Mauro Vecchio

Regione Umbria vuole idee per il digitale

In vista dell'evento di Terni #umbriadigitale, aperta una fase di consultazione pubblica per raccogliere proposte da inserire nell'Agenda Digitale regionale. Si programma fino al 2020

Roma - L'ideario è una consultazione pubblica indetta dalla Regione Umbria per raccogliere stimoli, riflessioni, vere e proprie idee che "sfruttino le nuove possibilità offerte oggi dal digitale, per migliorare la qualità della vita e per fare rete, nel socializzare ma anche nel fruire o erogare servizi".

Obiettivo primario, sollecitare quelle proposte progettuali utili all'Agenda digitale umbra nell'anno 2013-2014, per uno sguardo attento al tema Crescita digitale nella nuova programmazione nei prossimi sei anni (2014-2020). L'ideario rappresenterà così una base di lavoro per l'evento regionale #umbriadigitale, che si terrà a Terni dal 9 al 10 aprile 2013.

La consultazione pubblica in vista di #umbriadigitale mira a sollecitare cittadini, imprese, amministrazioni pubbliche e aziende sanitarie a fornire il proprio contributo "per capire e condividere come la tecnologia e l'ICT possano contribuire a valorizzare la Risorsa Umbria". Dal benessere alla valorizzazione dei centri storici, dalla cultura alle varie comunità.
Tre le caratteristiche fondamentali richieste alle idee che verranno presentate prima dell'evento #umbriadigitale: concretezza, semplicità, praticabilità. In sostanza, le proposte progettuali dovranno risultare fattibili, ovvero riferite ai temi dell'Agenda Digitale Umbria, ma anche utili e ed effettivamente realizzabili.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàLibreUmbria, software libero per la PAGli enti locali umbri pronti alla migrazione dal software proprietario alla piattaforma LibreOffice. Ci saranno squadre di formatori per la adeguata preparazione negli uffici regionali
  • AttualitàScuola digitale, brutti voti in ICTIl sistema scolastico italiano č in forte ritardo rispetto agli altri paesi membri dell'OCSE. Bene l'adozione di ulteriori Lavagne Interattive Multimediali (LIM), ma i fondi stanziati dal governo sono del tutto insufficienti
  • AttualitàAgenda Monti, timidi accenni di digitaleDisponibile online una bozza del manifesto politico che fa capo all'ex-premier. Un paragrafo dedicato all'innovazione tecnologica del Belpaese con diverse dichiarazioni di principio e nessuna linea concreta di attualizzazione
13 Commenti alla Notizia Regione Umbria vuole idee per il digitale
Ordina
  • "le proposte progettuali dovranno risultare fattibili, ovvero riferite ai temi dell'Agenda Digitale Umbria, ma anche utili e ed effettivamente realizzabili".

    Se i soldi non ci sono, cosa si può realizzare?

    http://www.uncem.it/news-territorio2_19592_uncem.h...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > "le proposte progettuali dovranno risultare
    > fattibili, ovvero riferite ai temi dell'Agenda
    > Digitale Umbria, ma anche utili e ed
    > effettivamente
    > realizzabili".
    >
    > Se i soldi non ci sono, cosa si può realizzare?
    >

    Chi l'ha detto che ci vogliono soldi per realizzare le cose?
    Ci vuole innanzitutto la volonta'.
    Poi la capacita'.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Chi l'ha detto che ci vogliono soldi per
    > realizzare le
    > cose?
    > Ci vuole innanzitutto la volonta'.
    > Poi la capacita'.
    Mi puoi dare qualche contatto di persone volenterose e capaci che lavorano a gratis che avrei una casa da costruire?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Chi l'ha detto che ci vogliono soldi per
    > > realizzare le
    > > cose?
    > > Ci vuole innanzitutto la volonta'.
    > > Poi la capacita'.
    > Mi puoi dare qualche contatto di persone
    > volenterose e capaci che lavorano a gratis che
    > avrei una casa da
    > costruire?

    Nella mia città e nato un parco con petizione del quartiere per recuperare un terreno non utilizzato e evitare nuove cementificazioni. Ci sono state donazioni, ho contribuito anche io per quello che potevo e faccio dell'associazione come sostenitore del parco.
    Viene mantenuto da volontari e dagli sponsor che hanno donato attrezzature (panchine, giochi per bambini..ecc.), ovvimente gli sponsor hanno i loro marchi esposti nel parco per il ringraziamento...
    Il Comune non fa neanche la manutenzione ordinaria e come se non esiste per i politici locali, hanno dato le auorizzazione e poi un pò di pubblicità per farsi belli e basta!
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Chi l'ha detto che ci vogliono soldi per
    > > realizzare le
    > > cose?
    > > Ci vuole innanzitutto la volonta'.
    > > Poi la capacita'.
    > Mi puoi dare qualche contatto di persone
    > volenterose e capaci che lavorano a gratis che
    > avrei una casa da
    > costruire?

    Prova a chiedere a questi.
    http://www.lanazione.it/pisa/cronaca/2010/12/30/43...
  • - Scritto da: panda rossa


    > > "le proposte progettuali dovranno risultare
    > > fattibili, ovvero riferite ai temi
    > dell'Agenda
    > > Digitale Umbria, ma anche utili e ed
    > > effettivamente
    > > realizzabili".
    > >
    > > Se i soldi non ci sono, cosa si può
    > realizzare?
    > >
    >
    > Chi l'ha detto che ci vogliono soldi per
    > realizzare le
    > cose?
    > Ci vuole innanzitutto la volonta'.
    > Poi la capacita'.

    Personalmente diffido sempre delle riforme a costo zero. Sono solo riverniciate di superficie, a guardare bene non è cambiato nulla rispetto a prima.
    Esistono invece riforme che, sul lungo periodo, fanno risparmiare. Ma all'inizio i soldi bisogna cacciarli.Deluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    >
    > > > "le proposte progettuali dovranno
    > risultare
    > > > fattibili, ovvero riferite ai temi
    > > dell'Agenda
    > > > Digitale Umbria, ma anche utili e ed
    > > > effettivamente
    > > > realizzabili".
    > > >
    > > > Se i soldi non ci sono, cosa si può
    > > realizzare?
    > > >
    > >
    > > Chi l'ha detto che ci vogliono soldi per
    > > realizzare le
    > > cose?
    > > Ci vuole innanzitutto la volonta'.
    > > Poi la capacita'.
    >
    > Personalmente diffido sempre delle riforme a
    > costo zero.

    Poi pero' non lamentarti se ti arrivano ceffoni via forum.

    > Sono solo riverniciate di superficie,
    > a guardare bene non è cambiato nulla rispetto a
    > prima.
    > Esistono invece riforme che, sul lungo periodo,
    > fanno risparmiare. Ma all'inizio i soldi bisogna
    > cacciarli.
    >Deluso

    Perche'?

    Per un ente statale sono possibili altre forme di remunerazione invece dei soldi.

    Esenzioni imu per esempio, o accessi gratuiti a strutture comunali a pagamento...
  • - Scritto da: panda rossa


    > > > > "le proposte progettuali dovranno
    > > risultare
    > > > > fattibili, ovvero riferite ai temi
    > > > dell'Agenda
    > > > > Digitale Umbria, ma anche utili e
    > ed
    > > > > effettivamente
    > > > > realizzabili".
    > > > >
    > > > > Se i soldi non ci sono, cosa si può
    > > > realizzare?
    > > > >
    > > >
    > > > Chi l'ha detto che ci vogliono soldi per
    > > > realizzare le
    > > > cose?
    > > > Ci vuole innanzitutto la volonta'.
    > > > Poi la capacita'.
    > >
    > > Personalmente diffido sempre delle riforme a
    > > costo zero.
    >
    > Poi pero' non lamentarti se ti arrivano ceffoni
    > via
    > forum.

    Sono come punture di zanzare, quando arrivano da pensatori utopisti e persone che non hanno nemmeno la lontana idea di come si gestisce una Regione.


    > > Sono solo riverniciate di superficie,
    > > a guardare bene non è cambiato nulla
    > rispetto
    > a
    > > prima.
    > > Esistono invece riforme che, sul lungo
    > periodo,
    > > fanno risparmiare. Ma all'inizio i soldi
    > bisogna
    > > cacciarli.
    > >Deluso
    >
    > Perche'?
    >
    > Per un ente statale sono possibili altre forme di
    > remunerazione invece dei
    > soldi.

    Anche in Unione Sovietica funzionava un po' così. Nel senso che il rublo non poteva assolutamente acquistare beni di un pur minimo valore, chi li desiderava faceva il cambio nero con gli occidentali e poi faceva acquisti in valuta pregiata. Il motto operaio era: "Noi facciamo finta di lavorare e loro fan finta di pagarci.".
    Del resto s'è visto come è finita l'Urss.

    > Esenzioni imu per esempio, o accessi gratuiti a
    > strutture comunali a
    > pagamento...

    Accomodati con le proposte alla Regione Umbria, allora. Magari le adottano pure.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio

    >
    > Sono come punture di zanzare, quando arrivano da
    > pensatori utopisti e persone che non hanno
    > nemmeno la lontana idea di come si gestisce una
    > Regione.

    Alludi forse a Formigoni, alla Minetti, al Trota e a tutti quegli altri che hanno arrestato?

    Oppure ti stavi riferendo alla Polverini, ar Batman, e a quegli altri che stanno in galera pure loro?

    > > Per un ente statale sono possibili altre
    > forme
    > di
    > > remunerazione invece dei
    > > soldi.
    >
    > Anche in Unione Sovietica funzionava un po' così.
    > Nel senso che il rublo non poteva assolutamente
    > acquistare beni di un pur minimo valore, chi li
    > desiderava faceva il cambio nero con gli
    > occidentali e poi faceva acquisti in valuta
    > pregiata. Il motto operaio era: "Noi facciamo
    > finta di lavorare e loro fan finta di pagarci.".

    Infatti quel modello economico non ha funzionato.
    Ce ne sono comunque molti altri di modelli economici molto ben funzionanti senza denaro.

    > Del resto s'è visto come è finita l'Urss.
    >
    > > Esenzioni imu per esempio, o accessi
    > gratuiti
    > a
    > > strutture comunali a
    > > pagamento...
    >
    > Accomodati con le proposte alla Regione Umbria,
    > allora. Magari le adottano
    > pure.

    Sono gia' in contatto, non preoccuparti.
  • - Scritto da: panda rossa


    > >
    > > Sono come punture di zanzare, quando
    > arrivano
    > da
    > > pensatori utopisti e persone che non hanno
    > > nemmeno la lontana idea di come si gestisce
    > una
    > > Regione.
    >
    > Alludi forse a Formigoni, alla Minetti, al Trota
    > e a tutti quegli altri che hanno
    > arrestato?
    >
    > Oppure ti stavi riferendo alla Polverini, ar
    > Batman, e a quegli altri che stanno in galera
    > pure
    > loro?

    Fossi in te non farei tanto lo spiritoso: i politici della vecchia generazione "mangiavano, ma sapevano stare a tavola". Più si va in alto nelle istituzioni pubbliche, più l'inesperienza e il candore da Mulino Bianco possono fare danni.
    Sul lato onestà: per imparare il peculato e la corruzione ci vuole poco. Pochissimo. Faccio un solo nome: Patelli.


    > > > Per un ente statale sono possibili altre
    > > forme
    > > di
    > > > remunerazione invece dei
    > > > soldi.
    > >
    > > Anche in Unione Sovietica funzionava un po'
    > così.
    > > Nel senso che il rublo non poteva
    > assolutamente
    > > acquistare beni di un pur minimo valore, chi
    > li
    > > desiderava faceva il cambio nero con gli
    > > occidentali e poi faceva acquisti in valuta
    > > pregiata. Il motto operaio era: "Noi facciamo
    > > finta di lavorare e loro fan finta di
    > pagarci.".
    >
    > Infatti quel modello economico non ha funzionato.
    > Ce ne sono comunque molti altri di modelli
    > economici molto ben funzionanti senza
    > denaro.

    Quali?
    non+autenticato