Mauro Vecchio

USA, quando l'ISP tutela i condivisori

Il provider statunitense Verizon nelle grinfie di tre societÓ che producono film pornografici. La tutela della privacy degli abbonati, accusano, sarebbe solo una scusa per nascondere un desiderio di guadagno

Roma - Tre società specializzate nella produzione di film a luci rosse, unite nella causa legale al provider statunitense Verizon. I vertici di Malibu Media, Patrick Collins e Third Degree Films contro il fornitore di connettività a stelle e strisce, accusato di cattiva fede nella tutela della privacy di migliaia di abbonati con il vizietto del file sharing.

A scatenare l'ira dei pornografi, la resistenza di Verizon dopo una serie di subpoena - in questo caso il permesso firmato da un giudice per obbligare una piattaforma o un provider a consegnare i dati utili all'identificazione di uno o più scariconi - inviate per ottenere informazioni su numerosi utenti delle reti BitTorrent.

Ma i responsabili di Verizon non sembrano gradire quest'approccio così invasivo delle tre società della produzione pornografica. Dal momento che ad un singolo indirizzo IP non sempre corrisponde un vero colpevole, il rilascio coatto delle informazioni personali - nomi completi, email e così via - risulterebbe una evidente violazione della privacy.
Un provider come Verizon dovrebbe infatti tutelare la riservatezza dei suoi abbonati, non concedendo a terzi informazioni protette dal Primo Emendamento della Costituzione statunitense. ╚ la posizione espressa dall'ISP, che ha poi ricordato il suo impegno anti-pirateria nel quadro dei six strike sul modello francese.

Ovviamente diverso il parere dei tre studio a luci rosse: Verizon andrebbe a guadagnare dalle attività di scaricamento illecito dei suoi abbonati. La loro tutela nasconderebbe in realtà un desiderio di profitto, dal momento che le reti di file sharing rappresenterebbero una succulenta opportunità per i grandi provider negli States.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàCopyright, risarcimento milionarioLa corte federale dell'Illinois ha condannato un utente al risarcimento di 1,5 milioni di dollari per la condivisione illegale a mezzo torrent. 150mila dollari per 10 film a luci rosse
  • AttualitàUSA, processo ai troll del copyrightUn indirizzo IP non costituisce una prova per assalire gli scariconi delle reti BitTorrent e P2P. Nel mirino del giudice, il meccanismo estorsivo basato sulle informazioni fornite dai provider
16 Commenti alla Notizia USA, quando l'ISP tutela i condivisori
Ordina
  • .. la volonta' di aggredire degli innocenti fino a prova contraria non nasconde un bieco e meschino "desiderio di profitto"? Non capisco..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alberto Bianchi
    > .. la volonta' di aggredire degli innocenti fino
    > a prova contraria non nasconde un bieco e
    > meschino "desiderio di profitto"? Non
    > capisco..
    Eppure è semplice... c'è una palese violazione della legge, vengono chiesti gli IP dei presunti colpevoli per iniziare una causa, vengono negati per rafforzare la propria posizione di guadagno su illeciti di altri mascherandosi da garante della privacy. Lo obbligherà un giudice e avrà solo preso tempo, i più furbi daranno disdetta e si iscriveranno ad altri provider facendo magari più attenzione, altri andranno davanti ad un giudice bacchettone con l'accusa di aver scaricato illecitamente "Quel trans che si chiama desiderio" con mamma e moglie tra coloro che assistono.
    non+autenticato
  • E passa la paura.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > E passa la paura.

    è buona questa:
    http://it.wikipedia.org/wiki/GNUnet
  • - Scritto da: thebecker
    > - Scritto da: krane
    > > E passa la paura.
    >
    > è buona questa:
    > http://it.wikipedia.org/wiki/GNUnet


    Bellissima!

    GT
  • - Scritto da: krane
    > E passa la paura.

    Vivi come una persona onesta e non avrai nessuna paura da far passare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: krane
    > > E passa la paura.

    > Vivi come una persona onesta e non avrai
    > nessuna paura da far passare.

    Quando ci saranno leggi uniche sul pianeta ne riparliamo.
    krane
    22544
  • le leggi ci sono basterebbe che le rispettiate e non che vi rigirate le frittate per come vi fa comodo...poi su altre cose se ne puo' parlare tipo l'indecente siae
    non+autenticato
  • - Scritto da: arvaro
    > le leggi ci sono basterebbe che le rispettiate

    Perchè mai dovremmo rispettare le leggi di paesi stranieri?

    Oltre tutto, sono leggi che vogliamo abrogare, non rispettare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: arvaro
    > le leggi ci sono basterebbe che le rispettiate e
    > non che vi rigirate le frittate per come vi fa
    > comodo...poi su altre cose se ne puo' parlare
    > tipo l'indecente
    > siae

    Certo che le leggi ci sono, ma che siano giuste è un'altro paio di maniche.

    Ci sono leggi aberranti in tanti regimi totalitari (Cina & C.)...
    C'erano leggi che permettevano gli orrori del Nazismo e dell'Inquisizione...

    Chi può si fa fare leggi di comodo ad hoc (ogni riferimento a sappiamo chi ne è la dimostrazione).

    Gli avvocati sono prezzolati proprio per interpretare i meandri delle farraginose leggi localmente in essere e sfruttarli per torcere il tutto a favore di chi li (stra)paga.

    Finchè chi ruba una mela per fame o tratta indoor copia degradata di canzonetta per la legge è penalmente perseguibile mentre tale non è chi per schifose ma legalissime politiche aziendali butta sul lastrico migliaia di lavoratori... ... ... ...

    Quanto alla SIAE, pienamente daccordo.
    Notare che l'operato ed il comportamento della SIAE (come quello della RAI o di tante Assicurazioni e Banche o di altri carrozzoni burocratizzati) sono tutti perfettamente legali!
  • Una persona onesta perchè mai non dovrebbe scaricare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: krane
    > > E passa la paura.
    >
    > Vivi come una persona onesta e non avrai nessuna
    > paura da far
    > passare.

    Gia' qualcuno disse: "Chi non ha fatto niente non avra' niente da temere."
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: krane
    > > E passa la paura.
    >
    > Vivi come una persona onesta e non avrai nessuna
    > paura da far
    > passare.

    Deve essere bello vivere nel mondo di Papalla.
    non+autenticato