Mauro Vecchio

UK, discografici contro il proxy pirata

L'industria musicale britannica ha chiesto al Pirate Party di rimuovere uno strumento per l'aggiramento dei blocchi imposti alla Baia dalla High Court di Londra. La fazione politica fa muro

Roma - I vertici della British Phonographic Industry (BPI) contro Loz Kaye, a capo della divisione britannica del Partito Pirata. Al centro della disputa, un servizio proxy aperto dalla fazione politica per l'aggiramento dei blocchi imposti all'ex-tracker BitTorrent The Pirate Bay dalla High Court di Londra all'inizio di quest'anno.

In una minacciosa missiva inviata dall'industria discografica, Loz Kaye dovrebbe ordinare la rimozione immediata del proxy tpb.pirateparty.org.uk, da tempo nel mirino dei tutori del copyright con quasi 100mila richieste di rimozione registrate dal motore di ricerca Google. I vertici del Pirate Party avevano permesso l'aggiramento dei blocchi "per tutelare la libertà d'espressione".

"╚ uno strumento legittimo per un fine politico legittimo", ha risposto Kaye in un'intervista rilasciata alla BBC. Il proxy per la Baia andrebbe a tutelare la libertà d'espressione su Internet, per consentire agli utenti di condividere file senza temere la censura operata da soggetti portatori di interessi commerciali.
"Il diritto di libera espressione non è assoluto - ha risposto piccato Geoff Taylor, chief executive di BPI - Porta con sé l'obbligo di rispettare i diritti altrui, di quelli che lavorano duramente per sfruttare talento e investimenti nella creazione di musica e altri contenuti di intrattenimento". Kaye ha assicurato una risposta ai discografici entro il prossimo 6 dicembre.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàPaesi Bassi, guerra sul proxy dei PiratiLa versione locale del Partito Pirata obbligata a rimuovere il suo servizio proxy per l'accesso a The Pirate Bay. Proteste da parte della fazione, che attacca le lobby dell'intrattenimento e parla di censura della Rete
  • AttualitàUK: la Baia va filtrataIl giudice britannico ha imposto a tutti i provider di inibire l'accesso a The Pirate Bay, che risponde piccata e invita i cittadini a protestare con gli ISP e i politici
16 Commenti alla Notizia UK, discografici contro il proxy pirata
Ordina
  • Viva il libero mercato, abasso i pirati parassiti! Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Video 2000
    > Viva il libero mercato, abasso i pirati
    > parassiti!
    >Indiavolato

    il libero mercato ci ha portati alla crisi economica che sta rovinando milioni di famiglie.
    non+autenticato
  • Il diritto di libera espressione non è assoluto[...]Porta con sé l'obbligo di rispettare i diritti altrui, di quelli che lavorano duramente per sfruttare
    Nessuno vuole essere SFRUTTATO. E' ora che gli imbecilli autori della CAZZATA qui sopra comincino a capirlo.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Il diritto di libera espressione non è
    > assoluto[...]Porta con sé l'obbligo di rispettare
    > i diritti altrui, di quelli che lavorano
    > duramente per sfruttare

    >
    > Nessuno vuole essere SFRUTTATO. E' ora che gli
    > imbecilli autori della CAZZATA qui sopra
    > comincino a
    > capirlo.

    Loro ti potrebbero rispondere che sei contro il libero mercato, la liberta' d' impresa ecc...
    non+autenticato
  • Libero mercato implica libera concorrenza, vale a dire la libertà che due persone diverse mettano in vendita un prodotto assolutamente identico, a prezzi diversi, così che il cliente possa scegliere quello che costa meno a parità di altre condizioni.

    Se invece proibisci agli altri di mettere in distribuzione un prodotto identico al tuo non è più libero mercato, è monopolio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    >
    > Se invece proibisci agli altri di mettere in
    > distribuzione un prodotto identico al tuo non è
    > più libero mercato, è
    > monopolio.

    Che purtroppo non esiste solo nel campo dell'industria dell'intrattenimento.
    Vedasi ad esempio i vari tentativi - andati pressoche' falliti - di liberalizzazioni in Italia.
    non+autenticato
  • "lavorano per sfruttare"....
    eh eh eh... cioè rubano il lavoro altrui... in parole povere!
    una volta tanto al sig. Geoff Taylor è scappata di bocca l'espressione giusta!

    "Lapis" freudiano?
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > "lavorano per sfruttare"....
    > eh eh eh... cioè rubano il lavoro altrui... in
    > parole
    > povere!
    > una volta tanto al sig. Geoff Taylor è scappata
    > di bocca l'espressione
    > giusta!
    >
    > "Lapis" freudiano?
    > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    Sfruttare una risorsa è mercato, se se ne rispettano le regole, il proxy e soci invece sfruttano illegalmente il lavoro altrui. Capisci la leggera differenza?
    non+autenticato
  • Quale lavoro?

    Gli autori non fanno nessun lavoro extra per il proxy. Fanno solo il lavoro per cui vengono pagati dai loro committenti/impresari.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: tucumcari
    > > "lavorano per sfruttare"....
    > > eh eh eh... cioè rubano il lavoro altrui... in
    > > parole
    > > povere!
    > > una volta tanto al sig. Geoff Taylor è scappata
    > > di bocca l'espressione
    > > giusta!
    > >
    > > "Lapis" freudiano?
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > Sfruttare una risorsa è mercato, se se ne
    > rispettano le regole, il proxy e soci invece
    > sfruttano illegalmente il lavoro altrui. Capisci
    > la leggera
    > differenza?
    sempre a difendere i venditori di ghiaccio e videotechini, eh? Riposati ogni tanto.
    Sai bene che le "regole" sono create e artatamente modificate secondi gli interessi degli editori (travestiti da politici). Tant'e' che un tempo la protezione era 15 anni dalla pubblicazione ed ora e' 70 anni dalla morte del coautore (o 95 dalla pubblicazione).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: tucumcari
    > > "lavorano per sfruttare"....
    > > eh eh eh... cioè rubano il lavoro altrui... in
    > > parole
    > > povere!
    > > una volta tanto al sig. Geoff Taylor è scappata
    > > di bocca l'espressione
    > > giusta!
    > >
    > > "Lapis" freudiano?
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > Sfruttare una risorsa è mercato,
    è mercato se è libero non se è protetto da leggi ad hoc capisci la differenza?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Allibito
    > > - Scritto da: tucumcari
    > > > "lavorano per sfruttare"....
    > > > eh eh eh... cioè rubano il lavoro altrui... in
    > > > parole
    > > > povere!
    > > > una volta tanto al sig. Geoff Taylor è
    > scappata
    > > > di bocca l'espressione
    > > > giusta!
    > > >
    > > > "Lapis" freudiano?
    > > > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > > Sfruttare una risorsa è mercato,
    > è mercato se è libero non se è protetto da leggi
    > ad hoc capisci la
    > differenza?
    La ad hoc sarebbe una legge che difende la proprietà intellettuale. Anche la legge sulla proprietà privata é ad hoc, che diavolo dici. Dividiamoci tutte le proprietà già che ci sei. Ma in che mondo vivete?
    non+autenticato
  • La proprietà intellettuale significa che ti viene riconosciuta la paternità dell'opera, non che puoi impedire a chi l'ha comprata di darla ad altri.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > La ad hoc sarebbe una legge che difende la
    > proprietà intellettuale. Anche la legge sulla
    > proprietà privata é ad hoc, che diavolo dici.
    > Dividiamoci tutte le proprietà già che ci sei. Ma
    > in che mondo vivete?

    Dammi un replicatore di materia e l'energia sufficiente a farlo funzionare, sarò felice di replicarti gratis la casa, il cibo e tutto quello che ho. Non sono mica egoista e tirchio come te.
    Il mio replicatore è ancora imperfetto, si chiama computer e copia solo i numeri 1 e 0, ma è più che sufficiente per quello che mi serve oggi. Se tu vuoi che io ti copi qualcosa di più complesso dei numeri 1 e 0, costruiscilo e poi cedimene una copia, non avrò problemi a copiarti tutto il resto.
    Tu pretendi di mantenere il controllo sui numeri, il che è assurdo.

    "Se io ho una mela, e tu hai una mela, e ce le scambiamo, ciascuno di noi avrà sempre solo una mela. Ma se io ho un'idea, e tu hai un'idea, e ce le scambiamo, ciascuno di noi avrà due idee"
    George Bernard Shaw (1856-1950)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 dicembre 2012 00.19
    -----------------------------------------------------------
  • > La ad hoc sarebbe una legge che difende la
    > proprietà intellettuale

    proprietà intellettuale?
    ahahahahahahah
    Definire proprietà le idee è proprio assurdo e contro natura
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: tucumcari
    > > "lavorano per sfruttare"....
    > > eh eh eh... cioè rubano il lavoro altrui... in
    > > parole
    > > povere!
    > > una volta tanto al sig. Geoff Taylor è scappata
    > > di bocca l'espressione
    > > giusta!
    > >
    > > "Lapis" freudiano?
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > Sfruttare una risorsa è mercato, se se ne
    > rispettano le regole, il proxy e soci invece
    > sfruttano illegalmente il lavoro altrui. Capisci
    > la leggera
    > differenza?
    Illegalmente? Guarda che le cose sono illegali in riferimento alla legislazione di un determinato paese ma possono essere legali in base a quella di un altro.
    non+autenticato