Cristina Sciannamblo

Wikivoyage, il turismo secondo Wikimedia

L'organizzazione fondata da Jimmy Wales lancia la piattaforma dedicata al turismo. Gli utenti potranno collaborare per fornire informazioni e commenti sui viaggi. Nessuno scopo di lucro, a differenza delle altre piattaforme online

Roma - Wikimedia Foundation sta per inaugurare un nuovo sito dedicato ai viaggi e alla raccolta di informazioni e opinioni sulle mete turistiche che gli utenti vorranno condividere online. Il nuovo progetto dell'organizzazione non profit si chiama Wikivoyage.

"Wikivoyage è un progetto il cui scopo è la creazione di una guida turistica mondiale aggiornabile, affidabile e dal contenuto libero", si legge nell'homepage del sito, ancora in versione beta e dal 15 gennaio pronto a debuttare ufficialmente. Una guida turistica collaborativa che intende essere "libera, aggiornata e affidabile", con l'obiettivo di diventare un punto di riferimento globale per i turisti grazie ai contributi degli utenti dislocati ovunque nel mondo.

La nuova piattaforma wiki potrà essere consultata online, anche su smartphone, oppure essere stampata per creare la propria guida personalizzata. Quanto ai contenuti, ciascun articolo di Wikivoyage include tutti i dettagli essenziali per raggiungere la propria meta: la lista delle compagnie aeree, le città di maggior interesse, il costo dei biglietti per accedere alle principali attrazioni turistiche.
Sarà interessante osservare come il progetto lanciato dalla Fondazione si inserirà nel già affollato mondo del turismo collaborativo, popolato da brand famosi come Yelp, TripAdvisor, Lonely Planet, Hipmunk e tanti altri. Ultimo, in ordine di tempo, è Google, che di recente ha compiuto l'acquisizione delle guide Frommer.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia Wikivoyage, il turismo secondo Wikimedia
Ordina