Alfonso Maruccia

Open Internet, si schiera anche il Parlamento europeo

I rappresentanti dell'Unione Europea approvano una risoluzione che vorrebbe mettere fuori gioco i tentativi di regolamentazione della rete telematica mondiale da parte dell'ONU. Le Nazioni Unite non sarebbero la sede adatta

Roma - Dopo l'accorato (e vieppiù interessato) appello di Google in difesa di una rete Internet "libera e aperta", ora anche il Parlamento europeo si pronuncia in merito ai negoziati a porte chiuse che l'ONU terrà in quel di Dubai nel corso del mese prossimo.

I rappresentati di Bruxelles hanno votato e approvato una risoluzione proposta dalla parlamentare olandese Marietje Schaake, stabilendo che l'ITU (organo ONU che si occupa di telecomunicazioni) o altre istituzioni internazionali non rappresentano "l'organismo appropriato per sostenere una autorità regolatoria sulla rete Internet".

La posta in gioco è il passaggio dei poteri di controllo, gestione e regolamentazione ora in mano a ICANN e ad altre organizzazioni - alcune delle quali palesemente influenzate dalla politica statunitense - alle Nazioni Uniti, con il rischio, paventato da Google e ora dall'Europa, che i membri meno liberali dell'ONU (Russia, Cina, Iran e via elencando) possano istituire strumenti di censura capaci di mettere a minare la libertà di espressione e di circolazione delle informazioni in rete.
ITU intende aggiornare le regolamentazioni internazionali sulle telecomunicazioni (ITR) redatte in un tempo in cui la Internet di oggi era solo un miraggio lontano, e il Parlamento europeo ha dato mandato all'Unione - i cui 27 stati membri sono tutti firmatari dei suddetti ITR - di assicurarsi che Internet continui a essere "un luogo pubblico, dove i diritti umani e le libertà fondamentali, in particolare la libertà di espressione e di associazione, siano rispettati". Senza dimenticare, dice ancora la risoluzione, la salvaguardia dei "principi del libero mercato", della net neutrality e del diritto all'imprenditorialità.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle: Internet deve restare apertaMountain View si appella ai netizen affinché facciano sentire la loro voce all'ONU. Che vorrebbe regolamentare Internet, a porte chiuse, a tutto vantaggio dei governi meno liberali. Uno a caso, la Russia
7 Commenti alla Notizia Open Internet, si schiera anche il Parlamento europeo
Ordina
  • anche l'articolista si "beva" acriticamente la protesta contro l'ITU come fatta nel nome della liberta' di parola.
    Si ok, tra la dozzina di questioni, c'e' anche la possibile influenza di russia & affini sulla liberta' di parola.
    MA la cosa piu' importante e' legata alle tariffe end-to-end, ed altre questioni "tecniche" , non ultima anche la net neutrality (che e' sempre legata a questioni monetarie). E intendiamoci, fan bene a protestare... i meccanismi di peering eccecc sono stati gestiti in un certo modo per 20 anni e internet e' cresciuta benissimo cosi' (ipersemplifico... )
    Non c'e' motivo che i regolatori delle telco & rappresentanti degli isp (ITU, ETNO, ecc) e altri soggetti si autopromuovano a regolatori di internet..
    non+autenticato
  • I governi hanno solo intenzione di controllare la rete per limitare le
    azioni di un cittadino libero! Hanno paura di questa "tecnologia" che da molta libertà di comunicazione alle persone.

    Poi Internet ha già delle regole di "buon educazione". La Netiquette.

    Per reati e leggi già esistono i codici penali e civili, per sua natura internet non può essere regolamentata con delle leggi tipo "Codice Internet" con leggi esclusive per la Rete! Non sarebbe più intenet che conosciamo...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 novembre 2012 12.52
    -----------------------------------------------------------
  • Giù le sporche mani della politica da Internet.

    Internet è un bene comune, non un giocattolo nelle mani del politico di turno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andreabont
    > Giù le sporche mani della politica da Internet.
    >
    > Internet è un bene comune, non un giocattolo
    > nelle mani del politico di
    > turno.

    quoto.
  • Vinceremo tante battaglie pur sapendo già che perderemo la guerra.

    La richiesta di "maggiore democrazia" sarà l'arma totale.

    Fate una scappata in biblioteca e leggetevi "La fattoria degli animali" di George Orwell. Rimarrete stupiti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo per finta
    > Vinceremo tante battaglie pur sapendo già che
    > perderemo la
    > guerra.
    >
    > La richiesta di "maggiore democrazia" sarà l'arma
    > totale.
    >
    > Fate una scappata in biblioteca e leggetevi "La
    > fattoria degli animali" di George Orwell.
    > Rimarrete
    > stupiti.

    Rimarremmo stupiti da cosa?
    Dal fatto che e' ancora a disposizione per il prestito forse?
    Si, in effetti amazon ci ha gia' provato una volta a far sparire Orwell.
  • no, credo intendesse dire che ciascuno arraffa con le parole che gli convengono. In cina il discorso per giustificare il controllo di internet è la difesa e protezione e nazionalismo, in usa è la difesa della proprietà privata, in europa al grido di democrazia e della sua difesa il potere si ritaglia il suo spazio
    non+autenticato