Programmatori i meno pagati

Lo sostiene l'ultima indagine Assinform sulla retribuzione nell'ICT. Volano i manager e gli esperti di sicurezza e aumentano le donne impiegate nel settore. Intanto è allo studio una proposta di legge sulle professioni Web

Milano - Usano il computer molto e tutti i giorni, puntano sull'azienda nella quale lavorano, non sfruttano più le dinamiche retributive della new economy, si preoccupano di conservare il proprio posto di lavoro, tendono ad essere giovani, la percentuale di donne è elevata e, soprattutto, amano quello che fanno.

Questo è il profilo di chi lavora nell'ICT italiano secondo la prima "Indagine nazionale sull'evoluzione lavorativa, retributiva e formativa delle figure professionali legate all?ICT". L'indagine, presentata da Assinform, LineaEDP e Ictsquare, è stata condotta nel mese di giugno presso aziende produttrici e aziende utilizzatrici e ha coinvolto 540 persone, considerato un campione sufficientemente indicativo.

Il 73 per cento dei lavoratori che hanno risposto all'indagine ha un'età compresa tra i 26 e i 40 anni, con una percentuale di donne al 15 per cento, limitata ma considerata in forte crescita.
Il 60 per cento, inoltre, dispone di un titolo di studio superiore al diploma, il 35 per cento ha ricoperto lo stesso ruolo per 3-5 anni, con una permanenza nella stessa azienda segnalata in crescita rispetto agli anni scorsi.

Di interesse anche le retribuzioni dell'ICT. Il livello medio è di 39mila euro lordi all'anno. Tra i 51 e i 53mila si collocano gli specialisti di prevendita, i manager della sicurezza e gli "account manager"; tra i 39,3 e i 42,5mila invece progettisti di rete, project manager, consulenti, EDP manager. I meno pagati sono invece i product manager e i programmatori.

Le retribuzioni, comunque, si dimostrano ora più stabili rispetto ai tempi della speculazione nella new economy e più di metà degli intervistati ha dichiarato di non aver avuto aumenti di recente. Alcuni, il 9 per cento, hanno addirittura visto diminuire il proprio compenso. Di buono, comunque, c'è la generale soddisfazione per l'impiego. Più della metà di chi ha risposto si ritiene soddisfatto del lavoro e il 21 per cento parla persino di appagamento.

Inoltre, sulla mailing list Webprofession è iniziata la discussione per giungere ad una proposta di legge da sottoporre ai parlamentari di entrambi gli schieramenti perché la facciano propria, una proposta che mira ad un formale riconoscimento e tutela per le "professioni del web". A proporla e metterla a disposizione degli utenti per la discussione e integrazione, è Roberto Scano di IWA/HWG, già autore della prima bozza della proposta di legge sull'accessibilità.
TAG: italia
290 Commenti alla Notizia Programmatori i meno pagati
Ordina
  • Ricerchiamo liberi professionisti o
    prestazioni occasionali per il momento.
    Nulla vieta una futura partecipazione come socio o altro.

    I lavori in questione sono molteplici e cerchiamo sempre una collaborazione continuativa nel tempo.

    Ricerchiamo quindi:

    1 Web Developer (asp, sql, php, mysql, asp.net, javascript, ajax)
    ps: soprattutto javascript e ajax

    1 GESTIONE DATABASE e SERVER (SQL SERVER, IIS, APACHE, MYSQL, ACCESS, SQL) --> Tutti i tipi di DATABASE e GESTIONE SERVER

    3 PROGRAMMER (ASP.NET, C#/C++.NET, VB.NET,C/C++, JAVA, Visual Basic / VBScript, C SHARP)



    Per informazioni o per proporsi questi sono i contatti:

    msn: b.federico@gmail.com
    skype: federico.bucchi
    non+autenticato
  • ma dove ma quando, mai sentita una castroneria simile, in tutti i posti che visito da 10 anni a questa parte e sempre il solito mugugno: troppo lavoro pochi soldi sempre la stessa cosa ecc....

    in genere ciò si traduce in turn over elevato e scarso impegno lavorativo ecc...

    ogni azienda ha però il cosidetto uomo punta, in genere anziano conoscitore profondo delle dinamiche aziendali la chiave universale di ogni progetto, e lui che guadagna in bianco come gli altri ma sotto sotto le regalie esagerate lo tengono legato all'azienda, probabilmente il sondaggio si riferiva a tal personaggio più che al semplice programmatore, sfruttato sottopagato scontento.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > ma dove ma quando, mai sentita una
    > castroneria simile, in tutti i posti che
    > visito da 10 anni a questa parte e sempre il
    > solito mugugno: troppo lavoro pochi soldi
    > sempre la stessa cosa ecc....
    >
    > in genere ciò si traduce in turn over
    > elevato e scarso impegno lavorativo ecc...
    >
    > ogni azienda ha però il cosidetto uomo
    > punta, in genere anziano conoscitore
    > profondo delle dinamiche aziendali la chiave
    > universale di ogni progetto, e lui che
    > guadagna in bianco come gli altri ma sotto
    > sotto le regalie esagerate lo tengono legato
    > all'azienda, probabilmente il sondaggio si
    > riferiva a tal personaggio più che al
    > semplice programmatore, sfruttato
    > sottopagato scontento.

    Concordo, infatti in giro ci sono certi nerd che per una pacca sulla spalla, un complimento o qualche regalo, favore, si sentono degli dei.
    Di fatto però continuano a pagarli a cassette di banane (e prenderli per il c**o alle spalle) mentre i commerciali (che non sanno una mazza) se la godono e son pagati molto di più.

    Era meglio se nascevo meno secchione Occhiolino

    Viva l'Italia!
    non+autenticato
  • Sono un neodiplomato dell' I.T.I.S. a cesena.
    Sono 2mesi che cerco lavoro come informatico, ma dappertutto o dicono che al momento il lavoro non c'è o pagano 700Euro mensili.
    Ma dove sono capitato?
    io me ne vado in UK, li almeno ho qualche speranza di trovare un modo per farmi una vita propria senza dover lasciarmi dire che non posso avere uno stipendio maggiore di 1500Euro al mese.
    Purtroppo finche c'è sempre qualcuno che accetta di lavorare in queste condizioni, questo continuerà.

    in questo senso

    Bye bye i'll watch you from uk.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sono un neodiplomato dell' I.T.I.S. a cesena.
    > Sono 2mesi che cerco lavoro come
    > informatico, ma dappertutto o dicono che al
    > momento il lavoro non c'è o pagano 700Euro
    > mensili.
    > Ma dove sono capitato?

    In Italia mio caro. Non ti offendere, ma se pretendi di guadagnare più di 900 euro come primo lavoro sei solo un povero illuso! Io mi sono diplomato col massimo dei voti all'ITIS ben 5 anni fa, ho più di 10 anni di esperienza di programmazione e ho tenuto pure due corsi di C++ e Java presso una scuola di informatica e lavoro come informatico programmatore non riesco a trovarne! Al momento sono un semplice sistemista e guadagno anche meno di 700 euro...

    > io me ne vado in UK, li almeno ho qualche
    > speranza di trovare un modo per farmi una
    > vita propria senza dover lasciarmi dire che
    > non posso avere uno stipendio maggiore di
    > 1500Euro al mese.

    Qui spesso nemmeno un ingegnere prende 1500 euro! SVEGLIAAA!!!

    > Purtroppo finche c'è sempre qualcuno che
    > accetta di lavorare in queste condizioni,
    > questo continuerà.

    Al momento questo passa il convento. Io ci sono incappato in uno dei tristemente famosi co.co.co....

    TAD

  • > ... senza dover lasciarmi dire che
    > non posso avere uno stipendio maggiore di
    > 1500Euro al mese.
    > Purtroppo finche c'è sempre qualcuno che
    > accetta di lavorare in queste condizioni,
    > questo continuerà.

    ... la gente che accetta magari non ha le spalle coperte ... forse la cosa ti risultera' singolare ma la stragrande maggioranza della gente lavora per vivere ! Chi puo' permettersi di rinunciare "per principio" significa che dorme al caldo con la pancia piena. Good luck in UK.
  • Attenzione all'uk. Sei non sei un ingegnere, non hai skills e conosci poco l'inglese, all'inizio (per un annetto) potrai solo fare il cameriere.
    Poi ci sono le ricerche di mercato, etc...
    Se hai esperienza di base di reti e sistemi operativi, dopo qualche mese puoi provare con i call center, dove si guadagna bene.
    Se ti piacciono i videogames puoi fare il tester, e' un lavoro divertente e la paga non e' male.
    Ma deve essere chiaro che all'inizio e' dura e non bisogna scoraggiarsi.
    non+autenticato
  • > Non ti offendere, ma se pretendi di guadagnare più di 900 > euro come primo lavoro sei solo un povero illuso!

    Con tutto rispetto per chi l'ha scritto, ma io ai colloqui alla domanda di quanto pensassi di guadagnare ho sempre richiesto più di 1100Euro, e nella maggior parte dei casi hanno accettato la proposta. Quindi consiglio a tutti di avere maggior fiducia in se stessi.
    Dovete azzardare di più, perchè quadagnare 700Euro nel campo dell'informatica non è assolutamente conforme a ciò che un programmatore deve poi prestare in ore lavorative.

    cmq sia io me ne vado in UK.
    Un saluto e continuate a farmi sapere le vostre
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Non ti offendere, ma se pretendi di
    > guadagnare più di 900 > euro come primo
    > lavoro sei solo un povero illuso!
    >
    > Con tutto rispetto per chi l'ha scritto, ma
    > io ai colloqui alla domanda di quanto
    > pensassi di guadagnare ho sempre richiesto
    > più di 1100Euro, e nella maggior parte dei
    > casi hanno accettato la proposta. Quindi
    > consiglio a tutti di avere maggior fiducia
    > in se stessi.

    Grazie per il rispetto, che ricambio. Avevo però dimenticato di precisare che io abito al Sud... Il che fa cambiare di molto che carte in tavola... Io ho molta fiducia in me stesso grazie a Dio, però non ho fiducia nelle aziende. Troppe volte sono stato preso in giro da aziende che mi hanno promesso e poi alla fine spesso non mi hanno nemmeno pagato e finchè non trovo una buona occasione la penserò sempre così.

    > Dovete azzardare di più, perchè quadagnare
    > 700Euro nel campo dell'informatica non è
    > assolutamente conforme a ciò che un
    > programmatore deve poi prestare in ore
    > lavorative.

    Su questo non c'è alcun dubbio. Concordo in pieno.

    >
    > cmq sia io me ne vado in UK.
    > Un saluto e continuate a farmi sapere le
    > vostre

    Ciao, buona fortuna in UK. Mi sa che presto ti raggiungerò!

    TAD
  • no di più e sei all'aria aperta

    - Scritto da: Anonimo
    > Sono un neodiplomato dell' I.T.I.S. a cesena.
    > Sono 2mesi che cerco lavoro come
    > informatico, ma dappertutto o dicono che al
    > momento il lavoro non c'è o pagano 700Euro
    > mensili.
    > Ma dove sono capitato?
    > io me ne vado in UK, li almeno ho qualche
    > speranza di trovare un modo per farmi una
    > vita propria senza dover lasciarmi dire che
    > non posso avere uno stipendio maggiore di
    > 1500Euro al mese.
    > Purtroppo finche c'è sempre qualcuno che
    > accetta di lavorare in queste condizioni,
    > questo continuerà.
    >
    > in questo senso
    >
    > Bye bye i'll watch you from uk.
    >


    sei cosi giovane ed hai capito già come vanno le cose, in italia e cosi, e tieni conto che anche avendo molta esperienza le cose non cambiano, ogni tanto tra un contratto e un altro di consulenza cerco di trovare finalmente un lavoro stabile vicino casa meno randaggio di quello che faccio ora, ma ogni volta mi deprimo quello che mi capita sono le solite grandi societa di consulenza (i nomi li conosciamo) dove ti assumono per quattro lire per fare quello che facevi da libero professionista guadagnando 10 volte tanto, oppure le grosse societa che candidamente ti dicono: qui a 1500 euro non ci arriverai mai, ma intanto le conoscenze che ti richiedono sono quasi equiparabili all'oniscenza tipo programmatore nei linguaggi c/c++ java php ecc... database oracle sql server mysql, sia programmazione che amministrazione e gradiremmo anche la conoscenza del cirillico ed inoltre titolo preferenziale conoscere qualsivoglia so esistente in questo e nell'altro mondo.

    che pena
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Successiva
(pagina 1/9 - 41 discussioni)