Mauro Vecchio

Iran, la Rete senza Google

Bloccati il servizio Gmail e il motore di ricerca della Grande G. Una risposta all'apparizione del film Innocence of Muslims su YouTube? Entro la prossima primavera dovrebbe essere pronta una rete farsi

Roma - In diretta televisiva, il governo iraniano ha annunciato il blocco immediato dei servizi offerti da Google, dalla piattaforma per la gestione della posta elettronica Gmail al più famoso search engine sul web. Scarsi i dettagli, limitatisi al comunicato più stringente: "Google e Gmail verranno filtrati a livello nazionale fino ad ulteriori notifiche".

Nessuna conferma delle indiscrezioni lanciate dal movimento studentesco in Iran: il blocco dei servizi di BigG sarebbe una diretta conseguenza dell'ormai celebre trailer apparso su YouTube, anticipazione di 14 minuti del film che ha scatenato il caos tra i paesi di fede islamica.

Tra proxy e reti VPN, gli utenti iraniani sono finora riusciti ad accedere a piattaforme come Facebook e la stessa YouTube, finite nel mirino delle autorità di stato dopo le proteste popolari contro la rielezione del Presidente Mahmoud Ahamdinejad. Entro la primavera del 2013, il governo di Tehran dovrebbe portare a termine le operazioni per una vera autarchia online.
In lingua farsi, la rete interna sviluppata dal ministero delle Comunicazioni dovrà risultare anni luce lontana dalla cultura di stampo occidentale. Nella prima fase operativa, i tecnici del governo dovrebbero disconnettere le principali agenzie amministrative dalla Rete globale. Prima di coinvolgere i singoli computer privati nel grande scisma digitale.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàWorld of Warcraft, l'embargo iranianoIl publisher Activision Blizzard chiude i cancelli del MMO ai gamer provenienti dall'Iran. Gli States hanno intensificato le restrizioni commerciali nei confronti del governo di Tehran. Furia da parte dei gamer, ormai del tutto isolati
  • SicurezzaIran: il mio malware suona il rockI computer del centro iraniano per l'energia nucleare hanno iniziato a sparare a tutto volume Thunderstruck degli AC/DC. E' un cyberattacco contro i sistemi SCADA. Siemens, nel frattempo, risolve le falle di Stuxnet
  • AttualitàIran, schiaffo ai giganti delle emailIl ministero delle Telecomunicazioni ordina il blocco di tutti quei servizi di posta elettronica forniti da provider esteri. Banche, assicurazioni e operatori telefonici dovranno aprire account .ir
14 Commenti alla Notizia Iran, la Rete senza Google
Ordina
  • Google è semplicemente una grande multinazionale che mira ad avere il monopolio su tutto ciò che riguarda internet per trarne profitti, soprattutto sulla pelle degli internauti, innegabile. Ora ad alcuni potrà anche andar bene l'andazzo, altri non ci stanno, entrambe le posizioni sono condivisibili, ma caso strano ogni volta che si va contro gli interessi di google si leva sempre un belato di cori di disapprovazione da parte di tutti.

    Per quanto riguarda l'Iran, non è ne meglio ne peggio di qualsiasi altra "democrazia", qualcuno potrà tirare fuori il discorso "si ma in Iran uccidono le donne e giustiziano gli omosesssuali" ed io rispondo, in italia le cose sono forse diverse? Quante centinaia di donne vengono massacrate ogni anno nel nostro paese? C'è forse tolleranza per gli omossesuali qui nella nostra moderna democrazia occidentale? Io so che purtroppo anche qui gli omossesuali vengono perseguitati senza che nessuno troppo spesso muova un dito. Lungi da me dal volere difendere l'Iran, sono solo schifato da questa ipocrisia dilagante.

    Comunque esistono tantissime alternative altrettanto valide a google, ixquick, duckduckgo per citarne solo alcuni.
    non+autenticato
  • perfettamente ragione... ma devo essere io a decidere il mio motore di ricerca... non il mio prete... o il capo reich di turno...
    E' questo il punto del discorso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Risposta alla notizia
    > Google è semplicemente una grande multinazionale
    > che mira ad avere il monopolio su tutto ciò che
    > riguarda internet per trarne profitti,
    > soprattutto sulla pelle degli internauti,
    > innegabile. Ora ad alcuni potrà anche andar bene
    > l'andazzo, altri non ci stanno, entrambe le
    > posizioni sono condivisibili, ma caso strano ogni
    > volta che si va contro gli interessi di google si
    > leva sempre un belato di cori di disapprovazione
    > da parte di
    > tutti.


    Mi pare che su internet si parli spesso di censura, indipendentemente dallo stato e dalla multinazionale coinvolta. Ogni tanto sono gli stati che censuarano ogni tanto sono le multinazionali a fare censura. Il "belato di cori" come lo chiami tu si leva comunque. Però c'è chi sente solo quello che vuole sentire
    >
    > Per quanto riguarda l'Iran, non è ne meglio ne
    > peggio di qualsiasi altra "democrazia", qualcuno
    > potrà tirare fuori il discorso "si ma in Iran
    > uccidono le donne e giustiziano gli omosesssuali"
    > ed io rispondo, in italia le cose sono forse
    > diverse? Quante centinaia di donne vengono
    > massacrate ogni anno nel nostro paese? C'è forse
    > tolleranza per gli omossesuali qui nella nostra
    > moderna democrazia occidentale? Io so che
    > purtroppo anche qui gli omossesuali vengono
    > perseguitati senza che nessuno troppo spesso
    > muova un dito. Lungi da me dal volere difendere
    > l'Iran, sono solo schifato da questa ipocrisia
    > dilagante.

    Le differenze ci sono e sono talmente tante che non vale neppure la pena parlarne. Però hai ragione gli ipocriti come te fanno schifo anche a me.

    >
    > Comunque esistono tantissime alternative
    > altrettanto valide a google, ixquick, duckduckgo
    > per citarne solo
    > alcuni.
    non+autenticato
  • Le religioni sono una vera cagata. (a parer mio).
    Tutte o quelle almeno dove un uomo si permette di proclamarsi a portavoce di Dio.
    Un ottima scusa per dettare le PROPRIE leggi.
    non+autenticato
  • Per governare a bacchetta un popolo bisogna lasciarlo nell'ignoranza, l'isolamento da internet mi sembra un passo opportuno in tale direzione.
    non+autenticato
  • a detta di molti internet è inutile

    le major dicono che è solo per i ladri
    i complottisti dicono che è solo per la disinformazione
    i governativi dicono che è solo per diffondere tesi complottiste
    i politici dicono che è solo per pedofili
    le spie dicono che è solo per terroristi
    tutti gli altri ci guardano solo i film porno

    insomma, meglio non averla, almeno a detta di moltiA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gnagno
    > Per governare a bacchetta un popolo bisogna
    > lasciarlo nell'ignoranza, l'isolamento da
    > internet mi sembra un passo opportuno in tale
    > direzione.

    Certamente vero, mi viene in mente il saggio di Goldstein su 1984: "Gli si può concedere libertà intellettuale perché non hanno intelletto".
    Ma non credo che lo scopo sia questo, molto più semplicemente si tratta di limitare la comunicazione con l'esterno per evitare di fare la stessa fine degli altri dittatori islamici, Ahmadinejad ha imparato la lezioncina, non farà lo stesso errore degli altri.

    In ogni caso applicchiamo due pesi e due misure. Quando si tratta di Ahmadinejad è tutto cattivo, quando invece si tratta di Arabia Saudita che pressa RIM la cosa muore lì, quando si tratta di UK che fa snooping dei propri cittadini anche.
    non+autenticato
  • Se ci rifletti bene ci sono pochissime differenze tra la loro teocrazia e la nostra "democrazia".
    non+autenticato
  • Nessuna conferma delle indiscrezioni lanciate dal movimento studentesco in Iran: il blocco dei servizi di BigG sarebbe una diretta conseguenza dell'ormai celebre trailer apparso su YouTube, anticipazione di 14 minuti del film che ha scatenato il caos tra i paesi di fede superstizione islamica.

    FIXED
    non+autenticato
  • in fondo viviamo di superstizioni, tra cui la teoria dell'evoluzione di Darwin alla quale mancano moltissime prove per acquisire una qualsivoglia validità scientifica

    questo per dire che, da entrambi i lati, si vive ormai di sole superstizioni ed imposizioni dall'alto
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > in fondo viviamo di superstizioni, tra cui la
    > teoria dell'evoluzione di Darwin alla quale
    > mancano moltissime prove per acquisire una
    > qualsivoglia validità
    > scientifica
    Ne hai di migliori?
    Prego: il nobel ti aspettaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > in fondo viviamo di superstizioni, tra cui la
    > teoria dell'evoluzione di Darwin alla quale
    > mancano moltissime prove per acquisire una
    > qualsivoglia validità scientifica

    Di prove ce ne sono parecchie http://it.wikipedia.org/wiki/Evoluzione#Prove

    certamente di più delle teorie creazioniste, rettiliane & similiA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > in fondo viviamo di superstizioni, tra cui la
    > teoria dell'evoluzione di Darwin alla quale
    > mancano moltissime prove per acquisire una
    > qualsivoglia validità
    > scientifica

    Balle e leggende è meglio che almeno la guardi la letteratura scientifica invece di sparare stupidaggini!
    non+autenticato
  • - Scritto da: errata corridge
    > Nessuna conferma delle indiscrezioni lanciate dal
    > movimento studentesco in Iran: il blocco dei
    > servizi di BigG sarebbe una diretta conseguenza
    > dell'ormai celebre trailer apparso su YouTube,
    > anticipazione di 14 minuti del film che ha
    > scatenato il caos tra i paesi di fede
    > superstizione
    > islamica.
    >
    > FIXED

    Concordo con te, però viviamo noi stessi un una nazione con un curioso dualismo. Siamo, sostanzialmente, la patria del cattolicesimo, ma allo stesso tempo abbiamo una vastissima pletora di maghi, maghetti, astrologi e altre paganerie varie.
    Quindi, di domenica in chiesa a chiedere aiuto e perdono al Signore, lunedì dal mago a farsi i tarocchi.

    Ironico vero?Occhiolino
    non+autenticato