Alfonso Maruccia

H.265, il codec video del prossimo futuro

L'ITU approva in via definitiva le specifiche di un nuovo formato per la codifica e decodifica di flussi visivi in alta, altissima e assurdamente alta definizione. Da qui a qualche anno H.265 farà capolino ovunque, promette ITU

Roma - Dall'International Telecommunication Union, l'agenzia di telecomunicazioni dell'ONU, arriva la notizia dell'approvazione di un nuovo codec video, una tecnologia che porta notevoli vantaggi dal punto di vista dell'efficienza di compressione e che è giocoforza destinata a diventare la base fondante della fruizione audiovisiva del prossimo futuro. Che sarà oltre-HD, anzi Ultra-HD (4K, 8K, XK).

Anche noto (informalmente) come "High Efficiency Video Coding" (HEVC), H.265 è frutto del lavoro congiunto degli esperti dell'ITU e del Moving Picture Experts Group (ISO/IEC MPEG). Il codec è l'erede di H.264, vale a dire il codec - sostiene ITU - attualmente utilizzato nell'80 per cento di tutti i contenuti video accessibile sul web e su una miriade di prodotti tecnologici (computer, gadget mobile, software) connessi.

H.265/HEVC fornirà una soluzione "flessibile, affidabile e robusta" alle esigenze che già si affacciano all'orizzonte, supportando "la prossima decade" dei contenuti video con un vantaggio fondamentale rispetto ad H.264: la capacità di servire contenuti con la stessa qualità ma richiedendo solo metà del bitrate attuale.
HEVC è chiaramente destinato a sostenere la diffusione dei contenuti in Ultra-HD e risoluzioni ancora maggiori (4K, 8K), vero e proprio tormentone dell'industria dell'elettronica di consumo che già presenta prodotti e progetta sistemi di distribuzione per formati video capaci di rappresentare immagini più vere del vero.

Non che i lavori di ITU e ISO MPEG si esauriscano con la ratifica di H.265, ben inteso: l'agenzia dell'ONU continuerà a sviluppare le specifiche dello standard includendo profili con maggiori profondità di colore, una codifica video "scalabile" e il supporto alle rappresentazioni tridimensionale e stereoscopica.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
41 Commenti alla Notizia H.265, il codec video del prossimo futuro
Ordina
  • Non hanno detto niente su che "license" adotteranno?
  • Volevo chiederlo anch'io.

    Sarà ancora chiuso e con royalty altissime?

    Sennò meglio estendere WebM o altri formati aperti.
    iRoby
    7615
  • - Scritto da: iRoby
    > Volevo chiederlo anch'io.
    >
    > Sarà ancora chiuso e con royalty altissime?
    >
    > Sennò meglio estendere WebM o altri formati
    > aperti.
    Licenze commerciali sono un conto, noi comuni mortali che utilizziamo il codec per uso familiare non paghiamo niente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Raven
    > - Scritto da: iRoby
    > > Volevo chiederlo anch'io.

    > > Sarà ancora chiuso e con royalty altissime?

    > > Sennò meglio estendere WebM o altri formati
    > > aperti.

    > Licenze commerciali sono un conto, noi comuni
    > mortali che utilizziamo il codec per uso
    > familiare non paghiamo niente.

    Anche se volessimo scrivere un codec da utilizzare sotto licenze GNU ? Come se la cavera' Debian ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: Raven

    > Licenze commerciali sono un conto, noi comuni
    > mortali che utilizziamo il codec per uso
    > familiare non paghiamo
    > niente.
    Non è che i costi che MS sostiene vanno a costituire parte del prezzo di WindowZ e quindi di quasi ogni PC che viene venduto nel mondo?
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Raven
    >
    > > Licenze commerciali sono un conto, noi comuni
    > > mortali che utilizziamo il codec per uso
    > > familiare non paghiamo
    > > niente.
    >
    > scherzi?
    > Vatti a leggere quello che è successo con il
    > brevetto audio AC3 e le app per
    > ipad.
    > I costi di sviluppo/licenza delle SH si
    > ripercuoto sul prezzo del
    > app/prodotto.
    > Non ci sarebbe nemmeno bisogno di dirle ste
    > cose...
    Che problema hai se il costo si ripercuote sul prezzo finale?
    Credi che chi ha lavorato al codec fosse in ferie mentre sgobbava?
    E' ridicolo credere che si debba lavorare gratis solo perché si crea del sw.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: Raven
    > Licenze commerciali sono un conto, noi comuni
    > mortali che utilizziamo il codec per uso
    > familiare non paghiamo
    > niente.

    le paghi senza accorgertene... come sovrapprezzo in ogni prodotto che le utilizzi, software o hardware, perché le paga il produttore e dunque incidono sul prezzo finale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Volevo chiederlo anch'io.
    >
    > Sarà ancora chiuso e con royalty altissime?
    >
    > Sennò meglio estendere WebM o altri formati
    > aperti.

    WebM?

    "Google admits its VP8/WebM codec infringes MPEG H.264 patents"

    http://appleinsider.com/articles/13/03/07/google-a...
  • Il mio occhio che risoluzione ha? Credo che basti già quella di adesso..
    Ancora non abbia l'HD sul digitale terrestre.. Almeno solo una miseria.
  • - Scritto da: TuttoaSaldo
    > Il mio occhio che risoluzione ha? Credo che basti
    > già quella di
    > adesso..
    > Ancora non abbia l'HD sul digitale terrestre..
    > Almeno solo una
    > miseria.
    Non hai capito.. a loro interessa quanta risoluzione ha.... ehmhh il tuo... portafogli!
    Sorride
    non+autenticato
  • La definizione di una pellicola fotografica tradizionale 24x36 100 ISO é circa equivalente a 50 MPixel
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro
    > La definizione di una pellicola fotografica
    > tradizionale 24x36 100 ISO é circa equivalente a
    > 50
    > MPixel

    Che però si può ingrandire una ciufola senza perdere dettagli, per l'occhio umano è troppo, direi.
    non+autenticato
  • In realtà equivale a 5 megapixel, non 50...
    Ci sono molte discussioni a riguardo, specialmente su internet...

    Il digitale è decisamente superiore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zeta
    > In realtà equivale a 5 megapixel, non 50...
    > Ci sono molte discussioni a riguardo,
    > specialmente su
    > internet...
    >
    > Il digitale è decisamente superiore.

    5 mpixel è più credibile.

    Mi ricordo anni fa, ai tempi delle prime fotocamere digitali (quando il top era 3 Mpixel, per intendersi), le varie discussioni sui forum USA di persone sicuramente competenti in materia.

    Il sunto era che anche i più fan dell'analogico (che infatti scattavano su negativo di alta qualità per poi digitalizzare con scanner) sostenevano che le migliori pellicole analogiche avevano una qualità di una digitale da 10 Mpixel (che all'epoca non esisteva).

    Considerando che la pellicola cinematografica è fisicamente più piccola di un negativo da 35mm, 5 Mpixel ci possono stare. Quindi un 4K digitale oggi è con ogni probabilità superiore.
  • Già un full hd è superiore alla normale pellicola cinematografica
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pino
    > Già un full hd è superiore alla normale pellicola
    > cinematografica
    non avete la più pallida idea di quanto siano piccoli i cristalli di nitrato d'argento.
    non+autenticato
  • bhe intanto con h265 fai entrare 2 ore di film in 1080p in un solo DVD senza diminuire la qualità visiva percepita dall'occhio umano. Poi ti permette di usare la metà dei canali sul digitale terrestre, oggi con h264 ti servono 4 canali per un 720p e 8 canali per un 1080p, con h265 li dimezzi, il che significa più canali HD e forse avremmo anche il 1080p che sul digitale terrestre non è ancora arrivato, almeno in Italia. Non solo su un solo canale attuale puoi far viaggiare due canali SD invece di uno solo, in poche parole h265 è come se ti raddoppiasse la banda.
    Ma tutto questo ha un costo per l'utente, tutti i decoder attuali ne sono incompatibili e visto che ha la necessità di maggior potenza di calcolo per la decodifica in tempo reale, non basterà un aggiornamento sw. Forse solo le smart-tv si salvano che hanno già un processore potente. Ma tutti i decoder andrebbero riacquistati.
    non+autenticato
  • Si stanno arrampicando sugli specchi per invogliarci a comprare come pazzi. Ma io non mi sento pazzo!

    Mi sta bene dimezzare la banda ovvero raddoppiare definizione a parità di banda, ma oltre non andrei proprio: nessuno sano di mente sentirebbe il bidogno di visionare su schermi casalinghi oltre il full HD attuale. Ma tutti avrebbero piacere di avere liberamente (free per intenderci) disponibili un buon numero di sorgenti almeno HD Ready se non proprio Full HD, sobbarcandosi il solo costo di un decoder HD aggiuntivo per H265, che l'industria se vuole può mettere in vendita a poche decine di euro, altrimenti ben venga l'invasione di prodotti cinesi.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile