Tv digitale più vicina?

Dice di crederci il ministro delle Comunicazioni secondo il quale entro la fine dell'anno prossimo saranno operativi almeno un milione di decoder. Cheli (Agcom): per il digitale leggi sovranazionali

Roma - La televisione digitale terrestre di cui si parla da tempo è per l'Italia una realtà in rapido avvicinamento. Questo almeno è quello in cui sostiene di credere il ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri che ieri a Napoli si è prodigato nello spiegare i vantaggi che questo media dovrebbe portare con sé.

"La digitalizzazione - ha spiegato Gasparri, intervenuto ad un convegno dell'Autorità TLC - è un fatto di modernità che consentirà al nostro paese di adeguarsi ai nuovi standard". Per farci che? "La televisione digitale terrestre - ha affermato il Ministro - consentirà di offrire servizi di telemedicina, di accesso all'e-government, di acquisti a distanza".

La visione governativa, dunque, sembrerebbe quella di una piattaforma che in modo diverso ma in qualche modo integrato al broad band di origine internettiana, vada oltre l'intrattenimento passivo della tv tradizionale per proporsi invece come accesso a servizi digitali per il cittadino, con opportunità per le imprese e la pubblica amministrazione.
GasparriSecondo Gasparri "grazie agli incentivi previsti in Finanziaria, entro il 2004 in Italia ci saranno un milione di decoder. Un segno di quanto l'Italia sia all'avanguardia nel campo del digitale". Una prospettiva - maligna qualcuno - decisamente ottimistica che si deve, però, al fatto che la legge Finanziaria prevede fondi per lo sviluppo del digitale suddivisi in due grandi "tronconi", quelli per il broad band e, appunto, quelli per la tv digitale.

Gasparri ha sottolineato come alcuni paesi europei siano ancora indietro rispetto al ruolino di marcia sulle cosiddette infrastrutture immateriali. Un "vantaggio competitivo" per l'Italia che secondo il presidente dell'Authority, Enzo Cheli, intervenuto al convegno, ora "va mantenuto".

Come? Secondo Cheli, che pure non è entusiasta del decreto legge Gasparri in discussione in Parlamento, l'Italia deve "continuare a giocare in anticipo". Il presidente dell'Autorità TLC si è anche soffermato ad affermare i vantaggi del digitale e nel sottolineare quelli che ha con estrema precisione definito rischi. Rischi che richiedono norme internazionali ma anche interventi regolamentari nei singoli paesi, per far sì che le dinamiche di mercato non travolgano i diritti degli utenti e dei consumatori. Cosa che, evidentemente, non è ancora avvenuta.
TAG: italia
60 Commenti alla Notizia Tv digitale più vicina?
Ordina
  • Il problema di fondo rimane... perchè investire del denaro pubblico in una tecnologia "nuova" che non porta nessun tipo di vantaggio quando esiste già un'altra tecnologia (la tv satellitare) che già è diffusa ed ha costi, in conclusione, piu' bassi (non parlo degli 80 euro del decoder)?
    Qui si fanno indubbiamente gli interessi di Rete4, che continua a trasmettere pur non essendo proprietaria delle frequenze (una sentenza della corte costituzionale l'ha dichiarata fuori legge anni fa, e le frequenze ora le sta pagando Europa 7), e gli interessi di murdoch che ora ha il monopolio della tv satellitare.

    Come predisse Ben Bagdikian in "the media monopoly", oggi abbiamo solo poche "grandi corporations che controllano giornali, riviste, libri, emittenti televisive e radiofoniche, cinema e videocassette, con l'immenso potere di determinare qualita' e destinatari dell'informazione."


    non+autenticato
  • I link che ci hai messo a disposizione, guarda caso due articoli di Gianfranco Giardina, sono leggermente OT in quanto trattano della polemica sulla rottamazione eventuale dei vecchi TV e i fantomatici finanziamenti del governo.

    La cosa non tocca affatto gli aspetti tecnici. Un altro link interessante é: www.tvdigitaleterrestre.it/la_tv.php dove chiunque potrà verificare quanto da me affermato:
    1) I set top box si potranno acquistare a cifre entro i 200 ? (con 480? saranno disponibili decodere che faranno di tutto anche videofonate e collegamenti ad Internet).
    2) Non si dovranno buttare i vecchi TV (se non vuoi buttarli tu!)
    3) Il segnale digitale terrestre sarà ricevuto con le attuali antenne ove conviverà con il segnale analogico fino al 2006.
    4) I decoder saranno fabbricati da tutte le aziende del mercato a cominciare da Philps.

    Evitiamo, se possibile di generare FUD
    ciao
    rosco44

    P.S. La scelta se inviare o meno segnali in alta definizione (HDTV) tramite il digitale terrestre può essere una scelta politica non certo tecnologica. Lo so anch'io che in Italia si sta spingendo per utilizzare la maggiore disponibilità di banda per trasmettere più canali anzicché maggiore qualità audio/video. C'è però anche da dire che la tendeza degli altri paesi europei è per la maggiore qualità e quindi non è detto che alla fine anche noi non ci si possa adeguare.
    by
  • - Scritto da: rosco44
    > tecnici. Un altro link interessante é:
    > www.tvdigitaleterrestre.it/la_tv.php dove
    > chiunque potrà verificare quanto da me
    > affermato:
    A parte che il sito mi sembra tuttaltro che super partes,
    il suo contenuto mi ricorda la famosa promessa:
    "Con l'Euro i prezzi non aumenteranno, semmai diminuiranno!!! Abbiamo fatto un accordo (con la filiera commerciale), non c'e bisogno di nessun provvedimento legislativo."

    Poi abbiamo visto che la realta' e' stata un po' diversa... Triste

    Ma voglio peccare di ottimismo (io che sono un pessimista incallito), e ti concedo il beneficio del dubbio...

  • - Scritto da: The FoX
    > - Scritto da: rosco44
    > > tecnici. Un altro link interessante é:
    > > www.tvdigitaleterrestre.it/la_tv.php dove
    > > chiunque potrà verificare quanto da me
    > > affermato:
    > A parte che il sito mi sembra tuttaltro che
    > super partes,
    > il suo contenuto mi ricorda la famosa
    > promessa:
    > "Con l'Euro i prezzi non aumenteranno,
    > semmai diminuiranno!!! Abbiamo fatto un
    > accordo (con la filiera commerciale), non
    > c'e bisogno di nessun provvedimento
    > legislativo."
    >
    > Poi abbiamo visto che la realta' e' stata un
    > po' diversa... Triste
    >
    > Ma voglio peccare di ottimismo (io che sono
    > un pessimista incallito), e ti concedo il
    > beneficio del dubbio...

    L'importante è dare sempre una possibilità all'interlocutore anche se... col dubbio!
    C@$$0 ma sei pessimista davverooo!!!
    rosco44
  • - Scritto da: rosco44
    > L'importante è dare sempre una possibilità
    > all'interlocutore anche se... col dubbio!
    > C@$$0 ma sei pessimista davverooo!!!
    > rosco44

    Io preferisco definirmi realista.
    Sono gli altri che mi chiamano pessimista.
  • Riporto da un articolo di Gianfranco Giardina apparso sul numero di luglio/agosto di una nota rivista di Alta Fedeltà Digitale:
    "I principi di codifica e decodifica del segnale sono in buona sostanza gli stessi [nota mia: rispetto al digitale satellitare], quello che cambia è il metodo di trasmissione: nella TV digitale terrestre (DVB-T) il segnale viene distribuito dai NORMALI ripetitori utilizzati per la TV analogica e viene ricevuto dalle medesime antenne utilizzate per i canali tradizionali"

    Tenendo inoltre presente che sarà sufficiente acquistare un decoder tipo quello di Sky (costo tra gli 80 ed i 200? a secondo se con o senza hard disk, ecc.) per vedere i programmi su un televisore NORMALE, questo significa che:
    1) Non si butteranno via i vecchi TV.
    2) Si potrà vedere la HDTV (www.euro1080.tv) abbastanza presto.
    3) A parità di occupazione di banda la TV digitale offre alta definizione ed audio Dolby Surround.
    3) A parità di contenuti da distribuire il digitale occupa molto meno banda della TV analogica consentendo la immediata moltiplicazione dei canali.
    5) Le TV locali con pochissima spesa potranno trasformare il loro segnale mandando in onda 8 canali laddove ce ne era uno solo.

    Bastano come vantaggi?

    P.S. Non cercate la scusa di questi forum per esprimere le vostre opinioni politiche scrivendo marronate tecniche.
  • - Scritto da: rosco44
    > Riporto da un articolo di Gianfranco
    > Giardina apparso sul numero di luglio/agosto
    > di una nota rivista di Alta Fedeltà
    > Digitale:
    > "I principi di codifica e decodifica del
    > segnale sono in buona sostanza gli stessi
    > [nota mia: rispetto al digitale
    > satellitare], quello che cambia è il metodo
    > di trasmissione: nella TV digitale terrestre
    > (DVB-T) il segnale viene distribuito dai
    > NORMALI ripetitori utilizzati per la TV
    > analogica e viene ricevuto dalle medesime
    > antenne utilizzate per i canali
    > tradizionali"
    E questo estratto ti darebbe ragione?

    > Tenendo inoltre presente che sarà
    > sufficiente acquistare un decoder tipo
    > quello di Sky (costo tra gli 80 ed i 200? a
    > secondo se con o senza hard disk, ecc.) per
    E tu dove li hai mai visti i decoder a 80??!?!?!

    > vedere i programmi su un televisore NORMALE,
    > questo significa che:
    > 1) Non si butteranno via i vecchi TV.
    Questa e' una TUA conclusione.
    IMHO, non andra' cosi'... specie per i classici tv "da cucina"...

    > 2) Si potrà vedere la HDTV (www.euro1080.tv)
    > abbastanza presto.
    Ma se non e' previsto nello standard del digitale terrestre ITALIANO!!!

    > 3) A parità di occupazione di banda la TV
    > digitale offre alta definizione ed audio
    > Dolby Surround.
    Come gia' detto, l'HD non e' prevista!!!

    > 3) A parità di contenuti da distribuire il
    > digitale occupa molto meno banda della TV
    > analogica consentendo la immediata
    > moltiplicazione dei canali.
    In mano a Murdoch, al Berulsca o agli amici suoi...

    > 5) Le TV locali con pochissima spesa
    > potranno trasformare il loro segnale
    > mandando in onda 8 canali laddove ce ne era
    > uno solo.
    Visto che sei cosi' esperto, se i possedessi una tv locale
    e volessi (dovessi...) passare al digitale, quanto spenderei?

    > Bastano come vantaggi?
    >
    > P.S. Non cercate la scusa di questi forum
    > per esprimere le vostre opinioni politiche
    > scrivendo marronate tecniche.
    E tu non aprofittarne x scrivere maronate tecniche per esprimere le tue opinioni politiche (come gia' qlcn ha fatto...)!!!
  • Fox, non capisco la tua critica... hai risposto ad ogni punto del post orginale con commenti privi (apparentemente) di senso:

    - La tua prima risposta non l'ho capita... si spiegava il funzionamento del digitale terrestre: perche' ci sono persona che confondono il digitale con la TV via cavo (parlano di banda "indisponibile" in Italia, ecc... ma che c'entra la "banda" se il segnale viene distribuito allo stesso modo dell'attuale TV analogica?);

    - Il secondo punto: il costo dei decoder. Ok, siamo nell'era nel consumismo, ma 80? non sono mica pochi! Sono quasi 160mila delle vecchie lire e considerando il fatto che quello e' solo il prezzo MINIMO ipotizzabile, ci saranno incentivi per l'acquisto, aggiungendoci poi che questi decoder NON sono come i decoder satelittari, quel prezzo "finale" per l'utente mi sembra piu' che adeguato;

    - Il terzo punto sui "classici televisori da cucina" nemmeno l'ho capito: ogni televisore (per quanto vecchio possa essere) potrebbe non avere un ingresso AV (scart, videofrequenza, o come vuoi chiamarlo) ma deve PER FORZA avere un ingresso in radiofrequenza (l'antenna!) altrimenti che televisore sarebbe? E il decoder ovviamente dispone di uscita RF (come i videoregistratori) .. gli unici "televisori" che mi vengono in mente a non disporre di alcun ingresso sono le TV LCD portatili di basso costo (anche se il mio ad esempio ce l'ha), ma in ogni caso sarebbe un po' complicato portarsi indietro un decoder anch'esso portatile (!);

    - Nel quarto punto parli di standard "non implementato nel digitale terrestre italiano", e qui di nuovo non ti capisco, cosa significa "non implementato"? Qui si parla di una tecnologia (la TV ad alta definizione, l'HDTV appunto) realizzabile con il digitale terrestre e NON realizzabile con l'attuale TV analogica, quindi cosa c'entrano gli "standard italiani"? L'HDTV e' internazionale. Per il Dolby Surround: e' gia' attualmente implementato nella TV analogica (la totalita' dei film ("nuovi") trasmessi dalla RAI sono in Dolby Surround.. dalla RAI solamente perche' e' l'unica che trasmette in stereo (per ora)... quindi nemmeno in questo caso capisco di cosa parli.

    - Per il punto 5 purtroppo non so' risponderti. Tecnicamente CREDO che per la sola fonte del segnale occorra un encoder e che poi il segnale possa essere ripetuto normalmente come l'attuale TV analogica. Per i costi non ne ho la piu' pallida idea, ma non vedo perche' pensare che possa costare chissa' quanto, del resto non c'e' niente di fantascientifico: il passaggio e' paragonabile a quello del DAB per la radio.

    - Per quanto riguarda la politica, lui non ne stava facendo, tu nemmeno... ma perche' tirate fuori sempre sta caxxata della politica? Qui si parla di argomenti tecnici, che ce ne puo' fregare della destra, della sinistra, del centro, del sopra e del sotto.

    Adios.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Il secondo punto: il costo dei decoder.
    > Ok, siamo nell'era nel consumismo, ma 80?
    > non sono mica pochi! Sono quasi 160mila
    > delle vecchie lire e considerando il fatto
    > che quello e' solo il prezzo MINIMO
    > ipotizzabile, ci saranno incentivi per
    > l'acquisto, aggiungendoci poi che questi
    > decoder NON sono come i decoder satelittari,
    > quel prezzo "finale" per l'utente mi sembra
    > piu' che adeguato;
    Invece TECNICAMENTE i decoder DVB-T sono
    equiparabili a quelli satellitari. La tipologia del
    segnale e' simile, a parte la frequenza e i problemi di polarita', la codifica e' la stessa; in pratica l'elettronica e'
    quasi la stessa. Quindi i costi non possono essere molto diversi...

    > - Il terzo punto sui "classici televisori da
    > cucina" nemmeno l'ho capito: ogni televisore
    > (per quanto vecchio possa essere) potrebbe
    > non avere un ingresso AV (scart,
    > videofrequenza, o come vuoi chiamarlo) ma
    > deve PER FORZA avere un ingresso in
    > radiofrequenza (l'antenna!) altrimenti che
    > televisore sarebbe? E il decoder ovviamente
    > dispone di uscita RF (come i
    > videoregistratori) .. gli unici "televisori"
    Bel vantaggio ricevere dei segnali digitali, doverli
    riconvertirli in analogico, modularli in RF (notorialmente operazione che comporta un abbattimento di qualita'),
    demodularli, convertirli in RGB per infine visualizzarli!!!
    Xche' questo e' cio' che e' necessario fare se il tv non
    ha una SCART (possibilmente abilitata al segnale RGB)
    o questa e' gia' impegnata da un videoregistratore o lettore dvd.
    E poi c'e' anche il problema dei VCR!!!
    TV+VCR= 2 decoder (sempre che non voglia vedermi il programma che sto' registrando per tutto il tempo senza poter cambiar canale!!!)

    > che mi vengono in mente a non disporre di
    > alcun ingresso sono le TV LCD portatili di
    > basso costo (anche se il mio ad esempio ce
    > l'ha), ma in ogni caso sarebbe un po'
    > complicato portarsi indietro un decoder
    > anch'esso portatile (!);
    Si da' il caso che io ne abbia una, e gia' l'ho data x morta (ma per lei nulla si puo' fare!!! Triste )

    > - Nel quarto punto parli di standard "non
    > implementato nel digitale terrestre
    > italiano", e qui di nuovo non ti capisco,
    > cosa significa "non implementato"? Qui si
    > parla di una tecnologia (la TV ad alta
    > definizione, l'HDTV appunto) realizzabile
    > con il digitale terrestre e NON realizzabile
    > con l'attuale TV analogica, quindi cosa
    > c'entrano gli "standard italiani"? L'HDTV e'
    > internazionale.
    Si, ma se la codifica implementata nei decoder che verranno utilizzati in Italia non la prevedono, come pensi che la possano introdurre in un secondo momento?

    >   Per il Dolby Surround: e'
    > gia' attualmente implementato nella TV
    > analogica (la totalita' dei film ("nuovi")
    > trasmessi dalla RAI sono in Dolby Surround..
    > dalla RAI solamente perche' e' l'unica che
    > trasmette in stereo (per ora)... quindi
    > nemmeno in questo caso capisco di cosa
    > parli.
    Studiati le differenze dei sistemi di codifica audio-multicanale.

    > - Per il punto 5 purtroppo non so'
    > risponderti. Tecnicamente CREDO che per la
    > sola fonte del segnale occorra un encoder e
    > che poi il segnale possa essere ripetuto
    > normalmente come l'attuale TV analogica.
    No!!!
    Il segnale va' multiplexato insieme agli altri che condividono con il primo la frequenza di trasmissione.
    Quindi, se ora quasi ogni tv hai i sui impianti di trasmissione, dopo questi andranno "centrallizati" per permettere il multiplex dei segnali di piu' emittenti (e non mi dire che sara' un operazione economica!!!)

    Per
    > i costi non ne ho la piu' pallida idea, ma
    > non vedo perche' pensare che possa costare
    > chissa' quanto, del resto non c'e' niente di
    > fantascientifico: il passaggio e'
    > paragonabile a quello del DAB per la radio.
    Infatti per il passaggio al DAB le radio si sono vie costrette
    a formare dei consorzi per sostenere gli ingenti costi di adeguamento...

    > - Per quanto riguarda la politica, lui non
    > ne stava facendo, tu nemmeno... ma perche'
    > tirate fuori sempre sta caxxata della
    > politica? Qui si parla di argomenti tecnici,
    > che ce ne puo' fregare della destra, della
    > sinistra, del centro, del sopra e del sotto.
    Guarda e' stato lui a tirar fuori l'argomento.
    Io gli ho solo risposto.
    Punto.
  • Concordo, dimentichi un vantaggio non da poco; l'impiego di potenze di trasmissiene sensibilmente più ridotte per irradiare il segnale equivalente a quello analogico...

    Tutti temono le trasmissioni dei ripetitori BTS dei telefonini, ma sono le emittenti analogiche radio commerciali e TV che inquinano in modo impressionante con potenze di decine di Kwatt e inquinamento elettromagnetico 10-100 volte superiore alla soglia massima nazionale.
    Marco.

    - Scritto da: rosco44
    > Riporto da un articolo di Gianfranco
    > Giardina apparso sul numero di luglio/agosto
    > di una nota rivista di Alta Fedeltà
    > Digitale:
    > "I principi di codifica e decodifica del
    > segnale sono in buona sostanza gli stessi
    > [nota mia: rispetto al digitale
    > satellitare], quello che cambia è il metodo
    > di trasmissione: nella TV digitale terrestre
    > (DVB-T) il segnale viene distribuito dai
    > NORMALI ripetitori utilizzati per la TV
    > analogica e viene ricevuto dalle medesime
    > antenne utilizzate per i canali
    > tradizionali"
    >
    > Tenendo inoltre presente che sarà
    > sufficiente acquistare un decoder tipo
    > quello di Sky (costo tra gli 80 ed i 200? a
    > secondo se con o senza hard disk, ecc.) per
    > vedere i programmi su un televisore NORMALE,
    > questo significa che:
    > 1) Non si butteranno via i vecchi TV.
    > 2) Si potrà vedere la HDTV (www.euro1080.tv)
    > abbastanza presto.
    > 3) A parità di occupazione di banda la TV
    > digitale offre alta definizione ed audio
    > Dolby Surround.
    > 3) A parità di contenuti da distribuire il
    > digitale occupa molto meno banda della TV
    > analogica consentendo la immediata
    > moltiplicazione dei canali.
    > 5) Le TV locali con pochissima spesa
    > potranno trasformare il loro segnale
    > mandando in onda 8 canali laddove ce ne era
    > uno solo.
    >
    > Bastano come vantaggi?
    >
    > P.S. Non cercate la scusa di questi forum
    > per esprimere le vostre opinioni politiche
    > scrivendo marronate tecniche.
    non+autenticato
  • scusate... ma molti stanno qui a dire che si spende, che non è conveniente etc...
    ma allora perchè stiamo qui a scrivere al PC tanto sono così comode le macchine da scrivere o no??
    certe cose non me le spiego proprio.
    è ormai appurato che il nostro sistema televisivo è obsoleto quindi ogni 50' anni sarà il caso di aggiornarlo no???
    ecco magari degli incentivi farebbero comodo ai meno agiati
    questo si... ma ostacolare del tutto un passo che prima o poi va fatto mi sembra una assurdità!

    saluti! ^_^
    non+autenticato
  • Beh è vero che nella realtà la tv è praticamente in tutte le case e che i media condizionano alla grande la testa della gente, però non mi sembra che sia ancora diventato obbligatorio posserderla o che se non la vedi stai male. Quindi se il digitale terrestre sarà una cagata semplicemente i consumatori non lo compreranno e sarà un flop. Alla fine il mercato lo fanno i consumatori. Quindi lo scenario più probabile sarà magari all'inizio l'integrazione di sistemi differenti e poco alla volta se lo standart avrà ritorni in termini di utenze e di spese da sostenere prenderà piede se no si estinguerà un pò come il svhs... Però anch'io mi chiedo quali siano le considerazioni che fanno al ministero per prendere decisioni del genere, che aspetti prenderanno in considerazione?
  • - Scritto da: warrior666
    > non la vedi stai male. Quindi se il digitale
    > terrestre sarà una cagata semplicemente i
    > consumatori non lo compreranno e sarà un
    > flop. Alla fine il mercato lo fanno i
    > consumatori. Quindi lo scenario più

    Qui ti sbagli.
    Il mercato lo fara' una legge.
    Questa impporra' il digitale terrestre, e contemporaneamente
    decretera' lo stop alle trasmissioni analogiche.
    Quindi i consumatori saranno solo elementi passivi senza alcun potere decisonale.
    Semplicemente, non avranno scelta!!!Arrabbiato
  • beh insomma, in pratica hai ragione (perchè poi le cose vanno come dici tu), però anche se tolgono l'analogico e obbligano a trasmettere in digitale, non ti obbligano a prendere la tv digitale...o meglio non sei obbligato a vedere la tv..
    semplifico con un esempio...andavo al cinema quando si poteva fumare, hanno vietato di fumare al cinema e non ci vado più..
    Poi lo so che uno nella realtà si adatta e non fuma e ci va lo stesso, magari di meno. Insomma qualche boccone di traverso si è anche disposti a mandarlo giù. Ma in questo caso se risulta una cagata come detto prima...non ce li vedo gl'italiani che già fanno fatica a comprare frutta e verdura a prendersi per forza una tv nuova etc.
  • Quale progresso?
    Il "ministro" ha parlato addirittura di telemedicina... ahahahaha.... decisamente viviamo nell'era delle apparenze, nulla è quello che è ma quello che sembra.
    Non cambierà niente.
    Sapete che in Germania gli STB digitali per il terrestre costano meno di 150 euro e qui anticipano almeno 350.
    Iniziamo subito con una bella magnata di incentivi governativi ed un prezzo gonfiato che farà si che qui li pagheremo di + alla faccia degli incentivi.
    Poi chi sfrutterà questa preziosa tecnologia del digitale che ci farà scubettare le immagini per la compressione?
    Sicuramente berlusconi che aumenterà i suoi canali e salverà rete4, lo stesso che affitterà $$$$ i suoi ripetitori e poi...chi altro?
    Nessuno, resterà tutto come ora...non arriveranno nuovi operatori, nessuno riuscirà a rompere il duopolio rai-mediaset ne berlusconi ha interesse a fare una legge per far perdere audience alle sue reti ed i piccoli non potranno permettersi il noleggio delle centinaia di ripetitori necessari per trasmettere. I grandi broadcaster esteri non entrano per quieto viver, pgnuno si coltiva l'orticello basta vedere cosa succede sul satellite...resteranno le tv locali che diffonderanno i ciarlatani vendi-alghe su 20 canali...ovviamente ben compressi e scubettanti.



    non+autenticato
  • Concordo pienamente quanto scritto!

    - Scritto da: Anonimo
    > Quale progresso?
    > Il "ministro" ha parlato addirittura di
    > telemedicina... ahahahaha.... decisamente
    > viviamo nell'era delle apparenze, nulla è
    > quello che è ma quello che sembra.
    > Non cambierà niente.
    > Sapete che in Germania gli STB digitali per
    > il terrestre costano meno di 150 euro e qui
    > anticipano almeno 350.
    > Iniziamo subito con una bella magnata di
    > incentivi governativi ed un prezzo gonfiato
    > che farà si che qui li pagheremo di + alla
    > faccia degli incentivi.
    > Poi chi sfrutterà questa preziosa tecnologia
    > del digitale che ci farà scubettare le
    > immagini per la compressione?
    > Sicuramente berlusconi che aumenterà i suoi
    > canali e salverà rete4, lo stesso che
    > affitterà $$$$ i suoi ripetitori e poi...chi
    > altro?
    > Nessuno, resterà tutto come ora...non
    > arriveranno nuovi operatori, nessuno
    > riuscirà a rompere il duopolio rai-mediaset
    > ne berlusconi ha interesse a fare una legge
    > per far perdere audience alle sue reti ed i
    > piccoli non potranno permettersi il noleggio
    > delle centinaia di ripetitori necessari per
    > trasmettere. I grandi broadcaster esteri non
    > entrano per quieto viver, pgnuno si coltiva
    > l'orticello basta vedere cosa succede sul
    > satellite...resteranno le tv locali che
    > diffonderanno i ciarlatani vendi-alghe su 20
    > canali...ovviamente ben compressi e
    > scubettanti.
    >
    >
    >
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > è ormai appurato che il nostro sistema
    > televisivo è obsoleto quindi ogni 50' anni
    > sarà il caso di aggiornarlo no???
    > ecco magari degli incentivi farebbero comodo
    > ai meno agiati
    > questo si... ma ostacolare del tutto un
    > passo che prima o poi va fatto mi sembra una
    > assurdità!

    Quello che si sta' contestando sono i reali motivi che
    stanno dietro a questa "innovazione", non tanto l'innovazione in se'.
    E anche la portata della suddetta, tuttaltro che ampia!!!
    E' solo un mezzo lavoro fatto male, gia' da rifare una volta finito, fatto a spese della gente per favorire grandi realta' industriali, di cui la gente non sente la necessita', promosso da politici dai secondi fini... e qui mi fermo per non essere troppo prolisso!!!
  • credo che tra un po assiteremo alla nascita di qualche ditta
    di telecomunicazioni che forniranno i set top box per vedere
    il digitale terrestre.
    guarda caso questa ditta probabilmente è di roma e magari
    fra i vari soci ci sta qualche ministro.
    della seria come fregare le caramelle a un bambino (italiano
    medio )

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)