Mauro Vecchio

Germania, mappe unite per la privacy

Nasce un'associazione di giganti IT per permettere agli utenti tedeschi di ottenere l'offuscamento e la rimozione di volti e indirizzi dai vari servizi di mappatura online

Roma - Da Google a Microsoft, insieme a Nokia e al gigante delle telecomunicazioni Deutsche Telekom: una nuova associazione per l'autoregolamentazione nel settore IT, nel tentativo di placare le preoccupazioni tedesche relative ai servizi di mappatura online. Sul sito web Geodatendienstekodex.de, gli utenti teutonici potranno chiedere l'offuscamento - persino la rimozione - di volti, indirizzi fisici e targhe automobilistiche.

Nel marzo 2011, il servizio di mappatura di Google Street View otteneva l'approvazione per le riprese fotografiche delle sue auto per le strade tedesche. Un giudice della corte di Berlino aveva dichiarato legali gli scatti fotografici delle Googlecar, dopo che una donna si era scagliata contro lo stesso Street View per aver pubblicato immagini sulla sua famiglia, in violazione delle leggi locali sulla privacy.

La tutela dei dati personali non aveva risparmiato nemmeno il rivale Streetside - servizio di mappatura di Redmond - costringendo il colosso Microsoft a mettere la piattaforma offline in terra tedesca. La nuova associazione dei giganti IT permetterà a tutti gli utenti locali di segnalare abitazioni e volti, che verranno controllati e dunque offuscati per preservare la privacy.
Per le aziende coinvolte, questa forma di autoregolamentazione rappresenta il giusto cammino verso un bilanciamento tra mercato dei servizi web e tutela dei diritti dei netizen. "Non abbiamo bisogno di una nuova legge per ogni servizio online", ha spiegato Dieter Kempf, presidente dell'associazione IT tedesca Bitkom. Il sito Geodatendienstekodex permetterà agli operatori della Rete di lavorare nel rispetto degli utenti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
1 Commenti alla Notizia Germania, mappe unite per la privacy
Ordina