Toshiba wireless fila a 100 Mbps

Il colosso giapponese ha mostrato una prima implementazione di una tecnologia per le reti locali wireless capace di doppiare le attuali WLAN 802.11g. Il target è anche il mercato home

Ginevra - Presto le reti wireless potrebbero raggiungere velocità pari a quelle oggi fornite dalle diffuse reti locali cablate basate sullo standard Fast Ethernet. A dirlo è Toshiba che alla conferenza ITU Telecom World 2003 di Ginevra ha mostrato il prototipo di una rete locale wireless (WLAN) in grado di trasmettere i dati ad una velocità di picco di 100 Mbps, circa il doppio rispetto a quanto riesce a fare oggi lo standard wireless 802.11g.

La tecnologia di Toshiba si basa sullo stesso metodo di modulazione della portante radio impiegato da 802.11g, l'Orthogonal Frequency Division Multiplexing ma, rispetto a questo standard, adotta una tecnica chiamata MIMO (Multiple Input, Multiple Output) che permette di ampliare la banda trasmissiva attraverso l'impiego simultaneo di più canali di comunicazione e l'uso di più antenne: Toshiba ha spiegato che le prestazioni crescono in proporzione al numero di antenne integrate nel sistema.

Toshiba non è il primo produttore a mostrare i primi prototipi di chipset wireless in grado di raggiungere velocità di 100 Mbps sfruttando la tecnica MIMO, tuttavia ritiene di essere il primo ad aver adottato questa tecnica non solo per aumentare la velocità di trasmissione dei dati ma anche per ridurre drasticamente la complessità dell'hardware e abbattere così consumi e costi di produzione. MIMO potrebbe anche essere alla base dell'erede ufficiale di 802.11g, 802.11n, ancora in fase di discussione presso l'IEEE.
Toshiba ha anche dichiarato di avere in progetto di rendere la propria tecnologia wireless ancora più facile da configurare, così da renderla meglio adatta per gli ambienti domestici, ed eventualmente compatibile con Wi-Fi.
10 Commenti alla Notizia Toshiba wireless fila a 100 Mbps
Ordina
  • ...con apparati 802.11g X2, come aveva fatto la Texas Instrument con 802.11b X2 a 22Mbit.
    Notizia vecchia.
    non+autenticato
  • Mi dici dove si possono acquistare?
    Grazie.

    - Scritto da: Anonimo
    > ...con apparati 802.11g X2, come aveva fatto
    > la Texas Instrument con 802.11b X2 a 22Mbit.
    > Notizia vecchia.
    non+autenticato
  • Toshiba wrote:
    > Presto le reti wireless potrebbero raggiungere velocità pari
    > a quelle oggi fornite dalle diffuse reti locali cablate basate
    > sullo standard Fast Ethernet.

    1- Fast Ethernet > 100 Mbaud

    2- Velocita' wireles = Picco massimo in condizioni ottimali.
    Velocita' cable = Picco massimo in condizioni tipike (= basta non usare cavi dalla lunghezza assurda immersi in campi ke creano rumori eccessivi).



    Toshiba also wrote:
    > [...] ritiene di essere il primo ad aver adottato questa
    > tecnica non solo per aumentare la velocità di trasmissione
    > dei dati [...]

    Magari questa tecnica saranno i primi ad averla usata, cmq i 100 Mbps via 802.11g li aveva gia' annucciati parecchio tempo fa U.S.Robotics (gruppo 3com).
    non+autenticato
  • Trasudi culturaSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Toshiba wrote:
    > > Presto le reti wireless potrebbero
    > raggiungere velocità pari
    > > a quelle oggi fornite dalle diffuse reti
    > locali cablate basate
    > > sullo standard Fast Ethernet.
    >
    > 1- Fast Ethernet > 100 Mbaud
    >
    > 2- Velocita' wireles = Picco massimo in
    > condizioni ottimali.
    > Velocita' cable = Picco massimo in
    > condizioni tipike (= basta non usare cavi
    > dalla lunghezza assurda immersi in campi ke
    > creano rumori eccessivi).

    Quando si parla di wireless si parla sempre di condizioni ottimali, altrimenti non avrebbe neppure senso parlarne Occhiolino Insomma, il tuo intervento mi sembra un po' troppo puntigliosetto: è chiaro che c'è differenza fra i limiti teorici di entrambe le tecnologie, però che in linea generale le reti wireless si stiano avvicinando alle LAN cablate è una realtà.
    Ciau!
    non+autenticato
  • Purtroppo un altro limite è che la banda passante è sempre da condividere tra i vari utenti... del resto un po' come avviene con l'utilizzo di un Hub in rete anzichè uno switch, che isola i vari rami della rete.
    Siamo comunque a livelli di velocità assolutamente accettabili sia in ambito casalingo che SOHO...:)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Purtroppo un altro limite è che la banda
    > passante è sempre da condividere tra i vari
    > utenti... del resto un po' come avviene con
    > l'utilizzo di un Hub in rete anzichè uno
    > switch, che isola i vari rami della rete.
    > Siamo comunque a livelli di velocità
    > assolutamente accettabili sia in ambito
    > casalingo che SOHO...:)
    Certo! per quel tipo di uso (a mia esperienza personale) e' sufficiente anche il "vecchio" standard a 11 Mb!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Purtroppo un altro limite è che la banda
    > passante è sempre da condividere tra i vari
    > utenti... del resto un po' come avviene con
    > l'utilizzo di un Hub in rete anzichè uno
    > switch, che isola i vari rami della rete.
    > Siamo comunque a livelli di velocità
    > assolutamente accettabili sia in ambito
    > casalingo che SOHO...:)

    In realtà puoi splittare su diversi canali con segnali che sono indipendenti e quinidi avere un comportamento simile allo switch.
    Ovviamente un po' più limitato.
    Sorride
    Questi ragionamenti, però, devono sempre tenere presente che il WiFi è una tecnologia d'accesso e non per l'implementazione delle reti.



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Toshiba wrote:
    > > > Presto le reti wireless potrebbero
    > > raggiungere velocità pari
    > > > a quelle oggi fornite dalle diffuse reti
    > > locali cablate basate
    > > > sullo standard Fast Ethernet.
    > >
    > > 1- Fast Ethernet > 100 Mbaud
    > >
    > > 2- Velocita' wireles = Picco massimo in
    > > condizioni ottimali.
    > > Velocita' cable = Picco massimo in
    > > condizioni tipike (= basta non usare cavi
    > > dalla lunghezza assurda immersi in campi
    > ke
    > > creano rumori eccessivi).
    >
    > Quando si parla di wireless si parla sempre
    > di condizioni ottimali, altrimenti non
    > avrebbe neppure senso parlarne Occhiolino Insomma,
    > il tuo intervento mi sembra un po' troppo
    > puntigliosetto: è chiaro che c'è differenza
    > fra i limiti teorici di entrambe le
    > tecnologie, però che in linea generale le
    > reti wireless si stiano avvicinando alle LAN
    > cablate è una realtà.
    > Ciau!

    Il wireless si avvicinerebbe alle prestazione delle Lan
    cablate se queste rimanessero ferme... peccato che
    già da mesi ci siano in commercio schede 10/100/1000 =)
    E questo su coassiale, lasciamo stare la fibra...
    Comunque, secondo me il paragone non si pone proprio, i
    campi di applicazione si stanno sempre più diversificando,

    wifi = libertà di movimento
    cable = forza bruta di trasmissione

    ognuno di noi deve solo capire in quale percentuale le due
    cose gli stanno a cuore o gli sono necessarie. La scelta viene
    poi viene da sè.

    Ciao, Cxar
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > già da mesi ci siano in commercio schede
    > 10/100/1000 =)
    > E questo su coassiale, lasciamo stare la
    > fibra...

    magari su TP
    non+autenticato