Alfonso Maruccia

Do Not Track, dita puntate contro Microsoft

I pubblicitari ce l'hanno con Redmond e scrivono una lettera a Ballmer: la funzionalità anti-tracciamento di IE10 non ci va giù, dicono. Anche un think tank tecnologico sbugiarda la politica di BigM

Roma - Continuano le polemiche sulla funzionalità Do Not Track integrata in Internet Explorer 10: l'antitracciamento attivato di default sull'ultima versione del browser Microsoft non piace affatto alle aziende che spendono denari in advertising, e le suddette aziende fanno ora sentire chiara la loro voce in una lettera diretta al CEO della corporation Steve Ballmer.

Firmata dai responsabili marketing di Walmart, Ford, Coca-Cola, American Express, Kraft e decine di altri grandi nomi del business dell'advertising, la missiva sottolinea senza giri di parole l'opposizione e la reazione negativa che hanno sin qui accolto la zelante tutela degli utenti operata da Microsoft in materia di tracciamento delle abitudini di navigazione.

Persino Apache, dicono, ha deciso di tenere le impostazioni "Do Not Track" di IE10 fuori dalla porta del suo popolarissimo software per la gestione di server web perché le azioni di Microsoft non sarebbero altro che un "abuso deliberato degli standard open".
Che farà ora Microsoft? Le aziende firmatarie della missiva a Ballmer contribuiscono al business di Microsoft per 2,8 miliardi di dollari all'anno, dunque è prevedibile quantomeno una risposta non di circostanza alle parole franche e poco accomodanti rivolte nei confronti del CEO di Redmond.

Dopotutto il "Do Not Track" di IE10 non piace nemmeno al gruppo di lavoro ITIF, che sul suo sito web informa gli eventuali utenti dell'ultimo browser Microsoft sulla volontà di non supportare la funzionalità a causa delle potenziali conseguenze negative di un'impostazione basata su un meccanismo di opt-out e attiva di default per i contenuti online finanziati dall'advertising.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessDo Not Track, lo zelo di MicrosoftLa decisione di abilitare di default la funzionalità anti-tracciamento di IE10 scatena: i pubblicitari statunitensi pestano i piedi, mentre Mozilla dice che l'importante e mettere gli utenti dinanzi a una scelta
  • TecnologiaDo Not Track, su IE10 attivo di defaultLa funzionalità anti-tracciamento sarà presente e abilitata di default sulla nuova versione di Internet Explorer. Microsoft si fa paladina della privacy degli utenti e pensa a offrire una scelta a chi volesse modificare le impostazioni
40 Commenti alla Notizia Do Not Track, dita puntate contro Microsoft
Ordina
  • Incredibile quanto tutti siano disposti a leccare i pubblicitari.. una volta che ms fa qualcosa di buono..
    non+autenticato
  • DNT è una buona iniziativa. Ma è inutile. Chi non vorrà seguire la volontà dell'utente semplicemente se ne infischierà di un misero header HTTP.

    L'unico modo per non essere tracciati facilmente è quello di:
    - utilizzare servizi in cui non ci sia bisogno di loggarsi
    - non accettare i cookie da terze parti
    - cancellare tutti i cookie alla chiusura del browser (flash, dom, ...)

    Tecnologie disponibili in ogni browser a partire dagli albori del web (quando ancora avevo i capelli).
    non+autenticato
  • Dubito che già ora l'opzione do non track serva a qualcosa.

    Io l'ho sempre abilitata ma quando cerco qualche prodotto per l'acquisto poi per settimane mi ritrovo pubblicità di prodotti simili d'appertutto... Anche via mail dai vari amazon & co... Anche se tale prodotto non l'ho cercato da loro....

    Mah... Coincidenze?

    In sostanza dell'implementazione attuale del dnt se ne fregano tutti....
    non+autenticato
  • Sono su FB da anni, pubblico varie cose più o meno interessanti.

    Solo un giorno ho visto qualcosa di potenzialmente interessante.

    Ho pubblicato foto e filmati, uno straccio di programma per foto e filmati potrebbero propormelo, magari non lo prendo ma tentare non nuoce.

    Del Kinder Pingui, della Tinsemal e del vestitino non mi frega una mazza.

    Sono capaci a tracciarmi? Del dentista in Croazia cosa cavolo me ne faccio quando ce ne sono disponibili e meno di 900metri da casa? Eppure dovrebbero sapere che da casa mia per andare in Crozia ci sono tanti KM.
  • - Scritto da: pippo75
    > Sono su FB da anni, pubblico varie cose più o
    > meno
    > interessanti.
    >
    > Solo un giorno ho visto qualcosa di
    > potenzialmente
    > interessante.
    >
    > Ho pubblicato foto e filmati, uno straccio di
    > programma per foto e filmati potrebbero
    > propormelo, magari non lo prendo ma tentare non
    > nuoce.
    >
    > Del Kinder Pingui, della Tinsemal e del vestitino
    > non mi frega una
    > mazza.
    >
    > Sono capaci a tracciarmi? Del dentista in Croazia
    > cosa cavolo me ne faccio quando ce ne sono
    > disponibili e meno di 900metri da casa? Eppure
    > dovrebbero sapere che da casa mia per andare in
    > Crozia ci sono tanti
    > KM.

    Se il dentista sotto casa vuole 5000 euro per farti un impianto e quello in croazia solo 1000, forse potrebbe valer la pena fare qualche KM in piu'.
  • ankio uso l'internet, a me mi piace, non kapace di programmare il kompputer ma ho il diritto dell'uso della internet, non è giusto prendere in girro gli uttenti meno esperti. Ki siete per giudicare? E' poi io su internet o 5000 amici voi quanto ne avette, sicuramente meno di me.
    non+autenticato
  • - Scritto da: lion
    > ankio uso l'internet, a me mi piace, non kapace
    > di programmare il kompputer ma ho il diritto
    > dell'uso della internet, non è giusto prendere in
    > girro gli uttenti meno esperti. Ki siete per
    > giudicare? E' poi io su internet o 5000 amici voi
    > quanto ne avette, sicuramente meno di
    > me.

    e ki sei? Kasparri?
    non+autenticato
  • sono in ufficio e sto ridendo come un cretino dopo aver letto il post iniziale...
    non+autenticato
  • Scusa dopo questo post la smetterò sicuramente, huauhahuauhuhauhauhauhuba
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)