Cristina Sciannamblo

Apple, tutti i numeri di App Store

Si chiude in positivo il 2012 del negozio digitale di Cupertino. Record registrato dai download delle applicazioni, quasi 800mila titoli disponibili. Ma quanti ripagano i costi di sviluppo?

Roma - Tempo di bilanci per App Store che, nei primi giorni del 2013, Apple incensa con risultati più che positivi ottenuti nel corso dell'anno appena trascorso. 40 miliardi sarebbero le applicazioni scaricate in totale dagli scaffali digitali di Apple, di cui quasi 20 miliardi solo nel 2012.

Lo store online di Apple conta oltre 500 milioni di account attivi e, nello scorso mese di dicembre, ha registrato il record di click con oltre due miliardi di download che hanno pescato tra le più di 775mila applicazioni sviluppate per iPhone, iPad e iPod touch.

I numeri straordinari segnati nell'ultimo mese si devono probabilmente all'elevato numero di utenti che ha interagito con i nuovi iPad, iPhone e iPod Touch regalati a Natale.
Tuttavia, nonostante il numero di download sia utile a indicare il grado di attività del negozio online di Cupertino, bisognerebbe considerare anche l'utilizzo delle app scaricate. Molti utenti della Mela, infatti, tendono a scaricare diversi prodotti digitali salvo poi non usarli. Inoltre, secondo i risultati di uno studio realizzato da App Promo, fare soldi attraverso App Store è una attività alquanto ardua: il 59 per cento delle applicazione non genererebbe abbastanza ricavi per raggiungere il pareggio dei costi di sviluppo. (C.S.)
Notizie collegate
  • HardwareApple e il mini-maxi eventodi D. Galimberti - Novità per tutti gli iPad in circolazione: non c'è solo il Mini, anche un nuovo maxi. E poi iMac che perde il DVD e guadagna in snellezza. Con l'ombra di Jobs che aleggia su tutto
  • AttualitàApple e l'app che faceva troppoDopo anni di permanenza nello store, Airfoil sparisce. Il problema sembra legato a certe nuove funzioni troppo simili a quelle di AirPlay. A casa Cupertino, regole di Cupertino
  • BusinessLa corsa di iPhone non si arrestadi D. Galimberti - Trimestrale Apple positiva, con un calo fisiologico rispetto al Natale. iPhone e iPad ormai sono i protagonisti della commedia. Mac e iPod possono fare i comprimari
63 Commenti alla Notizia Apple, tutti i numeri di App Store
Ordina
  • APPLE 5 anni
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    GOOGLE 5 anni
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Fonte il sole 24 ore
    non+autenticato
  • inverti il grafico di apple e quello è il conto in banca dei macachi
    non+autenticato
  • C'è da dire, però, che impossibile disattivare totalmente un account Apple...
    Io ne avrò 4-5, ma ne uso solo 1 (anzi 2, ma 1 solo con la carta di credito).
  • - Scritto da: MacGeek
    > C'è da dire, però, che impossibile disattivare
    > totalmente un account
    > Apple...
    > Io ne avrò 4-5, ma ne uso solo 1 (anzi 2, ma 1
    > solo con la carta di
    > credito).
    Loro contano solo quelli *attivi*, cioè con carta di credito...

    Così come per le apps, non contano gli aggiornamenti.

    Comunque perché ne hai 4-5?
    È la cosa meno efficiente che tu potessi fare.
    Puoi avere un singolo account, agganciando poi altri indirizzi email creati ad hoc.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nusacch
    > Comunque perché ne hai 4-5?
    > È la cosa meno efficiente che tu potessi
    > fare.
    > Puoi avere un singolo account, agganciando poi
    > altri indirizzi email creati ad hoc.

    Mah, all'inizio non mi fidavo molto e trovavo escamotage per registrarmi senza carta di credito. Poi c'erano un po' di vecchi account del servizio Apple scaduti, ecc.
    Ho cercato di raggrupparli e/o cancellarli ma è risultato impossibile.
  • - Scritto da: MacGeek
    > - Scritto da: Nusacch
    > > Comunque perché ne hai 4-5?
    > > È la cosa meno efficiente che tu potessi
    > > fare.
    > > Puoi avere un singolo account, agganciando
    > poi
    > > altri indirizzi email creati ad hoc.
    >
    > Mah, all'inizio non mi fidavo molto e trovavo
    > escamotage per registrarmi senza carta di
    > credito.
    Una volta fatta la prima registrazione senza cdc... che bisogno c'era di fare altre n?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dodge
    > - Scritto da: MacGeek
    > > - Scritto da: Nusacch
    > > > Comunque perché ne hai 4-5?
    > > > È la cosa meno efficiente che tu
    > potessi
    > > > fare.
    > > > Puoi avere un singolo account,
    > agganciando
    > > poi
    > > > altri indirizzi email creati ad hoc.
    > >
    > > Mah, all'inizio non mi fidavo molto e trovavo
    > > escamotage per registrarmi senza carta di
    > > credito.
    > Una volta fatta la prima registrazione senza
    > cdc... che bisogno c'era di fare altre
    > n?

    Forse contribuire ad innalzarne il numero per poi avere un argomento da portare in discussione su PI.
  • - Scritto da: MacGeek
    > C'è da dire, però, che impossibile disattivare
    > totalmente un account
    > Apple...

    Infatti parlano di "account attivi", non di "account".

    > Io ne avrò 4-5, ma ne uso solo 1 (anzi 2, ma 1
    > solo con la carta di
    > credito).

    Quelli che usi sono "attivi".
    ruppolo
    33147
  • Infatti le applicazioni sono sempre di più, mentre la crescita dei nuovi utenti sta rallentando, passate ad android che è meglio, li gli utenti stanno aumentando a ritmi assai più elevati e utilizzando una politica di pricing intelligente, ossia la app la scarichi gratis, magari paghi certe feature in più che dopo che ti sei abituato alla app desideri avere...
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    >
    > Infatti le applicazioni sono sempre di più,
    > mentre la crescita dei nuovi utenti sta
    > rallentando, passate ad android che è meglio,

    meglio di un calcio nelle palle,
    ma non son mica sicuro

    > li
    > gli utenti stanno aumentando a ritmi assai più
    > elevati

    negli usa stanno diminuendo

    irrilevante comunque, dal momento che l'utente android, tipicamente non fa una scelta consapevole, e lo si vede dalle statistiche di navigazione, pesantemente a favore di iOS, nonostante ci siano meno dispositivi apple in circolazione

    > e utilizzando una politica di pricing
    > intelligente, ossia la app la scarichi gratis,
    > magari paghi certe feature in più che dopo che ti
    > sei abituato alla app desideri
    > avere...

    sicuro che questa politica sia buona per l'utente?

    "Consumers pay the hidden costs for the 'free' app ecosystem"
    http://www.theverge.com/2013/1/7/3835724/the-price...
  • > irrilevante comunque, dal momento che l'utente
    > android, tipicamente non fa una scelta
    > consapevole, e lo si vede dalle statistiche di
    > navigazione, pesantemente a favore di iOS,
    > nonostante ci siano meno dispositivi apple in
    > circolazione

    Ma ancora con sta panzana ruppoliana delle statistiche di navigazione?
    Pure tu bertuccia che fra i macachi mi sembri il più obiettivo...
    Come fai a credere significativo un dato che è influenzato dai contratti con i carrier, dalle informazioni sugli user-agent e dall'utilizzo o meno di applicazioni browser-based... senza considerare che c'è chi legittimamente preferisce smartphones con schermi più ridotti e che del navigare non gliene frega niente... non sarebbe "una scelta consapevole"?
    L'utilizzo unico o principale dello smartphone per te è la navigazione con browser? Se si evidentemente le app iOS non devono essere granchè...
    non+autenticato
  • - Scritto da: embe
    >
    > Ma ancora con sta panzana ruppoliana delle
    > statistiche di navigazione?
    > Pure tu bertuccia che fra i macachi mi sembri il
    > più obiettivo...
    > Come fai a credere significativo un dato che è
    > influenzato dai contratti con i carrier, dalle
    > informazioni sugli user-agent e dall'utilizzo o
    > meno di applicazioni browser-based... senza
    > considerare che c'è chi legittimamente preferisce
    > smartphones con schermi più ridotti e che del
    > navigare non gliene frega niente... non sarebbe
    > "una scelta
    > consapevole"?
    > L'utilizzo unico o principale dello smartphone
    > per te è la navigazione con browser? Se si
    > evidentemente le app iOS non devono essere
    > granchè...

    la "panzana" dei dati di navigazione è l'unico dato tangibile a cui possiamo ricorrere per tentare di dimostrare la realtà: ovvero che l'utente android, nella maggior parte dei casi, vuole uno smartphone, e non capendoci molto si fa rifilare l'androide a basso costo

    in realtà c'è anche un altro dato tangibile:
    l'utente android, nel 70% dei casi, ha una versione dell'OS precedente alla 4.x
    http://developer.android.com/about/dashboards/inde...
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: embe
    > >
    > > Ma ancora con sta panzana ruppoliana delle
    > > statistiche di navigazione?
    > > Pure tu bertuccia che fra i macachi mi
    > sembri
    > il
    > > più obiettivo...
    > > Come fai a credere significativo un dato che
    > è
    > > influenzato dai contratti con i carrier,
    > dalle
    > > informazioni sugli user-agent e
    > dall'utilizzo
    > o
    > > meno di applicazioni browser-based... senza
    > > considerare che c'è chi legittimamente
    > preferisce
    > > smartphones con schermi più ridotti e che del
    > > navigare non gliene frega niente... non
    > sarebbe
    > > "una scelta
    > > consapevole"?
    > > L'utilizzo unico o principale dello
    > smartphone
    > > per te è la navigazione con browser? Se si
    > > evidentemente le app iOS non devono essere
    > > granchè...
    >
    > la "panzana" dei dati di navigazione è l'unico
    > dato tangibile a cui possiamo ricorrere per
    > tentare di dimostrare la realtà: ovvero che
    > l'utente android, nella maggior parte dei casi,
    > vuole uno smartphone, e non capendoci molto si fa
    > rifilare l'androide a basso
    > costo
    tangibile o no... e' un dato, per come viene raccolto (ads, webserver log), ALTAMENTE volatile... specie nei sistemi flessibili, dove puoi mettere molti browser, cambiare lo user-agent, ecc. E con in piu i "problemi comuni" di passare da un proxy (del carrier, aziendale ecc) che modifica lo useragent, ecc, ecc
    Un dato altamente piu qualificato potrebbero darlo proprio i carrier mobili (discorso lungo) che, bonta' loro, invece non danno...

    > in realtà c'è anche un altro dato tangibile:
    > l'utente android, nel 70% dei casi, ha una
    > versione dell'OS precedente alla
    > 4.x
    > http://developer.android.com/about/dashboards/inde
    mah... il 47,4 per cento degli utenti basati su Android possiede le versioni dalla 2.3.3 alla 2.3.7 di Gingerbred   proprio su p.i. di oggi.
    E cmq il 2.x non e' esattamente "il vecchio" ..un po come tree 2.6 e 3.x nel kernel linux (e prima 2.4/2.6)
    non+autenticato
  • La panzana è come vengono raccolti quei dati di navigazione.

    Totalmente fittizi.
  • è un dato che riporta quanto gli utenti android utilizzano l'app browser nulla più!!!
    Io vado in internet (browser) praticamente MAI!!!
    I blog li seguo con l'app reader di google!
    I forum hanno le loro due app (tapatalk e Forum Runner)
    Wikipedia ha la sua app
    Per i film (uci cinemas che ho vicino casa) ha la sua app

    Quindi io secondo le statistiche ho uno smartphone ma non lo uso assolutamente perchè non navigo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    >
    > (...)
    >
    > > e utilizzando una politica di pricing
    > > intelligente, ossia la app la scarichi
    > gratis,
    > > magari paghi certe feature in più che dopo
    > che
    > ti
    > > sei abituato alla app desideri
    > > avere...
    >
    > sicuro che questa politica sia buona per l'utente?
    >
    > "Consumers pay the hidden costs for the 'free'
    > app ecosystem"
    > http://www.theverge.com/2013/1/7/3835724/the-price

    Non ho voglia di intervenire su Android sì, Android no, cresce, decresce.
    L'articolo su The Verge però è interessante. E ancora una volta avrei fatto previsioni sbagliate, credendo che a fare più fatica fossero le app gratuite invece di quelle a pagamento.
    Boh, se un programma mi piace, uno o due euro li pago senza batter ciglio, anzi, contento di ricambiare lo sviluppatore! Se con un euro evito la pubblicità, che tra l'altro usa il mio traffico dati, preferisco pagare l'euro. Quando avevo Windows Mobile ho comprato programmi che costavano molto, molto di più e non erano nemmeno lontanamente utilizzabili come quelli che posso comprare oggi per Android.
    Invece c'è un collega che di recente ha comprato un Galaxy S3 e RIFIUTA qualsiasi programma a pagamento. Mi diceva che c'è una certa cosa che non riesce a fare con le applicazioni stock, ci ha perso ore a provare tutte le alternative e non ne ha trovata nessuna che faccia al caso suo. Io dico: "Mah, strano!", mi sono messo a cercare e gli ho subito fornito quello che cercava. Risposta: non va bene, è a pagamento.
    Non capisco: se una cosa per me è così importante da perderci sopra delle ore, cinque euro li pago senza problemi, il mio tempo vale!
    Però appunto, sembra che la maggior parte non ragioni così. Per me il meglio è quando gli sviluppatori offrono entrambi i modelli: pagato senza pubblicità oppure gratuito con i banner. Quanto al vendere i dati personali, quello è Lucifero! O meglio, lo accetto, scelta mia, finché i dati che vengono venduti non sono quelli che mi dà fastidio veder divulgati. In particolare, mi fido di Google quando dice che nessun umano legge le mie email, ma che lo fa l'algoritmo che poi decide la pubblicità personalizzata. Se Google dovesse andare a gambe all'aria e vendere baracca e burattini a chissà chi, glom... Deluso
    Izio01
    3891
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: bertuccia
    > > - Scritto da: Enjoy with Us
    > >
    > > (...)
    > >
    > > > e utilizzando una politica di pricing
    > > > intelligente, ossia la app la scarichi
    > > gratis,
    > > > magari paghi certe feature in più che
    > dopo
    > > che
    > > ti
    > > > sei abituato alla app desideri
    > > > avere...
    > >
    > > sicuro che questa politica sia buona per
    > l'utente?
    > >
    > > "Consumers pay the hidden costs for the
    > 'free'
    > > app ecosystem"
    > >
    > http://www.theverge.com/2013/1/7/3835724/the-price
    >
    > Non ho voglia di intervenire su Android sì,
    > Android no, cresce,
    > decresce.
    > L'articolo su The Verge però è interessante.

    Però qui sono pazzi:

    Paying $5 for an email app might to some sound ludicrous, but what about when you change the way the question is framed? $5 per month for the email app you use all day, every day doesn’t sound nearly so bad. Still, even the best mail app might not be able to make much money unless it hits critical mass. "Obviously, subscription is the answer,"

    Pagare 5$ AL MESE per un'applicazione di posta? Allora anche per l'applicazione agenda, quella di controllo del traffico dati, quella per leggere i documenti Office, quella di FTP via WiFi, eccetera. Alla fine secondo loro uno che ha scaricato 60 app dovrebbe pagare 300$ al mese!? Mi sa che sovrastimino e DI BRUTTO la volontà di spesa degli utenti, Macachi o Androidi che sianoSorride
    Buffa anche l'applicazione password a 15 euro per iOS e 50 per OSX, con in più la scadenza biennale. In Windows uso KeePass, che è open e gratuito, e sono ben contento di aver fatto la mia donazione agli sviluppatori!
    Izio01
    3891
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Izio01
    > > - Scritto da: bertuccia
    > > > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > >
    > > > (...)
    > > >
    > > > > e utilizzando una politica di
    > pricing
    > > > > intelligente, ossia la app la
    > scarichi
    > > > gratis,
    > > > > magari paghi certe feature in più
    > che
    > > dopo
    > > > che
    > > > ti
    > > > > sei abituato alla app desideri
    > > > > avere...
    > > >
    > > > sicuro che questa politica sia buona per
    > > l'utente?
    > > >
    > > > "Consumers pay the hidden costs for the
    > > 'free'
    > > > app ecosystem"
    > > >
    > >
    > http://www.theverge.com/2013/1/7/3835724/the-price
    > >
    > > Non ho voglia di intervenire su Android sì,
    > > Android no, cresce,
    > > decresce.
    > > L'articolo su The Verge però è interessante.
    >
    > Però qui sono pazzi:
    >
    > Paying $5 for an email app might to some sound
    > ludicrous, but what about when you change the way
    > the question is framed? $5 per month for the
    > email app you use all day, every day doesn’t
    > sound nearly so bad. Still, even the best mail
    > app might not be able to make much money unless
    > it hits critical mass. "Obviously, subscription
    > is the
    > answer,"
    >
    > Pagare 5$ AL MESE per un'applicazione di posta?
    > Allora anche per l'applicazione agenda, quella di
    > controllo del traffico dati, quella per leggere i
    > documenti Office, quella di FTP via WiFi,
    > eccetera. Alla fine secondo loro uno che ha
    > scaricato 60 app dovrebbe pagare 300$ al mese!?
    > Mi sa che sovrastimino e DI BRUTTO la volontà di
    > spesa degli utenti, Macachi o Androidi che siano
    >Sorride
    > Buffa anche l'applicazione password a 15 euro per
    > iOS e 50 per OSX, con in più la scadenza
    > biennale. In Windows uso KeePass, che è open e
    > gratuito, e sono ben contento di aver fatto la
    > mia donazione agli
    > sviluppatori!
    Quale parte di "IOS non e' un sistema operativo, ma l'equivalente di un registratore di cassa per un terminale mobile di vendita" non ti e' chiara ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > >
    > > Infatti le applicazioni sono sempre di più,
    > > mentre la crescita dei nuovi utenti sta
    > > rallentando, passate ad android che è meglio,
    >
    > meglio di un calcio nelle palle,
    > ma non son mica sicuro
    >
    > > li
    > > gli utenti stanno aumentando a ritmi assai
    > più
    > > elevati
    >
    > negli usa stanno diminuendo

    Sveglia ciccio...

    http://www.businessinsider.com/consumer-reports-ip...
    non+autenticato