Mauro Vecchio

Mega, il megaritorno

Celebrata in grande stile, la rinascita del cyberlocker ad un anno esatto dal raid statunitense. Il boss Kim Dotcom sembra al riparo da eventuali magagne legali. Un milione di iscritti in un solo giorno

Mega, il megaritornoRoma - Sensuali ballerine, ritmi tribali, fiumi di vino bianco e birra chiara. Dal tetto della magione di Kim Dotcom, un nugolo di finti agenti federali ha minacciato giornalisti e star del pop neozelandese. Ad un anno esatto dal raid statunitense, il circo mediatico organizzato dal boss del file hosting ha celebrato l'attesa reincarnazione cibernetica del mega-impero. Raggiungibile al dominio kiwi Mega.co.nz, il ritorno di Megaupload ha il sapore freddo della vendetta.


Eppure, Dotcom e soci non avrebbero agito per ripicca o volontà di rivalsa. Non per farsi beffe del governo di Washington o delle potenti major di Hollywood. "Siamo soltanto degli innovatori che esercitano il loro diritto di gestire un'attività di business", ha spiegato sul palco un Dotcom a metà tra la rockstar e l'istrionico imprenditore. A poco più di 24 ore dal lancio, la nuova vita digitale di Megaupload avrebbe già superato il milione di utenti iscritti.

Forse troppi, almeno troppo velocemente. "Non ho mai visto una cosa del genere - ha continuato di fronte alla stampa un gongolante Dotcom - L'utilizzo della banda è salito da zero a dieci gigabit in dieci minuti". Giunti a quota 250mila registrazioni, i server di Mega hanno deciso di alzare bandiera bianca. Attirati dagli articoli pubblicati da quotidiani e riviste specializzate, gli utenti si sono riversati in massa verso il dominio kiwi, trovandolo irraggiungibile per diverse ore.
"Da un punto di vista legale, è probabilmente la startup più studiata e analizzata della storia di Internet", ha spiegato il boss del file hosting. Per la nuova versione del cyberlocker, Dotcom ha assoldato i migliori esperti della proprietà intellettuale, a caccia di potenziali magagne legali su "ogni pixel del sito". "Stiamo ancora analizzando il funzionamento di questo nuovo progetto - ha dichiarato un portavoce della Motion Picture Association of America (MPAA) - Quello che sappiamo è che Dotcom ha costruito la sua fortuna sul furto del lavoro creativo".

Con 50GB di storage gratuito, Mega torna nell'arena della nuvola contro Dropbox e SkyDrive che si limitano ad offrire - rispettivamente - 2 e 7 GB per gli utenti free. Ma la generosità di Dotcom e soci potrebbe non bastare, qualora gli States trovassero nuove prove sulla condivisione di materiale illecito. Nei termini di servizio di Mega, il sito si è messo a completa disposizione dei legittimi titolari dei diritti. La rimozione dei file pirata era però prevista anche nella prima incarnazione della piattaforma.

Gli utenti dovranno sottoporre a cifratura tutti i contenuti caricati online. Eventualmente, si potrà condividere la chiave per aprire i file. Ecco il dettaglio fondamentale: nessuno ai vertici di Mega sarà in possesso - a meno di interventi straordinari - delle chiavi utili a sbloccare i contenuti. In sostanza, la piattaforma intermediario che evita qualsiasi forma di responsabilità diretta.

"È la privacy e la segretezza delle comunicazioni interpersonali, probabilmente, l'asso nella larga manica di Kim Dotcom - ha commentato l'esperto avvocato Guido Scorza - Gli utenti di Mega caricheranno online contenuti crittografati e li condivideranno in maniera protetta con la cerchia di persone (non ha importanza quanto ampia) con la quale sceglieranno di condividerli. Chiunque voglia verificare se e quali contenuti vengano condivisi sulla nuova Mega piattaforma, dovrà dunque accedere a comunicazioni riservate e crittografate, rischiando di violare, ogni volta, la privacy degli utenti".

Per Dotcom, la rinascita di Megaupload è una vittoria di Internet contro le lobby e tutti i tentativi di regolamentare l'ecosistema digitale nel nome del copyright. "Siamo ancora qui - ha spiegato il founder al New York Times - e respiriamo ancora. Considerate cosa ci è successo giusto un anno fa. Questo è un evento che nessuno si sarebbe mai aspettato".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàCanada, giù le mani dai server di MegauploadUn giudice canadese ha respinto le richieste degli Stati Uniti, che volevano il libero accesso ai contenuti di 32 server controllati dalla società di hosting Equinix per conto del cyberlocker
  • AttualitàMegabox, partenza in ritardoPrevisto per la fine di quest'anno, il lancio della nuova piattaforma di storage musicale è stato rimandato. La prima versione beta arriverà solo dopo Mega
  • AttualitàMega, ritorno al futuroKim Dotcom pubblica in anteprima alcune immagini relative al suo nuovo servizio di file hosting. Tra chiavi di cifratura e cartelle in the cloud, per la rinascita del celebre cyberlocker
367 Commenti alla Notizia Mega, il megaritorno
Ordina
  • Ho notato che spesso, qualcuno, si accanisce con le videoteche a favore del download online (che ritengo sia una pratica illegale ed equivale a rubare...ma questo è un altro discorso e non voglio alimentare una guerra inutile).
    Premetto che non sono proprietario di nessunissima videoteca ma sono un semplice impiegato. Voglio semplicemente parlare di me e di quelli, seppur in minima parte, come me.
    E' vero che questi servizi di download hanno permesso a tutti di poter scaricare qualsiasi cosa si voglia ma ho notato che da quando ci sono questi servizi "online" è sempre più difficile trovare film sottotitolati.
    Sono una persona audiolesa ed ho la necessità di vedere i film con i sottotitoli. Quando arrivarono i primi DVD ero immensamente felice perchè finalmente potevo vedere i film sottotitolati. Ho passato anni e anni in videoteca a noleggiare film vecchi e nuovi felicissimo che avrei potuto finalmente seguire i film della mia infanzia e quelli attuali.Il DVD fu un bellissimo salto di qualità!
    Col passare del tempo e con l'avvento di questi "servizi online" e non solo, ho notato che le videoteche si stanno estinguendo e mi pare normalissimo! Chi spenderebbe soldi quando si ha tutto a portata di mano e soprattutto gratis?! Io...ma ho i miei motivi: i sottotitoli!
    Molti servizi come Premium Play o Sky on Demand hanno moltissimi film ma non hanno uno straccio di sottotitolo! Come al solito invece di andare avanti torniamo indietro! Nel 2013...dove nemmeno esistono cinema che diano film con i sottotitoli!
    Il destino delle videoteche è segnato ma prima di sputare a zero sulla loro morte pensate che nella vita ci sono anche persone come me che a causa di gente che scarica a più non posso perde un servizio a cui deve moltissimo: il DVD.
    non+autenticato
  • Domandati da cosa sia nato l'accanimento contro le videoteche ...
  • - Scritto da: Joe Tornado
    > Domandati da cosa sia nato l'accanimento contro
    > le videoteche
    > ...

    Va bene Joe. Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve

    > E' vero che questi servizi di download hanno
    > permesso a tutti di poter scaricare qualsiasi
    > cosa si voglia ma ho notato che da quando ci sono
    > questi servizi "online" è sempre più difficile
    > trovare film sottotitolati.
    > Sono una persona audiolesa ed ho la necessità di
    > vedere i film con i sottotitoli. Quando
    > arrivarono i primi DVD ero immensamente felice
    > perchè finalmente potevo vedere i film
    > sottotitolati. Ho passato anni e anni in
    > videoteca a noleggiare film vecchi e nuovi
    > felicissimo che avrei potuto finalmente seguire i
    > film della mia infanzia e quelli attuali.Il DVD
    > fu un bellissimo salto di qualità!

    Veramente a me pare che di scelta ce ne sia parecchia, mi dici che in questi siti trovi meno roba di quanto disponibile in DVD ?

    http://www.opensubtitles.org/it

    http://www.creagratis.com/siti-per-scaricare-sotto.../

    Presi da una semplice ricerda su google e togliendo i torrent eh.
    non+autenticato
  • Sono siti che conosco benissimo ma non puoi dire che scaricare un film, spesso di qualità pessima, cercare i sottotitoli, sperare che si sincronizzino a dovere al primo colpo, smanettare sul frame rate, sperare di avere i codec giusti ecc ecc sia la stessa cosa di avere un DVD pronto da mettere nel lettore dvd e vederlo in ottima qualità su una tv da salotto. I film poi si trovano spesso rippati con una qualità che spesso la mia tv implora pietà. Ripeto: invece di andare avanti stiamo tornando indietro. Perché devo complicarmi la vita solo per vedere un film sottotitolato?

    Non lo so perché vi siete accaniti con le videoteche....magari dimmelo te.
    non+autenticato
  • Perchè le videoteche si sono accanite contro di noi. Da anni la lite prosegue, non preoccuparti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve
    > Sono siti che conosco benissimo ma non puoi dire
    > che scaricare un film, spesso di qualità pessima,
    > cercare i sottotitoli, sperare che si
    > sincronizzino a dovere al primo colpo, smanettare
    > sul frame rate, sperare di avere i codec giusti
    > ecc ecc sia la stessa cosa di avere un DVD pronto
    > da mettere nel lettore dvd e vederlo in ottima
    > qualità su una tv da salotto. I film poi si
    > trovano spesso rippati con una qualità che spesso
    > la mia tv implora pietà. Ripeto: invece di andare
    > avanti stiamo tornando indietro. Perché devo
    > complicarmi la vita solo per vedere un film
    > sottotitolato?
    >
    > Non lo so perché vi siete accaniti con le
    > videoteche....magari dimmelo te.

    Domanda: perchè continui a mettere in mezzo le videoteche quando un film in dvd o blu ray lo puoi ordinare tranquillamente da amazon peraltro seleziona nella ricerca subtitles ?

    http://www.amazon.it/blu-ray/b?ie=UTF8&node=435484...
    non+autenticato
  • Perché non è che posso spendere ogni volta minimo 9 euro per vedere un film e riempire la casa di dvd. Ho una collezione di circa 200 titoli originali. Film che meritano di essere acquistati. Molti film non valevano l'acquisto quindi mi sono limitato a noleggiarli. Non concordi su quello che ho detto per quanto riguarda i sottotitoli che trovi in rete?
    non+autenticato
  • Ma scusa, se vuoi andare in videoteca vacci pure, no?
    Qualcuno, qui, ha forse detto che vuole impedirtelo?

    Anzi, se ci sono abbastanza persone che la pensano come te, la videoteca avrà i suoi clienti e non verrà a rompere le OO a noi.

    Il punto è un altro: se invece tu sei rimasto l'unico ad andare in videoteca (perchè il resto del mondo usa il download), la videoteca probabilmente chiuderà (blockbuster, ad esempio, ha chiuso): quindi, ti conviene avere pronto un altro sistema per vederti i film, se ci tieni a continuare a vederli. Tu hai chiesto, e te ne hanno suggerito qualcuno.

    Oltre tutto, se i dvd diventeranno davvero introvabili, forse ti conviene riempirti la casa e farti un po' di scorta (ma non a 9 euro l'uno: alle svendite puoi averli per molto meno)
    non+autenticato
  • Ma si può scrivere tranquillamente qui senza essere attaccati? Non sono venuto qui a dare la colpa a nessuno. Ho solo espresso il mio disappunto: stiamo tornando indietro! Nessuno impedisce di andare in videoteca ma se continua così tra qualche anno sarò costretto a scaricare film rippati e smadonnare per sincronizzare i sottotitoli....se per voi è che normale questo....per me non lo è e l'ho detto. Voi normoudenti siete una maggioranza ed è ovvio che non ve ne può fregare più di tanto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve
    > Ma si può scrivere tranquillamente qui senza
    > essere attaccati? Non sono venuto qui a dare la
    > colpa a nessuno. Ho solo espresso il mio
    > disappunto: stiamo tornando indietro! Nessuno
    > impedisce di andare in videoteca ma se continua
    > così tra qualche anno sarò costretto a scaricare
    > film rippati e smadonnare per sincronizzare i
    > sottotitoli....se per voi è che normale
    > questo....per me non lo è e l'ho detto. Voi
    > normoudenti siete una maggioranza ed è ovvio che
    > non ve ne può fregare più di
    > tanto.

    Fra qualche anno il testo dei film sarà riconosciuto da un computer (youtube li ha già), inoltre i film li potrai continuare a noleggiare presso videoteche on-line, con gli stessi sottotitoli che usi ora.

    Poi non ho capito che hai da smadonnare per sincronizzare i sottotitoli quando, la dove esistono - in genere sono già sincronizati.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 gennaio 2013 23.18
    -----------------------------------------------------------
    Ubunto
    1350
  • nei commenti al post "Senti chi parla" si leggono tanti numeri su chi-gadagna-cosa...

    ma l'approccio al calcolo è tutto sbagliato!!!

    siamo più o meno d'accordo sui calcoli relativi alla vendita di una SINGOLA "copia" di una certa opera: tasse e "venditore" hanno ciascuno la sua fetta abbastanza consistente, il cosiddetto "artista" ha una mini-fettina e tutto il resto, la gran parte della torta, la incamera il detentore dei cosiddetti "diritti"

    nel caso italiano, all'incirca abbiamo:
    - 21% allo stao (per IVA)
    - il 20% circa al "venditore" (ma anche fino al 25-30% in qualche caso)
    - il 5% circa è la parte che in genere va al cosiddetto "artista"
    - il resto, ossia il 50% circa (e comunque non meno del 45%) va al detentore dei cosiddetti "diritti" (che spesso è una major)

    quindi, su ogni SINGOLA vendita possiamo già tranquillamente constatare il FATTO che lo stato e la major, ovvero i soggetti che tra tutti sono quelli che "lavorano" di meno, incassano delle cospicue rendite SFRUTTANDO il "lavoro" degli altri soggetti coinvolti

    e fino a qui tutto "normale"... ma il bello viene se andiamo a considerare cosa succede mettendo in conto tutto l'ingranaggio, soprattutto nel caso in cui le "copie" vendute sono tante

    prendiamo una major musicale (*) che "crea" un cosiddetto "artista" e un "prodotto" di (si fa per dire) questo stesso "artista" (più saranno le "copie" vendute più scarsa è, di norma, la qualità dell'artista e dell'opera): la major investe qualche soldo in puro marketing per creare l'artista, per crere le relative "opere" (registrazioni, video ecc.) e per fare in modo che "venda" un pacco di "copie"
    (*): analogo discorso sarebbe per una major cinematografica o un editore ecc.

    bene, se poniamo pari a 1 il costo complessivo (calcolando tutto, anche i costi indiretti) dell'investimento per la major, possiamo dire che nel caso di una "hit" la major va poi a incassare, diciamo, 1.000.000.000... e, mediamente (calcolando anche gli investimenti meno riusciti), diciamo che incassa 1.000.000...

    ma il punto è che l'investimento da parte della major, la "performance" del cosiddetto "artista" e la relativa registrazione sono tutti UNA TANTUM: il "lavoro" cioé lo fanno una volta sola... ma poi "rivendono" per MILIONI di volte delle "copie" di quel lavoro, pretendendo di farsi pagare (quasi) come se il lavoro connesso alla "copia" fosse (quasi) UGUALE al lavoro "originale"

    come è possibile che il biglietto per un concerto dal vivo di un certo "artista" costi più o meno (spesso anche meno) di una registrazione su CD???

    tutto questo per dire che, considerando tutto l'insieme, i "calcoli" sono altri:
    - la fetta che MEDIAMENTE va agli artisti (non solo ai pochi famosi che vendono gli "hit") è irrisoria, diciamo (esagerando) 1%
    - la fetta che MEDIAMENTE va allo stato come tasse (pagate dai compratori e NON dalla major) è abbastanza rilevante (variabile da stato a stato, dell'odine di circa il 10-20%)
    - la fetta che MEDIAMENTE va alle major per aver fatto un (piccolissimo rispetto all'insieme) lavoro UNA TANTUM è ENORME, dell'ordine dell'80-90% di tutto il giro d'affari...

    il tutto ha un nome ben preciso: SFRUTTAMENTO E RENDITA PARASSITARIA ed è reso possibile da un preciso dispositivo giuridico capitalista(*): il DIRITTO (sic!) D'AUTORE o COPYRIGHT
    (*) come spesso accade la terminologia del capitalismo distorce mirabilmente la realtà (chiamando "diritto" ciò che è la sua negazione, ovvero una appropriazione privatistica) e non si fa problemi nel contraddirsi a vantaggio del profitto (introducendo una forma di negazione del mercato, quale è il monopolio privatistico del copyright)...
    non+autenticato
  • - Scritto da: out law
    > nei commenti al post "Senti chi parla" si
    > leggono tanti numeri su
    > chi-gadagna-cosa...
    >
    > ma l'approccio al calcolo è tutto sbagliato!!!

    Anche il tuo approccio al forum e' tutto sbagliato.
    Se devi dire la tua al post "senti chi parla" devi rispondere a quel post, non aprire un nuovo thread.

    Non sei neanche capace di usare un forum, quindi qualunque cosa tu abbia da dire non merita di essere presa in considerazione.
  • a me funziona bene dopo aver spostato upload parraleli su 1 uppo al massimo del mio up intorno ai 400kb non capisco perché a mettere + upload paralleli si impalla tutto bhe saranno problemi di gioventù potevano però settare 1 già loro di default.....altra cosa io ho letto si che sono 50 gb ma hai un transfert limit di 50 gb al mese insomma non riusciresti ad usarlo a pieno delle sue capacità se compri per esempio 1tb hai 4 tb di transfert al mese ecc.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rocco
    > a me funziona bene dopo aver spostato upload
    > parraleli su 1 uppo al massimo del mio up intorno
    > ai 400kb non capisco perché a mettere + upload
    > paralleli si impalla tutto bhe saranno problemi
    > di gioventù potevano però settare 1 già loro di
    > default.....altra cosa io ho letto si che sono 50
    > gb ma hai un transfert limit di 50 gb al mese
    > insomma non riusciresti ad usarlo a pieno delle
    > sue capacità se compri per esempio 1tb hai 4 tb
    > di transfert al mese
    > ecc.

    Pessimo commento!
    non+autenticato
  • Io vado a 54byte/s sto caricando documentari... Tu dici che forse se uppavo filmacci andava meglio? A bocca aperta
    iRoby
    6254
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Non illuderti di essere tanto migliore di loro:
    > siete le due facce della stessa medaglia.

    La loro faccia è quella di chi pretende di fare un mucchio di soldi senza fare niente nella vita (stare dietro una scrivania o aspettare all'interno di una videoteca che qualcuno metta soldi nel distributore è niente, perché è qualcosa di cui la collettività può benissimo fare a meno) e il tutto a spese di chi le opere le crea per davvero. La mia faccia è quella delle persone per bene che vuole togliere questo concetto, non devono esistere persone straricche come non devono esistere persone strapovere, e tutti devono contribuire al bene collettivo. E bene collettivo significa anche libero accesso all'arte e alla cultura: dicono che le opere sono arte e sono cultura, benissimo, allora TUTTI devono potervi accedere. E TUTTI significa anche chi oggi non ha manco i soldi per mangiare. Sottoporre questo accesso ad un costo, qualunque esso sia, significa non permettere a quella persona di accedervi. E questo è inaccettabile.
    I modi per guadagnare senza avere soldi dagli utenti ci sono, se non vogliono usarli vuol dire che sono degli ingordi, e allora devono sparire.
    Si sentono esperti di cinema? Perché allora non si aprono un sito sul cinema in cui mettono le loro recensioni? Se sono bravi come dicono sarebbero siti molto visitati e con gli adsense ci camperebbero più che dignitosamente. Non diventeranno ricchi, ma ci camperebbero più che dignitosamente.
    Certo, se non sono così esperti e il loro esempio di cinema d'autore sono i film di Boldi e De Sica, allora sono pure ignoranti di cinema...

    PS lo mando in un altro thread nella vana speranza che una risposta intelligente si salvi dal T1000
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 gennaio 2013 02.24
    -----------------------------------------------------------
  • > (stare dietro una scrivania o aspettare
    > all'interno di una videoteca che qualcuno metta
    > soldi nel distributore è niente, perché è
    > qualcosa di cui la collettività può benissimo
    > fare a meno)

    Infatti, al videotechino di turno interessa soltanto capitalizzare su quegli (ormai pochissimi, per fortuna) sprovveduti che non sono in grado di accedere alle produzioni cinematografiche con metodi, legalissimi, piu' comodi e immediati. E' inutile che si spaccino come paladini del copyright e difensori di autori, registi e attori: anziche' trovare un vero lavoro, insistono per mantenere un business model antiquato e obsoleto, rifiutandosi - quasi fosse un problema psicologico - di guardare in faccia la realta' del 2013. Poi sputano in faccia a coloro che decidono di rivolgersi ad altri canali - Sky, in primis - che non richiedono la perdita di tempo e benzina con l'assillo di restituire un bene, duplicabile all'infinito a costi irrisori, la cui scarsita' artificiale ha ceduto il passo al progresso.
       Perche' fare code interminabili a uno sportello quando la PA consente di compiere molte operazioni comodamente via click? Perche' perdere tempo e carburante per visionare un film accessibile con un tasto del telecomando?
       Fa sorridere poi come i quattro gatti rimasti si animano quando discutono di mirabilanti soluzioni antipirateria: uno sparuto gruppetto di formichine ormai schiacciate dal pesante (per loro) stivale del progresso. Forza Kim!
    non+autenticato
  • La cultura a stomaco vuoto serve a poco.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > La cultura a stomaco vuoto serve a poco.

    Tranquillo se c'e' da scegliere tra comprare cultura o cibo si sceglie il secondo e il primo se capita si copia / scrocca.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > La cultura a stomaco vuoto serve a poco.
    >
    > Tranquillo se c'e' da scegliere tra comprare
    > cultura o cibo si sceglie il secondo e il primo
    > se capita si copia /
    > scrocca.

    Ho detto forse il contrario?
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: ThEnOra
    > > > La cultura a stomaco vuoto serve a poco.

    > > Tranquillo se c'e' da scegliere tra comprare
    > > cultura o cibo si sceglie il secondo e il
    > > primo se capita si copia / scrocca.

    > Ho detto forse il contrario?

    Per una volta che siamo d'accordo...
    krane
    22544
  • Si, ma prima di capirlo te lo devo DIRE ESPLICITAMENTE altrimenti non ci arrivi!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Si, ma prima di capirlo te lo devo DIRE
    > ESPLICITAMENTE altrimenti non ci
    > arrivi!

    Se se... Cicca cicca cicca
    krane
    22544
  • - Scritto da: ThEnOra
    > La cultura a stomaco vuoto serve a poco.

    Se dai un pesce ad un affamato, domani avra' ancora fame.
    Se gli insegni a pescare (cultura), domani non avra' piu' fame.
  • Come non essere d'accordo, ma in ogni caso si studia a stomaco pieno.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Come non essere d'accordo, ma in ogni caso si
    > studia a stomaco
    > pieno.

    Lo stato italiano si occupa dei minori, ai quali fornisce istruzione gratuita, mensa scolastica gratuita, assistenza sanitaria gratuita, se non sono abbienti.
    Quindi uno ha la possibilita' di studiare e avere lo stomaco pieno.
  • ma è previsto che prima o poi il sito funzioni??


    ....o rimarrà per sempre com'è ora cioè a solo scopo decorativo?...
    non+autenticato
  • - Scritto da: kim_panza_p unto_com
    > ma è previsto che prima o poi il sito funzioni??
    >
    > ....o rimarrà per sempre com'è ora cioè a solo
    > scopo decorativo?...

    Non ti preoccupare, per i videotechini come te e per quelli che non avendo altre argomentazioni a sostegno offendono Kim sull'aspetto fisico è del tutto normale che non funzioni. E' fatto apposta così.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: kim_panza_p unto_com
    > > ma è previsto che prima o poi il sito
    > funzioni??
    > >
    > > ....o rimarrà per sempre com'è ora cioè a
    > solo
    > > scopo decorativo?...
    >
    > Non ti preoccupare, per i videotechini come te e
    > per quelli che non avendo altre argomentazioni a
    > sostegno offendono Kim sull'aspetto fisico è del
    > tutto normale che non funzioni. E' fatto apposta
    > così.


    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
  • - Scritto da: ThEnOra

    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    va bene... , non hai mai avuto argomenti validi ma almeno un tempo ti impegnavi di più.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: kim_panza_p unto_com
    > > ma è previsto che prima o poi il sito
    > funzioni??
    > >
    > > ....o rimarrà per sempre com'è ora cioè a
    > solo
    > > scopo decorativo?...
    >
    > Non ti preoccupare, per i videotechini come te e
    > per quelli che non avendo altre argomentazioni a
    > sostegno offendono Kim sull'aspetto fisico...

    come hai fatto tu con un certo Carlo o sbaglio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > - Scritto da: kim_panza_p unto_com
    > > > ma è previsto che prima o poi il sito
    > > funzioni??
    > > >
    > > > ....o rimarrà per sempre com'è ora cioè a
    > > solo
    > > > scopo decorativo?...
    > >
    > > Non ti preoccupare, per i videotechini come te e
    > > per quelli che non avendo altre argomentazioni a
    > > sostegno offendono Kim sull'aspetto fisico...
    >
    > come hai fatto tu con un certo Carlo o sbaglio?

    Dici? Io non vedo nullaAngioletto
    E poi a me Mega funziona.Pirata
    In compenso non funziona FOHE, ma sono sicuro che non sia un mio problema.A bocca aperta
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)