Mauro Vecchio

Italia, DownloadZone al cimitero warez

Su ordine del Tribunale di Monza, il popolare forum che raccoglieva link a file protetti da diritto d'autore è stato sottoposto a sequestro. Secondo le indiscrezioni, sarebbero indagati due amministratori

Italia, DownloadZone al cimitero warezRoma - "Certo che stiamo parlando seriamente. È morto per sempre. Dimenticatevelo". Dopo i pressanti interrogativi degli utenti, gli amministratori di DownloadZone hanno consigliato l'immediata rimozione di tutti i mi piace dalla pagina Facebook dedicata al sito, dal momento che, si spiega, "2 admin (tra cui 1 ex admin) sono sotto custodia cautelare" e il sito è stato sottoposto a sequestro dal nucleo mobile della Guardia di Finanza di Paderno Dugnano (Milano).

All'improvviso, sulla homepage di downloadzoneforum.net è apparso il sigillo delle fiamme gialle con un avviso di sequestro per violazione dell'art. 171-ter della legge 633/1941 sulla protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio. Su ordine della Procura della Repubblica al Tribunale di Monza, il portale per la condivisione di film e libri elettronici è stato sequestrato per violazione del copyright.

pecetta guardia di finanza
Facendo riferimento ai dati relativi al traffico web di Alexa, il 92 per cento dei visitatori del forum warez proviene dall'Italia, in particolare dalle città di Bergamo e Catania. Tra i vari cinguettii di condoglianze digitali, si apprende come due amministratori di DownloadZone sarebbero in attesa di processo dopo 6 anni di attività. "Hanno oscurato il sito e sequestrato il server, il mio PC e i miei hard disk", ha raccontato uno degli admin su Facebook. (M.V.)

Notizie collegate
  • AttualitàDDLFantasy: addio e grazie per tutti i downloadMessaggio di commiato da parte del gestore della piattaforma dedicata a videogame, film e manga. Una chiusura dettata dai recenti casi di cronaca nell'universo globale del file sharing. Qualcuno punzecchia su Facebook
  • AttualitàItalianshare, sequestrati altri due sitiTrattasi dei domini Italianstylewebsite.net e FreePlayClub.org. Aggiunti dalle Fiamme Gialle di Agropoli alla lista dei 5 siti legati al network gestito da Tex Willer. Chiesto ai provider il blocco a mezzo DNS
357 Commenti alla Notizia Italia, DownloadZone al cimitero warez
Ordina
  • la pirateria non sparira' mai... come non sparira' mai la droga..e come non sparira' mai la mafia..perche sono tutte cose che fanno comodo ad altra gente...
    non+autenticato
  • Prima di dire ca--zzate leggete qualcosa...Tipo questo:

    http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/07/29/new.../

    La pirateria aumenta la diffusione. Se prima non potevi sapere come suonava, girava o scriveva un'artista, adesso puoi rendertene conto e poi comprare le opere di chi veramente merita. Prima magari compravi a scatola chiusa e poi non ti piaceva ciò che avevi acquistato. Con il risultato che non avevi soldi per comprare ciò che veramente amavi. Adesso può non essere così. Certo, esiste anche l'utilizzo illecito di alcuni mercati. Ma parliamoci chiaro, perché dobbiamo pagare per capolavori di 60 anni fa rimasterizzati in digitale (che trall'altro offre minore qualità), da parte di qualche megacasadiscografica o cinematografica solo per fare soldi?

    L'artista deve guadagnare con il live (nel caso della musica), dove veramente dimostra cosa sa fare. Per il cinema ci sono i cinema, per i libri è giusto acquistarli, lì ho poco da dire. Posso solo dire che da quando ho un kindle leggo 15-20 libri in un anno e prima non lo facevo, e ne compro due o tre di più, mentre prima ero quasi fermo a qualche regalo. Per la musica anche, compro sempre i vinili dei miei artisti preferiti, o di nuovi, quando li ascolto e mi piacciono. Non compro dvd, li odio personalmente. I film li scarico, ma da quando posso scaricare vado almeno due volte al mese al cinema, prima lo facevo due tre volte all'anno. Con me hanno guadagnato moltissimo, e con molti amici anche. Più ascolto significa più diffusione, più pubblicità gratuita e più incassi, non maggiori perdite e maggiori furti. Smettiamola con questa mentalità bigotta e cominciamo a capire cosa vale la pena ascoltare, vedere, leggere, invece di spendere soldi per Moccia e simili e pensare che ne debbano guadagnare impoverendo la nostra cultura con simili orrori.

    Poi ognuno è libero di pensare e fare quello che vuole, ci mancherebbe altro non fosse così. È solo il mio pensiero.

    Basta pagae per cd che valgono un soldo bucato e offrono niente in termini di qualità. Il vinile è qualità e offre molto di più, così come il cinema o il libro rilegato, el altre forme che vengono difese (dvd rimasterizzati da vecchi vhs, cd, libri paperback etc.) servono ai grandi gruppi industriali per guadagnare sulla cultura che dovrebbe essere alla portata di tutti.

    Pensiamo a quanti artisti sono divenuti gratuiti con le nuove tecnologie e i nuov sistemi di scambio di dati gratuiti. I mercati si sono ampliati con internet, con maggiori introiti e un numero spropositato di addettia i lavori,maggiori artisti in un marasma in cui scegliere è quasi impossibile. Per questo servono certe cose. Tanto con dieci tera di roba non ci fai niente, la ascolti o guardi una volta e poi la abbandoni.

    Questo è quanto, almeno secondo me...
    non+autenticato
  • Se per i musicisti deve essere così, come dev'essere per scrittori, fumettisti, etc.?
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Se per i musicisti deve essere così, come
    > dev'essere per scrittori, fumettisti,
    > etc.?

    http://it.wikipedia.org/wiki/Metro_2033_%28romanzo...
    non+autenticato
  • Ah, quindi questo dovrebbe essere il modello di business... hobby a parte, proposte serie?
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ah, quindi questo dovrebbe essere il modello di
    > business... hobby a parte, proposte serie?

    Hobby ? http://www.games.it/pc-games/news/metro-2033-arriv...

    Ma certo, anche gene roddenberry e lucas hanno l'hobby della fantascienza.

    Romanzi, video e film... Alla faccia dell'hobby !!! Questo si e' fatto piu' soldi in 15 anni di te in tutta la vita e lo chiami hobby Rotola dal ridereRotola dal ridere
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > Ah, quindi questo dovrebbe essere il modello
    > di
    > > business... hobby a parte, proposte serie?
    >
    > Hobby ?
    > http://www.games.it/pc-games/news/metro-2033-arriv
    >
    > Ma certo, anche gene roddenberry e lucas hanno
    > l'hobby della
    > fantascienza.
    >
    > Romanzi, video e film... Alla faccia dell'hobby
    > !!! Questo si e' fatto piu' soldi in 15 anni di
    > te in tutta la vita e lo chiami hobby
    > Rotola dal ridereRotola dal ridere

    Hobby e' qualcosa che piace fare.
    Se e' remunerativo tanto meglio.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: ThEnOra
    > > > Ah, quindi questo dovrebbe essere il
    > modello
    > > di
    > > > business... hobby a parte, proposte
    > serie?
    > >
    > > Hobby ?
    > >
    > http://www.games.it/pc-games/news/metro-2033-arriv
    > >
    > > Ma certo, anche gene roddenberry e lucas
    > hanno
    > > l'hobby della
    > > fantascienza.
    > >
    > > Romanzi, video e film... Alla faccia
    > dell'hobby
    > > !!! Questo si e' fatto piu' soldi in 15 anni
    > di
    > > te in tutta la vita e lo chiami hobby
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > Hobby e' qualcosa che piace fare.
    > Se e' remunerativo tanto meglio.

    E intanto ThEnOra fuggi' dalla discussione... Anonimo
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: krane
    > > > - Scritto da: ThEnOra
    > > > > Ah, quindi questo dovrebbe essere
    > il
    > > modello
    > > > di
    > > > > business... hobby a parte, proposte
    > > serie?
    > > >
    > > > Hobby ?
    > > >
    > >
    > http://www.games.it/pc-games/news/metro-2033-arriv
    > > >
    > > > Ma certo, anche gene roddenberry e lucas
    > > hanno
    > > > l'hobby della
    > > > fantascienza.
    > > >
    > > > Romanzi, video e film... Alla faccia
    > > dell'hobby
    > > > !!! Questo si e' fatto piu' soldi in 15
    > anni
    > > di
    > > > te in tutta la vita e lo chiami hobby
    > > > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > >
    > > Hobby e' qualcosa che piace fare.
    > > Se e' remunerativo tanto meglio.
    >
    > E intanto ThEnOra fuggi' dalla discussione...
    > Anonimo

    E' il suo hobby!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Se per i musicisti deve essere così, come
    > dev'essere per scrittori, fumettisti,
    > etc.?

    Stai parlando di formati dove il supporto fisico è ancora molto utilizzato. Certo, se un pittore pretendesse di vivere vendendo la JPG della scansione della tela e non vendendomi la tela, si merita di finire sotto un ponte...
    Sai qual è la differenza per un pittore tra vendere la JPG e vendere la tela? Che nel secondo caso, se vuole ancora soldi, deve TORNARE A LAVORARE.
    E non si capisce perché un pittore fa GIUSTAMENTE così e non dovrebbe essere lo stesso per scrittori, fumettisti e via dicendo.
  • la decentralizzazione è sempre la strada giusta
    non+autenticato
  • Film, giochi e musica non sono medicine, sono beni voluttuari.
    Non è necessario averne 10000 tera. Si comprano quelli che ci si può permettere, come si faceva una volta, quando mettevamo da parte gli spiccioli per settimane pur di acquistarne qualcuno. Eppure, esistono ugualmente decine di migliaia, forse più, ultra 40enni e 50enni che sono grandi cultori di musica e cinema, senza che abbiano mai avuto bisogno di rub... ops... di "condividere".
    Scroccare vuol dire impoverire il settore, vi piaccia o no. Da quando si scrocca su internet i produttori non sono più in condizione di osare qualcosa di nuovo, non nasce più nulla di memorabile: non ditemi che i Coldplay lasceranno lo stesso segno dei Police, non ditemi che i cinepanettoni sono paragonabili ai capolavori di Monicelli, e potrei continuare all'infinito. I soldi non vanno solo ai vertici delle major: vanno a tecnici, sarte, carpentieri, elettricisti, magazzinieri, corrieri... C'è un'intera filiera che sta morendo.
    Io sono appassionato di cinema e musica ed ho circa 3000 tra cd e film, però mi accontento di un cell. Motorola da 90 euro (ottimo) e la mia auto è una Mitsubishi Colt. Non faccio come chi scrocca su internet e però paga la rata per la Golf o per la Mini cafona.
  • - Scritto da: pirataseiunipocrita
    > Film, giochi e musica non sono medicine, sono
    > beni voluttuari.

    > Non è necessario averne 10000 tera. Si comprano
    > quelli che ci si può permettere, come si faceva
    > una volta, quando mettevamo da parte gli
    > spiccioli per settimane pur di acquistarne
    > qualcuno.

    Si, e gli altri li scambiamo su cassetta con gli amici, come e' sempre stato...
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: pirataseiunipocrita
    > > Film, giochi e musica non sono medicine, sono
    > > beni voluttuari.
    >
    > > Non è necessario averne 10000 tera. Si
    > comprano
    > > quelli che ci si può permettere, come si
    > faceva
    > > una volta, quando mettevamo da parte gli
    > > spiccioli per settimane pur di acquistarne
    > > qualcuno.
    >
    > Si, e gli altri li scambiamo su cassetta con gli
    > amici, come e' sempre
    > stato...
    Uah uah. Non è minimamente paragonabile. Le copie tra amici su cassetta erano eventi circoscritti, tra persone FISICHE. Anzi, dirò di più: quello sì che era un fenomeno "promozionale". Non c'erano centinaia di canali tv, non c'era internet, esistevano poche riviste specializzate, quindi in quel modo si scoprivano gli artisti. E quasi sempre alla copia seguiva SUL SERIO (e non a parole come oggi ciancia qualcuno) l'acquisto dell'lp e poi del cd, perchè la qualità delle cassette era infame, e soprattutto c'era la cultura del piacere di possedere un bell'oggetto che testimoniava la passione per un dato artista. Le copertine cartacee, poi, servivano a leggere info altrimenti irreperibili.
    Oggi invece metti in rete un file e potenzialmente ci sono milioni di persone che mungono, con una qualità eccellente. E la cultura del possedere l'oggetto fisico (e pagato) va a finire sotto le scarpe. L'occasione fa l'uomo ladro, e i soldi risparmiati vengono spesi, tanto per dire, in sigarette, alcol, canne, il ventesimo paio di scarpe, il telefonino zeppo di cose inutili, o magari un bel libro, perchè no. Ma sempre con soldi risparmiati grazie ad un furto.
    Internet dovrebbe fare MEGLIO quello che si faceva di persona una volta: PROMOZIONARE, non REGALARE. Quando mi comprai la prima chitarra passai mesi a fare telefonate, a cercare cataloghi, a girovagare da una città all'altra. Ora mi sta venendo la voglia di tornare a suonare, e in poche ore mi sono sfogliato sul web tutto lo scibile immaginabile e so perfettamente cosa andare ad acquistare e dove. Che goduria. Ma la chitarra la pagherò, non la ruberò. Perchè è giusto che sia così, perchè qualcuno ci ha lavorato, e non considero parassiti gli intermediari. Attorno ad un film ci gravita un universo di professionalità: chi ci dà il diritto di appropriarcene a sbafo? Troppo comodo. E non veniamocene con la storiella dei prezzi. I prezzi dei dvd sono scesi in maniera clamorosa dal '99 ad oggi, e non raccontatemi la panzana che sia stata la pirateria a stimolare la loro discesa. Ma veramente ci credete a questa puttanata? Ricordo che quando comprai il mio primo cd (Muster of Puppets dei Metallica, ad inizio '96) mi venne un colpo, a me al mio portafoglio, eppure negli anni sono NATURALMENTE scesi di prezzo, come qualsiasi tecnologia. E non c'era internet col tuttogratis che "stimolava".
    Suvvia, dite che fa piacere scroccare e basta, non approverei ma capirei, però non fateme ridere con fanciullesche pseudomotivazioni socio-economiche...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 febbraio 2013 11.47
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 febbraio 2013 11.47
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: pirataseiunipocrita
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: pirataseiunipocrita
    > > > Film, giochi e musica non sono medicine,
    > > > sono beni voluttuari.

    > > > Non è necessario averne 10000 tera. Si
    > > > comprano quelli che ci si può permettere,
    > > > come si faceva una volta, quando mettevamo
    > > > da parte gli spiccioli per settimane pur
    > > > di acquistarne qualcuno.

    > > Si, e gli altri li scambiamo su cassetta
    > > con gli amici, come e' sempre
    > > stato...

    > Uah uah. Non è minimamente paragonabile.ù

    Sei una major per dirlo ? O semplicemente sei giovane e non ricordi che le campagne contro la pirateria c'erano gia', ricordo le grasse risate alle medie a riguardo mentre ci scambiavamo le cassette.

    > Le copie tra amici su cassetta erano
    > eventi circoscritti, tra persone
    > FISICHE.

    Che nei luoghi di lavoro ed a scuola si trasforma in centinaia di copie che girano al minuto, cosa credi ? Inoltre c'erano i negozi e i marocchini che le vendevano.

    > Anzi, dirò di più: quello sì che era
    > un fenomeno "promozionale". Non
    > c'erano centinaia di canali tv, non
    > c'era internet, esistevano poche
    > riviste specializzate, quindi in
    > quel modo si scoprivano gli artisti.

    Cio' che dici e' vero nella pratica, tanti artisti sono venuti fuori dalle copie infinite delle cassette, peccato che invece per le major questa fosse gia' una piaga sociale, in pratica stai dicendo che la copia gratuita altro non e' che promozione, io sono d'accordo che questa sia su cassetta o in rete in mp3.

    > E quasi sempre alla copia seguiva SUL
    > SERIO (e non a parole come oggi
    > ciancia qualcuno) l'acquisto dell'lp
    > e poi del cd, perchè la qualità delle
    > cassette era infame,

    Ma che stai a di' Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere ma quando mai ?

    > e soprattutto c'era la cultura del
    > piacere di possedere un bell'oggetto
    > che testimoniava la passione per un
    > dato artista.

    Mai sentita una cosa del genere Rotola dal ridere

    > Le copertine cartacee, poi, servivano
    > a leggere info altrimenti irreperibili.

    Eh, si erano proprio altri tempi, non c'era la rete. Per fortuna adesso queste informazioni sono accessibili a tutti gratuitamente, meglio no ?

    > Oggi invece metti in rete un file e
    > potenzialmente ci sono milioni di persone che
    > mungono, con una qualità eccellente.

    Ottima cosa.

    > E la cultura del possedere l'oggetto
    > fisico (e pagato) va a finire sotto
    > le scarpe.

    Un po' come possedere un cavallo per spostarsi in citta' oppure come non avere il frigorifero in casa, e' tutta una questone culturale.

    > L'occasione fa l'uomo ladro,

    La legge fa l'uomo ladro, Gesu' insegna.

    > e i soldi risparmiati vengono spesi, tanto
    > per dire, in sigarette, alcol, canne, il
    > ventesimo paio di scarpe, il telefonino zeppo
    > di cose inutili, o magari un bel libro, perchè
    > no.

    E magari anche in buon cibo, insomma stai descrivento una cosa buona.

    > Ma sempre con soldi risparmiati grazie
    > ad un furto.

    Perche' la vedi come un furto ? Che viene sottratto ? In realta' e' un regalo che ti fa chi ha acquistato.

    > Internet dovrebbe fare MEGLIO quello che si
    > faceva di persona una volta: PROMOZIONARE, non
    > REGALARE.

    Per me ascoltare un mp3 e' promozionare, jamendo l'ha capito le major no, problema loro.

    > Quando mi comprai la prima chitarra
    > passai mesi a fare telefonate, a cercare
    > cataloghi, a girovagare da una città
    > all'altra.

    E quindi ? Ora puoi anche pubblicarti su jamendo e mandare mail invece di telefonare.

    > Ora mi sta venendo la voglia di tornare a
    > suonare, e in poche ore mi sono sfogliato
    > sul web tutto lo scibile immaginabile e so
    > perfettamente cosa andare ad acquistare e
    > dove. Che goduria. Ma la chitarra la
    > pagherò, non la ruberò.

    Beh, potresti anche fartene una tua copia costruendotela, perche' no... E nessuno potrebbe dire che l'hai rubata in quel caso poiche' copia e' diverso da furto.

    > Perchè è giusto che sia così, perchè
    > qualcuno ci ha lavorato, e non
    > considero parassiti gli intermediari.

    Quindi per analogia se ti costruissi la tua chitarra partendo dal legno e copiandone una ti considereresti un ladro ? Spiegami....

    > Attorno ad un film ci gravita un universo
    > di professionalità: chi ci dà il diritto
    > di appropriarcene a sbafo?

    A sbafo di chi ? Chi ha messo la prima copia l'ha comprata, esattamente come si copiava la cassetta prima.

    > Troppo comodo.

    Per chi ?

    > E non veniamocene con la storiella dei
    > prezzi. I prezzi dei dvd sono scesi in
    > maniera clamorosa dal '99 ad oggi, e
    > non raccontatemi la panzana che sia
    > stata la pirateria a stimolare la loro
    > discesa.
    > Ma veramente ci credete a questa puttanata ?

    E' matematica, non e' teoria ma pratica, ed ora sta accadendo anche in cina, c'e' poco da credere o da costruirci sopra e' cosi.

    > Ricordo che quando comprai il mio primo cd
    > (Muster of Puppets dei Metallica, ad inizio
    > '96) mi venne un colpo, a me al mio
    > portafoglio, eppure negli anni sono
    > NATURALMENTE scesi di prezzo, come qualsiasi
    > tecnologia.

    Bene, e infatti noi pretendiamo che arrvati a questo punto tecnologico il prezzo sia zero, se non e' cosi' non si compra, pazienza tanto ci sono talmente tante radio online che e' possibile ascoltare qualsiasi canzone in qualsiasi momento gratis.

    > E non c'era internet col tuttogratis
    > che "stimolava".

    E infatti la gente gia' copiava generosamente lo stesso, ricordo anche io quell'album e quanto un mio compagno arrivo' a scuola tutto orgoglioso di copiarcelo in cassetta. Si era uno stimolo all'istinto che ha l'uomo a condividere e che ora con internet trova il suo sfogo.

    > Suvvia, dite che fa piacere scroccare e basta,
    > non approverei ma capirei, però non fateme
    > ridere con fanciullesche pseudomotivazioni
    > socio-economiche...

    E' solo pratica, c'e' poco di teorico, la teoria e le fanciullesche motivazioni le stai mettendo tu per spiegare un fenomeno intrinseco nell'uomo, il voler condividere cio' che sa e cio' che ha all'infinito e con tutti. L'uomo e' un animale di branco e salvo pochi individui deviati che tendono ad essere emarginati il pensiero dell'uomo e' di branco.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: pirataseiunipocrita
    ....
    (per motivi di spazio cancello)
    ...
    > > Suvvia, dite che fa piacere scroccare e
    > basta,
    > > non approverei ma capirei, però non fateme
    > > ridere con fanciullesche pseudomotivazioni
    > > socio-economiche...
    >
    > E' solo pratica, c'e' poco di teorico, la teoria
    > e le fanciullesche motivazioni le stai mettendo
    > tu per spiegare un fenomeno intrinseco nell'uomo,
    > il voler condividere cio' che sa e cio' che ha
    > all'infinito e con tutti. L'uomo e' un animale di
    > branco e salvo pochi individui deviati che
    > tendono ad essere emarginati il pensiero
    > dell'uomo e' di
    > branco.
    Ho capito. La droga, l'alcol, le sigarette, i libri, la benzina, la scheda telefonica etc etc etc li PAGHI, film e musica li RUBI (ah, scusa, li "condividi"). Tutto molto chiaro.
    Mi sta venendo fame, entrerò nel primo ristorante a chiedergli di "condividere" un pò di cibo. In fin dei conti il diritto all'alimentazione è sacrosanto, molto più di un videogame o un filmetto. Chi vuoi che oserà negarmi un piatto di pasta, una bistecca e un'insalata? Vado. Poi torno e ti dico cosa mi rispondono.
    Tu intanto pensa a come saresti contento se avessi qualche milioncino di euro da investire in un film e poi i giorni successivi alla prima o all'uscita in home video scopriresti che stanno tutti sul pc a mungere. E non dirmi che non ti interesserebbe fare un film, rispondi all'esempio. Sei il classico italiano: tutti f.roci col c.ulo degli altri.
  • - Scritto da: pirataseiunipocrita
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: pirataseiunipocrita
    > ....
    > (per motivi di spazio cancello)
    > ...
    > > > Suvvia, dite che fa piacere scroccare e
    > > basta,
    > > > non approverei ma capirei, però non
    > fateme
    > > > ridere con fanciullesche
    > pseudomotivazioni
    > > > socio-economiche...
    > >
    > > E' solo pratica, c'e' poco di teorico, la
    > teoria
    > > e le fanciullesche motivazioni le stai
    > mettendo
    > > tu per spiegare un fenomeno intrinseco
    > nell'uomo,
    > > il voler condividere cio' che sa e cio' che
    > ha
    > > all'infinito e con tutti. L'uomo e' un
    > animale
    > di
    > > branco e salvo pochi individui deviati che
    > > tendono ad essere emarginati il pensiero
    > > dell'uomo e' di
    > > branco.
    > Ho capito. La droga, l'alcol, le sigarette, i
    > libri, la benzina, la scheda telefonica etc etc
    > etc li PAGHI, film e musica li RUBI (ah, scusa,
    > li "condividi"). Tutto molto chiaro.

    Questo mi consente la tecnologia, quando ci sara' il sintetizzatore come in star trek potro' condividere anche le cose fisiche ed il denaro finalmente non avra' piu' senso di esistere.

    > Mi sta venendo fame, entrerò nel primo ristorante
    > a chiedergli di "condividere" un pò di cibo. In
    > fin dei conti il diritto all'alimentazione è
    > sacrosanto, molto più di un videogame o un
    > filmetto. Chi vuoi che oserà negarmi un piatto di
    > pasta, una bistecca e un'insalata? Vado. Poi
    > torno e ti dico cosa mi rispondono.

    Pensi che qualsiasi ristoratore abbia problemi se ti fai una copia di quello che vorrebbe venderti ?

    > Tu intanto pensa a come saresti contento se
    > avessi qualche milioncino di euro da investire in
    > un film e poi i giorni successivi alla prima o
    > all'uscita in home video scopriresti che stanno
    > tutti sul pc a mungere.

    Pensa che qua in europa avevamo la piu' grande industria di allevamento dei cavalli del mondo intorno ai primi dell'800, poi e' arrivato il treno e chi investiva in cavalli si e' scoperto essere poco avveduto, perche' ora dovrebbe essere diverso ? Se hai qualche milioncino da investire nessuno ti impedisce di mettere su una fabbrica di ghiaccio per venderlo a chi non possiede il frigorifero in casa, e' la stessa cosa.

    > E non dirmi che non ti interesserebbe
    > fare un film, rispondi all'esempio.
    > Sei il classico italiano: tutti
    > f.roci col c.ulo degli altri.

    Ho risposto e mo ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: pirataseiunipocrita

    > Tu intanto pensa a come saresti contento se
    > avessi qualche milioncino di euro da investire in
    > un film e poi i giorni successivi alla prima o
    > all'uscita in home video scopriresti che stanno
    > tutti sul pc a mungere. E non dirmi che non ti
    > interesserebbe fare un film, rispondi
    > all'esempio.

    Se un film non si e' gia' ripagato al botteghino, manco ci esce in home video.
    Se esce in home video si e' gia' ripagato.
    E se non esce in home video non c'e' il dvdrip.

    Quindi?
  • > Tu intanto pensa a come saresti contento se
    > avessi qualche milioncino di euro da investire in
    > un film e poi i giorni successivi alla prima o
    > all'uscita in home video scopriresti che stanno
    > tutti sul pc a mungere.

    Io per pubblicarlo mi faccio pagare. Se il film mi è costato qualche milione, dico all'emittente televisiva che vuole trasmetterlo di pagarmi quella cifra. Poi, se il film finisce in rete non è un problema mio: io ho incassato quello che mi spettava.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pirataseiunipocrita
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: pirataseiunipocrita
    > > > Film, giochi e musica non sono medicine,
    > sono
    > > > beni voluttuari.
    > >
    > > > Non è necessario averne 10000 tera. Si
    > > comprano
    > > > quelli che ci si può permettere, come si
    > > faceva
    > > > una volta, quando mettevamo da parte gli
    > > > spiccioli per settimane pur di acquistarne
    > > > qualcuno.
    > >
    > > Si, e gli altri li scambiamo su cassetta con gli
    > > amici, come e' sempre
    > > stato...
    > Uah uah. Non è minimamente paragonabile. Le copie
    > tra amici su cassetta erano eventi circoscritti,
    > tra persone FISICHE.

    La condivisione dei files non e' tra persone FISICHE allora?
    In tal caso che problema hai?

    Se invece sono ancora persone FISICHE non e' mica come per le cassette?
    E in tal caso che problema hai?

    > Anzi, dirò di più: quello sì
    > che era un fenomeno "promozionale". Non c'erano
    > centinaia di canali tv, non c'era internet,
    > esistevano poche riviste specializzate, quindi in
    > quel modo si scoprivano gli artisti. E quasi
    > sempre alla copia seguiva SUL SERIO (e non a
    > parole come oggi ciancia qualcuno) l'acquisto
    > dell'lp e poi del cd, perchè la qualità delle
    > cassette era infame, e soprattutto c'era la
    > cultura del piacere di possedere un bell'oggetto
    > che testimoniava la passione per un dato artista.

    Esattamente come ora.
    Non e' cambiato niente.
    Si scoprono molti piu' artisti oggi!

    > Le copertine cartacee, poi, servivano a leggere
    > info altrimenti irreperibili.

    Oggi sono in pdf e contengono le stesse informazioni, e ci sono anche i testi, e magari pure la traduzione.
    E nulla vieta di allegarci pure lo spartito o gli accordi per chitarra in modo da poterle pure suonare tra amici.

    > Oggi invece metti in rete un file e
    > potenzialmente ci sono milioni di persone che
    > mungono, con una qualità eccellente.

    Quindi il progresso ha portato un miglioramento!

    > E la cultura
    > del possedere l'oggetto fisico (e pagato) va a
    > finire sotto le scarpe.

    Mi pare che i cd siano sempre in vendita per chi ama possedere l'oggetto.

    > L'occasione fa l'uomo
    > ladro,

    Solito luogo comune da videotecaro prossimo al kebab.
    La copia non e' furto, quindi non ci sono ladri.

    > e i soldi risparmiati vengono spesi, tanto
    > per dire, in sigarette, alcol, canne, il
    > ventesimo paio di scarpe, il telefonino zeppo di
    > cose inutili, o magari un bel libro, perchè no.

    O molto piu' probabilmente in maglietta con la serigrafia dell'artista o biglietto per il concerto dal vivo dell'artista medesimo.

    > Ma sempre con soldi risparmiati grazie ad un
    > furto.

    Spiega qual e' la refurtiva e il relativo ammanco inventariale, oppure rimangiati il "furto".

    > Internet dovrebbe fare MEGLIO quello che si
    > faceva di persona una volta: PROMOZIONARE, non
    > REGALARE. Quando mi comprai la prima chitarra
    > passai mesi a fare telefonate, a cercare
    > cataloghi, a girovagare da una città all'altra.
    > Ora mi sta venendo la voglia di tornare a
    > suonare, e in poche ore mi sono sfogliato sul web
    > tutto lo scibile immaginabile e so perfettamente
    > cosa andare ad acquistare e dove. Che goduria.

    E quindi vuoi che tutto questo finisca per colpa di quattro intermediari parassiti?

    > Ma la chitarra la pagherò, non la ruberò.

    Come tutti!
    Dove hai trovato persone che inneggiano al furto di chitarre o strumenti?

    > Perchè è
    > giusto che sia così, perchè qualcuno ci ha
    > lavorato, e non considero parassiti gli
    > intermediari.

    E allora conosci poco questo mondo.
    Gli intermediari sono i parassiti della peggior specie.
    Non producono, non sanno nulla, pretendono che la loro obsoleta rendita di posizione venga conservata per legge e non per necessita', ed ostacolano la circolazione della cultura e della conoscenza.

    > Attorno ad un film ci gravita un
    > universo di professionalità: chi ci dà il diritto
    > di appropriarcene a sbafo? Troppo comodo.

    Nessuno ha mai detto che il cinema non si paga.
    Si va al cinema e si paga il biglietto.

    > E non
    > veniamocene con la storiella dei prezzi. I prezzi
    > dei dvd sono scesi in maniera clamorosa dal '99
    > ad oggi, e non raccontatemi la panzana che sia
    > stata la pirateria a stimolare la loro discesa.

    Io non ti racconto proprio niente.

    > Ma veramente ci credete a questa puttanata?

    Quale?

    > Ricordo che quando comprai il mio primo cd
    > (Muster of Puppets dei Metallica, ad inizio '96)
    > mi venne un colpo, a me al mio portafoglio,
    > eppure negli anni sono NATURALMENTE scesi di
    > prezzo, come qualsiasi tecnologia. E non c'era
    > internet col tuttogratis che "stimolava".

    Bel CD quello! Me lo ricordo.

    > Suvvia, dite che fa piacere scroccare e basta,
    > non approverei ma capirei, però non fateme ridere
    > con fanciullesche pseudomotivazioni
    > socio-economiche...

    Tu hai una gran confusione in testa...
  • > c'era la
    > cultura del piacere di possedere un bell'oggetto
    > che testimoniava la passione per un dato artista.
    > Le copertine cartacee, poi, servivano a leggere
    > info altrimenti irreperibili.

    Peccato che ora il "bell'oggetto" non esiste più. I cd sono tutti uguali, in confezioni in cui cambia solo l'etichetta... ed allora, il cd masterizzato è uguale. E sono ugualmente scomodi: meglio un file immateriale che si può mettere sul supporto preferito (incluso il cd, se proprio ci tieni)... ma in quel caso, non esiste l'oggetto (bello o brutto che sia)

    >
    > Oggi invece metti in rete un file e
    > potenzialmente ci sono milioni di persone che
    > mungono, con una qualità eccellente.


    E questo è un bene. O tu preferivi la qualità pessima?

    > E la cultura
    > del possedere l'oggetto fisico (e pagato) va a
    > finire sotto le scarpe.

    Anche se paghi non possiedi comunque nessun oggetto, quindi è giusto che l'idea di pagare finisca sotto le scarpe, perchè è un imbroglio.

    > L'occasione fa l'uomo
    > ladro, e i soldi risparmiati vengono spesi, tanto
    > per dire, in sigarette, alcol, canne, il
    > ventesimo paio di scarpe, il telefonino zeppo di
    > cose inutili, o magari un bel libro, perchè no.
    > Ma sempre con soldi risparmiati grazie ad un
    > furto.

    Furto? Perchè, ti hanno sottratto il file? Se il file è ancora al suo posto non c'è stato furto, e tu hai commesso un reato accusando qualcuno di furto (reato di calunnia, punibile con il carcere)

    > Internet dovrebbe fare MEGLIO quello che si
    > faceva di persona una volta: PROMOZIONARE, non
    > REGALARE.

    Cioè, vorresti trasformare internet in una immensa rete pubblicitaria? Non la vogliamo. Ne abbiamo già abbastanza dalla tv.

    Oltre tutto, per promozionare cosa? L'unico modo per promozionare un brano di musica è farlo ascoltare, e se me lo fai ascoltare me l'hai già dato, non ha molto senso che io ti paghi per averne un'altra copia uguale.

    > Quando mi comprai la prima chitarra
    > passai mesi a fare telefonate, a cercare
    > cataloghi, a girovagare da una città all'altra.

    Certo, e quando non c'erano i metanodotti si passavano ore a spalare il carbone. E allora? Lo rimpiangi, forse?

    > Ora mi sta venendo la voglia di tornare a
    > suonare, e in poche ore mi sono sfogliato sul web
    > tutto lo scibile immaginabile e so perfettamente
    > cosa andare ad acquistare e dove. Che goduria. Ma
    > la chitarra la pagherò, non la ruberò.

    Ovvio. Oppure, puoi provare a duplicarne una già esistente:

    http://www.businessweek.com/articles/2012-10-11/th...

    Scaricare il progetto di una chitarra e stamparla con una stampante 3d non è poi così diverso dallo scaricare un mp3 e masterizzare un cd.


    > Perchè è
    > giusto che sia così, perchè qualcuno ci ha
    > lavorato, e non considero parassiti gli
    > intermediari.

    Qualcuno ha lavorato apposta per te: se tu gli prendi una chitarra, dovrà costruirne un'altra per rimpiazzarla... ed è giusto che sia pagato per questo.

    > Attorno ad un film ci gravita un
    > universo di professionalità: chi ci dà il diritto
    > di appropriarcene a sbafo? Troppo comodo. E non
    > veniamocene con la storiella dei prezzi. I prezzi
    > dei dvd sono scesi in maniera clamorosa dal '99
    > ad oggi, e non raccontatemi la panzana che sia
    > stata la pirateria a stimolare la loro discesa.
    > Ma veramente ci credete a questa puttanata?

    Intanto, nel 99 i prezzi erano in lire. Poi, il dvd è diventato un formato sempre più comune, ed ora è obsoleto.


    > Ricordo che quando comprai il mio primo cd
    > (Muster of Puppets dei Metallica, ad inizio '96)
    > mi venne un colpo, a me al mio portafoglio,
    > eppure negli anni sono NATURALMENTE scesi di
    > prezzo, come qualsiasi tecnologia. E non c'era
    > internet col tuttogratis che "stimolava".

    Quindi vuoi aspettare anni quando potresti ottenere lo stesso risultato subito? Perchè, poi?


    >
    > Suvvia, dite che fa piacere scroccare e basta,
    > non approverei ma capirei, però non fateme ridere
    > con fanciullesche pseudomotivazioni
    > socio-economiche...

    No, ti dico una cosa molto più semplice: non comprare la chitarra e non rimetterti a suonare. Così sarai sicuro che nessuno scaricherà mai la tua musica gratis.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Ho letto commenti che mi hanno fatto drizzare i capelli in testa...ma davvero siete convinti di quello che dite?
    Scaricare gratis determinati contenuti è illegale, poichè con quelli gente ci mangia ed è anche giusto dare un merito a chi si è sbattuto per crearli impedendo che qualcun altro lo sfrutti.
    Io sono il primo che se può scarica gratuitamente, consapevole che non è corretto, ma in alcuni casi necessario (200€ di licenza di un software non tutti possono permetterseli).
    "Io ho 900€ di computer ma non voglio spenderne 20 per un cd musicale..."
    Ma sei scemo? Un computer lo compri con 150/200€ se ti accontenti, quindi se sei così risparmioso e di sani principi anticonsumistici non compri 900€ di pc...non li spendo io che con il pc ci lavoro/programmo e progetto...come minimo sei uno di quelli che dice che non ha i soldi per uscire il sabato sera ma ha l'iphone in tasca U.U
    Concludo con "Siamo proprio Italiani" vogliamo vogliamo ma non diamo manco a morire -.-"
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ma Crescete
    > Ho letto commenti che mi hanno fatto drizzare i
    > capelli in testa...ma davvero siete convinti di
    > quello che dite?
    > Scaricare gratis determinati contenuti è
    > illegale,

    Quindi basta cambiare la legge, se e' per quello e' stato illegale essere neri, ebrei...

    > poichè con quelli gente ci mangia ed è
    > anche giusto dare un merito a chi si è
    > sbattuto per crearli impedendo che
    > qualcun altro lo sfrutti.

    Il tuo discorso starebbe in piedi se non pretendessero di essere pagati fino a 70 anni dopo la morte...

    > Io sono il primo che se può scarica
    > gratuitamente,

    Ha cattivone: ma non lo sai che e' illegale poichè con quelli gente ci mangia ed è anche giusto dare un merito a chi si è sbattuto per crearli impedendo che qualcun altro lo sfrutti.

    > consapevole che non è
    > corretto, ma in alcuni casi necessario
    > (200€ di licenza di un software non
    > tutti possono permetterseli).

    E quindi ?

    > "Io ho 900€ di computer ma non voglio spenderne
    > 20 per un cd musicale..."

    Tanto piu' che vogliono venderti qualcosa che da un'altra parte e' gratis (la radio), come lo spieghi ?

    > Ma sei scemo? Un computer lo compri con 150/200€
    > se ti accontenti, quindi se sei così risparmioso
    > e di sani principi anticonsumistici non compri
    > 900€ di pc...non li spendo io che con il pc ci
    > lavoro/programmo e progetto...come minimo sei uno
    > di quelli che dice che non ha i soldi per uscire
    > il sabato sera ma ha l'iphone in tasca U.U

    Ma con chi stai parlando ??? Parli da solo ?

    > Concludo con "Siamo proprio Italiani" vogliamo
    > vogliamo ma non diamo manco a morire
    > -.-"

    Ma te sei fuori, io do' subito, appena mi compro un dvd la prima cosa che faccio e' farlo vedere a tutti gli amici, stessa cosa per i libri.
    krane
    22544
  • - Scritto da: Ma Crescete
    > Ho letto commenti che mi hanno fatto drizzare i
    > capelli in testa...ma davvero siete convinti di
    > quello che
    > dite?

    Sì.

    > Scaricare gratis determinati contenuti è
    > illegale,

    No, non lo è. Controlla pure. Se ritieni che io mi sbagli, sei pregato di scrivere qui l'articolo di legge che verrebbe infranto con il download.

    L'upload è illegale, ma il download no.

    > poichè con quelli gente ci mangia ed è
    > anche giusto dare un merito a chi si è sbattuto
    > per crearli impedendo che qualcun altro lo
    > sfrutti.

    Non è un merito usare il copyright.

    > Io sono il primo che se può scarica
    > gratuitamente, consapevole che non è corretto, ma
    > in alcuni casi necessario (200€ di licenza di un
    > software non tutti possono
    > permetterseli).

    Quindi, in altre parole, tu vuoi vietare il download gratuito per tutti tranne che per te. Chiarissimo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ma Crescete
    > Scaricare gratis determinati contenuti è
    > illegale,

    E' falso. Il fatto che non è illegale l'ha dichiarato un agente della polizia postale su un canale televisivo del servizio pubblico:
    http://youtube.com/watch?v=IaZ37YRGaos&t=5m10s

    > poichè con quelli gente ci mangia

    Anche con la vendita di ghiaccio tanti ghiacciaroli ci mangiavano. Poi arrivarono i frigoriferi e la gente non ne aveva più bisogno.
    Alcuni, i più intelligenti, diventarono venditori di frigoriferi; altri intrapresero tutt'altra attività; altri chiusero in silenzio.
    I più stupidi rimasero a vendere ghiaccio.
    Alcuni di loro li vedi lamentarsi spesso su questo forum.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)