Mauro Vecchio

Google Play, contenuti d'assalto

Arriva in Europa la versione scan-and-match del servizio di storage Google Music. Sarà completamente gratuita, con l'ingresso a bordo della major Warner. Android punta all'intrattenimento globale

Roma - È la grande trasformazione di Android in un gigantesco salotto dell'intrattenimento mobile, nella sfida lanciata dal colosso Google ai grandi protagonisti del mercato dei contenuti come Apple e Amazon. Aperto negli States alla fine del 2011, il servizio cloud-based Music ha ora ottenuto il fatidico accordo di licensing con l'ultima major rimasta fuori dalla piattaforma di storage nel vasto ecosistema Google Play.

Con il sì di Warner Music Group, il catalogo a disposizione degli utenti di Google Music comprende i brani di tutte le grandi sorelle dell'industria discografica. In un post apparso sul suo blog ufficiale, l'azienda di Mountain View ha annunciato, per il prossimo 13 novembre, il lancio europeo della feature scan-and-match, in paesi come Regno Unito, Spagna, Germania e Italia.

In sostanza, gli utenti Android potranno acquistare i contenuti musicali dallo store Google Play, spostando sui server della nuvola fino a 20mila brani per il conseguente streaming su dispositivi desktop e mobile. Il sistema scan-and-match permetterà agli stessi utenti di evitare le operazioni di uploading delle canzoni con la sincronizzazione dei vari device e la scansione automatica nel catalogo di Play.
A differenza di iTunes Match - che prevede una tariffa d'abbonamento annuale - Google Music offrirà la funzione in maniera gratuita. Lo stoccaggio in the cloud fino a 20mila brani supererà l'attuale tetto imposto dal Cloud Player di Amazon, che permette il caricamento fino a 250 brani prima di un'eventuale tariffa per avere spazio maggiore. Un fattore che potrebbe trasformarsi in un evidente vantaggio competitivo per BigG.

Ma l'azienda californiana non si è fermata al consumo di musica in mobilità, annunciando un altro accordo di licenza con il colosso della produzione cinematografica Twentieth Century Fox. Oltre a film e serial televisivi - sia in vendita che a noleggio - Google Play distribuirà anche riviste in formato digitale, da People a InStyle fino al celebre magazine Time.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle Music, lancio imminente?Pronto alla presentazione il servizio musicale di BigG. Che non sarebbe però riuscito a strappare il sì ai vertici di Sony e Warner Music. Altre voci parlano di prezzi e canzoni gratuite del giorno. Ma cosa succede senza le major?
  • BusinessYouTube presenta i canali europei La piattaforma di videosharing ha annunciato il lancio di sessanta nuovi canali europei. Partenership con le maggiori case di produzione del vecchio continente. E un'offerta sempre più concorrenziale alla TV
  • AttualitàGoogle Music, addio alla CinaDopo tre anni, chiude i battenti la versione asiatica del servizio musicale di Mountain View. La piattaforma non avrebbe portato i frutti sperati. Nessuno screzio con Pechino
15 Commenti alla Notizia Google Play, contenuti d'assalto
Ordina
  • Che Apple abbia brevettato il funzionamento e il concept di iTunes Match e prenda quei birboni copioni e rosiconi di Google per i cosidetti attributi bassi.

    E' ora di finirla con ste scopiazzature costanti.

    Devono vergognarsi.
    maxsix
    9659
  • ahaha
    oggi sei invecchiato di 10 anni con tutte le rosicate che hai avuto!
    non+autenticato
  • Guarda che l'audio fingerprinting mica l'ha inventato Apple...
  • Più che scopiazzatura io direi miglioramento. Copiare è fare uguale, usiamo un altro termine? clonare. Migliorare è prendere una cosa e applicargli delle migliorie che la rendono, appunto, migliiore. Se quello che uno inventa gli altri non lo possono migliorare ... beh, credo che non avremmo un bel niente di evoluto e avanzato, ma le solite cose.
    Onore al merito a chi ha avuto l'idea iniziale, ma altrettanto a chi riesce a migliorarla. Sai cosa significa questo? che di perfetto, a 'sto mondo, non c'è nulla, che tutto si può migliorare. Ripeto, non copiare, ma studiare il "prodotto" e vedere cosa di meglio si può fare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: BLue Diesel
    > Più che scopiazzatura io direi miglioramento.
    > Copiare è fare uguale, usiamo un altro termine?
    > clonare. Migliorare è prendere una cosa e
    > applicargli delle migliorie che la rendono,
    > appunto, migliiore. Se quello che uno inventa gli
    > altri non lo possono migliorare ... beh, credo
    > che non avremmo un bel niente di evoluto e
    > avanzato, ma le solite
    > cose.
    > Onore al merito a chi ha avuto l'idea iniziale,
    > ma altrettanto a chi riesce a migliorarla. Sai
    > cosa significa questo? che di perfetto, a 'sto
    > mondo, non c'è nulla, che tutto si può
    > migliorare. Ripeto, non copiare, ma studiare il
    > "prodotto" e vedere cosa di meglio si può
    > fare.

    L'unica miglioria che vedo qua è il fatto che è gratis.
    E mi continuo a chiedere, chi paga tutto ciò?
    E sopratutto come?

    E in fine, non è ora di finirla?
    maxsix
    9659
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: BLue Diesel
    > > Più che scopiazzatura io direi miglioramento.
    > > Copiare è fare uguale, usiamo un altro
    > termine?
    > > clonare. Migliorare è prendere una cosa e
    > > applicargli delle migliorie che la rendono,
    > > appunto, migliiore. Se quello che uno
    > inventa
    > gli
    > > altri non lo possono migliorare ... beh,
    > credo
    > > che non avremmo un bel niente di evoluto e
    > > avanzato, ma le solite
    > > cose.
    > > Onore al merito a chi ha avuto l'idea
    > iniziale,
    > > ma altrettanto a chi riesce a migliorarla.
    > Sai
    > > cosa significa questo? che di perfetto, a
    > 'sto
    > > mondo, non c'è nulla, che tutto si può
    > > migliorare. Ripeto, non copiare, ma studiare
    > il
    > > "prodotto" e vedere cosa di meglio si può
    > > fare.
    >
    > L'unica miglioria che vedo qua è il fatto che è
    > gratis.

    Hai detto niente Rotola dal ridere

    > E mi continuo a chiedere, chi paga tutto ciò?
    > E sopratutto come?

    Me lo chiedo anche io. Suppongo che si possano scansire solo le canzoni legalmente possedute, anche se non vedo come il sistema possa distinguerle da quelle scaricate dall'animale da soma.
    Penso che resterà responsabilità dell'utente, come è giusto che sia.

    > E in fine, non è ora di finirla?

    Guarda che la bellissima tecnologia di fingerprinting e matching che Apple ha comprato resterà intoccata.
    Ma se pensi che il concetto stesso di matching online possa essere brevettato e possa essere impedito ad altri di fare una cosa simile, sei fuori strada di mille miglia.
    E' un'idiozia anche solo pensare che un'idea così vaga possa essere brevettata, anche se sappiamo benissimo che negli USA sono capaci di essere idioti a tali livelli...
    Funz
    12988
  • Perchè mai qualcuno dovrebbe pagare?

    L'abominio è proprio quello che c'è su itunes: pagate per delle copie. E siete talmente assuefatti che la cosa vi sembra pure giusta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Perchè mai qualcuno dovrebbe pagare?
    >
    > L'abominio è proprio quello che c'è su itunes:
    > pagate per delle copie. E siete talmente
    > assuefatti che la cosa vi sembra pure
    > giusta.

    Guarda ho giusto qui un artista che ha qualche pezzo su itunes e che oggi ha fatto i primi 1000 euro.

    Non è daccordo con te e vorrebbe dirti qualcosa a riguardo.
    Mi dai il tuo numero di cell in PM o ti facci mandare a quel paese qui sul forum?

    Scegli.
    maxsix
    9659
  • Avanti, fallo scrivere qui sul forum, se ci tiene.

    Non gli serve nemmeno registrarsi, quindi ora non hai scuse: che scriva qui, lo aspetto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Avanti, fallo scrivere qui sul forum, se ci tiene.
    >
    > Non gli serve nemmeno registrarsi, quindi ora non
    > hai scuse: che scriva qui, lo
    > aspetto.

    Anche perche' il forum di PI alla fine e' una notevole pibblicita', ho visto andare giu' piu' di sitarello linkato quaA bocca aperta
    krane
    22544
  • - Scritto da: maxsix

    >
    > Guarda ho giusto qui un artista che ha qualche
    > pezzo su itunes e che oggi ha fatto i primi 1000
    > euro.

    Buon per lui.
    Basta che non ci sia neanche un centesimo dei miei in quei 1000 euro.

    > Non è daccordo con te e vorrebbe dirti qualcosa a
    > riguardo.

    Mi dica chi e' che vado subito a scaricarlo e giudico con le mie orecchie.

    > Mi dai il tuo numero di cell in PM o ti facci
    > mandare a quel paese qui sul
    > forum?

    Scrivi qua sul forum, alla luce del sole.
    Io non ho niente da nascondere, a differenza tua e del tuo amichetto.
  • ...ci vogliono sempre millenni per far sbarcare le cose anche qui in Italia. Speriamo sia tutto confermato. Nonostante ci fossero già i modi per usare il servizio di Google Music, ora si dovrebbe poter sfruttare al massimo GMusic.
    E Spotify è ancora alla finestra...