Mauro Vecchio

Facebook, vittoria tedesca contro gli pseudonimi

Il social network potrà continuare ad imporre l'utilizzo di nomi reali per l'apertura dei profili. Le leggi sulla privacy invocate in Germania non hanno valore in Irlanda, sede europea del gigante di Menlo Park

Roma - A seguito della sfida legale lanciata dai vertici di ULD, una delle più influenti organizzazioni tedesche per la tutela dei dati personali, il colosso Facebook potrà continuare ad applicare le sue policy sull'utilizzo coatto di nomi reali per l'apertura dei profili in blu. Una corte amministrativa nello stato federato di Schleswig-Holstein ha infatti stabilito che le leggi locali sulla privacy non sono applicabili alla piattaforma social.

Con sede a Dublino, la divisione europea del social network californiano sarebbe così soggetta alle sole leggi irlandesi, che attualmente permettono l'applicazione di policy restrittive come quella di Menlo Park. In altre parole, l'impianto legislativo tedesco - che appunto facilita la tutela della privacy personale con l'utilizzo di nickname o pseudonimi sulle varie piattaforme digitali - non può applicarsi ad un'azienda residente all'estero.

Secondo il giudice teutonico, la gestione irlandese dei data center per l'archiviazione e conseguente trattamento delle identità e delle informazioni personali non potrebbe risultare vincolata dai dettami legislativi validi in Germania.
Nel suo immediato ricorso in appello, i vertici di ULD hanno difeso il loro ultimatum inviato ai quartier generali di Menlo Park e Dublino. Facebook non potrebbe nascondersi dietro regole più permissive come quelle irlandesi. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàFacebook in Europa riconosce menoSospesa la funzione per il suggerimento dei tag basato sul riconoscimento facciale. Il garante irlandese mette buoni voti alla piattaforma social, che sembra fare di più per gli utenti
  • AttualitàGermania, ultimatum a Facebook App CenterL'organizzazione federale VZBV contro le impostazioni di condivisione nel nuovo marketplace App Center. Nessuna richiesta di esplicito per gli utenti. Il sito in blu ha pochi giorni per evitare azioni legali
20 Commenti alla Notizia Facebook, vittoria tedesca contro gli pseudonimi
Ordina
  • Su Facebook non si può nemmeno mettere l'età vera, se è oltre i 99 anni! Ma si può?
    Meno male che negli Usa c'è una nonnetta arzilla che ha dato battaglia, e l'ha vinta:


    http://www.corriere.it/tecnologia/social/13_febbra...
    non+autenticato
  • Sucate Scusate ma se non c'é un documento d'identità allegato, un nome vero non vale esattamente quanto un nickname? Non capisco il perché di questo attacco a Facebook e questo spreco di soldi pubblici su di una questione così irrilevante
  • - Scritto da: il solito bene informato

    > Sucate Scusate ma se non
    > c'é un documento d'identità allegato, un nome
    > vero non vale esattamente quanto un nickname? Non
    > capisco il perché di questo attacco a Facebook e
    > questo spreco di soldi pubblici su di una
    > questione così
    > irrilevante


    Non lo vedono in molti.
    Però, a volte, le questioni di principio sono più importanti delle questioni di sostanza.
    non+autenticato
  • Mi lascia perplesso una risposta del genere da leguleio...

    Se il contratto prevede che io me registri con il mio nome vero ed invece io mi registro con un nome falso, e richiedere questo non è considerato illegale (vedi "patti leonini"), il contratto è nullo.

    Ergo, tu puoi continuare ad usare il servizio, ma sei alla totale mercé della controparte. Non solo perché può terminarti il servizio in qualunque momento, ma anche perché se per puro caso riuscisse a fare comuqnue qualcosa che ti fa fastidio, complice magari un "amico" poco fidato, non avrai la possibilità di far valere alcun tuo diritto...

    Se invece è illegale obbligarti a dare il tuo nome e cognome, puoi tranquillamente dare uno pseudonimo e quella parte, essendo contraria ad una legge e/o ad una norma imperativa, è nulla. Anche se tu l'hai sottoscritta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Skywalker
    > Mi lascia perplesso una risposta del genere da
    > leguleio...

    E invece leguleio ha molte facce. Occhiolino


    > Se il contratto prevede che io me registri con il
    > mio nome vero ed invece io mi registro con un
    > nome falso, e richiedere questo non è considerato
    > illegale (vedi "patti leonini"), il contratto è
    > nullo.

    Vero, il contratto è nullo. E la penale è la cancellazione del profilo. Si rimane in mutande, ve'!
    (Per inciso, mi dicono che spesso Librofacce dà la possibilità di "redimersi" e di cambiare il nome del profilo usando quello vero).


    > Ergo, tu puoi continuare ad usare il servizio, ma
    > sei alla totale mercé della controparte. Non solo
    > perché può terminarti il servizio in qualunque
    > momento,

    Ma cosa c'è di strano? È un servizio gratis, e le condizioni erano note a tutti, e valgono per tutti.
    Sembra quasi di sentire ragazzini che fanno "il gioco della verità", ma qualcuno pretende di essere esonerato dalla regola di dire sempre la verità. E allora che gioco della verità è? Sorride
    Di gente che si è visto sospeso l'account senza alcun motivo se ne legge spesso (ora forse un po' meno). Il profilo Facebook mica è uno spazio web a pagamento, mica è un diritto fondamentale protetto dalle convenzioni.


    > ma anche perché se per puro caso
    > riuscisse a fare comuqnue qualcosa che ti fa
    > fastidio, complice magari un "amico" poco fidato,
    > non avrai la possibilità di far valere alcun tuo
    > diritto...

    Su facebook far valere i propri diritti è semplicemente impossibile. E non vale solo per il nome falso.
    Gli utenti Facebook, in quanto abbonati a un servizio gratuito, non sono nemmeno consumatori o clienti. Più di tanto non possono pretendere, a parte il rispetto delle leggi sulla privacy (e non ottengono nemmeno quello, in genere).



    > Se invece è illegale obbligarti a dare il tuo
    > nome e cognome, puoi tranquillamente dare uno
    > pseudonimo e quella parte, essendo contraria ad
    > una legge e/o ad una norma imperativa, è nulla.
    > Anche se tu l'hai
    > sottoscritta.

    È illegale solo in Germania. E anche sul punto avrei dei dubbi, ho letto la legge e non dice esattamente quello.
    Facebook ha la forza contrattuale per sospendere il servizio in Germania, e solo lì. Un classico caso nel quale nel commercio vige la legge del più forte. E Facebook è molto, molto più forte della Germania da sola.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio

    > Facebook ha la forza contrattuale per sospendere
    > il servizio in Germania, e solo lì. Un classico
    > caso nel quale nel commercio vige la legge del
    > più forte. E Facebook è molto, molto più forte
    > della Germania da
    > sola.

    Che ragionamento sballato.
    Facebook può chiudere il suo servizio dove le pare e piace, è il fornitore... ma andrebbe contro i suoi interessi commerciali quindi sarebbe assurdo anche solo pensarlo.
    Piuttosto è la Germania che può sospendere FB sul suo territorio se non rispetta le sue leggi, altro che parte più debole...
    Funz
    12946
  • - Scritto da: Funz


    > > Facebook ha la forza contrattuale per sospendere
    > > il servizio in Germania, e solo lì. Un classico
    > > caso nel quale nel commercio vige la legge del
    > > più forte. E Facebook è molto, molto più forte
    > > della Germania da
    > > sola.
    >
    > Che ragionamento sballato.
    > Facebook può chiudere il suo servizio dove le
    > pare e piace, è il fornitore... ma andrebbe
    > contro i suoi interessi commerciali quindi
    > sarebbe assurdo anche solo
    > pensarlo.

    Mica tanto: Facebook ha interessi commerciali ovunque. La Germania è solo uno dei territori in cui agisce. E anche se le ultime trimestrali non sono esaltanti, non sono ancora così disperati da piegarsi alle norme di un singolo stato.
    Qui non siamo davanti a servizi come Yahoo, Google e Youtube, che forniscono informazioni riservate a regimi illiberali pur di poter fare affari là, e raramente lo vanno a dire in giro. Qui si tratta di piegarsi alle norme di una sola nazione e cambiare un'impostazione stabilita fin dalla fondazione: niente pseudonimi; estendendo questo cambiamento anche alle altre nazioni, basterà registrarsi come residente in Germania, e il gioco è fatto!


    > Piuttosto è la Germania che può sospendere FB sul
    > suo territorio se non rispetta le sue leggi,
    > altro che parte più
    > debole...

    Sì, non ti so dire chi farà il primo passo fra le due, e non è nemmeno così importante. Sta di fatto che Facebook, ora come ora, può fare a meno della Germania e del suo mercato. Gli utenti tedeschi di Facebook... non lo so.
    non+autenticato
  • Sono del parere che dovrebbero rendere PENALE chi utilizza pseudonimi e nomignoli su facebook e su tutti i forum della rete.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    >
    > Anche io sono per il taglio del pene per cose
    > così
    > gravi.
    > Ma con le donne come si fa?

    Use the dildo, my friend.
    non+autenticato
  • > Anche io sono per il taglio del pene per cose
    > così gravi.

    Questa soluzione è sotto brevetto, devi pagare i diritti a LorenaOcchiolino
  • - Scritto da: Frigghenaue i
    > Sono del parere che dovrebbero rendere PENALE chi
    > utilizza pseudonimi e nomignoli su facebook e su
    > tutti i forum della
    > rete.

    ... diceva quello che si firmava "Frigghenaue i".
    Un genio, non c'e' che dire.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 123
    > - Scritto da: Frigghenaue i
    > > Sono del parere che dovrebbero rendere PENALE
    > chi
    > > utilizza pseudonimi e nomignoli su facebook e su
    > > tutti i forum della
    > > rete.
    >
    > ... diceva quello che si firmava "Frigghenaue i".
    > Un genio, non c'e' che dire.

    C'è sempre qualcuno che ci casca, pure alle trollate più elementari ihihih
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Nel senso che ti applicano un eventuale PENE aggiuntivo ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: . . .
    > Nel senso che ti applicano un eventuale PENE
    > aggiuntivo
    > ?

    nel didietro...
    Ubunto
    1350
  • E tu perchè lo stai usando? ERGASTOLO SUBITO!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > E tu perchè lo stai usando? ERGASTOLO
    > SUBITO!!!!!!!!!

    macché! PENA DI MORTE!

    e siccome non è nemmeno registrato, gli spariamo due volte
  • Purtroppo ho dovuto cedere alla loro imposizione ed usare il mio nome reale Ildegundo De Mastgroburzis.
    non+autenticato
  • - Scritto da: AxAx
    > Purtroppo ho dovuto cedere alla loro imposizione
    > ed usare il mio nome reale Ildegundo De
    > Mastgroburzis.

    Bugiardo! Non è il tuo nome vero!
    non+autenticato
  • Cioè, secondo me osservare la politica del curato contro quella della giunta, tutti lì a vedere chi la spunta (cit.) è molto più coinvolgente.
    Sarà che la maggior parte dei lettori non vive in Germania...
    non+autenticato