Marco Calamari

Cassandra Crossing/ Vedere il presente

di M. Calamari - Automobili con firmware da aggiornare, software proprietario nel computer di bordo. Che opera all'oscuro dell'utente. Vedere il presente, sotto la carrozzeria degli oggetti d'uso quotidiano

Roma - Si dice che il dono dei profeti sia vedere il futuro, almeno limitatamente ad un periodo od un fatto, e magari solo in maniera confusa e sfuocata. Tale era il dono della figlia di Priamo e delle sue emule terrene.
Di alcune persone particolarmente capaci od intuitive si dice che nel loro campo sono "profeti", mentre il termine più esatto sarebbe probabilmente "innovatori": persone che, guardando il presente, riescono non solo ad immaginare ma anche a realizzare un brandello di profezia materializzata, una invenzione appunto.
Una novità costruita partendo dal presente e dal lavoro di tutti coloro che il presente hanno contribuito a creare.

Ma "vedere il presente" sembra una banalità, quasi una tautologia, una cosa che tutti fanno sempre, di cui tutti sono capaci.
Beh, non è proprio cosi.
Vedere il presente, in tutte le sue sfumature ed aspetti non evidenti è esercizio difficilissimo, e che quando riesce non viene sempre considerato dote profetica od almeno intuitiva. Viene spesso preso sottogamba e definito "paranoia".
Ovviamente, a parere di chi scrive, non lo è.

Continuare a considerare alcuni oggetti comuni e familiari solo versioni migliorate di quelli di un recente passato significa chiudere gli occhi e rifiutarsi di vedere ciò che ci circonda.
La maggior parte degli oggetti di uso comune che fanno parte del nostro quotidiano hanno solo la forma e la funzionalità principale di quelli di dieci o venti anni or sono. Il vostro cellulare è un computer programmato e controllato via radio anche da remoto, che vi permette di telefonare utilizzando una SIM che a sua volta viene programmata da remoto per eseguire operazioni che non devono (per progetto) essere percepite dall'utente.
I vostri computer... Beh, se già non ne siete convinti lasciamo perdere, ma ricordatevi che anche iPad ed i lettori di ebook sono computer a tutti gli effetti, con le stesse "caratteristiche" dei telefoni.
È notizia recente un esempio ancora più azzeccato: le autovetture che si autoaggiornano.
Le persone della mia generazione si ricordano di auto fatte di ferro, con motori meccanici con qualche parte elettrica. Poi i primi componenti in parte elettronici sono apparsi, ma si trattava di elettronica industriale non programmabile. Poi le prime centraline di accensione e carburazione, queste sì programmabili, con grande gioia e guadagno di chi vendeva una EEPROM modificata a 500 euro.

Al contrario, le macchine in vendita oggi non sono nemmeno in grado di cominciare ad avviarsi se gli svariati computer di bordo non sono operativi ed eseguono i loro programmi, parlandosi spesso anche tra loro.
Oggi, quando portate l'auto a fare il tagliando, le vengono molto spesso praticati, ovviamente a vostra insaputa (tanto non ve ne frega niente), aggiornamenti software di quello che sulle vetture di lusso viene definito C.O.S. - Car Operating System (sistema operativo per auto), e sulle utilitarie "software". Non si tratta di accensioni elettroniche programmate con 16 kB di memoria, ma per le stesse dichiarazioni autocelebrative delle case automobilistiche, di "milioni di righe di codice". Codice proprietario ed industriale, ovviamente, chiuso ed oscuro nelle sue funzionalità, non ispezionabile e perciò di livello qualitativo pari a quello che la casa automobilistica vuole realizzare e può permettersi.

Dulcis in fundo, ormai collegare una autovettura alle reti informatiche WiFi e telefoniche 3G-UMTS ha costi per l'acquirente minori di 100 dollari, e quindi sempre più vetture, partendo da quelle più lussuose, sono in grado di ricevere e trasmettere informazioni sia attraverso la Rete che direttamente via connessione telefonica. E parliamo di una funzionalità di connessione a prezzo decrescente e sopratutto ad utilità crescente per il fabbricante. Tempo 5, massimo 10 anni e sarà anche nelle utilitarie.

Di poche settimane fa è l'annuncio che la sedan Model-S di Tesla Motors sta per ricevere via radio il primo aggiornamento firmware automatico (e non rifiutabile) da parte della casa madre. E, tanto per capire complessità e dimensione, parliamo di un upgrade che dura due ore.
Intendiamoci, personalmente sono affascinato dai veicoli completamente elettrici della Tesla (ed anche dalla figura dello scienziato da cui hanno ereditato il nome) ed avere un Roadster in un garage mi è impedito solo dal prezzo di ciascuno dei due beni. Sarebbe interessante poter avere i dettagli di questo aggiornamento, e capire quali automatismi siano previsti per poter ripristinare il vecchio software se l'aggiornamento avesse problemi, o se il figlio brufoloso del vostro vicino decidesse di sperimentare un software modificato inviandovelo dal suo router casalingo.

Certamente queste protezioni ci saranno e saranno definite "infallibili ed a prova di hacker".
Ed ovviamente è solo per "motivi di sicurezza" che "non vengono fornite informazioni agli acquirenti" che "non acquistano il software insieme alla macchina", ma solo una "licenza d'uso limitata" a quel solo veicolo.
Un po' come gli altri software commerciali che ci circondano e che vengono spesso e ripetutamente violati da ragazzini che vogliono divertirsi, ma anche, e sempre più spesso, da cybercriminali.

Ed ovviamente le funzionalità non primarie e nascoste di questi oggetti non saranno al servizio solo dei fabbricanti, ma anche della autorità e dei governi che ne richiederanno l'utilizzo, dei criminali che riusciranno ad abusarne e, forse, in qualche raro caso e proprio se tutti gli altri saranno d'accordo, anche di chi si crede orgoglioso proprietario ed invece è l'ultima ruota del carro. Forse nei futuri contratti l'acquirente sarà definito "proprietario limitato" o "proprietario a sua insaputa".

Per cui, siete proprio sicuri di vedere sempre il vostro presente?
O non sarebbe il caso di essere più parsimoniosi nel distribuire il titolo di "paranoici" (che resta comunque sempre una virtù) e cominciare ad aguzzare gli occhi?
Preoccupandosi di vedere, tanto per cominciare, il volto nascosto ma reale di tanti familiari oggetti quotidiani.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo
Notizie collegate
35 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing/ Vedere il presente
Ordina
  • Caro Calamari, a giudicare dalla qualità dei commenti che leggo per i tuoi notevoli articoli, hai sbagliato posto dove scriverli; e questa è una strana lacuna nella tua capacità e profondità di comprensione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Loietto
    > Caro Calamari, a giudicare dalla qualità dei
    > commenti che leggo per i tuoi notevoli articoli,
    > hai sbagliato posto dove scriverli; e questa è
    > una strana lacuna nella tua capacità e profondità
    > di
    > comprensione.
    altro commento di qualità...A bocca aperta
    non+autenticato
  • E già... perché il Calamri il software di un'auto di oggi non sa nemmeno cosa sia... invece basta avere un cavo (p.es. VAG, magari di fabbricazione Cinese) ed un software, facilmente reperibile... per entrare su queste centraline e verificare quasi tutto... ma non basta: oramai gli utenti più smaliziati sono anche in grado di effettuare delle modifiche: eliminare quello "stupido" cicalino che (distraendoti) ti avvisa di allacciare le cinture di sicurezza, magari abilitare la visione di videi in movimento sul navigatore, e perchè no, modificare il comportamento delle luci interne della vettura, fino a modificare i parametri del motore ! E se poi hai dei dubbi, caro Calamari, hanno inventato Internet... e sopratutto Google ! In men che non si dica hai tutte le informazioni che vuoi ! E così scoprirai anche che questi mostri di tecnologia (sto parlando di auto tedesche !) hanno delle centraline gestite da dei software vecchi di almeno 20 anni dove per cambiare le impostazioni occorre agire sui singoli bit usando il codice binario !!! Spaventoso !!! E infine per tranquillizare i più, tutte quete centraline hanno una bella funzione: si chiama azzerare i log... e poi riparti tranquillo !!!
    non+autenticato
  • tronchesino, tuk! e tagliato cavetto antenna.
    caciavite, svita svita svita, e si sconnette quancosa...
    hai voglia se sulla *mia* macchina sono obblogato ad accettare un aggiornamento come un coglionazzo apple qualsiasi....
    non+autenticato
  • - Scritto da: 123
    > tronchesino, tuk! e tagliato cavetto antenna.
    > caciavite, svita svita svita, e si sconnette
    > quancosa...

    e poi il sistema fa l'autodiagnosi all'accensione, e il sistema rileva che il collegamento dati non funaziona... e il sistema rifiuta di accendersi...
    e resti fermo, comodamente seduto sulla *loro* macchina...

    così aspetti la polizia che viene a chiederti conto del danneggiamento che hai causato a beni *altrui* (non ricordi che comprando l'auto hai sottoscritto un'EULA per avere in comodato d'uso gratuito il *loro* sistema di gestione elettronica?...)

    > hai voglia se sulla *mia* macchina sono obblogato
    > ad accettare un aggiornamento

    un aggiornamento del *loro* sistema, di cui tu hai solo una licenza d'uso limitata...

    > come un coglionazzo apple qualsiasi....

    ah beh... questo sì Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: 123
    > tronchesino, tuk! e tagliato cavetto antenna.
    > caciavite, svita svita svita, e si sconnette
    > quancosa...
    > hai voglia se sulla *mia* macchina sono obblogato
    > ad accettare un aggiornamento

    Eh, metti che l'aggiornamento riguardi l'equipaggiamento di serie.
    Facciamo un esempio che va molto di moda, l'airbag per il pedone.

    Tu mi stiri il nonno.
    Pazienza.
    L'assicurazione ha inglobato nelle clausole un massimale specifico per questo tipo di incidente visto che sei attrezzato a dovere.
    Bene.
    Tu tronchesino, cut & paste, mi hai modificato il mezzo perchè non volevi, tra le altre cose, l'installazione del tema del pulcino pio nel sistema AV.
    Il nonno muore.
    Fanno perizia sul mezzo.
    Lo trovano manomesso.

    Tu sai si, che fine ti aspetta?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 ottobre 2012 14.58
    -----------------------------------------------------------
    maxsix
    9966
  • - Scritto da: maxsix
    >
    > Tu sai si, che fine ti aspetta?

    2 anni di pulcino pio in ascolto forzato! A bocca aperta
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: maxsix
    > >
    > > Tu sai si, che fine ti aspetta?
    >
    > 2 anni di pulcino pio in ascolto forzato! A bocca aperta

    Insieme a quel simpatico omone che vuole sempre dormire sopra nel letto a castello.
    E ogni tanto ti chiede se vai a fargli compagnia.

    Ti chiede.......
    maxsix
    9966
  • Sei proprio una Cassandra.
    E sai qual'è la cosa negativa? Che ci azzecchi quasi sempre. Perplesso
  • La invitiamo cortesemente a prendere le distanze dal software illegale emule, che a quanto pare qualcuno pensa possa essere sponsorizzato impunemente su una rivista di tiratura nazionale. Arrabbiato

    Come Lei ben sa, tale software illegale ci sta provocando non pochi danni.

    Da parte nostra faremo finta di chiudere un occhio se correggerà entro breve il pezzo incriminato: "Tale era il dono della figlia di Priamo e delle sue emule terrene."

    Cordiali saluti,
    La SIAE Arrabbiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: La SIAE
    > La invitiamo cortesemente a prendere le distanze
    > dal software illegale emule, che a quanto
    > pare qualcuno pensa possa essere sponsorizzato
    > impunemente su una rivista di tiratura nazionale.
    >
    >Arrabbiato
    >
    > Come Lei ben sa, tale software illegale ci sta
    > provocando non pochi
    > danni.
    >
    > Da parte nostra faremo finta di chiudere un
    > occhio se correggerà entro breve il pezzo
    > incriminato: "Tale era il dono della figlia di
    > Priamo e delle sue emule
    > terrene."

    >
    > Cordiali saluti,
    > La SIAE Arrabbiato

    Poverini ora il cognato, il fratello, il nipote, l'amico, la moglie. la suocera non possono più mangure nekki stesso piatto. Trovarsi un lavoro serio no, vero?
    non+autenticato
  • mangure nekki? Che lingua è?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > mangure nekki? Che lingua è?

    Auto-correct voodoo...o robe del genere!A bocca aperta
  • - Scritto da: lenny
    > - Scritto da: La SIAE
    ...
    > Poverini ora il cognato, il fratello, il nipote,
    > l'amico, la moglie. la suocera non possono più
    > mangure nekki stesso piatto. Trovarsi un lavoro
    > serio no, vero?

    Rileggere, o forse una curettina per la dislessia no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: La SIAE
    > La invitiamo cortesemente a prendere le distanze
    > dal software illegale emule, che a quanto
    > pare qualcuno pensa possa essere sponsorizzato
    > impunemente su una rivista di tiratura nazionale.
    >
    >Arrabbiato
    >
    > Come Lei ben sa, tale software illegale ci sta
    > provocando non pochi danni.

    ho appena finito di scrivere con Microsoft Word 2013 un piano per ammazzare barak obama. Dichiara illegale anche word, adesso.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)