Mauro Vecchio

Obama e la nuova era della cybersicurezza

Il Presidente firma un ordine esecutivo che legherà il governo federale al settore privato. Obiettivo: condividere le informazioni per la difesa delle infrastrutture critiche. Estendendo nelle imprese il pattugliamento pubblico

Roma - Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha annunciato la ratifica di un ordine esecutivo che introdurrà tra le varie agenzie federali un pacchetto di misure standard in materia di sicurezza cibernetica. In altre parole, tutte quelle aziende che si ritrovano a gestire le cosiddette infrastrutture critiche dovranno adottare i nuovi standard della cybersicurezza, implementando misure aggiuntive per alimentare la condivisione delle informazioni. Come sulle piattaforme social, i dati dovranno essere scambiati tra le imprese e le agenzie federali, in modo da arricchire l'arsenale informativo e proteggersi al meglio dagli attacchi provenienti dall'estero.

Come già paventato in passato, Barack Obama ha ricordato, citando il provvedimento nel discorso sullo Stato dell'Unione tenuto nella notte, che gli Stati Uniti dovranno affrontare un volume sempre crescente di cyberattacchi provenienti dai vari paesi nemici. "Sappiamo che le nazioni e le società straniere riescono a trafugare i nostri segreti aziendali", ha spiegato Obama. Ultimo caso, quello che ha coinvolto le fonti giornalistiche dei quotidiani Wall Street Journal e New York Times, nel mirino si presume della Cina.

I nuovi standard della cybersicurezza annunciati dal Presidente resteranno tuttavia volontari, permettendo alle imprese con infrastrutture critiche di sfruttare la protezione governativa. Lo stesso Obama ha però sottolineato come queste stesse aziende non potranno usufruire di una vera esenzione da responsabilità in caso di attacco, una predisposizione contenuta nel testo di legge bocciato in Senato nello scorso agosto.
Con l'introduzione di nuove misure per la tutela delle infrastrutture informatiche, il testo del Cybersecurity Act era naufragato sul blocco imposto dai senatori repubblicani. Quel sistema avrebbe portato le principali aziende del Web a consegnare alle autorità nazionali le informazioni necessarie per la prevenzione di crimini e identificazione dei sospetti. Uno scenario da incubo per la privacy degli utenti a stelle e strisce.

Stando alle indiscrezioni, all'ordine esecutivo diramato da Obama farà seguito l'introduzione di una nuova versione dello stesso Cybersecurity Act, solo apparentemente modificato nelle parti più delicate che avevano scatenato la protesta dei consumatori, delle aziende sul Web, degli attivisti. Il testo di CISPA sarebbe pronto a tornare al vaglio del Senato senza proporre alcuna sostanziale miglioria.

Nelle stesse ore, la Casa Bianca ha anche avviato il nuovo corso della diretta streaming per il tradizionale discorso State of the Union (sullo Stato dell'Unione). Minacciato dal collettivo hacker Anonymous - che aveva promesso di oscurare la diretta video - l'esperimento si è comunque svolto senza particolare difficoltà.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàCybersicurezza, Obama ci riprovaPronta una direttiva segreta per distinguere tra operazioni offensive e difensive nella lotta alle minacce informatiche. Al Senato, il Cybersecurity Act affonda ancora
  • AttualitàUSA, emergenza InternetOrdine esecutivo: il governo federale avrà il controllo delle reti private in caso di calamità o guerre nucleari. Al Congresso vogliono pure una legge sulla cyber-sicurezza
5 Commenti alla Notizia Obama e la nuova era della cybersicurezza
Ordina
  • Cybersicurezza privata a spese dello Stato!

    Non so se vi rendete conto di quanto costano agli Stati le varie guerre a pirateria, contraffazioni ecc. A tutto vantaggio delle lobby...
    iRoby
    7582
  • - Scritto da: iRoby
    > Cybersicurezza privata a spese dello Stato!

    > Non so se vi rendete conto di quanto costano agli
    > Stati le varie guerre a pirateria, contraffazioni
    > ecc. A tutto vantaggio delle lobby...

    Stessa cosa della repressione della droga... Che razza di mondo...
    krane
    22544
  • bene, bene... e a quando il CyberFASCISM Act?
    non+autenticato
  • Il collettivo Anonymous ha anche approfondito le modalitá con cui lo streaming del discorso sullo stato dell'unione sarebbe stato disturbato. Ecco qui:


    "The President of the United States of America, and the Joint Session of Congress will face an Army tonight.
    We will form a virtual blockade between Capitol Hill and the Internet. Armed with nothing more than Lulz, Nyancat and PEW-PEW-PEW! Lazers, we will face down the largest superpower on Earth.
    And we will win!
    There will be no State of the Union Address on the web tonight.
    "


    Pew pew pew lasers... Quando il confine fra un gioco sparatutto e un'azione di sabotaggio politico viene abbattuto...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > Il collettivo Anonymous ha anche approfondito le
    > modalitá con cui lo streaming del discorso sullo
    > stato dell'unione sarebbe stato disturbato. Ecco
    > qui:

    > " The President of the United States of
    > America, and the Joint Session of Congress will
    > face an Army
    > tonight.
    > We will form a virtual blockade between Capitol
    > Hill and the Internet. Armed with nothing more
    > than Lulz, Nyancat and PEW-PEW-PEW! Lazers, we
    > will face down the largest superpower on
    > Earth.
    > And we will win!
    > There will be no State of the Union Address on
    > the web
    > tonight.
    "

    > Pew pew pew lasers ... Quando il confine
    > fra un gioco sparatutto e un'azione di sabotaggio
    > politico viene
    > abbattuto...

    Alludi a mettere l'immagine dei terroristi sulle carte da gioco o ai nomi delle azioni dei militari usa ?
    non+autenticato