Mauro Vecchio

Eric Schmidt: la guerra dei brevetti è male

Il chairman di Google attacca Apple per lo scontro con Samsung e l'OS Android. La tutela forsennata della proprietà intellettuale, dice, limita l'innovazione e la scelta degli utenti

Eric Schmidt: la guerra dei brevetti è maleRoma - In preda alla febbre del ballo coreografico Gangnam, il chairman di Google Eric Schmidt si è scagliato contro l'ormai famosa guerra dei brevetti, scatenata da Apple contro Samsung e il sistema operativo Android. Intervenuto al Grand Intercontinental di Seoul per annunciare il lancio del tablet Nexus 7 in terra coreana, Schmidt ha espresso più di una preoccupazione per i possibili effetti nefasti sui consumatori di tutto il mondo.

Nella visione del chairman di BigG, la guerra dei brevetti andrebbe a limitare le possibilità di scelta offerte agli utenti, ostacolando l'innovazione. L'azienda di Mountain View starebbe lavorando alacremente per assicurarsi un posto privilegiato "dalla giusta parte della questione". "Google è per l'innovazione opposta alla guerra dei brevetti", ha spiegato Schimdt nel corso dell'evento coreano.

Nel vasto mercato mobile, le varie aziende dovrebbero così competere solo ed esclusivamente sui prodotti, favorendo la libertà di scelta dei consumatori. Per Schmidt, negli ultimi anni sarebbero emersi troppi brevetti - 200mila stimati - che avrebbero notevolmente complicato il business con una linea d'ostruzionismo basata sulla forte tutela della proprietà intellettuale.
Negli ultimi tre mesi, varie aule di tribunale hanno condannato il sistema operativo Android per la violazione di ben 17 brevetti, 13 dei quali detenuti da Apple. Ma Schmidt non sembra serbare rancore alla Mela: "In realtà, è un partner molto valido. Le nostre due aziende comunicano per tutto il tempo su qualsiasi questione". Evidentemente fa eccezione la questione brevetti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
232 Commenti alla Notizia Eric Schmidt: la guerra dei brevetti è male
Ordina
  • ...Con il sederino altrui! Immagino che Google non avrà problemi a rivelare la sua formula per il page rank...
    non+autenticato
  • Spero tu ti renda conto che il tuo commento non ha senso.
    Apple non ha di certo rivelato a Samsung i suoi disegni tecnici. Son stati bravi gli ingegneri coreani a sviluppare un prodotto molto simile [e tecnicamente superiore, non dimentichiamolo] a quello di cupertino, ottenendo grande successo.
    Ecco, qui subentrano i brevetti, perchè quel "molto simile" può essere contestato e vai di processi e sentenze miliardarie.
    E di conseguenza le reazioni "anti-brevetti" di chi ovviamente, è parte lesa dalle sentenze...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lallo
    > Spero tu ti renda conto che il tuo commento non
    > ha senso.
    >
    > Apple non ha di certo rivelato a Samsung i suoi
    > disegni tecnici.

    Perché, servono i disegni tecnici per copiare forme e interfacce grafiche?

    > Son stati bravi gli ingegneri
    > coreani a sviluppare un prodotto molto simile

    "sviluppare"? Si chiama così, ora, il copiare?

    > [e
    > tecnicamente superiore, non dimentichiamolo]

    Tecnicamente sono inferiori. Inferiore la CPU, inferiore il display, inferiori la qualità dei materiali e la qualità costruttiva.

    > a
    > quello di cupertino, ottenendo grande
    > successo.

    Ovvio, sono tutti capaci di vendere a minor prezzo ciò che viene realizzato sfruttando indebitamente il lavoro di sviluppo degli altri.
    ruppolo
    33147
  • Sembra che Samsung voglia fare causa ad Apple per quanto si ritiene che quest'ultima abbia copiato Samsung per la pochezza dei materiali e superficialita di assemblaggio con il nuovo IP5
    non+autenticato
  • Guarda, io non voglio difendere google, però il page rank secondo te lo dovrebbe rivelare, quindi è qualcosa che tu (e molti altri) non siete in grado di riprodurre; invece un rettangolo con i bordi smussati o un movimento con le dita per ingrandire un'immagine sono un'attimino più facili da concepire.
    E la apple fa leva su queste cose molto "sofisticate", anche perchè di tecnologie innovative non ne vanta praticamente nessuna...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo
    > Guarda, io non voglio difendere google, però il
    > page rank secondo te lo dovrebbe rivelare, quindi
    > è qualcosa che tu (e molti altri) non siete in
    > grado di riprodurre; invece un rettangolo con i
    > bordi smussati o un movimento con le dita per
    > ingrandire un'immagine sono un'attimino più
    > facili da concepire.

    Oh certo, tutto è facile quando lo sai. Chi non sa fare un tubo è proprio il primo a dirlo.

    > E la apple fa leva su queste cose molto
    > "sofisticate", anche perchè di tecnologie
    > innovative non ne vanta praticamente
    > nessuna...

    Certamente, nessuna, però ha rivoluzionato il mondo mobile.
    Puoi farlo anche tu, no? Mica servono tecnologie innovative...
    ruppolo
    33147
  • Personalmente credo che i brevetti siano utili ma entro un certo limite.
    Purtroppo i colossi industriali sono talmente inseriti nella politica che sono in grado di influenzare le leggi sui brevetti. Queste leggi sono nate con lo scopo di tutelare gli autori di innovazioni (quelle vere che fanno fare reali passi aventi alle scoperte dell'essere umano). Poi però le grandi industrie ci hanno messo il becco e tutto è cambiato: niente più condivisione di idee. È giusto tutelare gli autori ma come dice Lessing nella storia dell'umanità le invenzioni sono sempre scaturite da uomini che hanno saputo "riutilizzare" le idee di altri. Oggi questo è molto difficile da fare perché si brevettano addirittura semplici idee non concretizzate e quindi solo un'azienda potrà portare a termine il progetto originale e le altre o cercano di copiare o si buttano su altro. Il problema che nel mondo smartphone, oggi, le caratteristiche si devono assomigliare per forza perché non si può pretendere che se una azienda inventa il touchscreen le altre debbano rimanere ai tastini. Secondo me è giusto che chi inventa una cosa se ne goda i diritti ma per un tempo limitato. L'altra questione è che sempre di smartphone si parla e non di un qualcosa che ti salva la vita perciò vedere file di gente che per giorni sta in fila davanti al negozio per uno smartphone che costa minimo 729 euro di questi tempi mi fa un restare un po perplesso! Io ho uno smartphone pagato 300 quindi 429 in meno dell'iPhone 5 e non mi sembra che ci siano differenze significative abbastanza da BUTTARE 429 euro!!! Alla fine alla Apple il grande lavoro fatto (quello che fa davvero la differenza) è il marketing. Hanno creato nell'immaginario collettivo un'idea cosi forte da far spendere 729€ per uno smartphone anche a gente che siri non sa e non saprà mai che cos'è!! Alla fine se si pensa alla situazione economica odierna e alle vendite degli smartphone (su cui sto facendo una tesi per cui conosco i dati di vendita delle principali produttrici) l'unica spiegazione è questa! L'immagine! Perché hai comprato l'iPhone tu che non sai neanche che vantaggi di da? Perché è figo!
    non+autenticato
  • Queste leggi sono nate NON per tutelare gli inventori, ma per diffondere il sapere contro il "segreto industriale". L'intento è: tu mi riveli i tuoi segreti, e io (stato) ti garantisco un monopolio per 20 anni ma in quell'ambito specifico. Questo fa sì che uno possa prendere spunto da quanto rivelato per applicarlo senza problemi in altri ambiti, o possa usarne nello stesso dopo 20 anni.
    I brevetti sul software invece NON hanno nessun effetto positivo, perché contrariamente a quanto pare credere la gran parte degli autori di questi post, la difficoltà non sta nell'avere l'idea ma nel realizzarla bene. Il software è molto incrementale, se per ogni idea nuova si dovesse ottenere il permesso per le 100 idee precedenti su cui fa leva, saremmo finiti, ed infatti la stortura dei brevetti software che stiamo vivendo sta qui. Inoltre con il deposito del brevetto software si indica l'idea astratta, non si deposita il codice sorgente. Pertanto OGNI implementazione viene vietata, e nessuno impara nulla dal brevetto.
    Che poi ci sia spinti fino a brevettare pure le forme geometriche come se costituissero vera innovazione è una FOLLIA altrettanto grande.
    Vogliamo poi ricordare che es. l'interfaccia grafica, il mouse, la rete ethernet, la stampante laser e molto altro NON l'ha inventato Apple, né Microsoft, ma Xerox nel suo laboratorio PARC?
    Se fossero esistiti i brevetti software allora Apple sarebbe fermo ancora ad un presumibile "Apple XII" ancora senza tastierino numerico (che certamente non ha inventato lei ;P).
    Oggi, grazie ai brevetti, qualunque sviluppatore, per quanto possa fare un programma semplice e banale, è praticamente passibile di essere trascinato in tribunale e processato, non vi pare una follia? Certo, non succederà, come non succede che tutti i nostri figli finiscano in galera per violazione del copyright (altro, seppur diverso, aspetto da riformare) quando si copiano un dvd o scaricano qualcosa da internet, ma il fatto stesso che tale sia la legge dovrebbe far inorridire e reagire.
    Pertanto, concludendo, un NO assolutamente deciso ai "brevetti sulle idee", i brevetti software, che dovrebbero essere illegali in Europa ma che tramite il sotterfugio del "non brevettiamo il sofware in sé, ma il software eseguito da un calcolatore, quindi qualcosa di fisico" terrorizzano anche il nostro continente.
    Non facciamoci ridurre a inetti dagli interessi delle grosse corporation di escludere dal mercato e dalla competizione chiunque non sia grosso come loro, non permettiamo che l'innovazione venga frenata e gestita da questi potentati.
    non+autenticato
  • Seul. Il resto è fuffa.

    Da ribadire: no patent, no investment!
    Niente accordo di licenza? Niente causa? Spiegalo agli azionisti, se poi altri vendono più "ferro".
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Seul. Il resto è fuffa.
    >
    > Da ribadire: no patent, no investment!
    > Niente accordo di licenza? Niente causa? Spiegalo
    > agli azionisti, se poi altri vendono più
    > "ferro".

    Gli "azionisti"?
    Ce ne sono di due specie:
    I piccoli azionisti che vanno in perdita o si beccano le briciole.
    I grandi azionisti che manovrano la borsa e guadagnano sempre, anche quando investono in scatole vuote.
    E i brevetti "fuffa" fanno appunto comodo a questa categoria di azionisti.
    BASTA PRENDERE PER IL NASO LA GENTE Arrabbiato
    I brevetti si devono fare solo per le vere invenzioni, provate e funzionanti. Non si devono inoltre fare per certe categorie di prodotti (tipo ferri chirurgici ed altre cosine... Mi ricordo il Vaccino antitubercolare che non fu brevettato).
    In questo tipo di civiltà si è dimenticato il valore dell'onore e della gloria personale, ma si pensa solo alla pancia tanto da riempirla il più possibile fintanto che scoppia.
    I riconoscimenti per i veri inventori ci devono essere, e devono anche esserci riconoscimenti con titoli e anche denaro (ovvio), ma basta con stè multinazionali e alla loro avidità. Arrabbiato
    Mentre la Apple sforna l'ipod cazz in Cina lavorano come schiavi per loro!
  • sono con te al 101%, occorre dirlo una volta per tutte che queste multinazionali creano solo povertà e rimbambimento, nel mio palazzo c'è gente che ha l'iphone e non ha i soldi per pagare le bollette, grazie al " genio" della mela.......,che è stato addirittura paragonato a Leonardo da Vinci, cose da pazzi, sarebbero da citare loro in tribunale per danni materiali e morali, e chiuderli tutti.
    non+autenticato
  • Già loro hanno anche gli psicologi che creano le strategie per acciappare i pirla! Come fa anche FB del resto....
    Purtroppo l'umanità non è ancora del tutto evoluta... Ma ciò non giustifica le furberie.
  • Non sono così tanto d'accordo: se uno è così somaro da faticare ad arrivare a fine mese però si compra l'aifon da 800 euri, beh... è giusto che muoia di fame: si chiama selezione naturale
    non+autenticato
  • sono pieanamente in linea con Paolo....
  • Infatti in prima persona Google non s'è mai mossa. Perché queste dichiarazioni sembrano annunciare che le cose stanno per cambiare?
    non+autenticato
  • Ma di chi credi sia Motorola Mobility?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Ma di chi credi sia Motorola Mobility?

    Google è Google, Motorola Mob è di Google. Agisce per suo conto, e dispone di sue risorse/brevetti.
    Detto ciò, forse non hai inteso il senso di quello che stavo scrivendo: Google non è mai intervenuto "direttamente" in cause di brevetti riguardanti Android/telefonia, lasciando questo lavoro a chi produce i dispositivi, Motorola inclusa.
    E seguendo il detto "Excusatio non petita, accusatio manifesta" mi viene da pensare che questo mettere le mani avanti ( << le guerre di brevetti sono sbagliate, ma faremo tutto il necessario per tutelarCI > >), preluda all'ingresso in scena di Google.
    Con Motorola hanno acquisito brevetti relativi a tecnologie concrete, ma è da anni che brevettano le proprie ed acquistano da IBM brevetti software.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Barbagianni
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Ma di chi credi sia Motorola Mobility?
    >
    > Google è Google, Motorola Mob è di
    >
    Google. Agisce per suo conto, e
    > dispone di sue
    > risorse/brevetti.
    > Detto ciò, forse non hai inteso il senso di
    > quello che stavo scrivendo: Google non è mai
    > intervenuto "direttamente" in cause di brevetti
    > riguardanti Android/telefonia, lasciando questo
    > lavoro a chi produce i dispositivi, Motorola
    > inclusa.

    Forse non è chiaro un concetto: Motorola Mobility non è più un'azienda governata da Motorola, è una azienda di proprietà Google governata da Google. Quindi se "Motorola" decide di andare in tribunale contro altri, è Google che sta decidendo di andare in tribunale contro altri.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    >
    > Forse non è chiaro un concetto: Motorola Mobility
    > non è più un'azienda governata da Motorola, è una
    > azienda di proprietà Google governata da Google.

    Guarda che questo è esattamente quello che è stato negato al momento dell'acquisizione di Motorola. E cioè che Motorola non sarebbe stata integrata in Google, ma avrebbe continuato ad esistere come entità a sè stante. Infatti non produce i telefoni marchiati "Google", ma "Motorola".
    Motorola ha il suo CdA, indubbiamente con gente di Google, ma non è Google. Capisci? Io possiedo un cane, è addestrato e gli do degli ordini, ma il mio cane non è me. Posso ordinare al mio cane di mordere qualcuno, il che è diverso dal fatto che io mi metta a mordere qualcuno. E' chiaro?
    non+autenticato
  • questo in faccia a tutti i troll secondo cui apple vorrebbe convincere i suoi clienti che non c'è mai niente che non va...
    "abbiamo fallito", miglioreremo anche grazie ai vostri feddback ma intanto usate le mappe della concorrenza...
    più di così...
    un gran signore, una grande azienda

    http://www.apple.com/letter-from-tim-cook-on-maps/
    non+autenticato
  • - Scritto da: max
    > questo in faccia a tutti i troll secondo cui
    > apple vorrebbe convincere i suoi clienti che non
    > c'è mai niente che non
    > va...
    > "abbiamo fallito", miglioreremo anche grazie ai
    > vostri feddback ma intanto usate le mappe della
    > concorrenza...
    > più di così...
    > un gran signore, una grande azienda
    >
    > http://www.apple.com/letter-from-tim-cook-on-maps/

    volevo dire Tim Cook ovviamente... Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: max
    > - Scritto da: max
    > > questo in faccia a tutti i troll secondo cui
    > > apple vorrebbe convincere i suoi clienti che non
    > > c'è mai niente che non
    > > va...
    > > "abbiamo fallito", miglioreremo anche grazie ai
    > > vostri feddback ma intanto usate le mappe della
    > > concorrenza...
    > > più di così...
    > > un gran signore, una grande azienda
    > >
    > >
    > http://www.apple.com/letter-from-tim-cook-on-maps/
    >
    > volevo dire Tim Cook ovviamente... Sorride

    Granz signore grande azienda si... peccato che se lo fa google i tuoi amici macachi corrano a dire "Ecco! Ti devi comprare il telefono e devi pure fare da beta tester!". Era meglio se diceva "Non sono le mappe che sbagliano!!! Siete voi che andate nenei posti sbagliati!Arrabbiato"
    EDIT: Corrette un po' di dislessieOcchiolino
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 settembre 2012 17.14
    -----------------------------------------------------------
  • No, quella è una lettera ai suoi beta testers.
    Ma non era un sistema a prova di professionisti?
    Cavolo tutte ste app di android fatte malissimo che mi crashano..oh non se ne può più
    non+autenticato
  • Ma svegliati! Che diavolo volevi che dicesse?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)