Alfonso Maruccia

Professionisti Linux cercansi

Una ricerca di mercato evidenzia la necessità per le aziende di fare incetta di professionisti del Pinguino. Che vengono pagati bene, meglio degli altri, e possono cambiare lavoro quando vogliono

Professionisti Linux cercansiRoma - Linux Foundation e Dice pubblicano la versione aggiornata del loro rapporto sullo stato delle cose nel mondo del lavoro su Linux, un mondo che a quanto pare offre notevoli opportunità ed è alla costante ricerca di professionisti. E li paga anche bene, meglio degli altri.

Stando alle cifre fornite dal rapporto, il 93 per cento dei responsabili delle risorse umane pianifica di acquisire nuovi elementi specializzati in Linux e affini entro i prossimi 6 mesi: un incremento del 3 per cento rispetto quanto misurato nel 2012.

C'è sempre più bisogno di professionisti del Pinguino perché l'azienda cresce, l'uso di Linux aumenta e i sistemi "legacy" migrano alle distro basate sul kernel Linux. I manager sono la categoria di lavoratori linari più richiesti (73 per cento), seguita da sviluppatori (57 per cento) e un profilo ibrido che possieda le due competenze definito "DevOps" (25 per cento).
Non bastasse questo, lo studio dice che la paga dei professionisti di Linux è migliore di quella degli altri lavoratori dell'IT, con un salario medio di 90.853 dollari all'anno e un +6,2 per cento rispetto agli "altri". Individuare le professionalità adatte è difficile, si lamentano i manager, e il premio in denaro aiuta ad acquisire e mantenere il personale.

Le aziende pagano bene chi conosce i meandri di Linux anche perché la mobilità fra i posti di lavoro e le diverse società è potenzialmente molto alta: il 75 per cento dei professionisti del Pinguino confessa di aver ricevuto chiamate da parte di reclutatori, e la maggioranza considera piuttosto facile la possibilità - nel caso lo si volesse - di cambiare lavoro nell'ambito delle proprie competenze.

Alfonso Maruccia
252 Commenti alla Notizia Professionisti Linux cercansi
Ordina
  • Dopo 8 mesi di guai l'aZIENDA che ha preso, sbagliando, come responsabile un programmatore php al posto di un sistemista, lo ha licenziato e preso uno stagista uscito da un corsificio della Provincia. Che si puo' aggiungere? Sbagliando si impara??
  • > Secondo voi offrono 90K$ ?

    Che razza di domanda. La media degli stipendi é molto piú bassa.
    Prova a chiedere se offrono uno stipendio piú alto della media italiana.
    non+autenticato
  • Solo il fatto che lo vogliano "giovane" ovvero "junior" significa che non vanno oltre i 1300 euro mese se è fortunato.
  • "I manager sono la categoria di lavoratori linari più richiesti (73 per cento)"

    sysadmin => manager ?

    Mi sembra più appropriato tradurre con "amministratore di sistema"

    http://en.wikipedia.org/wiki/System_administrator
    non+autenticato
  • Inoltre (cito dall'ultima pagina del report):

    "Hiring managers from corporations, small and medium businesses (SMBs), government organizations, and staffing agencies were surveyed. More than 850 responded with 79 percent indicating their company was headquartered in North America"

    Il 79 percento degli intervistati dichiara che il quartier generale della propria azienda è in nord america.

    Quindi di cosa stiamo parlando ? Non certo di Roma, unica località geografica citata nell'articolo.
    non+autenticato
  • se si parla di soldi tanto vale lavorare per microsoft e migliorare windows

    per linux si è sempre lavorato gratis
    non+autenticato
  • - Scritto da: dalek
    > se si parla di soldi tanto vale lavorare per
    > microsoft e migliorare
    > windows
    >
    > per linux si è sempre lavorato gratis

    forse 20 anni fa'.
  • - Scritto da: dalek
    > se si parla di soldi tanto vale lavorare per
    > microsoft e migliorare
    > windows
    >
    > per linux si è sempre lavorato gratis
    Ceeeerrttoooo come no!
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: dalek
    > se si parla di soldi tanto vale lavorare per
    > microsoft e migliorare windows
    >
    > per linux si è sempre lavorato gratis

    Se riesci ad entrare come architect/designer. Lo sviluppo sta passando tutto da redmond alle sedi indiane.
    Visti gli stipendi in india mi sa che con Linux guadagni di piú
    non+autenticato
  • 1)O andate a votare oggi e domani, o ve ne andate all'estero(come il sottoscritto), o smettete di frignare.

    2)Tecnologie microsoft ( vedi data binding, get set, ecc.....tecnologie asp.net), è avanti in alcune cose. per far la stessa cosa in php ci metti 100 linee di codice in più ( vedi sessioni ed altre cose).

    BIsogna saper tirar su anche un server dns e active directory e saperlo FAR funzionare(permessi, utenti ecc...).
    Vi assicuro non basta il solito tutorial su youtube per far le cose DECENTEMENTE e funzionanti(livello produttivo eh! non "va che funziona sul mio pc a casa!!!).

    3) Anche linux ha delle cose migliori di win.
    DIpende dall'uso che se ne fà.
    ma....se l'80% di grosse aziende usa apache su server linux.....(facebook, google, amazon ecc....), ci sarà un perchè no?

    al posto di star qui a farvi le pippe mentali meglio questo meglio quello....io sono più figo di te perchè ho il server piu grande del tuo...il mio dura di più.....datevi da fare e mandate a casa sti cazzo di politici che vi creano questa situazione disastrosa in italia.

    VI RICORDO CHE IN TUTTI GLI ALTRI PAESI EUROPEI ( e del mondo) i programmatori, sistemisti, dba administrator, Analisti, project manager, eccc.....(VEDI ARTICOLO DI QUALCHE SETTIMANA FÀ...)sono alcuni dei fortunati lavori a non conoscere crisi(tranne in italia....).

    se non error era qui su punto informatico se si parlava di milioni di posti di lavoro mancanti nell'ambito IT entro il 2020.

    Datevi da fare......o votate...o ve ne andate....semplice.

    (p.s. in svizzera un mio ex compagno di scuola ora guadagna 80'000chf [65 229,5925 Euro cambio odierno]l'anno per "gestire" active directory...fate vobis.)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vero informatic o
    > 1)O andate a votare oggi e domani, o ve ne andate
    > all'estero(come il sottoscritto), o smettete di
    > frignare.
    >
    Non so se tu sia vero o falso. Fondamentalmente, però hai ragione.
    Il vero problema sono i venditori di mozzarelle italiani che si definiscono imprenditori.

    Domandiamoci una cosa: esiste una qualche azienda in italia, attiva nel campo dell' IT, che sviluppa, ricerca, e vive su qualche prodotto di un certo livello? No. nella maggior parte dei casi sono rivenditori di qualcosa che arriva dall'estero. Non fanno nulla per proprio conto.

    Le ragioni di questo stanno nella grande percentuali di marchettari italiani. La loro mentalità e' vendere mozzarelle. Queste società non sono in grado di diventare punto di riferimento per altri, come ad esempio, lo e' google per gli altri motori di ricerca o per tutto cio' che ruota attorno al web. Ma e' solo un'esempio tratto da tanti.

    Ora visto lo scarso livello qualitativo intrinseco delle società italiane, vi aspettate forse che abbiano la mentalità di scegliere figure professionali nel proprio organico? La maggior parte di loro punta su low-level che gli costano poco.

    > 2)Tecnologie microsoft ( vedi data binding, get
    > set, ecc.....tecnologie asp.net), è avanti in
    > alcune cose. per far la stessa cosa in php ci
    > metti 100 linee di codice in più ( vedi sessioni
    > ed altre
    > cose).
    >
    php e' sterco informatico. tuttavia attenzione: certe "facilities" m$ sono mirate solo a diminuire i tempi di sviluppo. quando si usano bisogna discernere sempre oggettivamente, perche' diversamente si corre il rischio di produrre pattume. Prendi ad esempio c#. E' un linguaggio di buon livello visto dal punto di vista OOP (sicuramente inferiore a C++, ma quest'ultimo credo resti, in quanto a flessibilità imbattuto). Tuttavia anche in c#, allo scopo di risparmiare poco tempo sono state introdotte le properties getter e setter automatiche. Quest'ultime, sono da un punto di vista OOP, delle porcherie inaudite.



    > 3) Anche linux ha delle cose migliori di win.
    > DIpende dall'uso che se ne fà.
    > ma....se l'80% di grosse aziende usa apache su
    > server linux.....(facebook, google, amazon
    > ecc....), ci sarà un perchè
    > no?
    Il costo essenzialmente. Se compri tutto legalmente da M$ vengono fuori cifroni da capogiro. Allora ci si accontenta. Apache ha ancora una modalità di gestione delle richieste http, che prevede DI LANCIARE UN PROCESSO per ogni richiesta che deve servire una pagina, che e' un'autentica porcata e che viene usualmente mantenuta proprio per compatibilità con php, incapace di funzionare con un modello avanzato basato sull'uso di 1 thread per richiesta. Sebbene, con le macchine attuali ci si possa permettere di sprecare potenza, avviare un processo per ogni richiesta http è estremamente oneroso. IIS usa un modello a thread da anni.

    >
    > al posto di star qui a farvi le pippe mentali
    > meglio questo meglio quello....io sono più figo
    > di te perchè ho il server piu grande del tuo...il
    > mio dura di più.....datevi da fare e mandate a
    > casa sti cazzo di politici che vi creano questa
    > situazione disastrosa in
    > italia.
    La maggior parte delle osservazioni su questo sito, non sono dati oggettivi e reali, piu' leggende metropolitane perpetuate a non finire. Come si dice: se continui a dire in giro di aver visto un'asino volare, alla fine diventa verità.
    non+autenticato
  • > php e' sterco informatico.

    impara un framework, ce ne stanno tanti... asp è gia fornito con il framework apposta è pià volece nello sviluppo, ma non sei libero di scegliere... usa un framework php e vedi che hai soddisfazione...

    > Apache ha
    > ancora una modalità di gestione delle richieste
    > http, che prevede DI LANCIARE UN PROCESSO per
    > ogni richiesta che deve servire una pagina, che
    > e' un'autentica porcata e che viene usualmente
    > mantenuta proprio per compatibilità con php,
    > incapace di funzionare con un modello avanzato
    > basato sull'uso di 1 thread per richiesta.
    > Sebbene, con le macchine attuali ci si possa
    > permettere di sprecare potenza, avviare un
    > processo per ogni richiesta http è estremamente
    > oneroso. IIS usa un modello a thread da
    > anni.

    di default apache si comporta così, ma se cambi i settaggi funziona come vuoi...

    è sempre la solita questione della libertà di scegliere, è una questione di mentalità. Ti vengono fornite le funzionalità di basso livello, poi gli altri strati se vuoi ce li metti sopra altrimenti li usi così...
    basta studiare...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 febbraio 2013 11.09
    -----------------------------------------------------------
  • Meglio un processo a richiesta, se fai con i thread e qualcosa va in crash ti tirerebbe giù l'intero webserver, invece con i processi crepa solo un processo, su linux inoltre l'overhead di un processo è molto molto inferiore a quello su windows, tant'è che in molti ambiti fra thread e processi la differenza è bassissima.
    I sistemi UNIX like non usavano i thread prima di pthread, hanno sempre usato i processi e dato che tali sistemi tutt'ora sono sui supercomputer probabilmente non è sbagliato ove è richiesta stabilità usare più processi.

    Inoltre su windows IIS se non erro gira proprio in kernel space, come l'RDP , come il samba/fileserver ecc , se dovesse crashare esplode tutto il server, manco solo l'intero servizio
    non+autenticato
  • > Tuttavia anche in c#, allo scopo di risparmiare
    > poco tempo sono state introdotte le properties
    > getter e setter automatiche.

    In quanto a scorciatoie di codice generato c'é di molto peggio.

    > Quest'ultime, sono
    > da un punto di vista OOP, delle porcherie
    > inaudite.

    No. Dipende da come le usi.


    > Il costo essenzialmente.

    No.

    > Allora ci si accontenta. Apache ha
    > ancora una modalità di gestione delle richieste
    > http, che prevede DI LANCIARE UN PROCESSO per
    > ogni richiesta che deve servire una pagina, che
    > e' un'autentica porcata e che viene usualmente
    > mantenuta proprio per compatibilità con php,
    > incapace di funzionare con un modello avanzato
    > basato sull'uso di 1 thread per richiesta.
    > Sebbene, con le macchine attuali ci si possa
    > permettere di sprecare potenza, avviare un
    > processo per ogni richiesta http è estremamente
    > oneroso. IIS usa un modello a thread da
    > anni.
    >
    E da qui si vede che sei un troll.
    Vai in Vodafone dove soldi da buttare ce ne sono tanti e vedi se trovi qualcosa che gira su IIS.
    Chi ha poco da spendere e vuole provare qualcosa di piú innovativo di apache usa nginx, chi ha tanti soldi da buttare usa gli IBM datapower (fanno tutto in hardware, ma l'ncremento di prestazioni non vale il costo).

    > La maggior parte delle osservazioni su questo
    > sito, non sono dati oggettivi e reali, piu'
    > leggende metropolitane perpetuate a non finire.

    Pure quello che hai scritto tu.
    non+autenticato
  • > Il costo essenzialmente. Se compri tutto
    > legalmente da M$ vengono fuori cifroni da
    > capogiro. Allora ci si accontenta. Apache ha
    > ancora una modalità di gestione delle richieste
    > http, che prevede DI LANCIARE UN PROCESSO per
    > ogni richiesta che deve servire una pagina, che
    > e' un'autentica porcata e che viene usualmente
    > mantenuta proprio per compatibilità con php,
    > incapace di funzionare con un modello avanzato
    > basato sull'uso di 1 thread per richiesta.
    > Sebbene, con le macchine attuali ci si possa
    > permettere di sprecare potenza, avviare un
    > processo per ogni richiesta http è estremamente
    > oneroso. IIS usa un modello a thread da
    > anni.

    Ma quando mai... Apache, dalla versione 2 in poi, lavora per processo, per thread o event-driven, a seconda di come lo configuri. Poi è falsissimo che lancia un processo per ogni richiesta, al contrario ha un pool di processi adibiti a gestire fino ad un massimo di n richieste, dopodiché il processo viene terminato e ne viene spawnato uno in sua sostituzione per evitare eventuali memory leaks. Ovviamente puoi configurare a piacere quanti processi deve mettere in attesa di base, quanti ne può spawnare al massimo, quanti richieste devono servire al massimo, etc.. etc...

    mi domando certe stronzate dove le trovate scritte, o forse ve le inventate di sana pianta...
  • quoto


    - Scritto da: blackshard
    > > Il costo essenzialmente. Se compri tutto
    > > legalmente da M$ vengono fuori cifroni da
    > > capogiro. Allora ci si accontenta. Apache ha
    > > ancora una modalità di gestione delle
    > richieste
    > > http, che prevede DI LANCIARE UN PROCESSO per
    > > ogni richiesta che deve servire una pagina,
    > che
    > > e' un'autentica porcata e che viene
    > usualmente
    > > mantenuta proprio per compatibilità con php,
    > > incapace di funzionare con un modello
    > avanzato
    > > basato sull'uso di 1 thread per richiesta.
    > > Sebbene, con le macchine attuali ci si possa
    > > permettere di sprecare potenza, avviare un
    > > processo per ogni richiesta http è
    > estremamente
    > > oneroso. IIS usa un modello a thread da
    > > anni.
    >
    > Ma quando mai... Apache, dalla versione 2 in poi,
    > lavora per processo, per thread o event-driven, a
    > seconda di come lo configuri. Poi è falsissimo
    > che lancia un processo per ogni richiesta, al
    > contrario ha un pool di processi adibiti a
    > gestire fino ad un massimo di n richieste,
    > dopodiché il processo viene terminato e ne viene
    > spawnato uno in sua sostituzione per evitare
    > eventuali memory leaks. Ovviamente puoi
    > configurare a piacere quanti processi deve
    > mettere in attesa di base, quanti ne può spawnare
    > al massimo, quanti richieste devono servire al
    > massimo, etc..
    > etc...
    >
    > mi domando certe stronzate dove le trovate
    > scritte, o forse ve le inventate di sana
    > pianta...
  • Apache lancia un processo per ogni richiesta http ? Non supporta il modello a thread ?

    Non mi pare:

    httpd.apache.org/docs/2.2/mpm.html

    http://httpd.apache.org/docs/2.2/mod/prefork.html
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basta Basta pirateria
    > Domandiamoci una cosa: esiste una qualche azienda
    > in italia, attiva nel campo dell' IT, che
    > sviluppa, ricerca, e vive su qualche prodotto di
    > un certo livello?

    Si.
  • - Scritto da: Vero informatic o
    > 1)O andate a votare oggi e domani, o ve ne andate
    > all'estero(come il sottoscritto), o smettete di
    > frignare.
    >

    Lo farei volentieri, ma mi hanno detto che è vietato, posso farlo una volta sola! Occhiolino
    Izio01
    3674
  • - Scritto da: Vero informatic o
    > (p.s. in svizzera un mio ex compagno di scuola
    > ora guadagna 80'000chf [65 229,5925 Euro cambio
    > odierno]l'anno per "gestire" active
    > directory...fate vobis.)

    Ahaha in Svizzera.
    Dunque io ci ho provato, ed anche se ti sposi una svizzera grassona e bruttissima, comunque dopo 1 anno ti cacciano, e devono richiamarti pagando, la moglie e un'azienda che ti assuma.
    E devi anche dimostrare di avere una cospicua cifra disponibile.

    Lo stipendio che hai citato tu, è medio in Svizzera.
    Una mia ex, che volevo sposare nel '99 proprio per rimanere in Svizzera, guadagna 3000chf che sono 2400€ al mese e fa la fame. Ossia tolto l'affitto a Lugano, se vuole farsi una vacanzina a Natale deve stare attenta a non spendere troppo durante il mese.
    Va a fare la spesa al Lidl in Italia a Ponte Tresa vicino a Varese per risparmiare.

    Quando la vado a trovare e usciamo, due cappucci e due pasticcini spendiamo 15€ in locali assolutamente non "sciccosi"...
    E se dormo da lei e mangio a casa sua meglio se mi porto il cibo, perché giustamente non mi va di sentirla lamentare...
    iRoby
    6258
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)