Alfonso Maruccia

Internet, prove di tecnocontrollo per l'ONU?

A Dubai l'ITU avvia la revisione di un trattato vecchio di due decenni. Le prime indiscrezioni confermano: tra le priorità ci sono Deep Packet Inspection e la "tassazione" degli OverTheTop

Roma - Questo lunedì ha avuto finalmente il via la World Conference on International Telecommunications (WCIT) di Dubai, occasione in cui l'International Telecommunication Union (ITU, agenzia dell'ONU sulle telecomunicazioni) raccoglierà e ratificherà le proposte per aggiornare un trattato sulle comunicazioni che risale a più di 20 anni fa.

Il rischio, già ampiamente sollevato (tra gli altri) da Google e dal Parlamento Europeo, è che le nuove norme dell'ITU finiscano per imbrigliare le libertà digitali di cui i netizen possono godere al momento e trasformare Internet in un sistema in cui la censura e il tecnocontrollo non siano l'eccezione bensì la norma.

Nel tentativo di fugare questi dubbi, in occasione dell'apertura della WCIT l'attuale capo dell'IUT Hamadoun Toure ha assicurato: la libertà di espressione non verrà intaccata, "niente può fermare la libertà di espressione nel mondo di oggi, niente di questa conferenza riguarderà l'argomento" e nessuna norma avrà come obiettivo il controllo di Internet.
A rasserenare (parzialmente e solo temporaneamente) il clima è arrivata la decisione di aprire le sessioni plenarie della conferenza al pubblico, mentre gli USA si sono detti pronti a proporre la messa al bando di qualsiasi discussione riguardante Internet per tutte e due le settimane dedicate ai lavori di aggiornamento del trattato ITU.

La proposta della Tunisia di trasferire, sic et simpliciter, i diritti umani "offline" al mondo telematico (libertà di espressione inclusa) è stata però bocciata: USA, Europa, Cina e altri si sono opposti all'adozione del principio per evitare il rischio (almeno nei primi due casi) di allargare troppo i confini del trattato fino a includere i contenuti veicolati e scambiati dagli utenti attraverso la Rete.

E mentre i rischi di un eccesso di regolamentazione di qualcosa che funziona (Internet) e che non necessita dell'intervento dell'ONU per funzionare meglio continuavano a venire da Mozilla, eSir Tim Berners-Lee, Vint Cerf e l'Unione Europea, nei meeting segreti dell'ITU si è cominciato a lavorare a regolamentazioni che trasformino radicalmente il modo di gestire e operare la Internet mondiale.

In questi meeting - che prevedibilmente non verranno aperti al pubblico come le sessioni plenarie - i membri dell'ITU hanno approvato l'introduzione di un nuovo standard per la "Deep Packet Inspection" delle comunicazioni telematiche (ITU-T DPI), una misura che non prende minimamente in considerazione i potenziali effetti sulla privacy dei netizen e stabilisce persino la possibilità di servirsi delle chiavi cifrate (magari recuperate sui PC degli utenti?) per decifrare tutto il traffico a piacimento di governi e istituzioni.

L'altra proposta di regolamentazione - che va ad aggiungersi ad una preoccupante "lista" del tecnocontrollo destinata ad allungarsi parecchio prossimo giorni - è quella della "condivisione equa dei profitti" fra società di telecomunicazioni (incumbent e ISP) e quelle dei servizi telematici, una misura che l'ITU avrebbe giustificato con la possibilità di far crescere la diffusione delle infrastrutture e delle connessioni ma che a una seconda occhiata non sembra avere alcun punto di appoggio con la realtà fattuale.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
18 Commenti alla Notizia Internet, prove di tecnocontrollo per l'ONU?
Ordina
  • Ho letto le "fonti" linkate (Techdirt, che non è esattamente un oracolo), e a quanto pare si sta parlando del nulla. Non che sia una grande novità, qui su punto informatico...

    Innanzi tutto la "deep packet inspection" è un insieme di tecniche SEMPRE ESISTITE, mica le sta inventando ora l'ITU. Vogliono standardizzarle? Ok, questo non cambia minimamente il panorama attuale. Ciò che si è potuto fare per decenni (P2P) si potrà comodamente coninuare a fare. I rischi che c'erano prima saranno sempre gli stessi, e non mi pare che abbiano dissuaso gli utenti.

    Quanto alle chiavi crittografiche, ovviamente è pura fantascienza, in nessun caso l'ISP dispone delle chiavi di una connessione TLS o SSL, salvo non sia l'utonto scemo a dargliele (certo, nel caso dei videotechini questa eventualità non è da escludere). E non mi risulta che di recente abbiano craccato la cifratura a chiave pubblica. Non è che la matematica si può abolire per decreto.

    Nel frattempo il mese prossimo riparte Megaupload...
    non+autenticato
  • Prepariamoci a dover sostituire le infrastrutture normate da ITU con altre.
    Dopotutto, ci vorrà poco: se toglieremo il traffico Internet dalle linee gestite dagli operatori telefonici, e lo stesso faranno Google, Facebook, Twitter e tutti i grandi OverTheTop, alle compagnie telefoniche rimarranno solo le briciole. A questo punto, dovranno negoziare con chi avrà queste nuove infrastrutture per offrire ai loro clienti la "vera internet", mentre il resto rimarrà al palo.

    Vogliono davvero la Deep Packet Inspection a livello di backbone? Con la potenza di calcolo che hanno i PC oggi, creare una sovrastruttura di traffico cifrato tra gli utenti e i provider di contenuti per mascherare tutto non glielo permetterà. E se sarà obbligatorio farlo - perchè se no niente Google, Facebook, Twitter o Youtube - ci vorrà pochissimo tempo perchè ITU si trovi a normare una rete vuota...
    non+autenticato
  • - Scritto da: SIGLAZY
    > Prepariamoci a dover sostituire le infrastrutture
    > normate da ITU con
    > altre.

    Dai inizia a raccogliere fondi per cavi transatlantici e satellitiA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: atem
    > - Scritto da: SIGLAZY
    > > Prepariamoci a dover sostituire le
    > > infrastrutture normate da ITU con
    > > altre.

    > Dai inizia a raccogliere fondi per cavi
    > transatlantici e satelliti
    >A bocca aperta

    A quelli pensera' Kim Dotcom, noi creiamo una grande rete wireless distribuita.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: atem
    > > - Scritto da: SIGLAZY
    > > > Prepariamoci a dover sostituire le
    > > > infrastrutture normate da ITU con
    > > > altre.
    >
    > > Dai inizia a raccogliere fondi per cavi
    > > transatlantici e satelliti
    > >A bocca aperta
    >
    > A quelli pensera' Pimp Dotcom, noi creiamo una
    > grande rete wireless
    > distribuita.
    Quello che i suoi guadagni di onesto pirata li spendeva in ragazze allegre e ville?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: atem
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: atem
    > > > - Scritto da: SIGLAZY
    > > > > Prepariamoci a dover sostituire le
    > > > > infrastrutture normate da ITU con
    > > > > altre.
    > >
    > > > Dai inizia a raccogliere fondi per cavi
    > > > transatlantici e satelliti
    > > >A bocca aperta
    > >
    > > A quelli pensera' Pimp Dotcom, noi creiamo
    > una
    > > grande rete wireless
    > > distribuita.
    > Quello che i suoi guadagni di onesto pirata li
    > spendeva in ragazze allegre e ville?
    >A bocca aperta

    Se mi porta la fibra puo' spendersi i guadagni come vuole, gli do' un contributo anche io...

    http://punto-informatico.it/3641049/PI/News/kim-do...
    krane
    22544
  • Ti dico che già oggi il wireless sostituisce egregiamente il rame per le ultime tratte, e per le connessioni di dorsale geografica...

    Hiperlan, Wimax, WLL, le inizi a trovare in tutte le città. Un pentolino di antenna sul tetto ed hai anche fino ad 8mbit simmetrici o fino a 20mbit asimmetrici per il mercato consumer.

    La mia è in Hiperlan, 3,5Mbit puliti in download e 512kbit in upload, sempre molto stabili, con qualche incertezza durante le tempeste...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 06 dicembre 2012 12.36
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    9147
  • Non mi attendo nulla di buono da questa ITU, come in Italia la possibilitò di regolamentare viene sfruttata solo in direzione repressiva.

    Come ha detto Mozilla Internet funziona e non ha bisogno di essere aggiustata.
  • sai cosa penso? che dopotutto i "pazzi" che gridavano al governo mondiale e al complotto, non sono poi così pazziOcchiolino

    strano che nell'ultima settimana si sia verificata anche un'altra "profezia" di questi pazzi, ovvero che i grossi calibri dell'UE hanno cominciato ad alzare la voce contro Israele?

    è prossima l'invasione da parte dei Gentili? di sicuro il 21 non sarà la fine del mondo, ma il 2012 ( e 2013 anche ) sarà un anno molto interessanteOcchiolino
    non+autenticato
  • ah, ovviamente c'è anche questa fresca fresca http://bigstory.ap.org/article/un-calls-israel-ope...

    fino ad ieri a 90 gradi, e oggi!?! che è successo?

    l'ossessione ritualistica di certi gruppi di potere è impressionante
    non+autenticato
  • Dai potere ad un manipolo di individui, e prontamente emergerà lo psicopatico spregiudicato che prenderà il potere, contagerà la propria psicopatia al resto del suo seguito, o la psicopatia del manipolo si manifesterà in un leader pernicioso che porterà quel manipolo di individui verso le peggiori aberrazioni! Qualcuno si ricorda un certo Partito Nazionalsocialista tedesco?
    iRoby
    9147
  • Il Grosso problema delle Nazioni Unite è sempre stata la divisione
    in blocchi del mondo, Occidente vs Oriente, Nato vs Patto di Varsavia.

    Adesso l'unica differenza è quanto ci possono guadagnare su tutto e
    su tutti indipendentemente da dove questo avvenga e su di chi o cosa.
    Ergo un ONU forte e con un'ampia maggioranza d'appoggio da parte di molte
    nazioni(adesso sono a 193, e manca ancora un seggio che forse Mai ci
    daranno) e praticamente senza contrasti, almeno su questioni di interesse
    generale(e le comunicazioni sono proprio una di queste) è già di persè un Governo Mondiale.
  • Sei padano?
    non+autenticato
  • Non offendere, grazie.
    Con tutto il rispetto per i Padani.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 dicembre 2012 21.00
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: eleirbag
    > Non offendere, grazie.
    > Con tutto il rispetto per i Padani.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 05 dicembre 2012 21.00
    > --------------------------------------------------

    Io sono padano! Qualche problema? Guarda che ti brurbbruurrbru brur gnnnnnnnnnnnnnu brubur gru gnum gnum nculo! Arrabbiato
  • - Scritto da: sbrotfl
    > - Scritto da: eleirbag
    > > Non offendere, grazie.
    > > Con tutto il rispetto per i Padani.
    > >
    > --------------------------------------------------
    > > Modificato dall' autore il 05 dicembre 2012
    > 21.00
    > >
    > --------------------------------------------------
    >
    > Io sono padano! Qualche problema? Guarda che ti
    > brurbbruurrbru brur gnnnnnnnnnnnnnu brubur gru
    > gnum gnum nculo!
    >Arrabbiato
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Dall'umorismo sembreresti più toscanoOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: atem
    > - Scritto da: sbrotfl
    > > - Scritto da: eleirbag
    > > > Non offendere, grazie.
    > > > Con tutto il rispetto per i Padani.
    > > >
    > >
    > --------------------------------------------------
    > > > Modificato dall' autore il 05 dicembre
    > 2012
    > > 21.00
    > > >
    > >
    > --------------------------------------------------
    > >
    > > Io sono padano! Qualche problema? Guarda che
    > ti
    > > brurbbruurrbru brur gnnnnnnnnnnnnnu brubur
    > gru
    > > gnum gnum nculo!
    > >Arrabbiato
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > Dall'umorismo sembreresti più toscanoOcchiolino

    Sorry... veronaOcchiolino
  • Anch'io sto a Verona, ma non sono veronese, ma da 15 anni vivo in giro per il mondo (USA, Svizzera, Cina, Marche, Parma, Milano) ed ora Verona che non so come mai mi piace così tanto nonostante sia così fighetta e snob...
    Ma città come Bolzano però mi piacciono di più...

    Però in cuore sogno la Sicilia dove batte il sole oltre 300 giorni l'anno...
    iRoby
    9147