Mauro Vecchio

Anonymous ricorda il 5 novembre

Scoppia la rivolta digitale nel giorno dedicato al rivoluzionario Guy Fawkes. Hacktivisti attaccano i siti di NBC e PayPal. Assaltato il sito del governo australiano, e persino quello di Lady Gaga

Roma - "Ricorda, ricorda il cinque novembre, polvere da sparo, tradimento e complotto. Non vedo alcuna ragione per cui la congiura delle polveri dovrebbe mai essere dimenticata". Č la celebre filastrocca che accompagna i festeggiamenti nella giornata dedicata al rivoluzionario mascherato Guy Fawkes, che alla mezzanotte del 5 novembre 1605 veniva arrestato da un drappello di uomini armati, mentre si apprestava a far esplodere la Camera dei Lord.

Una storia lontana, immortalata nell'immaginario popolare e riattivata dai gruppi hacker nell'underground cibernetico. All'alba di oggi, una raffica di attacchi DDoS ha colpito i bersagli digitali più disparati, dal sito ufficiale del governo australiano al broadcaster statunitense NBC. Sulle homepage del programma Saturday Night Live (SNL) e della super-star del pop Lady Gaga, la filastrocca cantata dai bambini nella notte di Guy Fawkes.

Dalle prime ore di questa mattina (fuso statunitense), gli hacker di Anonymous hanno attaccato] le infrastrutture della piattaforma di micropagamenti PayPal, riversando online un documento di cinque pagine con quasi 30mila account. Subito intervenuto in pubblico, il capo della divisione public relations della società statunitense ha smentito le dichiarazioni degli Anonimi, in mancanza di prove fondate che confermino il furto dei dati personali.
Dal profilo Twitter @Par_AnoIA, una serie di rivendicazioni sulla pubblicazione di diversi documenti riservati provenienti dai database dell'organizzazione internazionale Organization for Security and Co-operation in Europe (OSCE). Dalle imminenti elezioni presidenziali negli States a presunti brogli elettorali in terra ucraina, contenuti trafugati da Anonymous dagli archivi con base a Vienna.

Mentre il broadcaster NBC ha faticato per far tornare tutti i suoi siti alla normalità - l'hacker Pyknic ha rivendicato il furto di una quantità indecifrata di account e password - Anonymous è pronto ad una marcia fisica sui simboli governativi di Londra, in ricordo delle gesta già ammirate dai cinefili in V per Vendetta. Al momento la divisione hacktivista più attiva resta quella australiana, che è riuscita a mettere KO il sito del governo con un DDoS.



Avvertenza: al momento della pubblicazione, la Congiura delle Polveri è ancora in corso. Daremo conto di eventuali altre evoluzioni nel corso delle prossime ore.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia Anonymous ricorda il 5 novembre
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)