Cristina Sciannamblo

Google, un algoritmo molto umano

Un manuale che regola l'intervento umano nel search di Mountain View. Vi si trovano consigli su come affinare le ricerche in base alla rilevanza, alla qualità e al potenziale di spam dei contenuti

Roma - Che i risultati delle ricerche effettuate su Google fossero prodotti da algoritmi è fatto noto, ricordato spesso dalla stessa azienda come segno di affidabilità e trasparenza. Tuttavia, il processo di classificazione delle ricerche è influenzato per diversi aspetti dall'azione umana, fatto anche questo che BigG non ha mai nascosto: ora è possibile conoscere i metodi adottati dagli umani che assistono le elaborazioni PageRank grazie alla pubblicazione di un manuale di 160 pagine.

Si tratta di una lista di istruzioni confezionate da Mountain View che fornisce ai dipendenti diverse indicazioni su come affinare i risultati di ricerca: in base ai criteri della rilevanza, del potenziale di spamming e della qualità assegnata ai contenuti.

Per quanto riguarda la rilevanza dei risultati, il manuale indica ai classificatori umani di assegnare un certo grado in base alla propria opinione, sulla base di una scala che va da "vitale" a "utile", passando per "inutile" o "non classificabile". Stesso discorso vale per il sistema adottato per classificare lo spam: "non spam", "forse spam", "spam", "porno", "malevolo".
Il manuale specifica chiaramente che l'intervento umano non si occupa di costruire l'indice, bensì di testare gli aggiornamenti regolarmente messi a punto per migliorare l'algoritmo.

Secondo i dati riportati, Google avrebbe assunto circa 1500 tecnici addetti al perfezionamento del search, con una forma contrattuale che prevede il lavoro da casa invece che negli uffici di Mountain View.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàPagerank: Google colpisce mezzo WebDrastica revisione dei PageRank. Ad essere colpiti sono soprattutto i siti con le valutazioni più alte. BigG si prepara a rivedere tutti i ranking?
  • TecnologiaGoogle sperimenta ancora col searchAlmeno un paio di opzioni abilitate a caso tra gli utenti di BigG consentono di modificare l'elenco dei risultati delle ricerche. Con qualche risvolto positivo e qualcuno negativo
  • TecnologiaRicerche Google fai-da-teUn esperimento riservato a pochi fortunati. Ma che potrebbe cambiare per sempre i risultati del motore di Mountain View. Un approccio in stile Digg: e forse non è un caso
2 Commenti alla Notizia Google, un algoritmo molto umano
Ordina