Mauro Vecchio

Mozilla, dolori senza il ballot screen

La software house statunitense denuncia l'emorragia di download nel periodo in cui Windows 7 SP1 veniva distribuito senza il meccanismo di scelta dei browser. Azione legale contro BigM?

Mozilla, dolori senza il ballot screenRoma - Le accuse dai vertici della Mozilla Foundation, dopo quelle notificate dalla Commissione d'Europa al gigante Microsoft per la delicata questione ballot screen. Nelle copie di Windows 7 - quelle aggiornate al Service Pack 1 - messe in vendita dal febbraio 2011 al luglio 2012, la specifica finestra per le opzioni di scelta del browser è stata completamente ignorata, causando un danno evidente alle società di sviluppo rivali.

Stando alle stime diramate dal vicepresidente di Mozilla, la software house statunitense avrebbe perso un totale tra 6 e 9 milioni di download nel periodo in cui Microsoft ha piazzato le sue copie prive del ballot screen. Il livello di download giornalieri del browser Firefox sarebbe sceso del 63 per cento - circa 20mila ogni 24 ore - fino all'introduzione della finestra di scelta per tutti gli utenti europei di Windows 7 SP1.

Da quel preciso istante, la quota complessiva di download di Firefox sarebbe aumentata del 150 per cento - circa 50mila scaricamenti al giorno - una crescita che non potrebbe rientrare tra le semplici coincidenze che si verificano nel mercato. Stando ai dati diramati dalla società d'analisi Net Applications, Mozilla avrebbe perso una quota di mercato pari al 3,6 per cento, dal 23,7 per cento nel gennaio 2011, quando il ballot screen era attivo sui PC con licenze Windows.
Non è chiaro se i rappresentanti della società di sviluppo - da sempre un'organizzazione non profit e dunque affamata di utenti, download e donazioni - intendano ricorrere alle vie legali per ottenere un risarcimento dal colosso di Redmond. Microsoft già sta rischiando una sanzione pari al 10 per cento del suo fatturato annuale per aver violato le predisposizioni comunitarie sull'introduzione obbligatoria delle opzioni di scelta del browser.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
111 Commenti alla Notizia Mozilla, dolori senza il ballot screen
Ordina
  • Firefox ha decisamente rotto, lento e stracolmo di cose inutili. Purtroppo se l'alternativa resta quell'indecenza chiamata chrome/chromium, rimango con firefox e stringo i denti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: non abbia contenuto razzista
    > Firefox ha decisamente rotto, lento e stracolmo
    > di cose inutili. Purtroppo se l'alternativa resta
    > quell'indecenza chiamata chrome/chromium, rimango
    > con firefox e stringo i
    > denti.

    A ME ╔ SEMPRE IL PIU VELOCE DI TUTTI. E NON LO CAMBIEREI CON NESSUNO.
    non+autenticato
  • continuo a non capire perché con altre aziende non ci si muova allo stesso modo. Ad esempio il non utilizzo dello standard micro usb da parte di Apple, se non tramite adattatore (venduto a parte..).
    Niente, all'UE hanno il pallino del browser.
    non+autenticato
  • come anche le automobili che vendono con un particolare navigatore e non le predispongono per utilizzare tutti gli altri. Uno che fa un sistema operativo lo può fare come cazz* gli pare, anzi Microsoft deve reintegrare nei service pack Mediaplayer e Outlook versione minkia. Io voglio un sistema operativo completo come lo era prima. Poi se uno vuole si installa quello che più gli pare. Questi burocrati parassiti mi stanno personalmento sui cogli*ni, la devono finire una volta per tutte.
    non+autenticato
  • > Questi burocrati parassiti mi stanno
    > personalmento sui cogli*ni, la devono finire una
    > volta per
    > tutte.
    Dovrebbero preoccuparsi più dell'Europa e meno della dimensione dei piselli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: david
    > continuo a non capire perché con altre aziende
    > non ci si muova allo stesso modo. Ad esempio il
    > non utilizzo dello standard micro usb da parte di
    > Apple, se non tramite adattatore (venduto a
    > parte..).
    L'uso della microusb non è un obbligo europeo, è un consiglio e più che quello NON PUÒ ESSERE, dato che imporre un connettore bloccherebbe l'innovazione.
    Apple propone comunque un bell'adattatore, per cui puoi tranquillamente utilizzare lo stesso caricabatterie per tutto, ti basta cambiare il cavetto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Non Ricordo
    > - Scritto da: david
    > ... dato che imporre un connettore
    > bloccherebbe
    > l'innovazione.
    > Apple propone comunque un bell'adattatore, per
    > cui puoi tranquillamente utilizzare lo stesso
    > caricabatterie per tutto, ti basta cambiare il
    > cavetto.

    Allora, visto che ho fatto l'esempio Apple, resto in tema e prendo un caso più vicino all'articolo: la libertà di poter sviluppare un browser all'interno dell'ecosistema Apple. In tal caso, le restrizioni dell'SDK non lo rendono possibile, dato che ci si deve per forza appoggiare a Safari.
    In questo caso l'innovazione viene mantenuta? E l'UE non dice niente?
    non+autenticato
  • Secondo me è che Microsoft non vuole pagare il pizzo mentre Apple lo paga: qualche aifon o aipad ai magnaccetti giusti ed il gioco è fatto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Secondo me è che Microsoft non vuole pagare il
    > pizzo mentre Apple lo paga: qualche aifon o aipad
    > ai magnaccetti giusti ed il gioco è
    > fatto.

    E perché, secondo te lo store unico dell'iPhone allora? Li siamo al limite dell'illegale.

    Parola di Winaro!Occhiolino
    non+autenticato
  • > la libertà di poter sviluppare un browser
    > all'interno dell'ecosistema Apple. In tal caso,
    > le restrizioni dell'SDK non lo rendono possibile,
    > dato che ci si deve per forza appoggiare a
    > Safari.
    Non a Safari, ma a WebKit, che è lo stesso motore libero utilizzato anche per chrome.

    > In questo caso l'innovazione viene mantenuta? E
    > l'UE non dice niente?
    Apple non è in posizione dominante, Google lo è con Android.
    Per cui è lì che si sposterà, presto o tardi, l'attenzione dell'antitrust.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Non Ricordo
    > > la libertà di poter sviluppare un browser
    > > all'interno dell'ecosistema Apple. In tal
    > caso,
    > > le restrizioni dell'SDK non lo rendono
    > possibile,
    > > dato che ci si deve per forza appoggiare a
    > > Safari.
    > Non a Safari, ma a WebKit, che è lo stesso motore
    > libero utilizzato anche per
    > chrome.
    >
    > > In questo caso l'innovazione viene
    > mantenuta?
    > E
    > > l'UE non dice niente?
    > Apple non è in posizione dominante, Google lo è
    > con
    > Android.
    > Per cui è lì che si sposterà, presto o tardi,
    > l'attenzione
    > dell'antitrust.

    Android è un sistema aperto, accessibile a tutti un pò diverso di iOS non trovate?
  • per bloccare la finestra invadente di google.com che ti propone di usare il loro browser su firefox installate l'estensione element hiding helper in modo da bloccare quel invadente messaggio.
    VIVA FIREFOX
    non+autenticato
  • Che le cifre dipendano in quel modo da un ballot screen è l'ennesima dimostrazione dell'insostenibile semplicità degli utonti.

    Per fortuna che IE dalla versione 7 alla versione 8 si è trasformato ed è diventato un browser più o meno come tutti gli altri, altrimenti saremmo ancora qui a parlare di FrontPage.
    non+autenticato
  • puoi fargliene una colpa? si è sempre detto che la pubblicità è l'anima del commercio e non certo a torto

    l'utonto non s'interessa, come noi altri, di tutto quello che avviene nel mondo informatico

    purtroppo o glielo dice la tv ( o facebook e google ) o quella certa cosa non esiste

    se hai avuto modo di leggere altri miei interventi, avrai notato che rispondo sempre nello stesso modo a quelli che parlano di linux sfigato e poco diffuso, ovvero faccio notare che nel megastore non c'è sullo scaffale nemmeno un computer con linux preinstallato

    e infatti quando linux ha cambiato nome e si è chiamato android, ha cominciato a farsi pubblicità e ha indotto gli ohm a preinstallarlo, di colpo ci siamo accorti che linux è fighissimo e fa girare il 70% degli smartphone in circolazione
    non+autenticato
  • > e infatti quando linux ha cambiato nome e si è
    > chiamato android, ha cominciato a farsi
    > pubblicità e ha indotto gli ohm a preinstallarlo,
    > di colpo ci siamo accorti che linux è fighissimo
    > e fa girare il 70% degli smartphone in
    > circolazione
    tanto che ora google ha quasi il monopolio degli smartphone
    non+autenticato
  • Premesso, se la sentenza dice di mettere il Ballot allora questo deve esserci ( bello o brutto che sia ).

    Ma ha parso nei confronti di chi?

    Ha perso contro IE perchè è preinstallato?

    Ha persone contro chrome che in questo periodo sta avendo un ottimo successo?

    Ha perso per altri motivi?

    Come calcolano i download persi? Se oggi scarico FF, non è detto che tutti i giorni lo riscarico. Magari metto il file .ZIP su una chiavetta e....
  • > Ha perso per altri motivi?
    >

    sta perdendo perchè da browser veloce e leggero si è trasformato, come già capitato con il nonno netscape, in un bloatware pesantissimo a causa del vizio di voler aggiungere funzionalità ad iosa ma non fermarsi un poco per ottimizzare il codice.
  • Lo sto tuttora usando, ed ad ogni versione è scandalosamente sempre più lento.
  • Prova ad eliminare 2-300 delle estensioni che hai installato in giro dal mondo e vedi se è veloce o meno.
    non+autenticato
  • Ne ho solo una: adblock.
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Ne ho solo una: adblock.

    Prova a mettere su 8 giga di RAM...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franti
    > - Scritto da: Francesco_Holy87
    > > Ne ho solo una: adblock.
    >
    > Prova a mettere su 8 giga di RAM...
    Vorrai scherzare, 8 GB è il minimo indispensabile, meglio 16.
    non+autenticato
  • si vede che siete delle emerite pippe....c'e' gente che usa tutto e alla grande con 2 giga di ram e senza linux...8 gigs o 16 si di tutto e di piu'...oppure al primo problema un bel format...mai fatto un format....i problemi si risolvono.
    non+autenticato
  • - Scritto da: arvaro
    > si vede che siete delle emerite pippe....c'e'
    > gente che usa tutto e alla grande con 2 giga di
    > ram e senza linux...8 gigs o 16 si di tutto e di
    > piu'...oppure al primo problema un bel
    > format...mai fatto un format....i problemi si
    > risolvono.
    Forse perché accendono il computer e non ci fanno nulla.

    Prova a utilizzare pacchetti Office, Database, album di foto catalogate, musica catalogata... tutta roba leggera, che insieme porta il computer ad aver bisogno di ben più di 2 GB.

    A casa ho un Mac e 3 GB sono fin troppo pochi (ma ho Lion), in ufficio ho XP con 2GB e quotidianamente raggiungo i 3 GB con lo swap. Computer ovviamente quasi non funzionante per tale motivo.

    Con i sw di oggi, 2 GB non bastano, se non per accendere il computer e aprire il file manager.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Non Ricordo
    > Forse perché accendono il computer e non ci fanno
    > nulla.
    >
    > Prova a utilizzare pacchetti Office, Database,
    > album di foto catalogate, musica catalogata...
    > tutta roba leggera, che insieme porta il computer
    > ad aver bisogno di ben più di 2
    > GB.
    >
    > A casa ho un Mac e 3 GB sono fin troppo pochi (ma
    > ho Lion), in ufficio ho XP con 2GB e
    > quotidianamente raggiungo i 3 GB con lo swap.
    > Computer ovviamente quasi non funzionante per
    > tale
    > motivo.
    >
    > Con i sw di oggi, 2 GB non bastano, se non per
    > accendere il computer e aprire il file
    > manager.



    Mi trovo d'accordo nella tua analisi che parte sulla constatazione di come Windows XP giunge a saturare i tuoi 2GB di memoria fisica utilizzati.

    Sorride


    Per comprendere, però, ed in parte risolvere la reale limitazione ed il conseguente rallentamento nelle operazioni a livello funzionale prodotta da queste circostanze, sarebbe utile conoscere ed andare a fondo sugli automatismi che vi conducano. In questo modo le performance del sistema possono venir meglio tarate (entro certi limiti, ovviamente) a seconda delle proprie particolari esigenze o specifici utilizzi

    Occhiolino


    Sintetizzando, il primo automatismo è dato dal quantitativo di memoria reale dedicato alle attività di caching vera e propria mentre il secondo è indotto dal conseguente quantitativo di memoria che viene impostato per il cosiddetto sistema di protezione dei file, WFP o Windows File Protection e che col tempo e l'installazione di svariati programmi potrebbe divenire un tantino esagerato.

    A motivo del quantitativo globale di memoria fisica utilizzata sul sistema il primo viene stabilito all'avvio quindi dal ruolo rivestito dal pc (workstation o server) e dallo specifico utilizzo che di questo ruolo ne viene fatto, privilegiando quindi i programmi in esecuzione o quelli in background. Il secondo è dinamico a motivo relativamente del numero di applicazioni via via installate sul sistema.

    I primi due fattori (ruolo ed utilizzo) possono in definitiva essere grossolanamente modificati a partire dalle proprietà di Sistema.

    Il margine di intervento del WFP, invece, può essere impostato modificando manualmente una opportuna chiave di registro di configurazione.

    Sorride

    (ho dovuto usare gli spazi per via di limitazione di lunghezza della "parola", nonché il trattino al posto del back-slash, in quanto quest'ultimo non viene direttamente correttamente interpretato all'interno dei post e non mi va di risolvere tramite codice ascii Occhiolino)


    [HKEY_LOCAL_MACHINE - SOFTWARE-Microsoft - WindowsNT - CurrentVersion - Winlogon-SfcQuota]


    il valore è di tipo doubleWord, e questa che segue è l'esempio di impostazione per limitarlo a 100MB, che dovrebbe rappresentare un quantitativo mediamente all-purpose:

    "SfcQuota"=dword:00000064

    Sorride
  • > Prova a utilizzare pacchetti Office, Database,
    > album di foto catalogate, musica catalogata...

    posso chiderti qualche info.

    Office, che tipo di documenti usi?

    Database, ma non stanno su HD i dati?

    Che tipo di foto usi?

    Musica, idem, che tipo di file hai?

    Giusto per capire come mai non basta la memoria.

    > A casa ho un Mac e 3 GB sono fin troppo pochi (ma
    > ho Lion), in ufficio ho XP con 2GB e
    > quotidianamente raggiungo i 3 GB con lo swap.

    Purtroppo lo spreco di ram è sempre maggiore.

    > Con i sw di oggi, 2 GB non bastano, se non per
    > accendere il computer e aprire il file
    > manager.

    Per questo che molti tengono i SW per usarli non per avere gli ultimi.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)