nuove app. Ma in dirittura d'arrivo ci sono molte altre funzionalità, anche per i vecchi Seven e XP

Roma - Dopo aver raggiunto la fase RTM e la successiva distribuzione sui canali per sottoscrittori Microsoft, Visual Studio 2012 è ora pronto a cominciare la propria vita commerciale anche sugli scaffali dei negozi (digitali o meno): il nuovo ambiente di sviluppo è pensato per l'utilizzo preferenziale con Windows 8, ed è figlio di una nuova strategia produttiva più veloce e al passo coi tempi.

Visual Studio 2012 è la versione commerciale di una linea di prodotti che comprende anche una edizione "Express" (per "app" Metro/Modern UI) e "Desktop" (per applicazioni x86 complete) - entrambe gratuite e disponibili assieme a Visual Studio "Pro".

Per quanto riguarda la versione commerciale, il pacchetto per lo sviluppo software offre una nuova interfaccia grafica - una caratteristica su cui Microsoft ha puntato molte delle sue scommesse per la stagione autunnale del mercato hi-tech - supporto migliorato allo standard C++, la capacità di realizzare "app" per l'interfaccia Metro/Modern UI.
Assieme a Visual Studio 2012 sono stati poi rilasciati strumenti accessori per l'integrazione dello sviluppo con l'infrastruttura "cloud" di Microsoft (cioè Azure), mentre le (già pianificate) caratteristiche future includeranno la capacità di realizzare software in grado di girare anche su XP oltre che sui sistemi Windows più recenti (Vista, 7, 8).

Sul futuro di Visual Studio 2012 Microsoft ha investito molto, facilitando e migliorando il lavoro del team di sviluppo del software tra le "nuvole" telematiche e promettendo aggiornamenti (bugfix e nuove funzionalità) distribuiti ogni poche settimane.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaWindows 8 e i crucci dell'open sourceSecure Boot non è la fine del mondo e nemmeno di Linux, dice il creatore Torvalds. E Microsoft torna sui propri passi garantendo la disponibilità di una versione aggiornata di Visual Studio Express per desktop
  • BusinessWindows 8, l'OS è fattoMicrosoft annuncia la conclusione dei lavori: Windows 8 arriva alla fase RTM ed è pronto al debutto commerciale. Aperte anche le registrazioni per gli sviluppatori di app
44 Commenti alla Notizia Visual Studio 2012 in consegna
Ordina
  • qualcuno sa se c'è la guida offline magari anche da scaricare a parte?

    grazie.

    p.s. sto scaricando ora il primo file .ISO.
  • - Scritto da: pippo75
    > qualcuno sa se c'è la guida offline magari anche
    > da scaricare a
    > parte?

    Una volta installato puoi downloadare la guida.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > downloadare

    FFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFF c'è tanto bene il verbo 'scaricare', invece tutti a downloadare, googlare, tappare...
    non+autenticato
  • E allora? Siamo informatici mica poeti.

    Sticazzi!



    - Scritto da: Risposta al commento
    > - Scritto da: Zucca Vuota
    > > downloadare
    >
    > FFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFF c'è tanto bene il verbo
    > 'scaricare', invece tutti a downloadare,
    > googlare,
    > tappare...
    non+autenticato
  • Informatico != ignorante || maleducato
    non+autenticato
  • Confermo il problema: ho avuto la cattiva idea di installare il 4.5 sul server del cliente e immediatamente molti programmi hanno smesso di funzionare.

    Alla fine sono dovuto tornare indietro e togliere il 4.5.

    Non capisco perche non abbiamo continuato come prima: ogni versione una directory diversa.

    Se poi consideriamo che non va su XP /2003 (sulle PMI XP domina)...
    non+autenticato
  • basta informarsi prima di effettuare un upgrade in un ambiente di produzione

    http://msdn.microsoft.com/en-us/library/hh367887(v...
  • - Scritto da: Angelo
    > Confermo il problema: ho avuto la cattiva idea di
    > installare il 4.5 sul server del cliente e
    > immediatamente molti programmi hanno smesso di
    > funzionare.

    Ma hai installato la RTM ?

    Certo che di solito si fanno le prove in ambiente di test...


    > Alla fine sono dovuto tornare indietro e togliere
    > il
    > 4.5.
    >
    > Non capisco perche non abbiamo continuato come
    > prima: ogni versione una directory
    > diversa.

    L'altra volta tutti si erano lamentati della confusione per la separazione, visto che il runtime era sempre il 2.0

    di fatto sarebbe dovuto essere

    .net 3.0 => .net 2.2
    .net 3.5 => .net 2.5

    .net 4.0 => .net 3.0
    .net 4.5 => .net 3.5


    > Se poi consideriamo che non va su XP /2003 (sulle
    > PMI XP
    > domina)...

    Ecco questa è una cavolata che potevano risparmiarsi almeno fino a .net 5

    non che sia indispensabile ma molte cose avrebbero fatto comodo, una per tutte la nuova parte per la gestione del parallelismo.
    Quanti server con W2K3 e 8 core poco sfruttati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trollone

    > Quanti server con W2K3 e 8 core poco sfruttati.

    Per questo ti dovrebbe bastare .NET 4.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: Trollone
    >
    > > Quanti server con W2K3 e 8 core poco
    > sfruttati.
    >
    > Per questo ti dovrebbe bastare .NET 4.

    Si con le librerie Plinq le cose sono migliorate, di suo però il 4.5 migliora il prallelismo esistente, in più ti consente un utilizzo più intuitivo (vedi async e await) dei metodi asincroni, estendendo tutto ciò anche ad asp.net
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trollone

    > Si con le librerie Plinq le cose sono migliorate,
    > di suo però il 4.5 migliora il prallelismo
    > esistente, in più ti consente un utilizzo più
    > intuitivo (vedi async e await) dei metodi
    > asincroni, estendendo tutto ciò anche ad
    > asp.net

    Tutto giusto ma se hai esigenze così spinte allora è meglio anche aggiornare il server a 2012 che ha un kernel in grado di sfruttare meglio i vari core (in fondo 2003R2 è di 8-9 anni fa).
    non+autenticato
  • > Tutto giusto ma se hai esigenze così spinte
    > allora è meglio anche aggiornare il server a 2012
    > che ha un kernel in grado di sfruttare meglio i
    > vari core (in fondo 2003R2 è di 8-9 anni
    > fa).

    Chiaro, sarà anche colpa della crisi che c'è, ora si cambia il server solo quando i costi di manutenzione hardware superano quelli di riaquisto.

    E comunque il mio desktop casalingo con un Q6600 (marzo 2007) da il paglione a molti processori recenti. Solo installandoci Win7 64 la macchina è rinata (Punteggio 7.1). Vabbè poi ci ho messo anche 2 SSD in Raid 0 (Punteggio 7.3) Geek
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trollone

    > Chiaro, sarà anche colpa della crisi che c'è, ora
    > si cambia il server solo quando i costi di
    > manutenzione hardware superano quelli di
    > riaquisto.

    Ma sui server vecchi 2012 gi gira solitamente. Basta cambiare s.o. (non che non costi comunque).

    > E comunque il mio desktop casalingo con un Q6600
    > (marzo 2007) da il paglione a molti processori
    > recenti. Solo installandoci Win7 64 la macchina è
    > rinata (Punteggio 7.1). Vabbè poi ci ho messo
    > anche 2 SSD in Raid 0 (Punteggio 7.3)

    Se metti 8 probabilmente migliora ancora. Io ho notato dei buoni miglioramenti rispetto a 7 anche su macchine non recentissime (anche se tutti parlano della nuova UI, non dimentichiamo che 8 ha delle belle novità anche sotto).
    non+autenticato
  • Ecco un altro smanettone della domenica che fa i test in produzione.

    Fossi un mio dipendente saresti licenziato in tronco.


    - Scritto da: Angelo
    > Confermo il problema: ho avuto la cattiva idea di
    > installare il 4.5 sul server del cliente e
    > immediatamente molti programmi hanno smesso di
    > funzionare.
    >
    > Alla fine sono dovuto tornare indietro e togliere
    > il
    > 4.5.
    >
    > Non capisco perche non abbiamo continuato come
    > prima: ogni versione una directory
    > diversa.
    >
    > Se poi consideriamo che non va su XP /2003 (sulle
    > PMI XP
    > domina)...
    non+autenticato
  • Vs 2012 si porta dietro .Net 4.5 che, invece che affiancarsi, sostituisce le DLL di 4.0.

    La differenza tra usare 4.0 e 4.5 a quel punto diventa logica e non più fisica.

    Ebbene ho visto che diversi programmi funzionanti correttamente su .Net 4.0, appena arriva 4.5 vanno in crash (pur essendo configurati e continuando ad usare 4.0).

    E' come se 4.5 fosse anche un Service Pack di 4.0 non completamente compatibile.

    Provare per credere....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lo uso da tempo
    > Vs 2012 si porta dietro .Net 4.5 che, invece che
    > affiancarsi, sostituisce le DLL di
    > 4.0.
    >
    > La differenza tra usare 4.0 e 4.5 a quel punto
    > diventa logica e non più
    > fisica.
    >
    > Ebbene ho visto che diversi programmi funzionanti
    > correttamente su .Net 4.0, appena arriva 4.5
    > vanno in crash (pur essendo configurati e
    > continuando ad usare
    > 4.0).

    E quindi dove starebbe il problema?
    E' nella normalita' delle cose che applicazioni in ambiente winsozz vadano in crash.
  • Mi permetto di spezzare una lancia in favore di MS dicendo che dipende anche da quello che fanno gli sviluppatori.

    Inoltre c'è la remota possibilità che, anche non essendo una release completamente nuova ma solo un'aggiornamento della 4.0, ci siano delle interfacce non retrocompatibili e quindi la app per .NET 4.0 prova a chiamare dei metodi che hanno una differente signature scoppiano.

    Comunque non vedo l'ora di testare il VS2012, ancora non è disponibile la versione stabile sull'MSDNAATriste

    Indubbiamente resterò con il VS2010 almeno un altro anno perché non ho intenzione di tentare la sorte con il passaggio ad un ambiente di sviluppo nuovo perdendo l'uso dei miei attuali plugin e componenti che mi semplificano la vita (senza parlare del fatto che essendo un'enorme bisonte possono esserci bug annidati che verranno fuori con il test dei loro clienti più audaciSorride)

    - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Lo uso da tempo
    > > Vs 2012 si porta dietro .Net 4.5 che, invece
    > che
    > > affiancarsi, sostituisce le DLL di
    > > 4.0.
    > >
    > > La differenza tra usare 4.0 e 4.5 a quel
    > punto
    > > diventa logica e non più
    > > fisica.
    > >
    > > Ebbene ho visto che diversi programmi
    > funzionanti
    > > correttamente su .Net 4.0, appena arriva 4.5
    > > vanno in crash (pur essendo configurati e
    > > continuando ad usare
    > > 4.0).
    >
    > E quindi dove starebbe il problema?
    > E' nella normalita' delle cose che applicazioni
    > in ambiente winsozz vadano in
    > crash.
    non+autenticato
  • - Scritto da: daniele_dll
    > Mi permetto di spezzare una lancia in favore di
    > MS dicendo che dipende anche da quello che fanno
    > gli
    > sviluppatori.

    Se c'e' da spezzargliela sulla testa, ti aiuto volentieri.
    I cosiddetti "sviluppatori", non sono nientaltro che manovalanza sottratta al dissodamento campi a mezzo zappa, convinti che 4 cavolate in VB significhino saper programmare.
    Per questo oggi siamo pieni di quei programmatori li'.
    Ringrazia sempre M$.

    I programmatori che arrivano dal mondo unix hanno due pompelmi nello scroto, altro che gestionali in vb.

    > Inoltre c'è la remota possibilità che, anche non
    > essendo una release completamente nuova ma solo
    > un'aggiornamento della 4.0, ci siano delle
    > interfacce non retrocompatibili e quindi la app
    > per .NET 4.0 prova a chiamare dei metodi che
    > hanno una differente signature
    > scoppiano.

    Anche qui niente di nuovo sotto il sole.
    Le beta le chiamano nuove release.
    Le alfa le chiamano beta.
    Ed e' sempre il cliente pagante a fare il test a proprie spese.
    Poi al limite dopo un paio d'anni esce il service pack.
    Se invece di anni ne passano tre, il service pack si chiama versione successiva (e si paga!)
  • > Anche qui niente di nuovo sotto il sole.
    > Le beta le chiamano nuove release.
    > Le alfa le chiamano beta.
    > Ed e' sempre il cliente pagante a fare il test a
    > proprie
    > spese.
    > Poi al limite dopo un paio d'anni esce il service
    > pack.
    > Se invece di anni ne passano tre, il service pack
    > si chiama versione successiva (e si
    > paga!)

    La beta era fuori dal 29 di febbraio, scaricabile gratuitamente per fare le prove e le segnalazioni.

    Per fare le verifiche a me sono state sufficienti 2 ore di download, 6 minuti di installazione, e poi una ricompilazione dei progetti per la verifica dei warning o semplicemente l'avvio delle applicazioni per vedere se partivano.

    Dopo 6 mesi si lamenta (se è vero) alla RTM ?
    Ma per favore...
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Se c'e' da spezzargliela sulla testa, ti aiuto
    > volentieri.
    > I cosiddetti "sviluppatori", non sono nientaltro
    > che manovalanza sottratta al dissodamento campi a
    > mezzo zappa, convinti che 4 cavolate in VB
    > significhino saper
    > programmare.
    > Per questo oggi siamo pieni di quei programmatori
    > li'.
    > Ringrazia sempre M$.

    Scusami se te lo dico, ma mi sembra un ragionamento da bambini (o, se preferisci mi sembra una inutile trollata)

    Allora è colpa del "web" o dell'inventore di internet se ci sono tanti """webmaster""" in circolazione? (oppure è colpa di frontpage, dreamweaver, joomla, wordpress, drupal, e107, typo3/contao, typolight e via dicendo)

    > I programmatori che arrivano dal mondo unix hanno
    > due pompelmi nello scroto, altro che gestionali
    > in vb.

    è un paragone assolutamente inutile ed insensato, nel mondo commerciale non funziona allo stesso modo del mondo tecnico ... ci sono i programmatori VB ... "manovalanza sottratta al dissodamento campi" ... solo perché le aziende li cercano

    > Anche qui niente di nuovo sotto il sole.
    > Le beta le chiamano nuove release.
    > Le alfa le chiamano beta.
    > Ed e' sempre il cliente pagante a fare il test a
    > proprie
    > spese.
    > Poi al limite dopo un paio d'anni esce il service
    > pack.
    > Se invece di anni ne passano tre, il service pack
    > si chiama versione successiva (e si
    > paga!)

    Ma perché, nel (tuo) mondo del software funziona in modo diverso? I software che scrivi (visto come parli presumo tu sviluppi software) appena arrivano alla release 1.0 sono perfettamente stabili? No, ovviamente ...
    E puoi fare tutti il testing che vuoi, adottare tutti i metodi di sviluppo che ti piacciono (o no) ma non cambierà il discorso che ci saranno bug ... bug che alla fine li trova il cliente.

    Se poi questo lo riproporzioni al fatto che si tratta di un software di dimensioni immense è normale che ci sono problemi che saltano fuori, trattandosi soprattutto di strumenti per sviluppatori.

    Quando mi trovi un'azienda software che non opera in questo modo ... fammelo sapere ^^
    non+autenticato
  • - Scritto da: daniele_dll
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Se c'e' da spezzargliela sulla testa, ti
    > aiuto
    > > volentieri.
    > > I cosiddetti "sviluppatori", non sono
    > nientaltro
    > > che manovalanza sottratta al dissodamento
    > campi
    > a
    > > mezzo zappa, convinti che 4 cavolate in VB
    > > significhino saper
    > > programmare.
    > > Per questo oggi siamo pieni di quei
    > programmatori
    > > li'.
    > > Ringrazia sempre M$.
    >
    > Scusami se te lo dico, ma mi sembra un
    > ragionamento da bambini (o, se preferisci mi
    > sembra una inutile
    > trollata)
    >
    > Allora è colpa del "web" o dell'inventore di
    > internet se ci sono tanti """webmaster""" in
    > circolazione? (oppure è colpa di frontpage,
    > dreamweaver, joomla, wordpress, drupal, e107,
    > typo3/contao, typolight e via
    > dicendo)

    Ovvio. E' colpa di frontpage e similari.

    > > I programmatori che arrivano dal mondo unix
    > hanno
    > > due pompelmi nello scroto, altro che
    > gestionali
    > > in vb.
    >
    > è un paragone assolutamente inutile ed insensato,

    Ma vero.

    > nel mondo commerciale non funziona allo stesso
    > modo del mondo tecnico ...

    Per questo il mondo commerciale fa schifo.

    > ci sono i
    > programmatori VB ... "manovalanza sottratta al
    > dissodamento campi" ... solo perché le aziende li
    > cercano

    Le aziende cercano programmatori con pluriennale esperienza.
    Ma non sono capaci di valutare le risorse.
    Allora le societa' di consulenza sottraggono certa gente dai campi e la rivendono come programmatore con pluriennale esperienza.
    Funziona cosi'.
    E poi il letame, invece che nei campi viene sparso nei server.

    > > Anche qui niente di nuovo sotto il sole.
    > > Le beta le chiamano nuove release.
    > > Le alfa le chiamano beta.
    > > Ed e' sempre il cliente pagante a fare il
    > test
    > a
    > > proprie
    > > spese.
    > > Poi al limite dopo un paio d'anni esce il
    > service
    > > pack.
    > > Se invece di anni ne passano tre, il service
    > pack
    > > si chiama versione successiva (e si
    > > paga!)
    >
    > Ma perché, nel (tuo) mondo del software funziona
    > in modo diverso?

    Certo.
    Io chiamo alfa le alfa, beta le beta, release le release.

    > I software che scrivi (visto
    > come parli presumo tu sviluppi software) appena
    > arrivano alla release 1.0 sono perfettamente
    > stabili? No, ovviamente
    > ...

    Certo che no.
    Ma io mica faccio pagare l'utente che faccia il test al posto mio.

    > E puoi fare tutti il testing che vuoi, adottare
    > tutti i metodi di sviluppo che ti piacciono (o
    > no) ma non cambierà il discorso che ci saranno
    > bug ... bug che alla fine li trova il
    > cliente.

    Vero.
    Ma io non vado a tappezzare di manifesti le strade dicendo che il mio software e' ultrasicuro. E neppure pretendo che sia preisntallato ovunque.

    > Se poi questo lo riproporzioni al fatto che si
    > tratta di un software di dimensioni immense è
    > normale che ci sono problemi che saltano fuori,
    > trattandosi soprattutto di strumenti per
    > sviluppatori.

    Alla fine dove vorresti arrivare?

    > Quando mi trovi un'azienda software che non opera
    > in questo modo ... fammelo sapere
    > ^^

    FSF
  • > Ovvio. E' colpa di frontpage e similari.


    Frontpage è dismesso da circa 10 anni, forse dimenticarlo non sarebbe male.

    Ma era cosi male?

    Visto che comunque si parla di Visual Studio, si potrebbe vedere Visual Web Developer o al limite ma si va più OT SharePoint Designer.
  • - Scritto da: pippo75
    > > Ovvio. E' colpa di frontpage e similari.
    >
    >
    > Frontpage è dismesso da circa 10 anni, forse
    > dimenticarlo non sarebbe
    > male.

    Non devi dirlo a me. Devi dirlo a chi lo usa.

    > Ma era cosi male?

    Praticamente nessun browser era in grado di visualizzare correttamente le pagine fatte con fp, tranne forse qualche versione di ie, ma non ci giuro.

    > Visto che comunque si parla di Visual Studio, si
    > potrebbe vedere Visual Web Developer o al limite
    > ma si va più OT SharePoint
    > Designer.

    Puoi vedere quello che vuoi.
    Sono sempre strumenti che fanno di tutto per ostacolare l'uso dei fogli di stile.
    Un webmaster non puo' prescindere dalla conoscenza di js e dei fogli di stile.
  • >
    > Puoi vedere quello che vuoi.
    > Sono sempre strumenti che fanno di tutto per
    > ostacolare l'uso dei fogli di stile.

    Che strano, versioni 2005, 2008 e 2010 contengono un ottimo editor di CSS, dici che sia per svalutarli e convincere a farne a meno?

    > Un webmaster non puo' prescindere dalla
    > conoscenza di js e dei fogli di
    > stile.

    Eppure in Visual Web c'è un editor di Stili come ne ho visti pochi.

    Che versione di VW hai provato? Non fidarti di quello che dicono gli altri, molte volte con "non si può fare" vogliono dire "non so farlo".
  • - Scritto da: daniele_dll
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Se c'e' da spezzargliela sulla testa, ti
    > aiuto
    > > volentieri.
    > > I cosiddetti "sviluppatori", non sono
    > nientaltro
    > > che manovalanza sottratta al dissodamento
    > campi
    > a
    > > mezzo zappa, convinti che 4 cavolate in VB
    > > significhino saper
    > > programmare.
    > > Per questo oggi siamo pieni di quei
    > programmatori
    > > li'.
    > > Ringrazia sempre M$.
    >
    > Scusami se te lo dico, ma mi sembra un
    > ragionamento da bambini

    E' panda rossa.

    >(o, se preferisci mi
    > sembra una inutile
    > trollata)

    E' panda rossa.
    non+autenticato