Mauro Vecchio

MIPS, processori da spartire

Lo storico produttore statunitense viene acquisito da Imagination. Tutti i suoi brevetti saranno divisi anche con ARM

Roma - Uno dei marchi più antichi nella storia della Silicon Valley, ora nelle mani di un consorzio di aziende di cui fanno parte ARM e il fornitore britannico di processori grafici Imagination Technologies. Il business operativo della statunitense MIPS, così è stato deciso dal consorzio, sarà affidato alla gestione di Imagination, in seguito ad un processo d'acquisizione del valore complessivo di 60 milioni di dollari.

Con prestigiosi clienti - dai router di Cisco alla serie portatile di PlayStation - MIPS è ormai diventata un gigante dei processori a basso consumo energetico, con 700 milioni di unità spedite in tutto il mondo alla fine dello scorso giugno. Un fatturato da 60 milioni di dollari, con perdite pari a 9 milioni nell'ultimo anno fiscale.

Dopo l'accordo, l'azienda statunitense concederà in licenza un totale di 580 brevetti, di cui 82 considerati chiave nelle architetture per la produzione di processori. Parallelamente ad Imagination, nell'operazione di acquisizione ARM si è messo alla guida di un consorzio per l'acquisizione del portfolio brevettuale di MIPS.
Con un contributo di 167 milioni di dollari - il totale della spesa è di 350 milioni - ARM avrà le licenze per lo sfruttamento delle tecnologie di MIPS. In sostanza, i 580 brevetti della società statunitense saranno a disposizione sia di Imagination che di ARM, mentre alla società britannica andrà il controllo del business operativo di MIPS.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia MIPS, processori da spartire
Ordina
  • Per il processore che era il cuore delle workstation più fiche di tutti i tempi: cioè le Silicon Graphics.
    Quelle che per anni erano lo stato dell'arte per il 3D.
  • - Scritto da: MacGeek
    > Per il processore che era il cuore delle
    > workstation più fiche di tutti i tempi: cioè le
    > Silicon
    > Graphics.
    > Quelle che per anni erano lo stato dell'arte per
    > il
    > 3D.
    mhh pensi anche tu che questa sia una manovra stile "abbraccia e estingui"?
    Sarebbe triste, perche il mips ancora cavalca (la broadcom, per dire, ha fatto tonnellate di SoC Mips... )
    non+autenticato
  • No, no. È solo la fine di un'epoca.
    Oggi ci sono gli ARM, che al tempo dei MIPS erano processori per giocattoli.
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: MacGeek
    > > Per il processore che era il cuore delle
    > > workstation più fiche di tutti i tempi: cioè le
    > > Silicon
    > > Graphics.
    > > Quelle che per anni erano lo stato dell'arte per
    > > il
    > > 3D.
    > mhh pensi anche tu che questa sia una manovra
    > stile "abbraccia e
    > estingui"?
    > Sarebbe triste, perche il mips ancora cavalca (la
    > broadcom, per dire, ha fatto tonnellate di SoC
    > Mips...
    > )
    Non solo broadcom anche atheros e altri...
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacGeek
    > Per il processore che era il cuore delle
    > workstation più fiche di tutti i tempi: cioè le
    > Silicon
    > Graphics.
    > Quelle che per anni erano lo stato dell'arte per
    > il
    > 3D.

    non è una brutta fine... adesso i brevetti di MIPS sono parte di un ecosistema più ampio... ormai l'alternativa a x86 si chiama ARM e quella al duopolio delle GPU si chiama Imagination
    non+autenticato