Mauro Vecchio

Addio al telelavoro, per Yahoo! Ŕ cosa giusta

Le nuove policy annunciate da Marissa Mayer sono quanto serve a Sunnyvale. Se il resto dell'industria la pensa diversamente, che faccia pure

Roma - Nuovo ordine del CEO di Yahoo! Marissa Mayer, la produzione legata al cosiddetto telelavoro dovrà essere abolita entro la prossima estate, per il conseguente trasferimento di centinaia tra impiegati e collaboratori negli uffici del gigante in viola. In un sintetico comunicato stampa, l'azienda di Sunnyvale ha risposto al fuoco delle critiche, sottolineando come le nuove policy non rappresentino il parere dell'intera industria high-tech.

In altre parole, l'improvvisa guerra alle mansioni in remoto non rispecchia la visione degli altri colossi della Silicon Valley, ma si tratta di una decisione presa dal CEO di Yahoo! per il bene dell'azienda californiana. "╚ una questione legata a ciò che è giusto per Yahoo! in questo momento" si legge nel lapidario comunicato stampa diramato da Sunnyvale. "Non commentiamo faccende interne", ha poi aggiunto un portavoce.

Apprezzato da altre aziende operative sul Web - i vertici di Google hanno spiegato che gli ambienti di lavoro telematico non rappresentano il presupposto migliore per la nascita di idee creative, isolando i collaboratori esterni dal resto degli impiegati in ufficio - lo stop al telelavoro ha suscitato rabbiose critiche tra quei collaboratori assoldati con la promessa di un lavoro flessibile. Un editoriale del New York Times ha descritto le nuove strategie di Yahoo! come un tentativo di risposta alla crisi dell'azienda da parte del nuovo CEO. (M.V.)
Notizie collegate
  • BusinessYahoo!, trimestrale e rilancioCresce il fatturato dell'azienda di Sunnyvale, tra nuove speranze di rinnovamento dopo l'insediamento di Marissa Mayer. Tra le sfide da affrontare, il declino nel display advertising e un adeguato sfruttamento degli accessi in mobilitÓ
  • BusinessLa ricetta di Marissa per Yahoo!Pensare in grande e andare tutti assieme nella stessa direzione. Avvicinare i propri servizi alle esigenze del pubblico. Il nuovo CEO di Yahoo! spiega ai dipendenti la sua strategia
25 Commenti alla Notizia Addio al telelavoro, per Yahoo! Ŕ cosa giusta
Ordina
  • La CEO ha deciso che la gente deve stare in sede?
    Scarsa produttivita'? mentalita' delle ferriere di fine 800? sfizio personale?
    Io personalmente sono a favore del lavoro da casa, specie in settori come quello informatico dove OGGI puoi fare davvero quasi tutto da casa, ma quello che non puoi fare riguarda situazioni di emergenza o cose fisiche come montare un server dentro un rack e cablarlo, se parliamo di sviluppo, marketing e quant'altro, si puo' fare tranquillamente da casa con un risparmio in termini di locali dell azienda, meno gente locali piu' piccoli, risorse, meno elettricita', meno auto in giro per la citta', meno stress da traffico, insomma sembra che questa signora non abbia compreso le reali potenzialita' dei mezzi informatici.
    DuDe
    896
  • - Scritto da: DuDe
    > La CEO ha deciso che la gente deve stare in sede?
    > Scarsa produttivita'? mentalita' delle ferriere
    > di fine 800? sfizio personale?
    >
    > Io personalmente sono a favore del lavoro da
    > casa, specie in settori come quello informatico
    > dove OGGI puoi fare davvero quasi tutto da casa,
    > ma quello che non puoi fare riguarda situazioni
    > di emergenza o cose fisiche come montare un
    > server dentro un rack e cablarlo, se parliamo di
    > sviluppo, marketing e quant'altro, si puo' fare
    > tranquillamente da casa con un risparmio in
    > termini di locali dell azienda, meno gente locali
    > piu' piccoli, risorse, meno elettricita', meno
    > auto in giro per la citta', meno stress da
    > traffico, insomma sembra che questa signora non
    > abbia compreso le reali potenzialita' dei mezzi
    > informatici.
    Porto la mia personale esperienza: server di test a 150km dalla sede, server di produzione idem, SVN di sviluppo a 110 km, telefono VOIP perennemente connesso per chiedere roba all'altra meta' del team di sviluppo (a 150km di distanza)= telelavoro DE FACTO.

    Ora, per quale motivo io devo smazzarmi tutti i santi giorni 3 ore di viaggio tra andare e tornare, impegnando complessivamente piu' di 12 ore per farmi otto ore di lavoro, quando potrei fare le stesse identiche cose dal divano di casa garantendo, a parita' di orari, 10 ore di lavoro effettivo ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: DuDe
    > La CEO ha deciso che la gente deve stare in sede?
    > Scarsa produttivita'? mentalita' delle ferriere
    > di fine 800? sfizio personale?

    Prima bisogna capire perché c'è ancora gente che si collega a Yahoo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: DuDe
    > La CEO ha deciso che la gente deve stare in sede?
    > Scarsa produttivita'? mentalita' delle ferriere
    > di fine 800? sfizio personale?
    >
    > Io personalmente sono a favore del lavoro da
    > casa, specie in settori come quello informatico
    > dove OGGI puoi fare davvero quasi tutto da casa,
    > ma quello che non puoi fare riguarda situazioni
    > di emergenza o cose fisiche come montare un
    > server dentro un rack e cablarlo, se parliamo di
    > sviluppo, marketing e quant'altro, si puo' fare
    > tranquillamente da casa con un risparmio in
    > termini di locali dell azienda, meno gente locali
    > piu' piccoli, risorse, meno elettricita', meno
    > auto in giro per la citta', meno stress da
    > traffico, insomma sembra che questa signora non
    > abbia compreso le reali potenzialita' dei mezzi
    > informatici.

    potrebbe essere che si sia valutata la maggior produttività del lavoro tradizionale rispetto il telelavoro per yahoo.
    Potrebbe essere che yahoo debba trovare un modo gentile di sfoltire il personale.
    non+autenticato
  • 'a seconda c'hai detto [cit.]
    non+autenticato
  • Mi sembra una scelta assolutamente idiota quella di volere TUTTI i lavoratori in azienda, quando in precedenza avevano creato una realtà fatta di telelavoratori.
    Basterebbe chiedere di lavorare in sede solo ad alcune categorie che beneficerebbero del contatto diretto, ma non a tutti.
    Purtroppo hanno messo una CEO bionda e questo è il meglio che può fare poverina.
    Un'azienda che lavora su Internet vuole utilizzare metodi tradizionali. Grazie a lei ci saranno strade intasate e dipendenti incazzati perché avevano basato la loro vita sul telelavoro a Yahoo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > Mi sembra una scelta assolutamente idiota quella
    > di volere TUTTI i lavoratori in azienda, quando
    > in precedenza avevano creato una realtà fatta di
    > telelavoratori.
    >
    > Basterebbe chiedere di lavorare in sede solo ad
    > alcune categorie che beneficerebbero del contatto
    > diretto, ma non a tutti.
    >
    > Purtroppo hanno messo una CEO bionda e questo è
    > il meglio che può fare
    > poverina.
    > Un'azienda che lavora su Internet vuole
    > utilizzare metodi tradizionali. Grazie a lei ci
    > saranno strade intasate e dipendenti incazzati
    > perché avevano basato la loro vita sul telelavoro
    > a
    > Yahoo.

    il padre di un mio compagno fa il telelavoro e vi assicuro che con la moglie rompipalle che si ritrova non raggiungerà mai la concentrazione che si raggiunge in un ufficio.
    MIO padre ha lavorato a como, lecco, milano, torino, poi ancora milano, bologna e bari (3gg a bologna, 2gg a bari e la settimana successiva l'inverso), napoli e ora è dirigente a milano. NOi siamo sempre rimasti a milano. Per andare a napoli si svegliava alle 4 del lunedì e tornava a casa alle 22:30 del venerdì. Nessuno si dovrebbe lamentare di fare meno di un ora di macchina per andare in ufficio!
    non+autenticato
  • Nessuno si dovrebbe lamentare... E che balle, non solo ti diamo lavoro pure vuoi lo stipendio!!! Gente ingrata e populista!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Genio
    > il padre di un mio compagno fa il telelavoro e vi
    > assicuro che con la moglie rompipalle che si
    > ritrova non raggiungerà mai la concentrazione che
    > si raggiunge in un ufficio.

    E' chiaro che se uno sceglie il telelavoro e un'azienda glielo offre bisogna che ci siano le condizioni per svolgerlo. Se uno ha la famiglia che gli rompe le scatole oppure vive in un appartamento di 3 metri per 3 non ha a disposizione un ambiente idoneo. Ma c'è gente che telelavora, produce e lo fa con passione.
    Il telelavoro non funziona molto in settori di tipo creativo dove è meglio avere un contatto diretto. Ma non è che uno dall'oggi al domani elimina una realtà consolidata perché ha deciso che TUTTI devono lavorare in sede. Non è logico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Genio

    > il padre di un mio compagno fa il telelavoro e vi
    > assicuro che con la moglie rompipalle che si
    > ritrova non raggiungerà mai la concentrazione che
    > si raggiunge in un ufficio.

    una solida statistica!
    Il telelavoro deve essere possibile se i rilsultati conseguiti dal dipendente sono validi, moglie rompiballe o amante focosa che sia. I risultati sono positivi? Puoi continuare a telelavorare. I risultati sono negativi? Torna pure in ufficio.

    >
    > MIO padre ha lavorato a como, lecco, milano,
    > torino, poi ancora milano, bologna e bari (3gg a
    > bologna, 2gg a bari e la settimana successiva
    > l'inverso), napoli e ora è dirigente a milano.
    > NOi siamo sempre rimasti a milano. Per andare a
    > napoli si svegliava alle 4 del lunedì e tornava a
    > casa alle 22:30 del venerdì. Nessuno si dovrebbe
    > lamentare di fare meno di un ora di macchina per
    > andare in
    > ufficio!

    nessuna lamentela, ma la giusta pretesa di poter migliorare il proprio lavoro.
    Il telelavoro potrebbe portare benefici in diverse situazioni, sia al dipendente che al datore che alla collettività. Un esempio? Per la collettività meno macchine in giro (hai presente i mezzi pubblici in Italia? 1 auto 1 persona). Per il datore dovrebbero esserci incentivi e potrebbe provare a gestire meglio le risorse. Per il lavoratore, 1 ora in meno di macchina si traducono direttamente in un bel risparmio (carburante, usura, ...) e maggior comodità.

    Io spero che il telelavoro prenda piede, pur sapendo che non è adatto a tutte le situazioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mcmcmcmcmc
    >
    > (...)
    >
    > Io spero che il telelavoro prenda piede, pur
    > sapendo che non è adatto a tutte le
    > situazioni.

    Quoto tutto quello che hai scritto, razionale e non partigiano per l'una o per l'altra parte.
    Izio01
    4027
  • non per difendere un ceo anche se bionda, ma la "poverina" è entrata con le azioni yahoo a 16 dollari , dopo un anno le azioni sono a 21 dollari!
    un valore assolutamente non paragonabile a quelli di apple o google o microsoft o chi vuoi tu ... ma penso che gli dia il supporto degli azionisti, quindi la ceo
    non+autenticato
  • - Scritto da: hp fiasco
    > non per difendere un ceo anche se bionda, ma la
    > "poverina" è entrata con le azioni yahoo a 16
    > dollari , dopo un anno le azioni sono a 21
    > dollari!
    > un valore assolutamente non paragonabile a quelli
    > di apple o google o microsoft o chi vuoi tu ...
    > ma penso che gli dia il supporto degli azionisti,
    > quindi la
    > ceo

    Non cambierà niente. Questa è come quel CEO della Pepsi che poi è passato ad Apple. Non è un caso che Apple senza Steve Jobs a momenti falliva. E Microsoft senza Gates non ne azzecchi una (dal punto di vista del mercato). I CEO con il master nel taschino come questa qua arrivano e fanno un po' di mosse per far contenti gli azionisti, ma l'azienda non la salvano.
    non+autenticato
  • > Non cambierà niente. Questa è come quel CEO della
    > Pepsi che poi è passato ad Apple. Non è un caso
    > che Apple senza Steve Jobs a momenti falliva.

    Veramente, la Apple sotto Sculley evitò il fallimento, tornò ad essere leader in molti settori e fece soldi a palate. Senza contare l'introduzione di nuovi settori industriali, come il multimediale, il portatile come lo conosciamo oggi e il precursore del tablet. I problemi sono arrivati dopo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo T.
    > Veramente, la Apple sotto Sculley evitò il
    > fallimento, tornò ad essere leader in molti
    > settori e fece soldi a palate.

    Rotola dal ridere
    Sculley Says Apple Made `Wrong Choice' in Making Him CEO

    http://www.bloomberg.com/video/63921388-sculley-sa...
    non+autenticato
  • Congratulazioni per essere riuscito a sintetizzare una lunghissima (ed interessantissima) intervista in un titolo ad effetto! Naturalmente, nell'intervista Sculley parla sia dei meriti di Jobs, che dei propri. Vale assolutamente la pena ascoltarla, ma attenzione al rischio che possa liquefarti il cervello!
    non+autenticato