Alfonso Maruccia

iOS 6.1, tanti bachi e fix in arrivo

Continuano i problemi per l'ultima release del sistema operativo mobile di Apple. Ora tocca alla password di sblocco del terminale, scavalcabile. Cupertino promette di rimediare

Roma - Non c'è due senza tre. Il recentemente rilasciato iOS 6.1 è ricco di bug, ormai è assodato: non bastasse la falla usata per il jailbreak, le connessioni ballerine (su iPhone 4S) e il problema con Microsoft Exchange, la versione più recente dell'OS mobile di Apple si scopre ora essere vulnerabile a un facile trucco per bypassare il lockscreen senza digitare le quattro cifre di sblocco preimpostate.

Il trucco, messo in video su YouTube e verificato da The Verge e altrove, consiste nel premere nella sequenza giusta il tasto power di iPhone e i pulsanti dell'interfaccia touch: se la sequenza è corretta, l'utente che la esegue ottiene l'accesso alla lista dei contatti e delle chiamate recenti, i contatti preferiti e alla funzionalità telefono con la possibilità di cancellare il log della chiamata.


Il baco dello "sblocco facile" del lock-screen non è una novità assoluta su iPhone, e in questo caso Apple ci tiene a dire di prendere "molto seriamente" in considerazione la sicurezza dei suoi consumatori. Il problema esiste, conferma Cupertino, e un fix verrà fornito nel corso del prossimo aggiornamento software per iOS.
Aggiornamento che dovrà necessariamente ritornare anche sulla questione delle connessioni instabili citate in precedenza, presumibilmente risolto con un aggiornamento specifico per iPhone di precedente generazione (iPhone 4S): la connettività sembra tornata stabile, denunciano gli utenti, ma ora è la batteria che si surriscalda e dura meno. Da qualche parte, forse, Scott Forstall vede tutto questo e ridacchia.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia iOS 6.1, tanti bachi e fix in arrivo
Ordina
  • la NSA non fa in tempo a inserire un workaround alla sicurezza su iOS, che subito qualche sitaccio internet ne svela il trucco... non c'e' piu religioneCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > la NSA non fa in tempo a inserire un workaround
    > alla sicurezza su iOS, che subito qualche
    > sitaccio internet ne svela il trucco... non c'e'
    > piu religione
    >Con la lingua fuori

    proprio ieri leggevo su un forum americano un utente che si chiedeva come mai il governo USA alimenta la corsa agli armamenti cibernetici comprando exploit a carissimo prezzo, quando potrebbe ficcare backdoor nei software prodotti dalle aziende USA

    beh, la risposta l'hai data tuA bocca aperta
    non+autenticato
  • Pochi commenti (o saranno stati moderati).

    Ruppolo assente in "panic-room mode" perché ha aggiornato in 0-day tutti i telefonini dei suoi clienti (che ora rischia di perdere) e sta sviluppando un exploit che installi una app apposita per creare un secondo lock screen spacciandolo per "nuova feature apple che permette doppia sicurezza".

    In realtá nessun sistema é perfetto, nessun sistema é sicuro e forse le ipotesi che fanno i due amici qui sopra non sono poi tanto ipotesi...

    Io non trovo ci sia nulla di sbagliato nel portare a conoscenza di tutti queste falle, o quelle di IE (perché il problema di M§ "ora" é piú il browser che il sistema operativo - ma questo non lo dice nessuno, tutti pronti a sputt@n@re Windows -) o quelle di *SQL (uno dei punti piú diffusi di entrata nei sistemi *nix based).

    W le zero days (a volte scovate per pura passione e a solo scopo di studio) e le patch che i bravi sistemisti (no ruppolo, non tu) si affrettano a installare/programmare.
    non+autenticato
  • Anzi... zero comment.

    Ormai non ci si stupisce nemmeno più...
    non+autenticato