Mauro Vecchio

HADOPI, cade il primo pirata francese

Un artigiano è la prima vittima del regime anti-pirateria. Una multa di 150 euro per alcune canzoni di Rhianna: a scaricarle sarebbe stata l'ex-moglie. Ma sarà lui a dover pagare

Roma - Dall'ottobre 2010, i vertici di HADOPI sono riusciti a rastrellare oltre 3 milioni di indirizzi IP, tutti impelagati in attività online di violazione del copyright. Basato sul meccanismo dei tre colpi, il regime francese anti-pirateria ha però portato appena 14 utenti al cospetto della giustizia, su 340 indirizzi arrivati fino al terzo avviso, quello foriero di sanzioni come la disconnessione.

In un piccolo paese nella zona est della Francia, un artigiano di 40 anni potrebbe ora passare alla storia come la prima vittima del regime anti-pirateria, avvisato per tre volte da HADOPI senza offrire risposta alcuna. Un giudice transalpino dovrebbe comminare una multa pari a 150 euro, in seguito allo scaricamento illecito di alcune canzoni della pop-star Rihanna.

Presentatosi in aula, l'uomo ha dichiarato di essere totalmente incapace di effettuare un solo download, puntando il dito contro la ex-moglie per le malefatte del copyright. La versione dell'artigiano non ha convinto il giudice: in qualità di titolare dell'abbonamento Internet - dunque unico responsabile delle attività digitali - avrebbe dovuto fermare la ex-sposa per evitare guai con la legge. Il suo account non verrà comunque disconnesso. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàFrancia, un colpo ai tre colpiIl nuovo ministro alla Cultura Aurélie Filippetti contro i risultati ottenuti finora da HADOPI. L'attuale budget da 12 milioni di euro per la tutela del copyright verrà drasticamente ridotto. La sospensione degli account? Inutile
  • AttualitàUK, antipirateria rimandataLa versione britannica di HADOPI non entrerà in funzione prima del 2014. A confermarlo è stato lo stesso governo di Londra. Soddisfazione da parte dei provider, che non vogliono fare i poliziotti della Rete
134 Commenti alla Notizia HADOPI, cade il primo pirata francese
Ordina
  • Che io sappia ti madnano prima due avvisi e poi al terzo prendono provvedimenti. Diciamo che bisogna mettersi d'impegno per farsi multare...

    cmq qua in francia e vero che i torrent non sono molto diffusi, ma ci sono dei surrogati di pessima qualita che la gente paga...
    non+autenticato
  • Ah ah ah ah ah. Ridicoli piratini rubagalline avete visto cosa succede a chi crede di farla franca?

    Un artigiano è la prima vittima di una lunga serie. Credevate di sfuggire al lungo manganello della giustizia eh?

    E invece no.

    Prima eravate con una faccia così: Sorride

    Ma poi suonano il campanello e voi fate così: Newbie, inesperto

    Arriva il copyright con una faccia così: Arrabbiato

    E poi voi avete una faccia così: In lacrime

    E passerete il resto della vostra vita così: Anonimo

    Parola di SIAE
    non+autenticato
  • - Scritto da: La SIAE
    > Ah ah ah ah ah. Ridicoli piratini rubagalline
    > avete visto cosa succede a chi crede di farla
    > franca?

    Allibito, Carlo, Space, se dovete continuare a raccontarvi e raccontarci storie poliziesche prendete esempio dalla SIAE che scrive post divertentiSorride
    non+autenticato
  • perdonami per quello che ho appena scritto, sono un poveretto.
    non+autenticato
  • Se questi disturbi sono transitori non ti devi preoccupare ... all'artigiano per risolverli sono bastati solo 150 euro.
    non+autenticato
  • forse sbaglio, ma credo che vada considerato che questa e' la multa, verso lo stato, che non estingue il danno alle controparti

    tipo: in auto dopo un incidente in cui hai causato danni a volte ti danno una multa per esempio per eccesso di velocita. pagata la multa poi paghi i danni alla controparte, in una causa civile dei detentori dei diritti, che perdi certamente...

    e' cosi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudy
    > forse sbaglio, ma credo che vada considerato che
    > questa e' la multa, verso lo stato, che non
    > estingue il danno alle
    > controparti
    >
    > tipo: in auto dopo un incidente in cui hai
    > causato danni a volte ti danno una multa per
    > esempio per eccesso di velocita. pagata la multa
    > poi paghi i danni alla controparte, in una causa
    > civile dei detentori dei diritti, che perdi
    > certamente...
    >
    > e' cosi?

    Non è chiaro nell'articolo, il risarcimento, come dici tu sarebbe più giusto, anche se credo non ci sia un'azione diretta della parte offesa, ma solo un procedimento amministrativo, quindi forse si tratta di vera e propria sanzione amministrativa. Ci saranno poi le spese processuali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudy
    > forse sbaglio, ma credo che vada considerato che
    > questa e' la multa, verso lo stato, che non
    > estingue il danno alle
    > controparti
    >
    > tipo: in auto dopo un incidente in cui hai
    > causato danni a volte ti danno una multa per
    > esempio per eccesso di velocita. pagata la multa
    > poi paghi i danni alla controparte, in una causa
    > civile dei detentori dei diritti, che perdi
    > certamente...

    Che perdi certamente e' tutto da dimostrare.
    Se in caso di incidente l'agente accerta che avevi superato i limiti, ti multa, e magari quella multa la paghi perche' non hai tempo ne' voglia di stare a contestare, visto che hai ben altri problemi in quel momento.

    Ma poi, quando andrai in causa civile per i danni eventualmente causati, ci pensera' il tuo avvocato a dimostrare che anche l'altro aveva la sua parte di colpa, per ottenere una sentenza di concorso di colpa.

    Qui uguale.
    Questo poveretto paghera' i 150 euro di multa allo stato, ma quando andra' al processo contro la major, il suo avvocato sara' felicissimo di dimostrare che l'ip non significa niente, che il suo assistito in quel momento era altrove, e chiedera' alla major dei danni ben piu' salati di quei miseri 150, oltre al fatto che alla major resteranno da pagare anche le spese processuali.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Questo poveretto paghera' i 150 euro di multa
    > allo stato,

    Probabilmente neanche quelli perché visto che è stato accertato che non è stato lui a scaricare. La responsabilità penale è PERSONALE, ed è stato accertato che non è lui il colpevole, quindi COME MINIMO c'è un vizio di notifica alla persona sbagliata.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 settembre 2012 12.17
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Questo poveretto paghera' i 150 euro di multa
    > > allo stato,
    >
    > Probabilmente neanche quelli perché visto che è
    > stato accertato che non è stato lui a scaricare.
    > La responsabilità penale è PERSONALE, ed è stato
    > accertato che non è lui il colpevole, quindi COME
    > MINIMO c'è un vizio di notifica alla persona
    > sbagliata.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 14 settembre 2012 12.17
    > --------------------------------------------------

    Pensavo che almeno sapessi leggere... Le ultime righe dell'articolo dicono quello che pensa il giudice sulla responsabilità, che ricade sul responsabile della rete. Ti informo anche che solo per il codice penale è necessario il riconoscimento univoco del responsabile, qui si parla di sanzioni amministrative, quindi nessun errore di notifica.
    Evitiamo di fantasticare con il diritto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > Pensavo che almeno sapessi leggere... Le ultime
    > righe dell'articolo dicono quello che pensa il
    > giudice sulla responsabilità, che ricade sul
    > responsabile della rete.

    Quello che pensa il giudice non conta. Conta cosa dice la legge.

    > Ti informo anche che
    > solo per il codice penale è necessario il
    > riconoscimento univoco del responsabile, qui si
    > parla di sanzioni amministrative, quindi nessun
    > errore di notifica.

    Sì come no. La hadopi è una legge penale.

    > Evitiamo di fantasticare con il diritto.

    Appunto.
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Qui uguale.
    > Questo poveretto paghera' i 150 euro di multa
    > allo stato, ma quando andra' al processo contro
    > la major, il suo avvocato sara' felicissimo di
    > dimostrare che l'ip non significa niente, che il
    > suo assistito in quel momento era altrove, e
    > chiedera' alla major dei danni ben piu' salati di
    > quei miseri 150, oltre al fatto che alla major
    > resteranno da pagare anche le spese
    > processuali.

    Analisi perfetta. Le major non gli faranno causa. Fine della storia.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Qui uguale.
    > > Questo poveretto paghera' i 150 euro di multa
    > > allo stato, ma quando andra' al processo
    > contro
    > > la major, il suo avvocato sara' felicissimo
    > di
    > > dimostrare che l'ip non significa niente,
    > che
    > il
    > > suo assistito in quel momento era altrove, e
    > > chiedera' alla major dei danni ben piu'
    > salati
    > di
    > > quei miseri 150, oltre al fatto che alla
    > major
    > > resteranno da pagare anche le spese
    > > processuali.
    >
    > Analisi perfetta. Le major non gli faranno causa.
    > Fine della
    > storia.

    E quindi si sono buttati i soldi per neinte.
    E quello dopo 3 volte gli resettano il contatore e puo' ricominciare a scaricare.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > >
    > > > Qui uguale.
    > > > Questo poveretto paghera' i 150 euro di
    > multa
    > > > allo stato, ma quando andra' al processo
    > > contro
    > > > la major, il suo avvocato sara'
    > felicissimo
    > > di
    > > > dimostrare che l'ip non significa
    > niente,
    > > che
    > > il
    > > > suo assistito in quel momento era
    > altrove,
    > e
    > > > chiedera' alla major dei danni ben piu'
    > > salati
    > > di
    > > > quei miseri 150, oltre al fatto che alla
    > > major
    > > > resteranno da pagare anche le spese
    > > > processuali.
    > >
    > > Analisi perfetta. Le major non gli faranno
    > causa.
    > > Fine della
    > > storia.
    >
    > E quindi si sono buttati i soldi per neinte.
    > E quello dopo 3 volte gli resettano il contatore
    > e puo' ricominciare a
    > scaricare.
    Sbagliato! Pagherà la multa + le spese processuali e non credo scaricherà mai più nulla in tutta la vita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito

    > Sbagliato! Pagherà la multa + le spese
    > processuali e non credo scaricherà mai più nulla
    > in tutta la
    > vita.

    Che cosa aspetti a trasferire la tua attivita' in francia allora?
  • - Scritto da: Allibito
    > Sbagliato! Pagherà la multa + le spese
    > processuali

    E mica sta in Italia. Pagherà, SE pagherà senza decidere di ricorrere per il vizio di forma, solo i 150 euro. Sempre che li abbia.

    > e non credo scaricherà mai più nulla
    > in tutta la vita.

    Per 150 euro di multa ogni 3 anni?
    Sempre se lo ribeccano, poi...
  • 150 schifi per aver scaricato Rhianna non è molto.
    La galera ci vorrebbe per questa gente dai gusti così osceni Sorride
    non+autenticato
  • Infatti, aggiungerei alti 1000€ per aver contribuito a divulgare musica spazzatura.
  • La caccia alle streghe ha forse funzionato in passato? Non funzionera' neppure oggi.

    I modi per.combattere la pirateria sono altri.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andreabont
    > La caccia alle streghe ha forse funzionato in
    > passato? Non funzionera' neppure
    > oggi.
    >
    > I modi per.combattere la pirateria sono altri.

    Per esempio? Fare spot educativi? Non è una caccia alle streghe che di fatto non esistevano, qui si tenta di arginare un fenomeno diffuso e illegale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > Per esempio? Fare spot educativi?

    Tipo "Non ruberesti mai un'auto" in cui hanno rubato l'opera del musicista che ha composto la colonna sonora di quello spot senza dargli un euro e nemmeno il riconoscimento morale?

    > Non è una
    > caccia alle streghe che di fatto non esistevano,
    > qui si tenta di arginare un fenomeno diffuso e
    > illegale.

    Il fatto stesso che sia diffuso lo rende giusto.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)