Alfonso Maruccia

Il codec video che vuole uccidere i pixel

Ricercatori britannici creano un nuovo codec video basato su vettori, potenzialmente in grado di mandare in pensione il tradizionale modo di generare, archiviare e trasmettere le immagini in movimento online e su supporti per l'home video

Roma - Un nuovo codec video intende rivoluzionare l'intera industria multimediale nel giro di cinque anni offrendo un nuovo approccio al trattamento delle immagini in formato digitale, promettendo vantaggi senza precedenti per quel che concerne la qualità del video e la possibilità di gestire risoluzioni in totale libertà creativa.

Lavorando di concerto con aziende private, l'Università britannica di Bath dice di aver trovato il modo di adattare un formato video basato sull'uso di vettori ai comuni contenuti multimediali: diversamente dalle immagini composte da pixel, un contenuto descritto da vettori non necessita di un flusso di dati crescente al crescere della risoluzione e dei dettagli inclusi nella scena.

Non solo la descrizione delle immagini vettoriali occupa uno spazio enormemente inferiore, ma anche la qualità delle scene ne guadagna visto che non vi è la necessità di comprimere le informazioni digitali che le descrivono.
Il vero progresso tecnologico raggiunto dai ricercatori britannici è in realtà quello di aver trovato il modo di "riempire" i contorni di una scena descritta con contorni vettoriali con i giusti colori, e proprio in questo consiste l'algoritmo alla base del nuovo codec video.

Gli effetti della tecnologia video-vettoriale (film in digitale "indipendenti" dalla risoluzione e con una qualità sin qui mai sperimentata) sono di quelli capaci di rivoluzionare intere industrie, e non a caso i ricercatori dicono di voler collaborare con le aziende più importanti del mercato per accelerare questa potenziale rivoluzione. A cominciare dalla post-produzione cinematografica e dallo streaming web e su gadget mobile, a quanto pare.

Alfonso Maruccia
27 Commenti alla Notizia Il codec video che vuole uccidere i pixel
Ordina
  • Secondo il mio giudizio, il vero guadagno in dimensione del file video non lo fanno sulla singola immagine statica, bensì nelle immagini in movimento.
    Infatti, dal momento che sono tutti vettori (anche se a me sembrano più contorni tipo spline e Bezier) per spostarli in massa gli devi solo specificare un nuovo vettore di traslazione, e il gioco è "quasi" fatto.

    Boh... vedremo.
  • premetto che non ho letto l'articolo originale, per cui potrei parlare di aria fritta.
    In ogni caso i vettori di cui parlano potrebbero non essere vettori intesi come 'linee', ma vettori di pattern pre-calcolati e memorizzati nell'algoritmo, per cui potrebbe essere possibile codificare e ricostruire un'immagine inviando informazioni relative ad uno 'stack' di forme geometriche (contorni) e dei relativi colori, o pattern di riempimento.
    L'immagine potrebbe quindi essere ricostruita sovrapponendo forme opportunamente riempite con pattern precodificati.
    In effetti immagino che si possano ottenere ottimi rapporti di compressione, con (almeno) due svantaggi:
    1) l'algoritmo diventerebbe pesante, in termini di occupazione di memoria;
    2) l'algoritmo potrebbe risultare inefficiente laddove fosse necessario rappresentare pattern non ottenibili 'sommando' quelli codificati.

    ... ho una bella fantasia, vero?
  • Chi si occupa di graphic design non può che rimanere scettico su questa notizia, si sa benissimo infatti nel settore, quanto sia difficile (forse meglio dire impossibile) ricreare una scena fotorealistica con il vettoriale, pensare poi di riuscire a farla "pesare" meno di un fotogramma bitmap è abbastanza utopico, quando si sa che quando si tenta di creare un'illustrazione abbastanza fotorealistica in vettoriale, con sfumature e quant'altro, diventa pesantissima da gestire con i vari illustrator, corel draw etc.
    Però mai dire mai, magari fanno un nuovo miracolo, in fondo i geni sono loroOcchiolino
  • Chi si occupa di grafica difficilmente sa cos'è un algoritmo? Quindi ad ognuno il suo lavoro.
    non+autenticato
  • Come fanno a rendere ugualmente dettagliato un filmato vettoriale rispetto al suo originale che comprime "per pixel"??? Non si parla solo di immaginette/vignette ma di filmati ed immagini, ci sarà SEMPRE una perdita di dettaglio significativa dato che l'algoritmo deve necessariamente raggruppare per aree/colori, e per film o immagini normali si raggruppa ben poco senza mischiarli tra loro perdendo dettaglio. Probabilmente prendono un'area di un colore simile entro un certo range, poi ci creano sopra/dentro un algoritmo che ricrea grossolanamente la variazione minima di quel colore, e poi salvano l'area insieme al contorno....questo però mi fa pensare alle "particelle" tipo acqua, scintille, fuochi, ecc... lì di vettoriale estrapolano ben poco....
    non+autenticato
  • un contenuto descritto da vettori non necessita di un flusso di dati crescente al crescere della risoluzione e dei dettagli inclusi nella scena.

    La frase è sbagliata: al crescere della sola risoluzione non occorrono dati extra (esempio: se io voglio una linea dal punto A al punto B, mi basta trasmettere solo tale ordine... poco importa se sarà visualizzata su uno schermo ad alta o a bassa risoluzione)

    Ma se io voglio più dettagli, devo trasmettere le informazioni di più oggetti vettoriali... e allora ho bisogno eccome di un maggiore flusso dati.

    Pensate anche solo ad un videogioco 3d (ormai esistono da quindici anni almeno): potete (se i driver video non sono incompatibili) usare un vecchio gioco in 3d su una scheda video recente... ed avere immagini perfette anche per giochi che prevedevano una risoluzione di 320*240. Ma il risultato sarà che vedrete un ambiente fatto solo di parallelepipedi, cilindri, e poco altro (anche se renderizzati alla perfezione, senza che si vedano i pixel).

    Provate a giocare a Mario 64 su un emulatore, ad esempio, mettendo la risoluzione reale del video: funziona... ma l'immagine è comunque povera. Se si vuole avere una immagine da gioco moderno, bisogna aumentare i dettagli... e la quantità di dati richiesta aumenta di conseguenza.
    non+autenticato
  • ??? la risoluzione è il numero di pixel...ogni pixel ha la sue informazioni...

    piu' pixel piu' dati ... piu' risoluzione piu' dati.

    che poi possa vedere un filmato 320x240 su 3" o su un 300" non conta...
    non+autenticato
  • Non mi hai seguito, vero?

    Uno schermo più piccolo non ha bisogno di una risoluzione molto alta (i pixel saranno comunque così piccoli da non essere visibili).

    Ed una immagine vettoriale (anche quelle dei giochi 3d sono vettoriali) non memorizza le informazioni come insieme di pixel, ma come poligoni: l'immagine composta da pixel viene generata "al volo", e si tiene conto di quanti pixel sono a disposizione (in genere su uno schermo grande ce ne sono di più... o dovrebbero essercene di più)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)