Luca Annunziata

La metamorfosi di BlackBerry

RIM cambia nome e prova a cambiare pelle. Il rilancio del marchio e dell'azienda passa da due device, un sistema operativo e migliaia di app

Roma - Un nome, una garanzia: questa è la speranza del CEO di Research in Motion, Thorsten Heins, nell'annunciare al pubblico accorso alla presentazione del nuovo sistema operativo e dei nuovi device a New York. Da oggi l'azienda canadese conosciuta come RIM cambia: nuovo sistema operativo, BB10, nuovi terminali, Z10 e Q10 si chiamano, e nuovo nome. BlackBerry sarà da oggi in poi il marchio che tenterà di tenere testa a iPhone, la galassia Android e Windows Phone.

il nuovo blackberry z10"I nostri clienti usano BlackBerry. I nostri dipendenti lavorano per BlackBerry, i nostri azionisti sono proprietari di BlackBerry. Da oggi in avanti saremo BlackBerry ovunque nel mondo" ha sentenziato dal palco Heins. Cambia il nome (finalmente), cambia il simbolo del titolo azionario (ora BBRY), resta inalterata la missione: provare a risollevare le sorti di un ecosistema che per molti anni è stato di fatto sovrano incontrastato di quelli che un tempo erano ritenuti i terminali più smart in circolazione, e che oggi è invece messo ai margini da avversari più agguerriti.

Per rilanciare la propria immagine l'azienda non lesina neppure sui colpi ad effetto: durante la conferenza di presentazione è stato reso noto che la cantante Alicia Keys è il nuovo direttore creativo del marchio, e a coronamento della giornata un progetto multimediale intitolato "Keep Moving" è stato mostrato sul palco, con tanto di intervista a Robert Rodriguez e Neil Gaiman che si dicono entusiasti del nuovo terminale BlackBerry Z10.
La rinascita di BlackBerry comunque passa anche e soprattutto da un nuovo sistema operativo e dai nuovi terminali. BB10 è un prodotto all'altezza, almeno nelle attese e per quanto è stato mostrato sul palco, della concorrenza: social network integrati nell'OS (Twitter, Linkedin, Facebook e Foursquare), videochiamata inserita dentro il celebre client BlackBerry Messenger (BBM, che aggiunge anche una funzione interessante: la condivisione dello schermo durante la chiamata), e poi Skype e migliaia di altre applicazioni (mostrata pure la demo di un classico da keynote: Angry Birds) già disponibili all'interno del marketplace ribattezzato anch'esso da poco in BlackBerry World.

BB10 pare un concorrente credibile per Android e iOS: se dall'OS di Cupertino prende l'impostazione del muro di icone (con qualche variazione sul principio di classificazione delle app: quelle "di lavoro" sono chiaramente identificabili grazie a un'apposito dettaglio grafico), da certe funzioni viste sugli androidi Samsung come il Note sembra essere ispirata la funzione "peek" che consente di realizzare una sorta di multitasking reale sul terminale, visualizzando più app allo stesso tempo sullo schermo. Alla base di tutto c'è QNX, acquisito ormai parecchi mesi or sono, e dunque si tratta di una robusta iniezione di modernità per il BlackBerry.

Basterà? Sul piano hardware BlackBerry pare nel frattempo aver imparato una lezione: offerta semplice, differenze chiare tra i modelli. E così sono (per ora) soltanto due i terminali che fanno il proprio debutto sul palco: lo Z10 è il tanto intravisto e già svelato device tutto schermo senza tasti (in stile iPhone, se così si può dire) che incarna appieno il nuovo spirito del tempo che RIM tenta di cavalcare, Q10 è invece il prodotto più tradizionale e più familiare per gli affezionati della tastiera QWERTY.


Tanto vale partire da quest'ultimo, il Q10: schermo da 3,1 pollici con risoluzione 720x720 e poche altri dettagli, almeno per il momento, per conoscerne le prestazioni e le capacità complessive. L'unica cosa certa, per il momento, è che pare abbia a bordo tutto quanto necessario per collegarsi alle nuovi reti LTE ad alta velocità.



Qualche dettaglio in più sullo Z10: lo schermo, con una densità di pixel di 356dpi, è un 4,2 pollici con risoluzione 1280x768. Anche questo LTE, il prezzo di vendita negli Stati Uniti nella classica offerta abbinata ad un abbonamento sarà di 199 dollari (il prezzo finale senza facilitazioni sarà di 599 dollari): curiosamente, il prodotto di punta sarà lanciato prima in Canada e nel Regno Unito, entro la prossima settimana, e solo a marzo negli USA.

Le sorti dell'azienda, comunque, paiono legate più che mai anche alla fiducia che sviluppatori e operatori vorranno tributare alle novità. RIM ha bisogno di essere presente in tutte le offerte di abbonamento di tutto il mondo, e di essere presente non più come un terminale da lavoro bensì come smartphone multimediale a tutti gli effetti (aver sottolineato le doti fotografiche dello Z10 nel corso del keynote è una mossa dettata proprio da questa esigenza). Se poi oggi c'è curiosità sulle opportunità che questo quarto o quinto, ennesimo marketplace potrà offrire ai produttori di app, la speranza canadese è che tutto questo si tramuti al più presto in un successo di vendite e di pubblico.

Luca Annunziata
Notizie collegate
  • BusinessLenovo non vuole RIML'azienda cinese chiarisce le sue intenzioni. E il Canada fa sapere che non sarebbe entusiasta dell'idea di un'acquisizione
134 Commenti alla Notizia La metamorfosi di BlackBerry
Ordina
  • il titolo crolla, e nessuno ci crede

    http://goo.gl/ZX3i2
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > il titolo crolla, e nessuno ci crede
    >
    > http://goo.gl/ZX3i2

    Il fatto è che è tardi. Magari è anche un buon prodotto, non dico di no.
    Ma il mercato ormai da un paio d'anni è chiuso. C'è iOS e Android. Basta.
    E così sarà per questa generazione di devices finché qualcuno non si inventerà un paradigma nuovo.
  • - Scritto da: MacGeek

    > Il fatto è che è tardi. Magari è anche un buon
    > prodotto, non dico di no.
    >
    > Ma il mercato ormai da un paio d'anni è chiuso.
    > C'è iOS e Android. Basta.
    >
    > E così sarà per questa generazione di devices
    > finché qualcuno non si inventerà un paradigma
    > nuovo.

    E mi segno pure questo post Sorride

    No, non ti voglio trattare come Enjoy. Penso che sarà motivo di discussione più in la.
    FDG
    10893
  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: MacGeek
    >
    > > Il fatto è che è tardi. Magari è anche un
    > buon
    > > prodotto, non dico di no.
    > >
    > > Ma il mercato ormai da un paio d'anni è
    > chiuso.
    > > C'è iOS e Android. Basta.
    > >
    > > E così sarà per questa generazione di devices
    > > finché qualcuno non si inventerà un paradigma
    > > nuovo.
    >
    > E mi segno pure questo post Sorride

    Segna, segna...
  • ... sulla carta non sembra male, ma perchè dovrei preferirlo ad android o a iOS?
    I prezzi non sono certo bassi, il nexus che non mi pare inferiore costa meno della metà e le funzioni non mi sebrano rivoluzionzrie rispetto ad android... Perchè come consumatore dovrei acquistarlo?
  • - Scritto da: Enjoy with Us

    > Perchè come consumatore dovrei acquistarlo?

    Nel tuo caso perché non fa abbastanza schifoOcchiolino
    FDG
    10893
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > ... sulla carta non sembra male, ma perchè dovrei
    > preferirlo ad android o a iOS?

    è inutile che ti fai certe domande, tanto tu compri solo le cose più srause che costano meno

    > I prezzi non sono certo bassi, [...]

    CVD...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > ... sulla carta non sembra male, ma perchè
    > dovrei
    > > preferirlo ad android o a iOS?
    >
    > è inutile che ti fai certe domande, tanto tu
    > compri solo le cose più srause che costano
    > meno
    >
    > > I prezzi non sono certo bassi, [...]
    >
    > CVD...

    Tu non puoi far battute su Enjoy.
    E' come vedere un ciccione che prende per i fondelli un altrettanto ciccione perchè è grasso.
    maxsix
    8958
  • Tu non dovresti farne proprio in generale mi sa... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Blackberry è per lavorare, non per i binbi-minchia.
    Lato sicurezza e gestione aziendale è UNICO e non è un afrase fatta.

    Dopo iPhone e Android pero' i terminali facevano effettivamente cagare a confronto, se ora si metteranno al passo BB tornerà grande.
    certo il 15-enne avrà iphone, ma suo padre se fa un lavoro serio avrà BB...
    non+autenticato
  • Mah... L'unico vantaggio del BlackBerry è la possibilità di scaricare e-mail da ogni parte del mondo senza incappare nei costi del roaming (Solo il testo però, non gli allegati). Se non viaggi all'estero te ne fai ben poco, e anche restando in Europa i costi di roaming sono destinati a sparire. Tutto questo senza nulla togliere alla bontà del nuovo sistema e al fatto che è molto meglio avere più concorrenti sul mercato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Mah... L'unico vantaggio del BlackBerry è la
    > possibilità di scaricare e-mail da ogni parte del
    > mondo senza incappare nei costi del roaming (Solo
    > il testo però, non gli allegati). Se non viaggi
    > all'estero te ne fai ben poco, e anche restando
    > in Europa i costi di roaming sono destinati a
    > sparire. Tutto questo senza nulla togliere alla
    > bontà del nuovo sistema e al fatto che è molto
    > meglio avere più concorrenti sul
    > mercato.

    Senza contare il fatto che ormai gli alberghi la Wifi ce l'hanno tutti.
    Anzi spesso all'estero hai la wifi gratis anche per strada.
  • - Scritto da: MacGeek
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Mah... L'unico vantaggio del BlackBerry è la
    > > possibilità di scaricare e-mail da ogni
    > parte
    > del
    > > mondo senza incappare nei costi del roaming
    > (Solo
    > > il testo però, non gli allegati). Se non
    > viaggi
    > > all'estero te ne fai ben poco, e anche
    > restando
    > > in Europa i costi di roaming sono destinati a
    > > sparire. Tutto questo senza nulla togliere
    > alla
    > > bontà del nuovo sistema e al fatto che è
    > molto
    > > meglio avere più concorrenti sul
    > > mercato.
    >
    > Senza contare il fatto che ormai gli alberghi la
    > Wifi ce l'hanno
    > tutti.
    > Anzi spesso all'estero hai la wifi gratis anche
    > per
    > strada.

    Vero però è innegabile che il sistema di push di BB è a tutt'oggi inarrivato.
    maxsix
    8958
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: MacGeek
    > > - Scritto da: Nome e cognome
    > > > Mah... L'unico vantaggio del BlackBerry
    > è
    > la
    > > > possibilità di scaricare e-mail da ogni
    > > parte
    > > del
    > > > mondo senza incappare nei costi del
    > roaming
    > > (Solo
    > > > il testo però, non gli allegati). Se non
    > > viaggi
    > > > all'estero te ne fai ben poco, e anche
    > > restando
    > > > in Europa i costi di roaming sono
    > destinati
    > a
    > > > sparire. Tutto questo senza nulla
    > togliere
    > > alla
    > > > bontà del nuovo sistema e al fatto che è
    > > molto
    > > > meglio avere più concorrenti sul
    > > > mercato.
    > >
    > > Senza contare il fatto che ormai gli
    > alberghi
    > la
    > > Wifi ce l'hanno
    > > tutti.
    > > Anzi spesso all'estero hai la wifi gratis
    > anche
    > > per
    > > strada.
    >
    > Vero però è innegabile che il sistema di push di
    > BB è a tutt'oggi
    > inarrivato.

    Perché? Ho la mail push sulle mail di Google, Yahoo e ovviamente Apple. Dovrebbe essere integrata anche con M$ Exchange (cosa che a me non interessa, ma ad altri forse sì).
    E non dipendono da un server centrale in Canada...
    Poi la mail BB, che io sappia, non supportava neanche l'HTML....
    Mai usati i BB, ma gli ho visti. In una parola: ROZZI.
  • - Scritto da: MacGeek

    > Mai usati i BB, ma gli ho visti. In una parola:
    > ROZZI.
    Quelli che "gli hai visti" più che rozzi sono semplicemente obsoleti.
    non+autenticato
  • Tanti auguri a BlackBerry per porta un po' di idee nuove.
    Sperando che possa riprendere un po' di mercato.
    La concorrenza fa bene a tutti.
    non+autenticato
  • Ma che centra? A questo punto mettiamo Vasco Rossi presidenteonorario della Ferrari o della (più o meno ex) Fiat. Ma che centra, veramente? Metterci uno che ha fatto anni ed anni di gavetta in ambito di sviluppo design in quell'ambiente no? MAgari un artista/programmatore o ingegnere?. Si vede proprio che quando hai successo in un campo ti si arono anche strade e carriere in antri ambiti completamente diversi. Tipo...Valentino laureato per aver corso in moto (alla faccia degli studenti che fanno i pendolari) o campioni dello sport che escono con i massimi voti dalle più prestigiose università americane solo perchè magari hanno partecipato alle olimpiadi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ebm
    > Ma che centra? A questo punto mettiamo Vasco
    > Rossi presidenteonorario della Ferrari o della
    > (più o meno ex) Fiat. Ma che centra, veramente?
    > Metterci uno che ha fatto anni ed anni di gavetta
    > in ambito di sviluppo design in quell'ambiente
    > no? MAgari un artista/programmatore o ingegnere?.
    > Si vede proprio che quando hai successo in un
    > campo ti si arono anche strade e carriere in
    > antri ambiti completamente diversi.
    > Tipo...Valentino laureato per aver corso in moto
    > (alla faccia degli studenti che fanno i
    > pendolari) o campioni dello sport che escono con
    > i massimi voti dalle più prestigiose università
    > americane solo perchè magari hanno partecipato
    > alle
    > olimpiadi.

    Beh magari ha dei talenti in merito a noi non conosciuti.
    Sai, il dono dell'arte non è una cosa matematica.
    maxsix
    8958
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: Ebm
    > > Ma che centra? A questo punto mettiamo Vasco
    > > Rossi presidenteonorario della Ferrari o
    > della
    > > (più o meno ex) Fiat. Ma che centra,
    > veramente?
    > > Metterci uno che ha fatto anni ed anni di
    > gavetta
    > > in ambito di sviluppo design in
    > quell'ambiente
    > > no? MAgari un artista/programmatore o
    > ingegnere?.
    > > Si vede proprio che quando hai successo in un
    > > campo ti si arono anche strade e carriere in
    > > antri ambiti completamente diversi.
    > > Tipo...Valentino laureato per aver corso in
    > moto
    > > (alla faccia degli studenti che fanno i
    > > pendolari) o campioni dello sport che escono
    > con
    > > i massimi voti dalle più prestigiose
    > università
    > > americane solo perchè magari hanno
    > partecipato
    > > alle
    > > olimpiadi.
    >
    > Beh magari ha dei talenti in merito a noi non
    > conosciuti.
    > Sai, il dono dell'arte non è una cosa matematica.

    A questo punto potevano mettere Carcarlo Pravettoni come CEO...
  • - Scritto da: Ebm
    > Tipo...Valentino laureato per aver corso in moto

    va beh una laurea honoris causa conta come una pisciata in autogrill
    (ormai anche una laurea "reale" ma questa è un'altra storia)
    non+autenticato
  • Perché è gnocca potrebbe essere una risposta ?

    Gli studenti che fanno i pendolari non sono "gnocchi" e tanto meno gli ingegneri (non vivono, funzionano) a parte qualche eccezione dell'est.
    Il pendolare in genere (e io ne faccio parte) sono abbruttiti e perennemente incazzati e alla sera devastati da una giornata di ufficio che vorresti volentieri radere al suolo con il napalm.
    Li vogliono una bella faccia, un bel culo e un bel paio di tette che faccia immagine.
    non+autenticato
  • - Scritto da: . . .
    > Perché è gnocca potrebbe essere una risposta ?
    >
    > Gli studenti che fanno i pendolari non sono
    > "gnocchi" e tanto meno gli ingegneri (non vivono,
    > funzionano) a parte qualche eccezione
    > dell'est.
    > Il pendolare in genere (e io ne faccio parte)
    > sono abbruttiti e perennemente incazzati e alla
    > sera devastati da una giornata di ufficio che
    > vorresti volentieri radere al suolo con il
    > napalm.
    > Li vogliono una bella faccia, un bel culo e un
    > bel paio di tette che faccia
    > immagine.

    se ci fosse il tasto "Like" l'avrei cliccato !
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)