Cristina Sciannamblo

Brevetti, Samsung rischia contro Apple

ITC sembra confermare la vittoria di Cupertino su tutta la linea. Seoul si rifà all'ufficio brevetti USA e nelle corti olandesi. Ma serviranno altri mesi per venire a capo di tutte le questioni in ballo

Roma - La battaglia legale inarrestabile tra Apple e Samsung sembra non dare tregua ai giudici statunitensi, chiamati a esprimersi di frequente sulla questione dei brevetti. Dopo l'ordine di rimozione del bando imposto a luglio sulle vendite del modello Galaxy Nexus e Galaxy Tab 10.1, ora un giudice dell'International Trade Commission (ITC) ha stabilito che l'azienda coreana avrebbe violato quattro brevetti appartenenti a Cupertino: uno relativo al design di iPhone, tre che riguardano la parte software.

La sentenza, che potrebbe portare al divieto di vendita negli States dei prodotti coinvolti, ha un carattere preliminare e deve essere approvata all'unanimità dai sei membri della Commissione per poter diventare esecutiva. Ma è la seconda tegola in questa sede, dopo che a settembre era già stato escluso che Apple avesse violato i diritti di Samsung.

Inizialmente, Apple aveva inserito nella lista delle presunte violazioni operate da Samsung ben sette brevetti, uno dei quali è stato eliminato nel corso del processo. Dei sei rimanenti, quattro sarebbero effettivamente stati violati secondo il giudice, mentre sugli altri non esisterebbe nessun rilievo giudiziario. Nello specifico, il colosso coreano avrebbe infranto la feature relativa alla navigazione multi-touch dello schermo. Inoltre Samsung si sarebbe appropriata del brevetto che permette al dispositivo di mostrare un'immagine sul display con una seconda immagine traslucida sopra quando vengono eseguite più applicazioni contemporaneamente.
Non è del tutto chiaro quali siano gli apparecchi che presentano le specifiche tecniche contestate, ma ci sono pochi dubbi sul fatto che nell'elenco rientrino i modelli di smartphone Fascinate, Galaxy S 4G, Intercept, Transform, Captivate, Infuse 4G e, probabilmente, Galaxy Tab e Galaxy Tab 10.1.

Tuttavia, un'altra decisione, anche questa provvisoria, potrebbe supportare le tesi Samsung nella prosecuzione del round giudiziario contro Apple. L'Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi registrati (USPTO) ha infatti dichiarato "non valido" uno dei brevetti sotto osservazione, quello relativo al cosiddetto rubber band, poiché presenterebbe due specifiche tecniche già esistenti prima che Cupertino richiedesse la paternità.

In attesa del pronunciamento definitivo dei giudici statunitensi previsto per il prossimo 25 febbraio, la giustizia olandese ha già stabilito che Samsung non violerebbe il brevetto relativo al multi-touch. In questo modo, Apple dovrà risarcire il rivale con una somma pari a 216,831 euro oltre ai 324mila per le spese legali. Di tenore diverso è una sentenza della corte distrettuale di Tokyo, la quale ha espresso un giudizio favorevole alla Mela. Quest'ultima, infatti, non infrangerebbe due dei brevetti presenti nell'iPhone 4S, che, invece, Samsung contestava. Il caos continua.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
19 Commenti alla Notizia Brevetti, Samsung rischia contro Apple
Ordina
  • Stangata "tecnologica" per i cittadini dell'Unione europea. Con un blitz notturno, Apple ha inaspettatamente rivisto al rialzo i listini delle applicazioni in vendita su iTunes. Addio all'ormai tradizionale 0,79 euro, i possessori dei dispositivi con la mela sul retro dovranno ora abituarsi a un nuovo prezzo minimo: 0,89 euro. Un aumento di circa il 12% che si applica a tutte le applicazioni, anche a quelle più costose.

    molto contento che paghino i fessi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: alvaro
    > Stangata "tecnologica" per i cittadini
    > dell'Unione europea. Con un blitz notturno, Apple
    > ha inaspettatamente rivisto al rialzo i listini
    > delle applicazioni in vendita su iTunes. Addio
    > all'ormai tradizionale 0,79 euro, i possessori
    > dei dispositivi con la mela sul retro dovranno
    > ora abituarsi a un nuovo prezzo minimo: 0,89
    > euro. Un aumento di circa il 12% che si applica a
    > tutte le applicazioni, anche a quelle più
    > costose.
    >
    > molto contento che paghino i fessi.

    Appunto, continua a vivere alle spalle di quei poveri cristi che fanno app su android e vengono costantemente piratate sui repository non ufficiali.

    Bella gente siete. Proprio bella.
    maxsix
    9659
  • Mandaci una tua foto che poi valutiamo....chi è più bello.
    non+autenticato
  • E si andrà avanti ancora per tanto tempo... ma prima di giudicare, invito a pensare a qualche cosuccia:
    1) Registrare brevetti non è gratuito, poi che per le grandi aziende siano pochi spiaccioli resta sempre non gratuito.
    2) Per arrivare al risultato che poi verrà brevettato si investono barche di soldi in ricerca e svilluppo.
    3)Se mi viene concesso il brevetto, permetti che mi altero un pelo se uno sfrutta le mie ricerche e innovazioni facendo finata di nulla e fancendole passare come sue?
    4)Se l'azienda che ha investito soldi e tempo in ricerca e sviluppo fosse la vostra, non cerchereste di tutelare la vostra proprietà intellettuale?

    Io credo di si, quindi è inutile lamentarsi su cose che non stanno ne in cielo ne in terra. Poi i fan possono pensarla come vogliono, ma io rimango dell'idea che la proprietà intellettuale debba essere tutelata, altrimenti nessuno più produrrebbe materiale innovativo perchè i suoi sforzi non sono poi compensati.
    non+autenticato
  • Un conto è copiare codice... intere righe di codice... o tentare di riprodurre una copia il più simile possibile ad un oggetto, un altro conto è vedere una funzionalità/oggetto e riprodurne gli effetti o il funzionamento...
  • gia', come copiare gli orologi svizzeri
    non+autenticato
  • ma, vedi, il tuo discorso fila quando non ti metti a brevettare roba che esiste da 15 20 anni (brevetti accettati perché il sistema è marcio fino all'osso), e spacci per tuo lavoro di altri non brevattato. Oppure quando vuoi brevettare le figure geometriche... Si cade nel ridicolo
    non+autenticato
  • > Per arrivare al risultato che poi verrà brevettato si investono barche di soldi in ricerca e svilluppo.

    No, no, no e ancora no. Praticamente tutti i brevetti che vengono usati in questa battaglia legale sono talmente banali da essere ridicoli, e praticamente sempre le tecniche descritte erano gia' state usate prima da qualcun'altro.

    Per fare un'esempio il brevetto detto 'rubber band' (elastico): quando un'utente scrolla oltre la fine della pagina, invece di fermare lo scroll lo fai proseguire un po' e poi la pagina 'rimbalza' alla fine...

    Hai il coraggio di dire che ci vuole piu' di un paio di ore per pensarlo e realizzarlo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Miao
    ..
    >
    > Hai il coraggio di dire che ci vuole piu' di un
    > paio di ore per pensarlo e
    > realizzarlo?
    Dopo aver visto il risultato quasi qualunque brevetto appare banale.
    Parlando in generale non è la difficoltà di realizzazione che conta ma è essere arrivati per primi, gli inscatolati di Manzoni valgono 10000 euro l'uno, se inscatoli qualcosa tu il valore è zero, dove sta la differenza?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > - Scritto da: Miao
    > ..
    > >
    > > Hai il coraggio di dire che ci vuole piu' di
    > un
    > > paio di ore per pensarlo e
    > > realizzarlo?
    > Dopo aver visto il risultato quasi qualunque
    > brevetto appare
    > banale.
    > Parlando in generale non è la difficoltà di
    > realizzazione che conta ma è essere arrivati per
    > primi, gli inscatolati di Manzoni valgono 10000
    > euro l'uno, se inscatoli qualcosa tu il valore è
    > zero, dove sta la
    > differenza?

    il rettangolo ad angoli stondati invece? bloccare la vendita di un tagliere e di un portauovo, causee sul multitouch dove l'unica cosa inventata da apple in questa tecnologia è il nome, o vogliamo parlare con quali brevetti apple sta tentando di bloccare la concorrenza?
    non+autenticato
  • Il problema non è la legittimità del brevetto in sè, quanto delle regole con cui il brevetto viene, o meno, rilasciato. (Per non parlare degli uffici brevetti oberati di richieste i cui tecnici hanno tempi ristrettissimi per emettere dei pareri).

    Il risultato è che l'USPTO (e non solo lui) spesso rilasciano brevetti su cose assolutamente banali; le grandi multinazionali dunque possono ottenere migliaia di brevetti (veri o fuffa poco importa) con cui possono impedire ai piccoli di crescere solo per il fatto che i piccoli non possono permettersi cause miliardarie.

    Tra grandi multinazionali invece si arriva (quasi) sempre ad un accordo perchè ognuna ha parchi brevetti da opporre all'altro e soldi per tirare avanti le cause per anni.

    Il brevetto, quindi che è nato per proteggere l'ingegno delle persone, alla fine viene usato molto spesso per garantire monopoli a delle multinazionali.
  • - Scritto da: James Kirk
    > Il problema non è la legittimità del brevetto in
    > sè, quanto delle regole con cui il brevetto
    > viene, o meno, rilasciato. (Per non parlare degli
    > uffici brevetti oberati di richieste i cui
    > tecnici hanno tempi ristrettissimi per emettere
    > dei
    > pareri).
    >
    > Il risultato è che l'USPTO (e non solo lui)
    > spesso rilasciano brevetti su cose assolutamente
    > banali; le grandi multinazionali dunque possono
    > ottenere migliaia di brevetti (veri o fuffa poco
    > importa) con cui possono impedire ai piccoli di
    > crescere solo per il fatto che i piccoli non
    > possono permettersi cause
    > miliardarie.
    >
    > Tra grandi multinazionali invece si arriva
    > (quasi) sempre ad un accordo perchè ognuna ha
    > parchi brevetti da opporre all'altro e soldi per
    > tirare avanti le cause per
    > anni.
    >
    > Il brevetto, quindi che è nato per proteggere
    > l'ingegno delle persone, alla fine viene usato
    > molto spesso per garantire monopoli a delle
    > multinazionali.

    daltronde se non esistessero i brevetti qualunque idea venuta a un "piccolo" verrebbe cannibalizzata da una grande compagnia e prodotta in milioni di esemplari senza che il piccolo ne possa trarre alcun vantaggio.
    Invece di combattere il sistema dei brevetti biosognerebbe battersi perche venga rivisto e globalizzato.
    non+autenticato
  • Invece in questo modo il piccolo rischia pure di vedersi copiata l'idea e se si oppone viene pure trascinato in tribunale. Dove, indovina un po' chi la spunterà?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nalin
    > E si andrà avanti ancora per tanto tempo... ma
    > prima di giudicare, invito a pensare a qualche
    > cosuccia:
    >
    > 1) Registrare brevetti non è gratuito, poi che
    > per le grandi aziende siano pochi spiaccioli
    > resta sempre non gratuito.
    >
    > 2) Per arrivare al risultato che poi verrà
    > brevettato si investono barche di soldi in
    > ricerca e svilluppo.
    >
    > 3)Se mi viene concesso il brevetto, permetti che
    > mi altero un pelo se uno sfrutta le mie ricerche
    > e innovazioni facendo finata di nulla e
    > fancendole passare come sue?
    >
    > 4)Se l'azienda che ha investito soldi e tempo in
    > ricerca e sviluppo fosse la vostra, non
    > cerchereste di tutelare la vostra proprietà
    > intellettuale?
    >
    >
    > Io credo di si, quindi è inutile lamentarsi su
    > cose che non stanno ne in cielo ne in terra. Poi
    > i fan possono pensarla come vogliono, ma io
    > rimango dell'idea che la proprietà intellettuale
    > debba essere tutelata, altrimenti nessuno più
    > produrrebbe materiale innovativo perchè i suoi
    > sforzi non sono poi
    > compensati.

    quindi mi sapresti spiegare come mai l'avvocato di apple ha dichiarato che apple denuncia per mantenere lo status quo, non è importante il brevetto?
    non+autenticato
  • bello notare che la parola giustizia associata agli usa suscita sempre ilarità, stavolta oltre ad una giuria californiana ed un giudice che non ammetteva prove che scagionassero samsung cosa vedremo? senatori fatti eleggere da apple che modificheranno le leggi dello stato per far vincere apple a priori?
    non+autenticato
  • Avete ragione tutti, salvo riserve su Nalin (su Johnny lasciamo perdere...).

    Più ci penso a cosa è diventata sta' porcheria dei brevetti e più mi schifo.

    Non sono state brevettate la teoria della Relatività e la trasmissione via onde radio (e pensate che disastroso rallentamento del progresso umano se mai lo si fosse fatto!), e ora si pretende di brevettare ... il rettangolo smussato (così i produttori di carte da gioco dovrebbero pagare una quota per ogni "carta"...)
  • il tempo e' galantuomo arrivera' pure ad apple la batosta...solo questione di tempo
    non+autenticato