Mauro Vecchio

California, due leggi per la privacy social

Datori di lavoro e università non potranno più sorvegliare le attività di dipendenti e alunni su Facebook o Twitter. Vietato chiedere username e password

Roma - Con un post sulla sua pagina Facebook, l'attuale governatore della California Jerry Brown ha annunciato l'introduzione di due leggi a tutela della privacy di milioni di studenti e dipendenti nello stato a stelle e strisce. Capi d'azienda e istituzioni universitarie non potranno più controllare le attività social di alunni e sottoposti.

"Oggi ratifico l'Assembly Bill 1844 e il Senate Bill 1349, che vietano a università e datori di lavoro di richiedere i vostri indirizzi di posta elettronica e le password sui principali social media - scrive Brown su Facebook - Lo stato della California ha guidato la rivoluzione dei social media. Queste due leggi proteggono i cittadini da invasioni indesiderate negli account".

Un vero e proprio muro eretto dal legislatore californiano, per evitare che un'azienda possa inserire la consegna delle credenziali d'accesso tra i requisiti per l'assunzione. Nessun datore di lavoro potrà punire - tantomeno licenziare - un dipendente per non aver consegnato username e password su Facebook o Twitter. Una disposizione già adottata in altri stati statunitensi, dall'Illinois al Maryland.
Nelle predisposizioni del Senate Bill 1349, i vari college a stelle e strisce non potranno richiedere le password agli iscritti. Una pratica sempre più diffusa negli States, in particolare per quegli alunni che giocano nelle squadre sportive dei vari atenei. Entrambe le leggi avranno effetto a partire dal prossimo 1 gennaio.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia California, due leggi per la privacy social
Ordina
  • ... posto che mi sembra fuori dal mondo che chicchessia mi chieda le mie credenziali di accesso a facebook etc. (anche se mi sembra ovvio come fregarli... account "ufficiale" Nome Cognome la cui password la do a tutti e non ci scrivo nulla e account "ufficioso" Nome Cognome Secondo con cui mi faccio i cavoli miei), mi stupisce che ci voglia una legge per questa cosa.
    Sinceramente se qualcuno me lo chiedesse perderebbe 3000 punti nella mia scala di fiducia in tale persona (in una scala che va da 0 a 100)
  • - Scritto da: pentolino
    > ... posto che mi sembra fuori dal mondo che
    > chicchessia mi chieda le mie credenziali di
    > accesso a facebook etc. (anche se mi sembra ovvio
    > come fregarli... account "ufficiale" Nome Cognome
    > la cui password la do a tutti e non ci scrivo
    > nulla e account "ufficioso" Nome Cognome Secondo
    > con cui mi faccio i cavoli miei), mi stupisce che
    > ci voglia una legge per questa cosa.

    ti sei dimenticato l'account "medio italiano" per cuccare
    le tipe, l'account "007" per le investigazioni private,
    l'account "hacker" per lo spionaggio commerciale/industriale/ecc.,
    l'account "finto amico" per il social engineering, ecc...