Mauro Vecchio

Di copyright, scariconi e leggi planetarie

In Giappone, i download illeciti saranno puniti con il carcere. Mentre negli States si discute sulla possibilitÓ di far passare i player al vaglio del Congresso. A Panama, una legge mai vista sulla protezione del copyright

Roma - Dal paese del Sol Levante agli Stati Uniti, fino alla Repubblica di Panama. L'inasprimento della tutela del copyright si estende agli angoli del pianeta, contro la condivisione illecita di contenuti sulle principali piattaforme del web. In Giappone, tutti gli utenti che verranno colti a scaricare materiale pirata rischieranno fino a 2 anni di prigione, conditi con una multa pari a 2 milioni di yen (20mila euro circa).

Le attività online di download di film e musica non saranno più trattate in sede civile, piuttosto come autentici reati. Il legislatore nipponico ha dunque accolto le insistenti pressioni dei discografici locali, che temono da anni per il futuro dell'intera industria, schiacciata da un tasso di pirateria di 10 a 1 rispetto ai download su piattaforme autorizzate. Più di 4 miliardi di contenuti pirata contro i 440 milioni di acquisti legali.

In vigore dagli inizi di questo ottobre, le nuove regole vanno dunque a sommarsi a quelle già presenti per quanto concerne il caricamento di contenuti tra i vasti meandri del web. Anche qui, attività punite a livello penale, con una pena massima di 10 anni di prigione e una sanzione pecuniaria di 10 milioni di yen (100mila euro).
Dal Giappone agli Stati Uniti, dove l'ex-boss del copyright Ralph Oman ha abbozzato una proposta legislativa per far passare qualsiasi tecnologia multimediale sotto la lente del Congresso a stelle e strisce. Tutti i produttori di device e player dovrebbero così sottostare ad un insieme di regole legislative - nel Copyright Act del 1976 - per ottenere una sorta di etichetta anti-pirateria.

Dagli Stati Uniti all'istmo di Panama, dove il disegno di legge 510 attende il via libera da parte del governo locale. "La peggiore legge sul copyright nella storia dell'universo", come sottolineato dall'esperto Cory Doctorow sulle pagine online di BoingBoing. Ai vertici della Direcciˇn General de Derecho de Autor (DGDA) verrebbero garantiti dei poteri in effetti mai visti nella storia del diritto d'autore.

In sostanza, gli scariconi del web rischierebbero sanzioni astronomiche - fino a 200mila dollari per i casi recidivi - per le attività di download illecito. Il dettaglio più curioso è un altro: i soldi ottenuti da DGDA andrebbero a finanziare lo stesso ufficio del copyright, senza sborsare un solo dollaro per ricompensare gli artisti. Le etichette discografiche potranno denunciare separatamente i singoli account delle reti di condivisione.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàGiappone, carcere per gli scariconiPassa l'emendamento all'attuale legge nipponica sul diritto d'autore. Il download pirata sarÓ punito con un massimo di 2 anni di prigione. Sanzioni valide anche per chi copia CD o DVD. E spunta un'idea per lo spionaggio delle connessioni
  • AttualitàDanimarca, come battere i pirati?Svelata l'iniziativa del ministero della Cultura per prevenire la condivisione illecita dei contenuti. Educazione, sensibilizzazione, alternative legali. Ma anche un accordo tra provider per il blocco dei siti pirata
  • AttualitàUSA, pronta l'HADOPI d'oltreoceanoNon tre ma sei avvisi graduali. Per "educare" gli utenti statunitensi al rispetto del diritto d'autore. Ma i provider potrebbero anche optare per le disconnessioni
89 Commenti alla Notizia Di copyright, scariconi e leggi planetarie
Ordina
  • mettere in galera anche tutti gli amministratori delegati le cui società fornisco servizi adsl oltre 1 Mbit. E' evidente che la finalità è quella di spianare la strada alla pirateria.Sorride
    non+autenticato
  • Se qualcuno scarica materiale protetto da copyright è che il provider glielo ha permesso, come minimo c'è il suo concorso in questo crimine, senza il suo servizio il crimine non sarebbe stato commesso. Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > mettere in galera anche tutti gli amministratori
    > delegati le cui società fornisco servizi adsl
    > oltre 1 Mbit. E' evidente che la finalità è
    > quella di spianare la strada alla pirateria.
    >Sorride

    col 56 K a consumo mica era così facile...
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > mettere in galera anche tutti gli amministratori
    > delegati le cui società fornisco servizi adsl
    > oltre 1 Mbit. E' evidente che la finalità è
    > quella di spianare la strada alla pirateria.
    >Sorride
    Assolutamente no, ma se si chiede un controllo, devono collaborare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: prova123
    > > mettere in galera anche tutti gli amministratori
    > > delegati le cui società fornisco servizi adsl
    > > oltre 1 Mbit. E' evidente che la finalità è
    > > quella di spianare la strada alla pirateria.
    > >Sorride

    > Assolutamente no, ma se si chiede un controllo,
    > devono collaborare.

    E infatti, poi se i privati criptano e usano sistemi distribuiti c'e' poco da mostrare pero' loro collaborano.
    krane
    22544
  • Gli scariconi gente inutile che non produce niente e solo capaci di commettere crimini!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > Gli scariconi gente inutile che non produce
    > niente e solo capaci di commettere
    > crimini!
    >
    gente inutile che non produce niente? Lo dici tu questo!!
    Kim ha prodotto un sacco di musica...
    E sta lanciando un servizio innovativo per finanziare gli artisti...
    almeno abbi un po' di rispetto per chi non la pensa come voi...
    E Dario Fo si e' schierato dalla nostra parte ed e' un premio Nobel per la letteratura... io ci andrei piano con il dire che chi non la pensa come voi e' "gente inutile che non produce niente"...
    Gli intermediari degli artisti sono "gente inutile che non produce niente"
    casomai...ossia le major...l'unica cosa che producono sono legge liberticide!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: Carlo
    > > Gli scariconi gente inutile che non produce
    > > niente e solo capaci di commettere
    > > crimini!
    > >
    > gente inutile che non produce niente? Lo dici tu
    > questo!!
    > Kim ha prodotto un sacco di musica...
    > E sta lanciando un servizio innovativo per
    > finanziare gli
    > artisti...
    > almeno abbi un po' di rispetto per chi non la
    > pensa come
    > voi...
    > E Dario Fo si e' schierato dalla nostra parte ed
    > e' un premio Nobel per la letteratura... io ci
    > andrei piano con il dire che chi non la pensa
    > come voi e' "gente inutile che non produce
    > niente"...
    > Gli intermediari degli artisti sono "gente
    > inutile che non produce
    > niente"
    > casomai...ossia le major...l'unica cosa che
    > producono sono legge
    > liberticide!!!
    Kim non ha prodotto un bel niente, tranne un baraccone per arricchirsi rubando il lavoro altrui in nome di una libertà di cui non conosce il significato (o meglio finge di non conoscere).
    Il nuovo baraccone non servirà a finanziare gli artisti, perchè l'artista non ha bisogno di un sito per divulgare le sue opere, ne esistono a bizzeffe anche Y.T. ma ha bisogno di un produttore che lo finanzi e che permetta all'opera di non rimanere nel cassetto, ma diventare musica e non basta certo uno studietto da 30Ç l'ora per fare un disco (come letto qui).
    le major non fanno leggi, semmai ne chiedono per difendere il proprio lavoro e i propri dipendenti.
    Quelli come Kim non sono effettivamente inutili, ma dannosi, e i danni che producono all'occupazione e alla creatrività, nemmeno li immagini (o anche tu fai finta. Gli intermediari servono e solo per questo esistono. Gli artisti hanno la facoltà di farne a meno, se credono e se non lo fanno una ragione ci sarà, non sono tutti sprovveduti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: Franky
    > > - Scritto da: Carlo
    > > > Gli scariconi gente inutile che non produce
    > > > niente e solo capaci di commettere
    > > > crimini!
    > > >
    > > gente inutile che non produce niente? Lo dici tu
    > > questo!!
    > > Kim ha prodotto un sacco di musica...
    > > E sta lanciando un servizio innovativo per
    > > finanziare gli
    > > artisti...
    > > almeno abbi un po' di rispetto per chi non la
    > > pensa come
    > > voi...
    > > E Dario Fo si e' schierato dalla nostra parte ed
    > > e' un premio Nobel per la letteratura... io ci
    > > andrei piano con il dire che chi non la pensa
    > > come voi e' "gente inutile che non produce
    > > niente"...
    > > Gli intermediari degli artisti sono "gente
    > > inutile che non produce
    > > niente"
    > > casomai...ossia le major...l'unica cosa che
    > > producono sono legge
    > > liberticide!!!
    > Kim non ha prodotto un bel niente,

    Neanche tu, mai.

    tranne un
    > baraccone per arricchirsi rubando il lavoro


    No no fornendo un servizio che era molto richiesto, in modi e modalità efficiente, efficaci ed economiche.
    Un servizio di cybrlocking che è una specie di "Wcloud" di cui tanti si riempiono la bocca, ma senza controlli.


    > altrui in nome di una libertà di cui non conosce
    > il significato (o meglio finge di non
    > conoscere).

    Una cosa è certa: tu non fingi, nella tua cultura la libertà è una paroal priva di significato.

    > Il nuovo baraccone non servirà a finanziare gli
    > artisti,

    E certo, lo hai deciso tu, dall'alto della tua triennale in scienze merendinarum.

    > perchè l'artista

    Tu non sei un artista e non puoi parlare a nome loro.


    > le major non fanno leggi,


    Tramite le lobby invece si.

    > semmai ne chiedono per
    > difendere il proprio lavoro e i propri
    > dipendenti.
    >

    Sie la marmotta incartava la cioccolata.

    Ma chi vuoi che ti creda?

    > Quelli come Kim non sono effettivamente inutili,

    A differenza di te che inutile lo sei senza ombra di dubbio alcuno.

    > Gli intermediari
    > servono e solo per questo esistono.

    Non gli intermediari come te.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > Gli scariconi gente inutile che non produce
    > niente e solo capaci di commettere
    > crimini!

    Ma quelli non erano i videotechini?
    Mi sa che ti stai confondendo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > Gli scariconi gente inutile che non produce
    > niente e solo capaci di commettere
    > crimini!

    Perchè tu che produci?
    Perchè tu non commetteresti crimini? Che solo le diffamazioni che spargi ogni giorno...
    non+autenticato
  • Ma nemmeno tu produci nulla, quindi sei altrettanto inutile.
    Gli scariconi, però, a differenza di te, non pretendono di essere pagati per non produrre nulla.

    P.s. hai sentito che c'è chi ha chiesto di toglierti il ban su videotecheforum?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Ma nemmeno tu produci nulla, quindi sei
    > altrettanto
    > inutile.
    > Gli scariconi, però, a differenza di te, non
    > pretendono di essere pagati per non produrre
    > nulla.
    >
    > P.s. hai sentito che c'è chi ha chiesto di
    > toglierti il ban su
    > videotecheforum?


    Beh si vede che trollare e insultare nei forum di mezza italia è considerata opera meritoria in certi ambienti.
    non+autenticato
  • Ho finalmente trovato la prova che tutti aspettavano da tempo.

    La domanda e' molto semplice: quanti sono i fessi che ancora comprano CD musicali quando e' possibile scaricarli aggratis dalla rete?

    Le major e i videotechini hanno dato una chiara risposta a questa domanda: zero.

    Oggi pero' ho trovato un dato.
    In questa pagina, da leggere tra le righe.
    http://www.corriere.it/spettacoli/12_ottobre_02/ab...

    In questa pagina si parla dei CD piu' venduti di sempre, dati forniti dalla Official Charts Company, quindi le major.

    Pare che la cantante Adele, che ha iniziato la sua carriere artistica da neanche 2 anni, quindi con ADSL ben diffuse in tutte le case, abbia venduto in soli 18 mesi ben 3 milioni e 500 mila CD.

    Quindi torniamo alla domanda iniziale: quanti sono i fessi che nonostante si possa scaricare la musica aggratis, ancora comprano i CD?
    Zero?
    E quindi quanto incide la pirateria sulle vendite?

    Il dato e' che una sola artista, in meno di 2 anni, ha venduto tanti cd quanti gli Abba in 30 e passa anni.
    Una sola artista.

    Ah, trascurabile ed ininfluente particolare: Adele sa cantare, a differenza di tanti altri pupazzi buttati sul palco solo per la loro bella faccia e un buon playback alle spalle.
  • E infatti hai ragione. Ora... parla dell'Inghilterra, Stato in cui sei obbligato per legge a fornire la password di qualsivoglia servizio di rete/computer tu stia usando se sospettato di illeciti. NB: sospettato!

    Vabbeh...

    Cmq, di fatto ho una collezione di DVD che conta 1200 film, credo di averne pagati pochi pi˙ di 10 euro. Anzi, qui si trovano a 4,99 euro dopo tre annetti. Tutto legale... lo stesso vale per la musica (i CD). Perˇ con la differenza che gli aBBa costicchiano ancora.

    Quind se il prezzo é giusto (onesto), non vedo dove sia il problema nell'acquistare l'originale.

    Poiché il prezzo NON é onesto, in realtß sono le majors con i CEO che girano con l'aereo aziendale a dover rivedere i loro conti senza il nostro contributo.


    - Scritto da: panda rossa
    > Ho finalmente trovato la prova che tutti
    > aspettavano da
    > tempo.
    >
    > La domanda e' molto semplice: quanti sono i fessi
    > che ancora comprano CD musicali quando e'
    > possibile scaricarli aggratis dalla
    > rete?
    >
    > Le major e i videotechini hanno dato una chiara
    > risposta a questa domanda:
    > zero.
    >
    > Oggi pero' ho trovato un dato.
    > In questa pagina, da leggere tra le righe.
    > http://www.corriere.it/spettacoli/12_ottobre_02/ab
    >
    > In questa pagina si parla dei CD piu' venduti di
    > sempre, dati forniti dalla Official Charts
    > Company, quindi le
    > major.
    >
    > Pare che la cantante Adele, che ha iniziato la
    > sua carriere artistica da neanche 2 anni, quindi
    > con ADSL ben diffuse in tutte le case, abbia
    > venduto in soli 18 mesi ben 3 milioni e 500 mila
    > CD.
    >
    > Quindi torniamo alla domanda iniziale: quanti
    > sono i fessi che nonostante si possa scaricare la
    > musica aggratis, ancora comprano i
    > CD?
    > Zero?
    > E quindi quanto incide la pirateria sulle vendite?
    >
    > Il dato e' che una sola artista, in meno di 2
    > anni, ha venduto tanti cd quanti gli Abba in 30 e
    > passa
    > anni.
    > Una sola artista.
    >
    > Ah, trascurabile ed ininfluente particolare:
    > Adele sa cantare, a differenza di tanti altri
    > pupazzi buttati sul palco solo per la loro bella
    > faccia e un buon playback alle
    > spalle.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Ho finalmente trovato la prova che tutti
    > aspettavano da
    > tempo.
    >
    > La domanda e' molto semplice: quanti sono i fessi
    > che ancora comprano CD musicali quando e'
    > possibile scaricarli aggratis dalla
    > rete?
    >
    > Le major e i videotechini hanno dato una chiara
    > risposta a questa domanda:
    > zero.
    >
    > Oggi pero' ho trovato un dato.
    > In questa pagina, da leggere tra le righe.
    > http://www.corriere.it/spettacoli/12_ottobre_02/ab
    >
    > In questa pagina si parla dei CD piu' venduti di
    > sempre, dati forniti dalla Official Charts
    > Company, quindi le
    > major.
    >
    > Pare che la cantante Adele, che ha iniziato la
    > sua carriere artistica da neanche 2 anni, quindi
    > con ADSL ben diffuse in tutte le case, abbia
    > venduto in soli 18 mesi ben 3 milioni e 500 mila
    > CD.
    >
    > Quindi torniamo alla domanda iniziale: quanti
    > sono i fessi che nonostante si possa scaricare la
    > musica aggratis, ancora comprano i
    > CD?
    > Zero?
    > E quindi quanto incide la pirateria sulle vendite?
    >

    Zero...Forse? Beh ma un'altra prova evidente e' lo stile di vita ed il tenore di artisti e major...e' sempre lo stesso...se uno puo' spendere 57000 dollari al mese per comprare dei fiori...o pagare 10000 dollari una torta di compleanno e' evidente che non ha problemi...
    allora la domanda e':perche' promuovono queste leggi liberticide?
    Per ignoranza?perche' guadagnano dalle cause milionarie?
    e questo che dobbiamo riuscire a capire...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: panda rossa
    (...)
    > allora la domanda e':perche' promuovono queste
    > leggi
    > liberticide?
    > Per ignoranza?perche' guadagnano dalle cause
    > milionarie?
    > e questo che dobbiamo riuscire a capire...
    Beh l'abbiamo gia capito... si riassume nella frase "major travestiti da politici"... una descrizione piu' estesa e' "dirigenti (E amici di/parenti di/soci di/avvocati di) delle major, piazzati in politica. In piu avvocati che lavorano/avano nel ramo, ibidem piazzati".
    L'italia in questo e' all'avanguardia... 20 anni di ArcorismoSorride

    Uno pero' potrebbe obbiettare ,"ma con cotanta major in politica, perche non ci sono 1M di 'scariconi' in galera?"... la risposta e' abbastanza semplice...
    a) il ministro dell'incultura Urbani ci provo' subito a metterli in galera, infatti. (tra opposizioni -traballanti ma esistono- , acquisizione di consapevolezza che un minipimer e' diverso da un mouse, e il sistema ipergarantista Ita, hanno poi smantellato la cosa)
    b) il sistema barocco, zoppo, ipergarantista italiano -amatissimo dai parlamentari- ha anche una doppia faccia, appunto...
    c) l'Arcoriano distingue a malapena un telecomando da un mouse... con tutto quel che ne consegue. E inoltre dati gli sviluppi (giornali/tv su internet) potrebbe tirarsi delle zappe sui piedi... e infine, ma molto importante, l'Europa... che tartarugamente qualcosa fa contro sparate troppo draconiane..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky

    > Zero...Forse? Beh ma un'altra prova evidente e'
    > lo stile di vita ed il tenore di artisti e
    > major...e' sempre lo stesso...se uno puo'
    > spendere 57000 dollari al mese per comprare dei
    > fiori...o pagare 10000 dollari una torta di
    > compleanno e' evidente che non ha
    > problemi...
    > allora la domanda e':perche' promuovono queste
    > leggi
    > liberticide?
    > Per ignoranza?perche' guadagnano dalle cause
    > milionarie?
    > e questo che dobbiamo riuscire a capire...

    Perché? Perché continui la cuccagna! Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Ho finalmente trovato la prova che tutti
    > > aspettavano da
    > > tempo.
    > >
    > > La domanda e' molto semplice: quanti sono i
    > fessi
    > > che ancora comprano CD musicali quando e'
    > > possibile scaricarli aggratis dalla
    > > rete?
    > >
    > > Le major e i videotechini hanno dato una chiara
    > > risposta a questa domanda:
    > > zero.
    > >
    > > Oggi pero' ho trovato un dato.
    > > In questa pagina, da leggere tra le righe.
    > >
    > http://www.corriere.it/spettacoli/12_ottobre_02/ab
    > >
    > > In questa pagina si parla dei CD piu' venduti di
    > > sempre, dati forniti dalla Official Charts
    > > Company, quindi le
    > > major.
    > >
    > > Pare che la cantante Adele, che ha iniziato la
    > > sua carriere artistica da neanche 2 anni, quindi
    > > con ADSL ben diffuse in tutte le case, abbia
    > > venduto in soli 18 mesi ben 3 milioni e 500 mila
    > > CD.
    > >
    > > Quindi torniamo alla domanda iniziale: quanti
    > > sono i fessi che nonostante si possa scaricare
    > la
    > > musica aggratis, ancora comprano i
    > > CD?
    > > Zero?
    > > E quindi quanto incide la pirateria sulle
    > vendite?
    > >
    >
    > Zero...Forse? Beh ma un'altra prova evidente e'
    > lo stile di vita ed il tenore di artisti e
    > major...e' sempre lo stesso...se uno puo'
    > spendere 57000 dollari al mese per comprare dei
    > fiori...o pagare 10000 dollari una torta di
    > compleanno e' evidente che non ha
    > problemi...
    > allora la domanda e':perche' promuovono queste
    > leggi
    > liberticide?
    > Per ignoranza?perche' guadagnano dalle cause
    > milionarie?
    > e questo che dobbiamo riuscire a capire...
    Non sono leggi liberticide ma anzi al contrario, garantiscono le condizioni per il lavoro e la produzione, per il bene comune, impedento che qualcuno possa sottrarre il lavoro di altri indebitamente. L'artista che hai citato fa parte di un'elite, non è uno specchio del settore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > L'artista che hai citato fa parte
    > di un'elite, non è uno specchio del
    > settore.

    Si, confermo! La cantante Adele fa parte di una elite.
    L'elite di quegli artisti che sanno cantare.

    Ed effettivamente non e' uno specchio del settore discografico.
    Devo darti piena ragione.
  • Adele che vende 3 milioni non mi dice niente. Non è il megaconcerto del megaartista a dirmi se il mercato va. Sono i bei brani che passano una sola settimana nella hit, o le discoteche aperte tutte le sere o i dj che escono dal negozio con un pacco da 70 vinili. Ho visto cosw che voi umani... ma non le vedo più da fine anni 80 per il mainstream e dieci anni dopo per l'underground...
    non+autenticato
  • - Scritto da: foobart
    > Adele che vende 3 milioni non mi dice niente.

    Anche ruppolo nega l'evidenza. Tu arrivi tardi.

    > Non
    > è il megaconcerto del megaartista a dirmi se il
    > mercato va.

    Non ho parlato di mega concerti ne' di mega artisti.

    > Sono i bei brani che passano una sola
    > settimana nella hit, o le discoteche aperte tutte
    > le sere o i dj che escono dal negozio con un
    > pacco da 70 vinili.

    Il dj che paga i vinili di tasca sua mi mancava come figura retorica.
    Soprattutto all'alba del terzo millennio.

    > Ho visto cosw che voi
    > umani... ma non le vedo più da fine anni 80 per
    > il mainstream e dieci anni dopo per
    > l'underground...

    Ah, ecco... forse negli anni 80.
    Quando c'erano ancora gli Abba.
  • - Scritto da: foobart
    > Adele che vende 3 milioni non mi dice niente. Non
    > è il megaconcerto del megaartista a dirmi se il
    > mercato va. Sono i bei brani che passano una sola
    > settimana nella hit, o le discoteche aperte tutte
    > le sere o i dj che escono dal negozio con un
    > pacco da 70 vinili. Ho visto cosw che voi
    > umani... ma non le vedo più da fine anni 80 per
    > il mainstream e dieci anni dopo per
    > l'underground...

    Ti do solo una soffiata.
    Per programmare servono framework ( si puo' fare anche senza....cosi come potrebbe fare un dj senza vinili ma con un pianoforte ), ma SERVONO FRAMEWORK e generalmentel'azienda te li fornisce "SE SEI ASSUNTO", altrimenti li compri di tasca tua ( e costicchiano piu' di 1-2 cd *sembra strano eh?* ) e ci lavori su.
    Poi appena esce l'upgrade, devi comprarti anche l'upgrade ( a prezzo scontato, ma sempre superiore a 1-2 cd del dj ) e aggiornarti con libri e corsi ( altrimenti resti indietro e nessuno ti assume ).
    Insomma, ogni campo ha i suoi attrezzi e le sue rogne, non farmi la predicozza sui dj che stanno fallendo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Ho finalmente trovato la prova che tutti
    > aspettavano da
    > tempo.
    >
    > La domanda e' molto semplice: quanti sono i fessi
    > che ancora comprano CD musicali quando e'
    > possibile scaricarli aggratis dalla
    > rete?
    >
    > Le major e i videotechini hanno dato una chiara
    > risposta a questa domanda:
    > zero.
    >
    > Oggi pero' ho trovato un dato.
    > In questa pagina, da leggere tra le righe.
    > http://www.corriere.it/spettacoli/12_ottobre_02/ab
    >
    > In questa pagina si parla dei CD piu' venduti di
    > sempre, dati forniti dalla Official Charts
    > Company, quindi le
    > major.
    >
    > Pare che la cantante Adele, che ha iniziato la
    > sua carriere artistica da neanche 2 anni, quindi
    > con ADSL ben diffuse in tutte le case, abbia
    > venduto in soli 18 mesi ben 3 milioni e 500 mila
    > CD.
    >
    > Quindi torniamo alla domanda iniziale: quanti
    > sono i fessi che nonostante si possa scaricare la
    > musica aggratis, ancora comprano i
    > CD?
    > Zero?
    > E quindi quanto incide la pirateria sulle vendite?
    >
    > Il dato e' che una sola artista, in meno di 2
    > anni, ha venduto tanti cd quanti gli Abba in 30 e
    > passa
    > anni.
    > Una sola artista.
    >
    > Ah, trascurabile ed ininfluente particolare:
    > Adele sa cantare, a differenza di tanti altri
    > pupazzi buttati sul palco solo per la loro bella
    > faccia e un buon playback alle
    > spalle.
    Magari senza scariconi ne avrebbe venduti5 milioni... o pensi che non sia giusto un guadagno alto per chi crei un'opera tanto richiesta? Vuoi forse apparire un giustiziere dei poveri?
    Per il numero dei dischi, non credere che tutti i cittadini del mondo si mettano a scaricare musica nel buoi della loro stanzetta, c'è anche chi là fuori, compra ciò che ama e vuole massima qualità.
    non+autenticato
  • ***per chi legge solo i commenti cory doctorow é citato nell'articolo!

    http://craphound.com/littlebrother/about/

    non come la cara "piratessa" teteska di cermagna (tedesca di germania, per chi non capisce il sarcasmo) che ha fatto autogol cedendo i diritti.

    http://www.spiegel.de/politik/deutschland/piratin-...

    tradotto il titolo: "la "piratina" julia schramm si trova nella merd* fino al collo per klick mich!"

    Che é poi un cyberporno, gioca con le parole "fick mich" (fottimi!) e ovviamente "cliccami". Ma lo sappiamo: "internet is for porn"!

    Poteva fare come cory (riporto solo l'inizio, il resto é nel link sopra!):
    "Giving away ebooks gives me artistic, moral and commercial satisfaction. The commercial question is the one that comes up most often: how can you give away free ebooks and still make money?
    For me -- for pretty much every writer -- the big problem isn't piracy, it's obscurity (thanks to Tim O'Reilly for this great aphorism). [...]
    non+autenticato
  • Il download di materiale coperto da copyright sembra ormai diventato + grave di quello della droga.
    Beh almeno seconod certi politicanti, lobbisti, e naturalmente i loro + fedeli servitori i bottegai con la macchinetta automatica.

    Gli strumenti per combattere la c.d. piarateria sembrano gli stessi di certe politiche antidroga miopi se non complici: carcere e pene severissime anche per un piccolissimo download.
    L'unica differenza seria è che con la droga ci si arricchisce e di brutto la mafia, e quindi anche lgi amici dei lobbisti e edei govenranti, con la pirateria, ci guadagna la povera gente.
    Forse è questo quello che disturba di +.
    Il proibizionismo e l'aplicazione dello stesso con la forza ha sempre prodotto e produce come risultato, il radicamento dle fenomeno che si dice di combattere, e l'arricchimento della criminalità.
    Ma forse è proprio questo quello che si vuole ottenre con questa follia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: dontfeed in sciopero
    > Il download di materiale coperto da copyright
    > sembra ormai diventato + grave di quello della
    > droga.
    > Beh almeno seconod certi politicanti, lobbisti, e
    > naturalmente i loro + fedeli servitori i bottegai
    > con la macchinetta
    > automatica.
    >
    > Gli strumenti per combattere la c.d. piarateria
    > sembrano gli stessi di certe politiche antidroga
    > miopi se non complici: carcere e pene severissime
    > anche per un piccolissimo
    > download.
    > L'unica differenza seria è che con la droga ci si
    > arricchisce e di brutto la mafia, e quindi anche
    > lgi amici dei lobbisti e edei govenranti, con la
    > pirateria, ci guadagna la povera
    > gente.
    > Forse è questo quello che disturba di +.
    > Il proibizionismo e l'aplicazione dello stesso
    > con la forza ha sempre prodotto e produce come
    > risultato, il radicamento dle fenomeno che si
    > dice di combattere, e l'arricchimento della
    > criminalità.
    > Ma forse è proprio questo quello che si vuole
    > ottenre con questa
    > follia.
    Evitare il furto di prorietà intellettuale non è proibizionismo, nessuno proibisce nulla se non il furto, anche se la parola vi piace poco, ma di questo si tratta.
    La povera gente se vuole una cosa non indispensabile come una canzone, la ascolta alla radio, se la vuole l'ultimo disco uscito, lo paga, visto che non si tratta di farmaci salvavita. La povera gente è anche quella che è rimasta senza lavoro, magari a 55 anni, per colpa di chi come te ritiene che film e musica non si debba pagare. Raccontalo a loro!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito

    > La povera gente se vuole una cosa non
    > indispensabile come una canzone, la ascolta alla
    > radio, se la vuole l'ultimo disco uscito, lo
    > paga, visto che non si tratta di farmaci
    > salvavita.

    Nessuno vuole piu' l'ultimo disco, visto che non e' piu' necessario avere il disco come veicolo per ascoltare la musica.

    E tu questo non lo capisci.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)