Alfonso Maruccia

Valve, denuncia per i giochi usati

La software house statunitense chiamata in causa nei tribunali tedeschi per l'impossibilità di rivendere i giochi usati. Una pratica che la Corte europea ha già stabilito essere lecita

Roma - La Federazione delle Organizzazioni dei Consumatori tedesche (VZVB) ha denunciato Valve Corporation, tra le più apprezzate software house statunitensi, proprietaria dello store di digital delivery videoludico Steam. I giochi acquistati su Steam non possono essere rivenduti a terzi, lamenta VZVB, nonostante in Europa la vendita del software "usato" sia perfettamente legale.

La denuncia arriva a qualche mese di distanza dall'"avvertimento" dato a Valve dalla federazione a tutela dei consumatori, con la richiesta esplicita - e mai soddisfatta - di modificare l'EULA imposta agli utenti, la relativa protezione contro le class action e il divieto di rivendere i giochi acquistati su Steam.

Ogni titolo comprato sul popolare store digitale viene infatti concesso solo "in licenza" all'acquirente, che può fruirne solo finché si limita a usare il suo account e non ha alcun diritto di rivenderlo a terzi. Ma la legittimità del mercato del software "di seconda mano" è stata recentemente sancita dalla Corte di Giustizia Europea, e ora Valve dovrà affrontare una causa che si prospetta sarà lunga e foriera di conseguenze difficili da prevedere.
In passato i tribunali tedeschi si erano già pronunciati su una causa intentata da VZVB contro Valve, ma ora la federazione si fa forte della recente decisione presa in sede europea e prova a "educare" tutti gli altri rivenditori di giochi in formato digitale (oltre a Valve stessa) sul rispetto dei diritti dei consumatori tedeschi al "possesso" di un prodotto anche se fatto di bit immateriali.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
63 Commenti alla Notizia Valve, denuncia per i giochi usati
Ordina
  • Ma si possono per caso rivendere i dischi acquistati su iTunes o qualsiasi altra simpatica piattaforma musicale?

    Perchè la cosa mi sembra analoga.
  • - Scritto da: Joshthemajor
    > Ma si possono per caso rivendere i dischi
    > acquistati su iTunes o qualsiasi altra simpatica
    > piattaforma musicale?

    > Perchè la cosa mi sembra analoga.

    Visto che diversi ti rilasciano scontrino o ricevuta non vedo il problema.
    krane
    22544
  • contenuto non disponibile
  • Spero che in Europa li obblighino a stralciare la norma che "vieta" la class action. In USA ha iniziato Sony (tanto per cambiare), obbligandoti ad accettare un arbitrato individuale in caso di contenziosi con l'azienda, e tanti altri, tra cui Valve, hanno rapidamente copiato la clausola. Valve in particolare, ha avuto pure la faccia tosta di emettere un comunicato in cui questa inc..ata era presentata come un vantaggio per gli utenti.
    La cosa triste non è tanto il fatto che le aziende ci provino, quanto vedere i fanboy che le giustificano.
    Izio01
    3882
  • - Scritto da: Izio01

    > Spero che in Europa li obblighino a stralciare la
    > norma che "vieta" la class action.

    Sì, ma guarda che l'azione di classe (così l'han tradotta in italiano... sigh!) è criticata nel Paese che l'ha inventata perché alla fine gli unici che se ne avvantaggiano sono gli avvocati.
    E tra l'altro, anche un'azione di classe si può perdere.

    http://www.guardian.co.uk/business/2011/jun/20/wal...

    Non la vedo come una grande perdita per i consumatori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: Izio01
    >
    > > Spero che in Europa li obblighino a
    > stralciare
    > la
    > > norma che "vieta" la class action.
    >
    > Sì, ma guarda che l'azione di classe (così l'han
    > tradotta in italiano... sigh!) è criticata nel
    > Paese che l'ha inventata perché alla fine gli
    > unici che se ne avvantaggiano sono gli avvocati.
    >
    > E tra l'altro, anche un'azione di classe si può
    > perdere.
    >
    >
    > http://www.guardian.co.uk/business/2011/jun/20/wal
    >
    > Non la vedo come una grande perdita per i
    > consumatori.

    Certo non è un meccanismo perfetto, soprattutto così com'è stato adottato in Italia, eppure secondo me è un diritto importante.
    Lasciando perdere le cause fuffa nate per far guadagnare gli avvocati, ci sono tanti, troppi casi in cui le grandi aziende giocano sporco. Come socio Altroconsumo, quasi ogni mese leggo di scorrettezze da parte delle società di telecomunicazioni, ad esempio. Io individuo non spendo 5000 euro di avvocati per non pagare una bolletta non dovuta per 50 euro. Pago e ingoio la bile. La class action può mettere un freno a queste pratiche troppo diffuse, e confido che la diversa "tradizione" del vecchio continente possa evitare l'estremo opposto, quello delle cause di gruppo che non stanno né in cielo né in terra.
    Izio01
    3882
  • - Scritto da: Izio01
    > Io individuo non
    > spendo 5000 euro di avvocati per non pagare una
    > bolletta non dovuta per 50 euro. Pago e ingoio la
    > bile.

    C'è un'alternativa gratuita, il ricorso ai Co.Re.Com.: non spendi nulla, ti puoi difendere da solo e hai sempre un confronto diretto con la controparte. In azienda l'abbiamo usata già 2 volte per rivalerci sulle aziende di fonia e abbiamo sempre vinto vedendoci restituiti i soldi e in una occasione anche un indennizzo.
  • - Scritto da: mela marcia doc
    > - Scritto da: Izio01
    > > Io individuo non
    > > spendo 5000 euro di avvocati per non pagare una
    > > bolletta non dovuta per 50 euro. Pago e ingoio
    > la
    > > bile.
    >
    > C'è un'alternativa gratuita, il ricorso ai
    > Co.Re.Com.: non spendi nulla, ti puoi difendere
    > da solo e hai sempre un confronto diretto con la
    > controparte. In azienda l'abbiamo usata già 2
    > volte per rivalerci sulle aziende di fonia e
    > abbiamo sempre vinto vedendoci restituiti i soldi
    > e in una occasione anche un
    > indennizzo.

    Buono a sapersi. Io al limite mando una raccomandata di messa in mora mettendo in copia Altroconsumo, e già questo dovrebbe bastare a dissuadere i tarpani (però le mie esperienze personali sono limitate).
    Izio01
    3882
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: Izio01
    >
    > > Spero che in Europa li obblighino a
    > stralciare
    > la
    > > norma che "vieta" la class action.
    >
    > Sì, ma guarda che l'azione di classe (così l'han
    > tradotta in italiano... sigh!) è criticata nel
    > Paese che l'ha inventata perché alla fine gli
    > unici che se ne avvantaggiano sono gli avvocati.
    >
    > E tra l'altro, anche un'azione di classe si può
    > perdere.
    >
    >
    > http://www.guardian.co.uk/business/2011/jun/20/wal
    >
    > Non la vedo come una grande perdita per i
    > consumatori.
    Non è perfetta ma è perfettibile (sopratutto la versione italica) che poi in italia manchi ancora al momento una cultura in merito non è altro che una constatazione... dai tempo al tempo...
    non+autenticato
  • A mali estremi, estremi rimedi. Poi vedi che rinsaviscono ... sempre che non sia troppo tardi, prendi ad esempio Sony. L'unico modo per fare veramente male è colpire silenziosamente il portafoglio senza class action o equivalenti stupidate all'italiana maniera.
    non+autenticato
  • ...cosa succederà con le console di ultima generazione, ed i loro nuovi sistemi di "protezione" contro l'utilizzo di giochi originali comprati di seconda mano
  • Se veramente vogliamo fare qualcosa di serio a riguardo bisogna che si inizi col proibire l'uso delle parole "Vendita" e "Acquisto" se di tale non si tratta; quale parola dovrebbero usare? Boh, hanno inventato il sistema, inventino anche la parola per quanto mi riguarda; non penso che si possa usare una parola esistente, in quanto mi sembra un concetto assolutamente nuovo, che non trova corrispondenza nel passato
  • - Scritto da: pentolino
    > Se veramente vogliamo fare qualcosa di serio a
    > riguardo bisogna che si inizi col proibire l'uso
    > delle parole "Vendita" e "Acquisto" se di tale
    > non si tratta; quale parola dovrebbero usare?
    > Boh, hanno inventato il sistema, inventino anche
    > la parola per quanto mi riguarda; non penso che
    > si possa usare una parola esistente, in quanto mi
    > sembra un concetto assolutamente nuovo, che non
    > trova corrispondenza nel
    > passato

    Noleggio, comodato d'uso, inculata... Come vedi di termini ce ne sonoSorride
  • Vada per enfiteusi! Sorride
  • - Scritto da: Leguleio
    > Io riesumo il termine enfiteusi:
    >
    > http://www.treccani.it/vocabolario/enfiteusi/
    >
    > Rotola dal ridere
    Come vuoi però è tutto fuorchè un acquisto
    Piuttosto bisogna vedere se i termini della ... chiamiamola "transazione commerciale" tanto per capirci... sono spiegati in modo corretto e non ambiguo... perchè in genere è proprio sulla non chiarezza e sulla ambiguità che si tende a "giocare" il cliente (o meglio il potenziale cliente dato che parliamo di ciò che si legge e si capisce prima che la transazione si effettui...
    Se la cosa non è sufficientemente chiara può dare luogo a problemi di natura legale e di rispetto delle norme a tutela dei consumatori e dei clienti...
    Non può mica sempre essere "automagicamente" festa solo perchè fa comodo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: pentolino
    > Se veramente vogliamo fare qualcosa di serio a
    > riguardo bisogna che si inizi col proibire l'uso
    > delle parole "Vendita" e "Acquisto" se di tale
    > non si tratta; quale parola dovrebbero usare?
    > Boh, hanno inventato il sistema, inventino anche
    > la parola per quanto mi riguarda; non penso che
    > si possa usare una parola esistente, in quanto mi
    > sembra un concetto assolutamente nuovo, che non
    > trova corrispondenza nel
    > passato
    Comodato d'uso e/o noleggio a lungo termine : di quello stiamo parlando.
    non+autenticato
  • Quello che fanno Valve e gli altri mi sembra piu` restrittivo di quello che dici...
  • Personalmente parlando, il "digital delivery" modello Valve (che devi aprire un client always-on ogni volta che vuoi giocare) è una pura e semplice presa per il culo. L'unico gioco originale in mio possesso che necessita di Steam si chiama Half-Life 2. E me l'hanno regalato.

    Il sistema GOG.com, d'altro canto....
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 04 febbraio 2013 11.22
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Alfonso Maruccia
    > Personalmente parlando, il "digital delivery"
    > modello Valve (che devi aprire un client
    > always-on ogni volta che vuoi giocare) è una pura
    > e semplice presa per il culo. L'unico gioco
    > originale in mio possesso che necessita di Steam
    > si chiama Half-Life 2. E me l'hanno
    > regalato.
    >
    > Il sistema GOG.com, d'altro canto....
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 04 febbraio 2013 11.22
    > --------------------------------------------------
    Deve essere per quello che si chiama "mezza vita" conviene farsene una intera piuttosto che giocare a quella roba!
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Alfonso Maruccia
    > > Personalmente parlando, il "digital delivery"
    > > modello Valve (che devi aprire un client
    > > always-on ogni volta che vuoi giocare) è una
    > pura
    > > e semplice presa per il culo. L'unico gioco
    > > originale in mio possesso che necessita di Steam
    > > si chiama Half-Life 2. E me l'hanno
    > > regalato.
    > >
    > > Il sistema GOG.com, d'altro canto....
    > >
    > --------------------------------------------------
    > > Modificato dall' autore il 04 febbraio 2013
    > 11.22
    > >
    > --------------------------------------------------
    > Deve essere per quello che si chiama "mezza vita"
    > conviene farsene una intera piuttosto che giocare
    > a quella
    > roba!

    I gusti son gusti ma Half-life è considerato dagli addetti un capolavoro. Tieni conto che il 2 è stato il primo ad utilizzare la fisica degli oggetti.
    Ma era stupendo per grafica e trama, l'atmosfera da 1984 che si respirava non l'ho trovata in nessun altro gioco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: dasolo
    > - Scritto da: tucumcari
    > > - Scritto da: Alfonso Maruccia
    > > > Personalmente parlando, il
    > > > "digital delivery" modello Valve
    > > > (che devi aprire un client always-on
    > > > ogni volta che vuoi giocare) è una
    > > > pura e semplice presa per il culo.
    > > > L'unico gioco originale in mio
    > > > possesso che necessita di Steam
    > > > si chiama Half-Life 2. E me l'hanno
    > > > regalato.

    > > > Il sistema GOG.com, d'altro canto....


    > > Deve essere per quello che si chiama
    > > "mezza vita" conviene farsene una intera
    > > piuttosto che giocare a quella roba!

    > I gusti son gusti ma Half-life è considerato
    > dagli addetti un capolavoro. Tieni conto che il
    > 2 è stato il primo ad utilizzare la fisica degli
    > oggetti.
    > Ma era stupendo per grafica e trama, l'atmosfera
    > da 1984 che si respirava non l'ho trovata in
    > nessun altro gioco.

    Quindi consigli di cercarlo craccato, ottima idea...
    krane
    22544